ASUS ROG Zephyrus G14 e G15: arrivano al CES i potenti ultra-portatili da gaming

ASUS ROG Zephyrus G14 e G15: arrivano al CES i potenti ultra-portatili da gaming

A Las Vegas ASUS presenta la nuova generazione di sistemi Zephyrus che vede in particolare l'introduzione di un modello con form factor da 14 pollici: super compatto ma senza sacrificare le prestazioni

di pubblicata il , alle 00:01 nel canale Portatili
ASUSROG
 

Durante la kermesse nella Città del Peccato ASUS ROG ha annunciato il nuovo portatile da gioco Zephyrus G14 che prosegue nella strada del connubio tra portabilità e prestazioni elevate dedicate a videogiocatori esigenti. Partiamo subito con le caratteristiche salienti: form factor da 14 pollici, chassis dallo spessore di appena 17,9mm che racchiude all'interno piattaforme AMD Ryzen 4000 Mobile in abbinamento a GPU NVIDIA GeForce RTX. Il tutto per un peso di 1,6 chilogrammi.

ASUS ROG Zephyrus G14 con un processore esclusivo da AMD

ASUS ha collaborato a stretto contatto con AMD per realizzare esclusivamente per Zephyrus G14 una speciale CPU, comunque a 8 core e 16 thread, in grado di dissipare meno calore pur mantenendo elevati livelli prestazionali. Sul fronte memoria abbiamo supporto fino a 32GB di tipo DDR4-3200, mentre per quanto riguarda lo storage possiamo trovare una unità SSD NVMe fino a 1TB di capienza.

Il processore grafico può avvalersi della tecnologia ROG Boost per operare fino ad una frequenza di 1298 MHz a 65W di potenza. Grazie alle potenzialità dell'architettura Turing i giocatori potranno non solo godere di elevate prestazioni anche con i titoli più esigenti, ma anche di giocare e trasmettere in streaming le proprie imprese senza impatti sulle performance grazie anche alla compatibilità con Open Broadcaster Software.

Sistema di raffreddamento all'avanguardia per Zephyrus G14

La realizzazione di un portatile con uno chassis così sottile impone una particolare attenzione progettuale per quanto riguarda il sistema di raffreddamento. Il meccanismo ErgoLift alza la base del portatile quando il display viene aperto, lasciando così più spazio per il ricircolo dell'aria che può fluire liberamente anche grazie ad una serie di griglie intagliate direttamente nella cornice del display, che altrimenti ostacolerebbe il flusso d'aria posteriore. All'interno trova posto un dissipatore di calore in rame da ben 209 alette da 0,15 millimetri di spessore, per una superficie di scambio totale di 68868 millimetri quadrati. Il radiatore si occupa di smaltire il calore convogliato da cinque heatpipe che coprono CPU, GPU e i componenti VRM che li alimentano. Le ventole di aerazione sono poi progettate per unire un ottimale ricircolo dell'aria, una bassa rumorosità d'esercizio e un minimale accumulo di polvere grazie ad un sistema di auto-pulizia.

Zephyrus G14: display fino a 120Hz e l'esclusivo pannello personalizzabile AniMe Matrix a miniLED

Sul fronte display il nuovo Zephyrus G14 offre due opzioni: un pannello Full HD con frequenza di aggiornamento di 120Hz, e un pannello con risoluzione WQHD e per entrambi c'è il supporto alla tecnologia Adaptive Sync. Entrambi i display, di tipo IPS e con un gamut capace di coprire al 100% il triangolo di riferimento sRGB, sono calibrati di fabbrica con certificazione PANTONE Validated. Le cornici sono sottili per un rapporto screen-to-body dell'85%.

Sul dorso dello schermo ASUS ROG ha integrato il display AniMe Matrix, costituito da 1215 mini LED che permettono all'utente di mostrare animazioni personalizzate (importando GIF o creandone di proprie): ciascun led infatti è in grado di emettere 256 livelli luminosità. In questo modo gli utenti più creativi potranno avere a disposizione un più profondo grado di personalizzazione del proprio sistema.

Interessante accorgimento invece per quanto riguarda il comparto dell'alimentazione. ROG Zephyrus può essere alimentato tramite normale alimentatore DC o tramite USB-C Power Delivery: nel primo caso si avranno a disposizione 180W - grazie all'apposito alimentatore - per sfruttare la piena potenza della GPU dedicata, mentre nel secondo caso si potrà utilizzare un alimentatore di ridotte dimensioni ideale per la mobilità e per il lavoro meno esigente in termini di prestazioni brute. Zephyrus G14 assicura fino a 10 ore di autonomia con batteria.

Tra le altre caratteristiche di ASUS ROG Zephyrus G14 si segnala poi la presenza di connettori DisplayPort 1.4 e HDMI 2.0b, due porte USB Type-C, due porte USB Type-A, connettività WiFi 802.11ax, tastiera con sensore d'impronte digitali integrato nel pulsante d'accensione e sistema di diffusione audio Dolby Atmos.

Anche in versione 15 pollici con schermi a 240Hz: ecco Zephyrus G15

ASUS ROG ha presentato al CES 2020 anche il nuovo Zephyrus G15: la filosofia è sempre la stessa della linea Zephyrus, ma in questo caso abbiamo schermi da 15 pollici con opzioni fino a 240Hz di frequenza di aggiornamento, processori AMD Ryzen 7 e l'assenza del display personalizzabile AniMe MAtrix.

Al momento in cui scriviamo la disponibilità e i prezzi dei sistemi ASUS ROG Zephyrus G14 e G15 non sono ancora stati comunicati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marco.magnaterra07 Gennaio 2020, 09:09 #1
Alimentatore da 180W è davvero tanto.
Vaulenst08 Gennaio 2020, 12:09 #2
Sembra molto bello... ci sara' la parola "molto" anche sul prezzo temo.
nickname8808 Gennaio 2020, 14:23 #3
La realizzazione di un portatile con uno chassis così sottile impone una particolare attenzione progettuale per quanto riguarda il sistema di raffreddamento. Il meccanismo ErgoLift alza la base del portatile quando il display viene aperto, lasciando così più spazio per il ricircolo dell'aria che può fluire liberamente anche grazie ad una serie di griglie intagliate direttamente nella cornice del display, che altrimenti ostacolerebbe il flusso d'aria posteriore. All'interno trova posto un dissipatore di calore in rame da ben 209 alette da 0,15 millimetri di spessore, per una superficie di scambio totale di 68868 millimetri quadrati. Il radiatore si occupa di smaltire il calore convogliato da cinque heatpipe che coprono CPU, GPU e i componenti VRM che li alimentano. Le ventole di aerazione sono poi progettate per unire un ottimale ricircolo dell'aria, una bassa rumorosità d'esercizio e un minimale accumulo di polvere grazie ad un sistema di auto-pulizia.
Almeno un produttore che si preoccupi sul serio sul fronte della dissipazione termica.
Mica come qualcun'altro ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^