Una Intel da record quanto a vendite, a dispetto delle difficoltà del 2019

Una Intel da record quanto a vendite, a dispetto delle difficoltà del 2019

A dispetto delle difficoltà incontrate con la produzione dei propri processori Intel continua a crescere, capace di registrare valori record nelle vendite per l'intero anno 2019 oltre che per l'ultimo trimestre da poco concluso

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Mercato
Intel
 

E' stato un 2019 travagliato per Intel viste le difficoltà nella produzione di chip con tecnologia a 10 nanometri e i problemi legati allo shortage produttivo con prodotti a 14 nanometri. AMD ha inoltre rappresentato una importante minaccia commerciale grazie al successo delle proprie proposte della famiglia Ryzen.

Ciò nonostante Intel è stata capace di registrare nuovi valori finanziari record nel corso del quarto trimestre 2019 e per tutto l'esercizio. Negli ultimi 3 mesi dell'anno il fatturato ha toccato la quota record di 20,2 miliardi di dollari, in aumento dell'8% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno. L'utile operativo ha segnato quota 6,8 miliardi di dollari mentre quello netto è stato pari a 6,9 miliardi di dollari.

Per l'intero anno 2019 Intel ha totalizzato vendite per 72 miliardi di dollari, con una crescita del 2% rispetto all'anno precedente e del 3% confrontando con il terzo trimestre 2019. E' il Client Computing Group la divisione interna dell'azienda che ha contribuito per la maggiore al risultato trimestrale: il fatturato è stato pari a 10 miliardi di dollari, con un +3% rispetto al trimestre precedente. Forte crescita anche per il Data Center Group con 7,2 miliardi di dollari, capace di un +12% rispetto al trimestre precedente e di un +19% con riferimento allo stesso periodo del 2018.

Buona crescita complessiva anche per la divisione Internet of Things, con 1,1 miliardi di dollari di controvalore e una crescita del 16% tanto sul trimestre precedente come rispetto all'anno 2018. Il fatturato proveniente da Mobileye è stato di 229 milioni di dollari, una quota marginale rispetto al totale dell'azienda ma con un buon +14% su base trimestrale e +20% su quella annuale. In calo, infine, le vendite della divisione Non-Volatile Memory Solutions, con un -7,7% su base trimestrale ma capace di un +10% rispetto al quarto trimestre 2018.

E' da segnalare come dei 20,2 miliardi di dollari di fatturato registrati nel quarto trimestre 2019 la metà, 10 miliardi di dollari, sia legato alla componente client mentre l'altra metà sia quella proveniente dalle differenti anime del mondo datacenter. Possiamo quindi sintetizzare affermando che alla luce dei risultati finanziari Intel è un'azienda divisa in due anime speculari per dimensioni, rivolte rispettivamente al mondo del client e a quello del datacenter.

Intel prevede per il 2020 di incrementare del 25% il numero dei wafer prodotti, così da sostenere la crescita nel mercato dei PC stimata per l'anno in corso. Entro la fine dell'anno verranno presentati 9 prodotti basati su tecnologia produttiva a 10 nanometri, mentre per il quarto trimestre 2021 verrà resa disponibile la GPU Ponte Vecchio costruita con tecnologia produttiva a 7 nanometri.

Le stime per il primo trimestre 2020 sono di un fatturato atteso pari a circa 19 miliardi di dollari, con un utile per azione che dovrebbe assestarsi sul valore di 1,23 dollari. Per l'intero esercizio 2020 le stime prevedono un fatturato di 73,5 miliardi di dollari, in lieve crescita rispetto al 2019.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8824 Gennaio 2020, 10:22 #1
Meno male che era in crisi e stava per chiudere ( a detta di molti quì dentro ).
Gpzak24 Gennaio 2020, 10:28 #2
Non c'è niente da fare Intel rimane e rimarrà saldamente al comando, nonostante tutti problemi che ha avuto: shortage, ritardi infiniti 10 nm, falle hardware solo della sua architettura, battuta tecnicamente da AMD sul lato CPU ... è ancora al comando e fa utili record! Altre aziende nelle circostanze di Intel sarebbero sprofondate nel baratro (vedasi AMD solo qualche anno fà!)
Intel ha creato nei decenni il suo mercato inattaccabile, anche se dovesse fare un flop totale con i suoi prodotti, i suoi clienti hanno sempre "bisogno" di Intel, non ne possono fare a meno .... è come una droga, qualunque cosa gli spacci Intel i suoi utenti la comprano o ne sono costretti (perchè migrare ad altri sistemi/aziende costerebbe troppo), al limite dell'incredibile, non ha mai visto una cosa simile, in nessun'altro settore!
Bradiper24 Gennaio 2020, 10:30 #3
Intel è colosso si sa,ma amd qualcosa ha rosicchiato anche in ambito datacenter, se poi si pensa all appalto Sony /Microsoft e Nell ambito consumer unito alle difficoltà intel ha perso parecchio,certo non si vede perché ha un fatturato mostruoso ma immaginate se amd non si fosse svegliata.
Vul24 Gennaio 2020, 10:39 #4
Beh, la cosa non sorprende per vari motivi.

