C'è una CPU Intel Atom nel visore Microsoft HoloLens

C'è una CPU Intel Atom nel visore Microsoft HoloLens

HoloLens, il visore per la realità aumentata mostrato nei giorni scorsi da Microsoft, integra al proprio interno tutti i componenti per operare non collegato da un PC. Cuore pulsante una CPU Intel Atom della famiglia Cherry Trail di prossima generazione

di pubblicata il , alle 10:10 nel canale Multimedia
Microsoft
 

In occasione dell'evento di presentazione tenuto nei giorni scorsi da Microsoft, incentrato sulle novità previste per il sistema operativo Windows 10 in ambito consumer, l'azienda americana ha mostrato per la prima volta HoloLens, un casco per la realtà aumentata che non richiede di venir collegato ad un PC per poter operare.

Il suo funzionamento è assicurato grazie ad una serie di API che Microsoft indica come Windows Holographic, che abbina sensori e microchip del visore permettendo all'utente che indossa HoloLens di interagire con elementi tridimensionali ricreati nello spazio circostante.

Non conosciamo che poche caratteristiche tecniche di questo prodotto, per il quale Microsoft ha effettuato a sorpresa una prima dimostrazione pubblica durante l'evento stampa della scorsa settimana. Emergono ora dettagli più specifici su quale siano i componenti hardware implementati in HoloLens, accanto alla holographic processing unit o HPU.

Infoworld segnala come in HoloLens sia presente un processore Intel della famiglia Cherry Trail, responsabile per la gestione della componente CPU come di quella visiva grazie alla GPU integrata. Cherry Trail è il nome in codice che identifica la prossima generazione di processori Intel Atom della famiglia Bay Trail, proposte adottate in tablet e i PC di ridotte dimensioni attualmente presenti in commercio. Queste CPU della famiglia Atom non sono ancora state annunciate da Intel, attese sul mercato nel corso del 2015.

Le soluzioni della famiglia Cherry Trail sono costruite con tecnologia produttiva a 14 nanometri, quella più sofisticata che Intel mette al momento a disposizione dei propri clienti. La scelta di questa architettura non deve sorprendere, in quanto sulla carta si tratta della più potente tra quelle x86 compatibili con sistemi di raffreddamento molto ridotti. Venendo integrata all'interno di HoloLens questa CPU deve infatti assicurare consumi contenuti, dissipazione termica ridotta e ovviamente buona potenza di elaborazione complessiva.

Resta a questo punto da capire quale sia l'architettura alla base della holographic processing unit o HPU: questa dovrebbe essere della logica dedicata sviluppata internamente da Microsoft che si affianca alla componente CPU x86 messa a disposizione da Intel. Per certi versi un approccio simile a quanto visto nella console xBox One, dove il cuore di elaborazione è di fatto una APU sviluppata da AMD con l'integrazione di componenti specifici sviluppati da Microsoft. Anche per HoloLens, quindi, possiamo immaginare un design di tipo semi-custom, dove un componente tradizionale per quanto di ultimissima generazione si affianca a logica sviluppata ad hoc per questo prodotto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gpat26 Gennaio 2015, 10:52 #1
Spero che Microsoft finalmente si sia stufata di cazz.eggiare con ARM e Windows RT..
Balthasar8526 Gennaio 2015, 11:28 #2
Originariamente inviato da: gpat
Spero che Microsoft finalmente si sia stufata di cazz.eggiare con ARM e Windows RT..

Era una fase di transito obbligatoria per avvicinare il mondo desktop a quello mobile. L'hardware ora permette di fonder quegli stessi ambienti perché sul mobile non c'è più hardware buono da far girare poco più di una calcolatrice casio tascabile e l'esperienza ottenuta con RT ha aiutato a sviluppare meglio l'ambiente.
Non credere che abbiano creato un OS giusto per il gusto di dover riscrivere qualcosa da zero aspettandosi che le piattaforme hardware sarebbero rimaste immutate per sempre.


CIAWA
Bivvoz26 Gennaio 2015, 11:33 #3
Originariamente inviato da: gpat
Spero che Microsoft finalmente si sia stufata di cazz.eggiare con ARM e Windows RT..


