Toshiba richiama 41.000 portatili per problemi di surriscaldamento

Toshiba richiama 41.000 portatili per problemi di surriscaldamento

Toshiba ha avviato una campagna di richiamo per alcuni notebook della serie Satellite T130 a causa di alcuni problemi di surriscaldamento dovuti all'alimentatore

di pubblicata il , alle 16:06 nel canale Portatili
ToshibaSatellite
 

Recentemente Toshiba ha annunciato di aver avviato una campagna di richiamo volontario per diversi notebook della serie Satellite T130 al fine di risolvere alcuni problemi di surriscaldamento causati da alimentatori difettosi.

Nel dettaglio i notebook potenzialmente afflitti dal problema sono circa 41.000 e si tratta dei modelli Satellite T135, Satellite T135D e Satellite Pro T130, il cui model/part number inizia con PST3AU, PST3BU, o PST3LU.

Stando a quanto riportato nel comunicato ufficiale di Toshiba il problema sarebbe legato al fatto che alcuni di questi portatili sono stati immessi sul mercato con un alimentatore difettoso che in determinate circostanze può surriscaldarsi ad un punto tale da arrivare a fondere le plastiche del computer in prossimità del connettore dell'alimentazione.

In accordo con le informazioni riportate sul sito della Consumer Product Safety Commission degli Stati Uniti, attualmente Toshiba ha ricevuto 129 segnalazioni di notebook difettosi le cui plastiche si sono deformate nella zona circostante all'area del connettore dell'alimentazione a causa del calore eccessivo, provocando in due casi alcune ustioni, per fortuna di lieve entità, agli utenti.

Per verificare se il proprio notebook è a rischio di surriscaldamento, l'utente deve semplicemente installare un aggiornamento del BIOS appositamente rilasciato da Toshiba. Di seguito i link da cui poter scaricare la nuova versione del BIOS per ciascuno dei modelli sopra citati: Satellite T135 v2.70, Satellite T135D v1.90, Satellite Pro T130 v2.70.

Il nuovo BIOS è infatti in grado di determinare se il notebook è afflitto dal problema e in caso affermativo disabilita immediatamente l'alimentazione esterna eliminando la possibilità che il portatile si surriscaldi. Sarà possibile continuare ad utilizzare il notebook per tutta la durata residua della batteria, ma non si potrà più ricaricarlo finché non verrà riparato; per tale operazione bisognerà mettersi in contatto con Toshiba che provvederà alla riparazione in garanzia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wolfenstein03 Settembre 2010, 16:34 #1
figuriamoci io saranno tipo 4 volte che si rompe lo schermo della grande toshiba, inoltre la ventola non funziona sempre a dovere, il tutto per 1300€ di cesso.
A toshiba ma de affidabilita ce capisci qualcosa?????
E non sono l'unico che ha avuto gli stessi problemi nella mia citta.

Non mi fido piu di questa marca
ToroXp03 Settembre 2010, 16:34 #2

bene toshiba

da sempre un ottimo produttore, sobrio nelle forme ricercato nella componentistica.A mio modesto parere un buon compromesso spesa/prestazioni.

ancora una volta dimostra la sua serietà , se dovessi cambiare notebook sarebbe sicuramente un toshiba.
Human_Sorrow03 Settembre 2010, 16:44 #3
qualche ca@@ata ogni tanto la fanno tutti ... da Acer a Sony ...
L'importante è che, come in questi casi, intervengano per risolvere.
jined03 Settembre 2010, 17:15 #4
cosi' si lavora.

serietà e resposabilità.

Per gli incidenti di progettazione.. succedono anche ai grandi.

Considero questa casa ancora come leader indiscusso del settore laptop.
SuperSandro03 Settembre 2010, 17:23 #5
"... per tale operazione bisognerà mettersi in contatto con Toshiba che provvederà alla riparazione in garanzia..."

Queste cose mi fanno un po' girare: se è un difetto di fabbrica dovrebbe essere riparato anche al di fuori del periodo di garanzia.

Per evitare flame inopportuni, è ovvio che da un punto di vista legale Toshiba è in regola: mi riferisco però a una questione morale... (oops! )
+Benito+03 Settembre 2010, 17:29 #6
"semplicemente" è necessario installare un bios, operazione che comporta un rischio non indifferente perchè il problema riguarda proprio l'alimentazione che se si interrompe durante il flash sappiamo bene che cosa succede, una volta che hai aggiornato il bios il portatile ti muore, ma non capisco, è una presa per il culo?
v1doc03 Settembre 2010, 17:36 #7
LOL, questi della toshiba sono dei geni
Non bastava un semplice messaggio di avviso invece di disabilitare il PC?!?
~ Myzrael ~03 Settembre 2010, 18:14 #8
L'aggiornamento del bios è un'operazione che va a buon fine nella stragrande maggioranze dei casi, se il portatile rischia di arrecare danni fisici all'utilizzatore non possono fare altrimenti, molto più sicuro procedere con il bios e tagliare la testa al toro, se si rompe pazienza, lo riparano comunque e tanti saluti. Se invece ci fossero altri danni fisici per ulteriori utenti rischierebbero seriamente di rimetterci la faccia. imho hanno fatto tutto bene (la riparazione in garanzia ha ugualmente senso, se passati i 2 anni il portatile va ancora bene il problema non lo ha, se invece ha il problema lo manifesta subito e se si aspetta 2 anni a farselo riparare il problema non è di toshiba)
blackshard03 Settembre 2010, 18:24 #9
Originariamente inviato da: ~ Myzrael ~
L'aggiornamento del bios è un'operazione che va a buon fine nella stragrande maggioranze dei casi, se il portatile rischia di arrecare danni fisici all'utilizzatore non possono fare altrimenti, molto più sicuro procedere con il bios e tagliare la testa al toro, se si rompe pazienza, lo riparano comunque e tanti saluti. Se invece ci fossero altri danni fisici per ulteriori utenti rischierebbero seriamente di rimetterci la faccia. imho hanno fatto tutto bene (la riparazione in garanzia ha ugualmente senso, se passati i 2 anni il portatile va ancora bene il problema non lo ha, se invece ha il problema lo manifesta subito e se si aspetta 2 anni a farselo riparare il problema non è di toshiba)


Non so se ti è chiaro che l'aggiornamento del bios verifica il seriale del portatile e, qualora sia un seriale blacklisted, inibisce l'alimentazione di rete. Insomma il portatile diventa "a tempo", quando finisce la batteria non la puoi più ricaricare ne' lo puoi usare con l'alimentazione di rete. Che razza di soluzione è???
ArteTetra03 Settembre 2010, 18:35 #10
SuperSandro: forse ti sfugge che la garanzia copre proprio i difetti di fabbrica... quindi perché dovrebbero occuparsi del problema una volta scaduto il periodo (anche da un punto di vista "morale"?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^