A livello consumer la maggior parte delle persone compra mobile o oem, e questi in genere equipaggiano quasi sempre Intel da contratti pluriennali. Entri da mediaworld e il numero di pc amd è molto limitato. Così all'estero.

A livello server e datacenter, anche lì i contratti durano anni e ci vorrà un bel poco prima che, eventualmente, le quote calino (non necessariamente il fatturato).
Bradiper24 Gennaio 2020, 10:39 #5
fine 2021 per la gpu! Si dessero una mossa magari... Giusto per un po' di concorrenza in più sperando che sia un prodotto valido a competere con amd e nvidia.
coschizza24 Gennaio 2020, 10:39 #6
Originariamente inviato da: Gpzak
Non c'è niente da fare Intel rimane e rimarrà saldamente al comando, nonostante tutti problemi che ha avuto: shortage, ritardi infiniti 10 nm, falle hardware solo della sua architettura, battuta tecnicamente da AMD sul lato CPU ... è ancora al comando e fa utili record! Altre aziende nelle circostanze di Intel sarebbero sprofondate nel baratro (vedasi AMD solo qualche anno fà!)
Intel ha creato nei decenni il suo mercato inattaccabile, anche se dovesse fare un flop totale con i suoi prodotti, i suoi clienti hanno sempre "bisogno" di Intel, non ne possono fare a meno .... è come una droga, qualunque cosa gli spacci Intel i suoi utenti la comprano o ne sono costretti (perchè migrare ad altri sistemi/aziende costerebbe troppo), al limite dell'incredibile, non ha mai visto una cosa simile, in nessun'altro settore!


quello che fa intel lo fanno 1000 altre aziende in altrettanti settori nulla di strano. Hai una visione un po troppo "fanboistica" del mercato
AceGranger24 Gennaio 2020, 10:43 #7
Originariamente inviato da: Gpzak
Non c'è niente da fare Intel rimane e rimarrà saldamente al comando, nonostante tutti problemi che ha avuto: [I]shortage, ritardi infiniti 10 nm, falle hardware solo della sua architettura, battuta tecnicamente da AMD sul lato CPU ...[/I] è ancora al comando e fa utili record!



imho, se si analizzia razionalmente la cosa:

shortage:

problema che è andata a intaccare la fascia bassa del mercato, sopratutto retail, che è una goccia nel mare; il grosso del mercato è quello dei portatili e anche li, lo shortage si è fatto sentire solo nel mercato ultra entry lvl, dove AMD ha preso qualche quota con le APU fascia bassa; per il resto, fino ad ora, ( AMD ha presentato i 4800 da pochissimo e devono pero ancora arrivare sul mercato ), c'era il nulla cosmico e Intel ha continuato a vendere indisturbata.

ritardi infiniti 10 nm:

pur avendo un silicio inferiore alla fine ha mantenuto le prestazioni ST ceh hanno sempre fatto molta presa e, se AMD riusciva a vendere quei cessi di BD, non mi stupisco certo che Intel continui a vendere indisturbata le sue attuali CPU desktop... fra l'altor i problemi dei consumi con l'archittura Core si pone a conti fatti sule CPU desktop quando la frequenza sale troppo, perchè mobile il problema è molto piu mitigato.

falle hardware solo della sua architettura:

che la gente non sa cosa sono e che nella realta sono per la maggiore supercazzole per il quale serve accesso diretto al computer e Luther di mission impossible....

battuta tecnicamente da AMD sul lato CPU:

è stata battuta da TSMC, perchè se Intel fosse sullo stesso pp non avrebbe problemi di architettura...
non se ne fanno nulla di un'architettura nuova se non riescono ad avere un silicio che vada oltre i comici 14nm++++++++++++ e i 10nm sembrerebbero essere melma....




il problema per Intel potrebbe arrivare ora, con le nuove CPU mobile di AMD, ma bisogna vedere gli OEM come si comporteranno e che tipo di portatili faranno...
Gyammy8524 Gennaio 2020, 11:19 #8
Originariamente inviato da: nickname88
Meno male che era in crisi e stava per chiudere ( a detta di molti quì dentro ).


La teoria del fatturato stellare non regge più da molto tempo eh, ma comunque, tutto viene dalle divisioni non cpu, ma d'altronde era tutto previsto dato che hanno detto "ma a che serve avere il mercato cpu alla fine, abbiamo roba molto più 2.0 tipo iot ia deep ia data ia ecc..."