RT era un embrione che non sarebbe mai dovuto uscire sul mercato, ma era indispensabile lavorarci.
Windows 10 di fatto esiste anche per ARM (sicuramente per gli smartphone) resta ancora da vedere se esisterà una forma per tablet con soc ARM che non sarebbe altro che il nuovo RT dove ovviamente gireranno solo le app universali e non i programmi desktop (che comunque su tablet non hanno senso).
Qualunque prodotto nuovo di MS come hololens punterà alle app universali che girano sia su ARM che su x86, quindi credo che appoggiarsi agli atom non sia una scelta obbligata per MS.
gpat26 Gennaio 2015, 11:40 #4
Originariamente inviato da: Balthasar85
Era una fase di transito obbligatoria per avvicinare il mondo desktop a quello mobile. L'hardware ora permette di fonder quegli stessi ambienti perché sul mobile non c'è più hardware buono da far girare poco più di una calcolatrice casio tascabile e l'esperienza ottenuta con RT ha aiutato a sviluppare meglio l'ambiente.
Non credere che abbiano creato un OS giusto per il gusto di dover riscrivere qualcosa da zero aspettandosi che le piattaforme hardware sarebbero rimaste immutate per sempre.


CIAWA


"Fase di transito" presuppone un qualche tipo di strada che continui per gli utenti che l'hanno adottato.... in questo caso, la strada termina andando a sbattere a un muro. Proprio come WP7, chiuso con WP7.8 e tanti saluti... oops, scusate, abbiamo sbagliato, se volete comprate un altro cellulare, grazie.

L'unico merito di RT è stato quello di far svegliare Intel, iniziando a produrre degli Atom degni invece di spazzatura da mettere sulla fascia bassa. Ma forse sarebbe successo anche rilasciando solo il Surface Pro I senza la versione RT, si sarebbe creato il bisogno di un basso di gamma degno e Intel si sarebbe mossa.
ARM sarebbe (giustamente) rimasto solo su cellulari e ci avrebbero lavorato da lì.

Quindi penso che Microsoft abbia buttato risorse con RT? Certo che lo penso. La gestione Ballmer non è stata estranea a questo tipo di pratiche.. e fortunatamente è finita. Per questo motivo ci troviamo con questo device molto interessante, con montato il chip più appropriato, un Atom Cherry Trail
Bivvoz26 Gennaio 2015, 11:42 #5
Ecco la conferma a quanto ho scritto nel messaggio precedente.

http://www.neowin.net/news/microsof...all-arm-tablets

Confermati tablet windows 10 con soc arm fino a 8 pollici.
In sostanza potete chiamarlo windows 10 RT
Così come windows 10 per smartphone potete chiamarlo windows phone 10 anche se in realtà si chiamerà semplicemente windows 10 ovunque.
gpat26 Gennaio 2015, 11:45 #6
Originariamente inviato da: Bivvoz
Ecco la conferma a quanto ho scritto nel messaggio precedente.

http://www.neowin.net/news/microsof...all-arm-tablets

Confermati tablet windows 10 con soc arm fino a 8 pollici.
In sostanza potete chiamarlo windows 10 RT
Così come windows 10 per smartphone potete chiamarlo windows phone 10 anche se in realtà si chiamerà semplicemente windows 10 ovunque.


Ah vabbè, allora non hanno ancora imparato
Come può un tablet Windows ARM avere un qualsiasi tipo di appeal, se io ho comprato un HP Stream 7 con Intel a 99€? Proprio sul Microsoft Store poi...
Balthasar8526 Gennaio 2015, 12:04 #7
Originariamente inviato da: gpat
[..]
Quindi penso che Microsoft abbia buttato risorse con RT? Certo che lo penso. La gestione Ballmer non è stata estranea a questo tipo di pratiche.. e fortunatamente è finita. Per questo motivo ci troviamo con questo device molto interessante, con montato il chip più appropriato, un Atom Cherry Trail

Originariamente inviato da: Balthasar85
Io considero più inutili i tablet con Android visto che non son altro che degli smartphone con schermi grandi ma con le stesse funzioni.. insomma, roba per giocare sulla tazza comodamente.
RT è un prodotto di transito, il tempo che arrivi un SoC Intel efficiente [..]
CIAWA

Questo lo dicevo nel 2013, era PALESE che RT servisse solo a far "terra battuta" per quando i tempi sarebbero diventati maturi con l'arrivo di piattaforme Intel in grado d'esser polifunzionali. RT è solo servito ad acquisire informazioni ed esperienza per un Windows "solo touch" così da importare quell'esperienza su una futura versione che avesse abbracciato tutte le piattaforme.
Originariamente inviato da: Balthasar85
Questo è quel che si ottiene estremizzando una tecnologia inadatta.
[..]
Queste "robe" son sviluppati sulla stessa linea logica: estremizziamo il concetto anche se risulta inadeguato.
La vera evoluzione la avremo quando lo stesso OS sarà diventato polifunzionale per tutti gli utilizzi (Apple e Microsoft hanno già intrapreso questa strada) così come la piattaforma hardware (Intel già al lavoro).
Questi esperimenti malriusciti li lascio volentieri a chi preferisce buttar soldi sulla tecnologia di mezzo della Storia.
CIAWA

Qui ti parlavo nel 2014 alla presentazione del Transformer Book V.
Tutto quel che è avvenuto sino ad oggi era un acquisire esperienza e sviluppare qualcosa che sarebbe stato poi "vestito" su un hardware che avesse la capacità d'esser un po' "desktop un po' mobile" ed un OS in grado di fondere quei due ambienti (e quelle diverse piattaforme) non lo si crea dall'oggi al domani.

