Tastiere meccaniche economiche? Ci pensa Cherry con i nuovi switch Viola

Tastiere meccaniche economiche? Ci pensa Cherry con i nuovi switch Viola

Cherry, marchio leader nel settore delle periferiche di input, in occasione del CES 2020 fa un annuncio per provare a destabilizzare il mercato delle tastiere meccaniche proponendo un nuovo switch identificato nella serie Viola

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Periferiche
Cherry
 

Il mercato delle tastiere, da qualche tempo a questa parte, non ha ricevuto grossi aggiornamenti per quanto riguarda tecnologie adottate, abbiamo visto solo piccole modifiche dimensionali ed estetiche, come ad esempio tasti ribassati o dotati di LED RGB, insufficienti a mescolare un po' gli attuali standard delle periferiche in commercio. A grandi linee le tastiere oggigiorno disponibili sul mercato si possono suddividere tra le più economiche tastiere con interruttori a membrana e le più care tastiere con interruttori meccanici che spaziano ampiamente per specifiche tecniche e costi, ma forse qualcosa sta cambiando.

Cherry, marchio leader nel settore delle periferiche di input, in occasione del CES 2020, fa un annuncio per provare a destabilizzare il mercato proponendo un nuovo switch della serie Viola pensato per sdoganare la tecnologia di tasti meccanici anche verso modelli di tastiere economiche con prezzo compreso tra i 40 e 100 $.

Il nuovo switch Viola sarà un vero e proprio modello completamente meccanico caratterizzato da un nuovo tipo di contatto a "V" che consente all'azienda di contenere i costi di produzione ed offrire allo stesso tempo un prodotto simili allo storico modello MX Red: corsa lineare da 4 mm, attuazione a 2 mm e 45 cN nonché piena compatibilità con illuminazione RGB ed in grado di abbinarsi a keycaps già compatibili con gli standard MX.

Uno switch economico sì ma con tutte le carte in regola per far parte della famiglia di prodotti Cherry, offrendo di fatto agli utenti un ulteriore standard di digitazione performante ma economico.

L'azienda inoltre, in occasione dell'evento, ha annunciato anche un aggiornamento dei meccanismi degli switch MX nelle versioni Red, Brown, Black e Speed ​​(Silver) con migliorie tali, da mantenere invariate le rispettive caratteristiche tattili, ma raddoppiando di fatto la loro durata garantendo, per ogni switch, non più 50 milioni di attuazioni bensì almeno 100 milioni di attuazioni aggiornando il processo produttivo ma non i costi di vendita.

Gli switch Viola attualmente non risultano ancora a catalogo in quanto in fase di brevetto; per maggiori dettagli sui prodotti Cherry vi invitiamo a visitare il sito dell'azienda.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
An.tani13 Gennaio 2020, 10:56 #1
se già gli switch non economici fanno c@ca@re, figuriamoci questi....

parlo per esperienza diretta, ho un tastiera con cherry mx brown che soffre di ghosting che riesco fortunatamente ad eliminare con uno spray per pulire contatti elettrici
bluefrog13 Gennaio 2020, 11:52 #2
Originariamente inviato da: An.tani
se già gli switch non economici fanno c@ca@re, figuriamoci questi....

parlo per esperienza diretta, ho un tastiera con cherry mx brown che soffre di ghosting che riesco fortunatamente ad eliminare con uno spray per pulire contatti elettrici


Strano (?), posso chiederti marca e modello della tastiera? Grazie
LooserS13 Gennaio 2020, 12:13 #3
Originariamente inviato da: An.tani
ho un tastiera con cherry mx brown che soffre di ghosting che riesco fortunatamente ad eliminare con uno spray per pulire contatti elettrici


Sicuro di sapere cosa si intenda con "ghosting" quando si parla di tastiere?