Non chiude ma non ci fa una bellissima figura dato che fino a ieri era "cpu powerr per entusiastzz, il resto è noia"

Originariamente inviato da: AceGranger
imho, se si analizzia razionalmente la cosa:

shortage:

problema che è andata a intaccare la fascia bassa del mercato, sopratutto retail, che è una goccia nel mare; il grosso del mercato è quello dei portatili e anche li, lo shortage si è fatto sentire solo nel mercato ultra entry lvl, dove AMD ha preso qualche quota con le APU fascia bassa; per il resto, fino ad ora, ( AMD ha presentato i 4800 da pochissimo e devono pero ancora arrivare sul mercato ), c'era il nulla cosmico e Intel ha continuato a vendere indisturbata.

ritardi infiniti 10 nm:

pur avendo un silicio inferiore alla fine ha mantenuto le prestazioni ST ceh hanno sempre fatto molta presa e, se AMD riusciva a vendere quei cessi di BD, non mi stupisco certo che Intel continui a vendere indisturbata le sue attuali CPU desktop... fra l'altor i problemi dei consumi con l'archittura Core si pone a conti fatti sule CPU desktop quando la frequenza sale troppo, perchè mobile il problema è molto piu mitigato.

falle hardware solo della sua architettura:

che la gente non sa cosa sono e che nella realta sono per la maggiore supercazzole per il quale serve accesso diretto al computer e Luther di mission impossible....

battuta tecnicamente da AMD sul lato CPU:

è stata battuta da TSMC, perchè se Intel fosse sullo stesso pp non avrebbe problemi di architettura...
non se ne fanno nulla di un'architettura nuova se non riescono ad avere un silicio che vada oltre i comici 14nm++++++++++++ e i 10nm sembrerebbero essere melma....





il problema per Intel potrebbe arrivare ora, con le nuove CPU mobile di AMD, ma bisogna vedere gli OEM come si comporteranno e che tipo di portatili faranno...


no dai lo sanno tutti che l'arch di intel è superiore, solo che mannaggia con sto silicio che boosta solo a 5 ghz invece di 25 non ce la possono fare
AMD invece con architettura da 486 ma clock infiniti e consumi zero va alla grande ma mica per merito suo eh

E quando amd passa ai 5 nm che facciamo?
nickname8824 Gennaio 2020, 11:30 #9
Originariamente inviato da: AceGranger
pur avendo un silicio inferiore alla fine ha mantenuto le prestazioni ST ceh hanno sempre fatto molta presa e, se AMD riusciva a vendere quei cessi di BD, non mi stupisco certo che Intel continui a vendere indisturbata le sue attuali CPU desktop...
AMD vendeva solo nelle fasce basse di mercato ed agli stessi prezzi pure gli FX, mentre le fasce superiori e lato server completamente ABBANDONATE.
Gli FX fisicamente parlando erano paragonabili a prodotti HEDT e venduti a prezzi bassissimi, si salvavano solamente le APU.
Quindi vendeva per forza di cose, Intel invece continua a vendere su tutte le fasce indipendentemente dal confronto con AMD e a prezzi non proprio da mutanda abbassata, anzi anche superiori in rapporto.

Originariamente inviato da: Gyammy85
La teoria del fatturato stellare non regge più da molto tempo eh

Capisco che la cosa urti i fanboy o soprattutto coloro che si dilettano a fare grandi proclami ma per una volta ( non sempre, una tantum diciamo ) la realtà in faccia la puoi guardare anche tu.

Vero o non vero Intel sta vendendo comunque e pure tanto, così come vendeva bene pure all'epoca del P4 nonostante tu possa faticare ad ammetterlo, e non è affatto in crisi come affermi tu.

Ah dimenticavo ..... ho AMD !
Gyammy8524 Gennaio 2020, 11:41 #10
Originariamente inviato da: nickname88
Capisco che la cosa urti i fanboy o soprattutto coloro che si dilettano a fare grandi proclami ma per una volta ( non sempre, una tantum diciamo ) la realtà in faccia la puoi guardare anche tu.

Vero o non vero Intel sta vendendo comunque e pure tanto, così come vendeva bene pure all'epoca del P4 nonostante tu possa faticare ad ammetterlo, e non è affatto in crisi come affermi tu.


Io so solo che è dal 2017 che non riescono a proporre una cpu che possa competere in qualche modo che non sia +2 fps, anzi fanno ironia prendendo in giro, e la colla pffff che ridere, e nel 2017 vabbè ma tanto ora cambiamo, e nel 2018 ormai manca poco, e nel 2019 si ma tanto zen 2 non è poi sto granché, e nel 2020 ma si in fondo mica esistono solo le cpu

Ma continua a guardare il fatturato, se ti fa piacere

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^