Ballmer ha fatto quel che ci si aspettava da un bravo dirigente: gettar le basi per lo sviluppo ANTICIPANDO quel che le aziende avrebbero offerto da lì ad un paio di anni. Oggi Microsoft può vantare un'esperienza di anni perché non è partita quando Intel (o chi per lei) le ha dato l'"ok" con "ehi, adesso siamo in grado di creare piattaforme portatili con legami nel mondo desktop".
Si chiama "investire su uno scenario futuro" ed ora Microsoft è probabilmente più avanti in questo rispetto ad altri che hanno "giocato" fino ad ora con OS da calcolatrici tascabili.


Poi il consumatore non lo capisce perché lui vede solo una piattaforma nata morta.. ma è sopratutto dalla sperimentazione che si imparano molte cose ed il cadavere dell'RT ha insegnato molto. Fidati, nulla è stato fatto a caso, ed il disegno completo in tanti già l'avevamo intuito.


CIAWA
Bivvoz26 Gennaio 2015, 12:05 #8
Originariamente inviato da: gpat
Ah vabbè, allora non hanno ancora imparato
Come può un tablet Windows ARM avere un qualsiasi tipo di appeal, se io ho comprato un HP Stream 7 con Intel a 99€? Proprio sul Microsoft Store poi...


Scusa i tablet con android ARM li vendono eccome, dove sta la differenza?

Quando è uscito il surface RT la differenza era che lo store di app per win RT era pressochè deserto e quindi il tablet era di fatto inutile.
Adesso lo store è più fornito e con windows 10 e le app universali ogni app sviluppata per windows 10 (x86) o windows phone arriverà automaticamente anche per windows 10 (RT).
Il pericolo è sempre che l'utente leggendo "windows 10" non capisca che non si tratta di un pc ma di tablet, però per l'ignoranza non c'è cura.
gpat26 Gennaio 2015, 12:11 #9
Originariamente inviato da: Bivvoz
Scusa i tablet con android ARM li vendono eccome, dove sta la differenza?

Quando è uscito il surface RT la differenza era che lo store di app per win RT era pressochè deserto e quindi il tablet era di fatto inutile.
Adesso lo store è più fornito e con windows 10 e le app universali ogni app sviluppata per windows 10 (x86) o windows phone arriverà automaticamente anche per windows 10 (RT).
Il pericolo è sempre che l'utente leggendo "windows 10" non capisca che non si tratta di un pc ma di tablet, però per l'ignoranza non c'è cura.


I tablet Android ARM non hanno dei concorrenti che possono fare esattamente le stesse cose, altrettanto bene se non meglio, e inoltre far girare un'infinità di applicazioni in più. I tablet Windows ARM invece si.
Bivvoz26 Gennaio 2015, 12:40 #10
Originariamente inviato da: gpat
I tablet Android ARM non hanno dei concorrenti che possono fare esattamente le stesse cose, altrettanto bene se non meglio, e inoltre far girare un'infinità di applicazioni in più. I tablet Windows ARM invece si.


Perchè i tablet windows x86 ai tablet android non fanno concorrenza?

Comunque il discorso è ampio.
Prima di tutto bisogna considerare l'utenza, per l'utente inesperto sarebbe molto meglio un tablet windows arm senza possibilità di installare le classiche applicazioni x86 per questioni di sicurezza.
Questi utenti windows lo riempiono di schifezze nel giro di poche ore, se possono installare solo app tramite store sarebbero molto più protetti.
Anche se sarebbe auspicabile che anche in windows x86 sia possibile bloccare l'instalalzione di applicazioni non provenienti dallo store.

Qualsiasi utente su tablet non sarebbe comodo ad usare le classiche applicazioni x86, se il mio obbiettivo è un tablet da cazzeggio e non mi interessa attaccargli mouse e tastiera o una dock posso benissimo appoggiarmi ad arm e segare tutta la parte x86.

Il tutto ovviamente deve avere come base uno store fornito e un os pensato bene, non come quando è uscito winRT

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^