Nel caso tu sappia di cosa stai parlando, mi spieghi:
[LIST]
[*]Come influirebbe il tipo di tasto sull'effetto ghosting?
[*]Come risolverebbe il problema un po' di spray?
[/LIST]
An.tani13 Gennaio 2020, 13:28 #4
Originariamente inviato da: bluefrog
Strano (?), posso chiederti marca e modello della tastiera? Grazie


Corsair K95 rgb

PS leggi sotto, non è ghosting, è chatter
An.tani13 Gennaio 2020, 13:37 #5
Originariamente inviato da: LooserS
Sicuro di sapere cosa si intenda con "ghosting" quando si parla di tastiere?

Nel caso tu sappia di cosa stai parlando, mi spieghi:
[LIST]
[*]Come influirebbe il tipo di tasto sull'effetto ghosting?
[*]Come risolverebbe il problema un po' di spray?
[/LIST]


allora: il mio problema è che premendo un tasto la pressione viene registrate 2-3-4 volte

su un forum avevo letto che questo problema era chiamato ghosting, ma ora spinto dal tuo commento ho fatto ulteriori ricerche e ho scoperto che non è così e che il nome corretto è key chatter

da quanto ho scoperto non sono l'unico, anzi: i cherry brown sono gli switch che soffrono di più di questo problema ma non sono i soli; tutto dipende da un sottile strato di ossido che si forma sui contatti metallici. Onestamente che switch usati su tastiere da diverse centinaia di euro abbiano simili problemi mi pare scandaloso
nickname8813 Gennaio 2020, 14:32 #6
Originariamente inviato da: An.tani
allora: il mio problema è che premendo un tasto la pressione viene registrate 2-3-4 volte

Una cosa del genere non è affatto normale, è da RMA, la qualità degli switch non centrano una mazza.
An.tani13 Gennaio 2020, 15:53 #7
Originariamente inviato da: nickname88
Una cosa del genere non è affatto normale, è da RMA, la qualità degli switch non centrano una mazza.


Non è più in garanzia...
nickname8813 Gennaio 2020, 15:59 #8
Originariamente inviato da: An.tani
Non è più in garanzia...

la mia K60 che ha 7 anni è ancora perfetta e non mi ha mai dato problemi di digitazione alcuno, in più è ancora priva di segni di usura.
La BladeMaster Pro tattile usata poco ma neppure quella ovviamente ha mai manifestato imprecisioni nella digitazione.
Perseverance13 Gennaio 2020, 16:29 #9
è che ora si è creato un mercato inaspettato, un hype da paura ha fatto cassa di risonanza per una tecnologia, quella delle tastiere meccaniche, che è fragile costosa e piena di difetti. Io da riparatore figuratevi se avessi mai pensato che mi sarebbe capitata gente a chiedermi "non mi và la tastiera me la puoi riparare?" e invece con queste meccaniche mi capita!

Confermo quanto esposto da An.tani, ed aggiungo: bel troiaio! Robuste un par di palle!

Ci sarà un motivo se NESSUNO le usa più da eoni in favore delle moderne, belle, silenziose, tattili tastiere a membrana? ... arriva "coso" e dice: non è vero i gamer li usano, io li uso....ci sono studi di università... una nicchia insignificante per un mercato dalle uova d'oro!

Ritorniamo coi mouse a palla a sto punto spacciandoli per innovazione vintage

--edit--
Se proprio devo trovare un pregio, quelle meccaniche che ho sentito meglio montavano gli antichi switch a molla incastonata. Non sono un patito ma da quelche ho potuto vedere i Cherry sono pochezza.
biometallo13 Gennaio 2020, 17:03 #10
Originariamente inviato da: Perseverance
Ci sarà un motivo se NESSUNO le usa più da eoni in favore delle moderne, belle, silenziose, tattili tastiere a membrana?


Boh io ho sempre pensato che essenzialmente fosse per i costi, se una tastiera oggi al supermercato viene venduta a 8 euro, quanto sarà costato produrla, 2 euro?

Sul fatto che le tastiere a microswich te le portano a riparare e quelle a membrana no... non sarà semplicemente perché le prime, magari pagate fior di soldi ha senso, mentre le seconde, semplicemente si buttano?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^