Poco successo per le trasmissioni televisive in 3D

Poco successo per le trasmissioni televisive in 3D

A dispetto del generale interesse da parte del mercato, le trasmissioni in 3D stereoscopico su tradizionali canali televisivi registrano audience molto contenute nel complesso

di pubblicata il , alle 08:16 nel canale Multimedia
 

Quello che era stato decretato come il futuro dell'intrattenimento domestico si sta rivelando, dal punto di vista dei puri numeri, un insuccesso. Ci riferiamo alla visione di contenuti video in formato 3D stereoscopico attraverso tradizionali canali televisivi, approccio che si è diffuso dopo l'iniziale successo del 3D nei cinema.

Nonostante siano disponibili sul mercato numerosi televisori dotati di supporto alla tecnologia 3D stereoscopica, tutti di fatto da abbinare ad occhiali con tecnologie di tipo attivo o passivo, l'utilizzo di questi strumenti per la visione di programmi televisivi tradizionali con tecnologia 3D è così ridotto da non essere misurabile di fatto con i tradizionali strumenti di indagine propri del mondo della TV.

Stando ad un report dell'Associated Press, infatti, in nord America Nielsen non riuscirebbe a rilevare il tasso di penetrazione di programmi televisivi 3D in quanto troppo ridotto per il proprio campione.

Per cosa sono stati acquistati quindi questi apparecchi? La tecnologia 3D stereoscopica può venir sfruttata per la visione di film in standard Blu-Ray 3D, abbinando un lettore con supporto; in questo caso il tasso di utilizzo è ben più elevato, benché in ogni caso limitato rispetto alla totalità degli apparecchi televisivi presenti nelle abitazioni.

Quello che non sembra aver raggiunto il successo inizialmente sperato è quindi la visione di programmi 3D trasmessi attraverso segnale televisivo tradizionale. Ad aggravare la situazione i costi di produzione di queste trasmissioni, più elevate rispetto a quelle 2D tradizionali per via sia del numero di videocamere utilizzate sia della loro configurazione. Sono del resto anche i costi elevati a incidere negativamente sulla disponibilità di programmi, e quindi a limitare la richiesta da parte degli utenti.

Avete un televisore con funzionalità 3D? Se si, con quali tipi di programmi 3D stereoscopici lo utilizzate?

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

54 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fastleo6301 Ottobre 2012, 08:35 #1
Per il momento io sono fermo al palo, possiedo ancora un TV CRT (Philips Cineos 32PW9551/12), ma con ingressi HDMI e capacità di visionare contenuti HD anche se il cinescopio non lo è. Comunque per i contenuti SD, che costituiscono attualmente l'80% di quello che normalmente visiono, è più che buono ed ha una buona resa cromatica.
Probabilmente attenderò l'introduzione (se e quando avverrà dell'autostereoscopia..
Darkon01 Ottobre 2012, 08:38 #2
A me da mal di testa dopo un po'... al cinema ormai vieni praticamente costretto altrimenti potendo scegliere preferisco di gran lunga la visione "normale".
Emopunk01 Ottobre 2012, 08:42 #3
Nel momento in cui tutti gli spettacoli del cinema saranno 3D, allora smetterò di andarci; ovviamente con mio grande dispiacere.
ciocia01 Ottobre 2012, 08:42 #4
Ritengo il 3D decisamente inutile. Pensassero a fare trasmissioni televisive in fullHD, ma sottolineo in vero fullHD e non upscalato. Il futuro saranno i maxi schermi 4K, meglio ancora se Oled, altro che 3D....
rigelpd01 Ottobre 2012, 08:46 #5
Io amo il 3d stereoscopico
cignox101 Ottobre 2012, 08:47 #6
Ho dovuto comprare televisore e BD player nuovi, e, incuriosito dal 3d, ho acquistato qualche film in questo formato. Alcuni li ho pagati 30 euro, che sono una enormitá.
Volevo considerare MIB 3 ma a 25 euro (mi sembra tra l'altro versione 2d) se lo possono tranquillamente tenere.
Secondo me i prezzi giusti sarebbero:
2d a 15 euro, 1d con disco conenuti a 19, versione 3d a 20, versione 3d + disco a 23.

Ma spendere 30 per Avengers, e non trovarmi dentro neppure un disco con abbondanti contenuti speciali é una vergogna.
E poi anche a lamentarsi della pirateria.
tuttodigitale01 Ottobre 2012, 08:48 #7
Originariamente inviato da: fastleo63
Comunque per i contenuti SD, che costituiscono attualmente l'80% di quello che normalmente visiono, è più che buono ed ha una buona resa cromatica.

più che buona direi ottima. Certo che un 32" non è un 50".

Originariamente inviato da: Darkon
A me da mal di testa dopo un po'... al cinema ormai vieni praticamente costretto altrimenti potendo scegliere preferisco di gran lunga la visione "normale".

non soffro di mal di testa...ma ho notato con dispiacere che la resa cromatica con gli occhialini attivi lascia molto a desiderare, almeno nei cinema dove sono andato.
Freisar01 Ottobre 2012, 08:49 #8
Boh a me non interessa come tecnologia, per gli altri credo sia un questione di costi visto i tempi che corrono cambiare il tutto non è il caso.
Esagerao01 Ottobre 2012, 08:51 #9
sky 3d e alcuni giochi con il pc
cignox101 Ottobre 2012, 08:54 #10
E, per inciso, mi piace il 3d: non lo trovo indispensabile, ma per alcune opere credo contribuisca al coinvolgimento. A casa, per esempio, il 3d mi migliora la concentrazione: insomma, é un gradito plus.
Tra qualche anno sará come il colore: certo, puoi tornare al b/n (vedi Schinder's list) ma solo a titolo sperimentale/esplorativo. Anche se il nostro 3d é certamente acerbo, é un passo obbligato: dal muto al sonoro, dal mono al multicanale, da b/n al colore, dalla bassa definizione al 4k.

Tutto affinché la percezione del film sia sempre meno distinguibile dalla percezione naturake che i nostri sensi hanno della realtá. Il 3d, in questa prospettiva, é inevitabile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^