In collaborazione con BMW

BMW Serie 4 Cabrio e BMW Serie 2 Coupé le connected car sono già qui

BMW Serie 4 Cabrio e BMW Serie 2 Coupé le connected car sono già qui

La connettività nell'auto promette nuovi modi di guidare e viaggiare. Le nuove BMW Serie 4 Cabrio e BMW Serie 2 Coupé sono già pronte per il futuro con le tecnologie BMW ConnectedDrive

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Multimedia
 

Entro il mese di ottobre 2015, sulla linea di una proposta normativa della Commissione Europea, le nuove automobili dovranno essere equipaggiate con eCall, un sistema di comunicazione che permetta di allertare automaticamente i servizi di emergenza e assistenza stradale nel caso si verifichi un incidente grave.

Affinché sia possibile supportare la tecnologia eCall sarà necessario affidarsi ad una serie di presupposti tecnologici che apriranno molte opportunità per tutto il settore dell'auto. Sono sostanzialmente due le opzioni che i produttori avranno a disposizione per l'implementazione della tecnologia eCall: la prima, e più semplice, è quella che prevede di sfruttare, tramite un opportuno collegamento via cavo o bluetooth, lo smartphone e la SIM card del conducente mentre la seconda prevede l'integrazione di una SIM all'interno del sistema di infotainment della vettura.

Già oggi le automobili dispongono di numerose soluzioni di assistenza alla guida che operando spesso in sinergia tra loro hanno consentito di incrementare notevolmente la sicurezza stradale. Si tratta di sistemi che sono basati su una vasta gamma di sensori che monitorano sia lo stato del veicolo sia le condizioni della strada e dell'ambiente circostante, raccogliendo numerosi dati che opportunamente incrociati ed interpretati possono consentire l'automazione di una serie di procedure e manovre d'emergenza evitando l'occorrenza di incidenti o contenendone gli esiti.


BMW ConnectedDrive, l'itinerario giusto sempre a portata di mano

Il connubio tra questi sistemi e le soluzioni di comunicazione integrata potranno dar vita in futuro a nuovi casi d'uso, abilitando il reale concetto di "connected car". Per prepararsi al futuro, SAP e BMW Group Research and Technology hanno sviluppato una innovativa infrastruttura tecnologica a supporto dei servizi di mobilità in-vehicle. Il prototipo di ricerca è basato su SAP HANA Cloud Platform e offrirà servizi personalizzati ai conducenti e passeggeri dei veicoli in base alla località in cui si trovano e all'itinerario che stanno compiendo.

Le due realtà hanno già proposto alcuni esempi operativi come la ricerca di parcheggio automatizzata (che viene identificato sulla base delle abitudini del conducente, sulle caratteristiche del veicolo e sulla vicinanza alla destinazione) oppure l'offerta di promozioni e sconti da parte di attività commerciali che si trovano lungo l'itinerario di percorrenza. In entrambi i casi le indicazioni vengono automaticamente trasmesse al sistema di navigazione satellitare.

BMW del resto è già molto attiva sul fronte delle soluzioni per l'automobile connessa e nell'attuale panorama di vetture BMW sono molti i modelli, tra cui le nuove BMW Serie 4 Cabrio e BMW Serie 2 Coupé, che grazie a BMW ConnectedDrive possono già offrire funzioni di assistenza alla guida e informazioni contestualizzate.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 
^