Dell Inspiron Mini: problemi di partizioni su SSD

Dell Inspiron Mini: problemi di partizioni su SSD

Un problema riconducibile alle fasi di installazione del sistema operativo ad opera di Dell impedisce di utilizzare sugli Inspiron Mini uno spazio di storage superiore a 4GB

di pubblicata il , alle 12:28 nel canale Portatili
Dell
 

Acquistare un netbook con SSD da 8 o 12GB e poter utilizzare solo 4GB di spazio; questa è la spiacevole situazione segnalata da alcuni possessori di Dell Mini 9 e segnalata da Gizmondo.com. Il problema è stato rilevato su netbook dotati di sistema operativo Linux.

All'origine dell'inconveniente pare esservi un problema in fase di installazione: Dell avrebbe usato la medesima immagine software per installare il sistema operativo sugli Inspiron equipaggiati con SSD da 4,8 e 12GB. L'immagine software era stata creata per la versione con minor spazio di storage a disposizione, quindi, lo spazio eccedente ai 4GB non veniva di fatto "visto" dal sistema operativo.

Per risolvere il problema relativo all'originaria creazione della partizione sono possibili varie opzioni: l'utente può reinstallare il sistema operativo utilizzando il supporto di system restore fornito da Dell, oppure effettuare il boot da chiavetta USB e procedere poi al ridimensionamento della partizione presente su SSD. In entrambi i casi è d'obbligo la creazione accurata di un backup di sistema.

Il problema è già stato segnalato a Dell che ne conferma l'esistenza e la risoluzione sui dispositivi attualmente in fase di produzione. Le soluzioni proposte al fine di accedere a tutto lo spazio di storage offerto dall' SSD interno non sono però alla portata di tutti gli utenti e proprio questa circostanza rende il banale problema fino a qui descritto particolarmente fastidioso.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Scezzy20 Ottobre 2008, 12:35 #1
Io mi domando come sia possibile che dietro a marchi cosi' blasonati ci sia la possibilita' di errori simili.
Kino8720 Ottobre 2008, 12:42 #2
praticamente dei geni (e lo dico da felice possessore di un Dell ) Vabbhè, non tutte le ciambelle escono col buco, che devo dire? Comunque via, non è poi un problema così grave: basta caricare un live di una qualsiasi distro dotata di GParted (ubuntu va benissimo) e ridimensionare la partizione incriminata. Mi rendo conto che chi non ha un minimo di conoscenza non sa farlo, ma questo è vero per qualsiasi cosa: l'operazione è estremamente semplice e basta una guida dettagliata di 2 pagine perchè anche mia nonna sia in grado di eseguire l'operazione ^^"
Piuttosto mi chiedo come sia stato partizionato il disco... L'esperienza personale mi ha insegnato che è saggio tenere la home e la boot su partizioni separate dalla root, e dubito che loro l'abbiano fatto
HyperText20 Ottobre 2008, 12:45 #3
@Kino87, ti do ragione solo fino a un certo punto. Perchè da quanto ho capito non conosci la maggior parte degli ute(o)nti
ToroXp20 Ottobre 2008, 12:58 #4
utonti o no...e lo dico da non utilizzatore linux, non saprei dove mettere le mani, è una seccatura non da poco, anche il solo fatto di dover trovare una guida e poi farlo da soli.

Sta di fatto che questo piccolo danno di immagine dovrebbe essere risolto con un qualcosa fatto in gran stile tipo ti ritiriamo il coso a casa oppure te ne mandiamo uno in sostituzione.

Farebbe solo che bene alla loro immagine, anche a costo di rimetterci, ma si sa chi sbaglia paga.

Europa20 Ottobre 2008, 13:22 #5
Questo perchè le immagini preinstallate di linux, le fanno con un DD compresso in tar.gz (vedi EeePC).
Ovviamente, quando restori, lui ripristina un sistema come quello originario dal quale hai creato il DD, quindi se era 4gb con 2, 10 o 100 partizioni, tutto viene riportato allo stato "originario".
L'errore ci stà anche per una grande... ben peggio il tizio che ha messo i software crackati nei DVD della Asus, se non ricordo male (notizia di qualche tempo fa...)
Kino8720 Ottobre 2008, 14:02 #6
Originariamente inviato da: ToroXp
Sta di fatto che questo piccolo danno di immagine dovrebbe essere risolto con un qualcosa fatto in gran stile tipo ti ritiriamo il coso a casa oppure te ne mandiamo uno in sostituzione.

Farebbe solo che bene alla loro immagine, anche a costo di rimetterci, ma si sa chi sbaglia paga.


bhe, in realtà basterebbe mettere sul sito dell un file che, una volta installato su una qualsiasi pennetta, permetta l'avvio dalla stessa di un programmino che ridimensioni la partizione in automatico (credo sia fattibilissimo anche solo creando una live minimale di linux che si limita a fare un check della dimensione fisica del disco tramite fdisk e a ridimensioni in automatico la partizione all'avvio)


Per chi diceva che non conosco l'utonto medio... bhe, in realtà conosco una discreta quantità di utonti, solo che reputo che seguire passo passo ciò che c'è scritto su un pdf, magari con l'ausilio di immagini oltre che di testo, sia alla portata di tutti più o meno... E poi la Dell è maestra in queste cose, non so se avete mai visto le guide tecniche che mettono a disposizione degli utenti per smontare i notebook
SwatMaster20 Ottobre 2008, 14:20 #7
Sempre belle sorprese, per il consumatore. Mai che uno si trovi con qualcosa in più, invece che con qualcosa in meno, eh.
ziozetti20 Ottobre 2008, 14:58 #8
Originariamente inviato da: Kino87
bhe, in realtà basterebbe mettere sul sito dell un file che, una volta installato su una qualsiasi pennetta, permetta l'avvio dalla stessa di un programmino che ridimensioni la partizione in automatico (credo sia fattibilissimo anche solo creando una live minimale di linux che si limita a fare un check della dimensione fisica del disco tramite fdisk e a ridimensioni in automatico la partizione all'avvio)


Per chi diceva che non conosco l'utonto medio... bhe, in realtà conosco una discreta quantità di utonti, solo che reputo che seguire passo passo ciò che c'è scritto su un pdf, magari con l'ausilio di immagini oltre che di testo, sia alla portata di tutti più o meno... E poi la Dell è maestra in queste cose, non so se avete mai visto le guide tecniche che mettono a disposizione degli utenti per smontare i notebook

In teoria suppongo sia possibile creare uno script che ridimensioni in automatico il tutto ma c'è il rischio di perdere dati o di avere problemi con le partizioni (rischio sempre presente in caso di ripartizionamento).

Inoltre NON TUTTI sono in grado di fare quanto hai scritto, e cioè leggere ed eseguire biecamente; per mia esperienza, soprattutto chi non ne capisce nulla, tende a ignorare ciò che viene detto e fa di testa sua, creando casini a sé e pressione alta a me.
harlock1020 Ottobre 2008, 15:08 #9
Certo che sebbtira parlare di capienze di ben 4 gb o 12gb su un pc nel 2008 fanno sorridere
ekerazha20 Ottobre 2008, 15:53 #10
Originariamente inviato da: harlock10
Certo che sebbtira parlare di capienze di ben 4 gb o 12gb su un pc nel 2008 fanno sorridere


Fa sorridere anche che nel 2008 i dischi più capienti siano ancora ferraglia meccanica.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^