Segnali di rialzi nei prezzi per le memorie DRAM

Segnali di rialzi nei prezzi per le memorie DRAM

A seguito delle difficoltà di Qimonda i produttori reagiscono con un incremento dei prezzi delle memorie, ma sembra trattarsi di un fenomeno transitorio

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:04 nel canale Memorie
 

I prezzi delle memorie DRAM stanno mostrando segnali di ripresa, dopo gli annunci fatti da Qimonda che ha dichiarato il proprio stato di insolvenza e che sta lottando per evitare il fallimento.

Stando ai dati resi pubblici da DRAMeXchange, nelle prime giornate di rientro dal lavoro dopo lo stop di una settimana per i festeggiamenti del capodanno cinese i prezzi delle memorie hanno registrato incrementi sino al 26%, aumenti giustificati principalmente da una potenziale contrazione dell'offerta a seguito delle difficoltà di Qimonda, azienda che nel corso del terzo trimestre 2008 ha totalizzato circa il 10% del mercato.

La crescita dei prezzi ha interessati sia le memorie DDR2 che quelle Flash, con percentuali differenti ma in ogni caso positive. Non c'è da dimenticare che recentemente Samsung, uno dei principali produttori mondiali di memoria, aveva anticipato la possibilità di rialzi nei prezzi spot delle memorie.

Nonostante le tensioni al rialzo nei prezzi delle memorie, questo mercato resta uno dei più difficili dell'intera industria nel quale essere presenti. Le previsioni per il 2008 indicano una contrazione del fatturato globale dato dalla vendita di memoria pari al 19,8%, con una domanda in continua crescita non solo nel settore dell'informatica ma in generale di quello dell'elettronica.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LeaderGL204 Febbraio 2009, 10:04 #1
ma come...qualche giorno fa si parlava di ribassi tanto da suscitare battute quali "tra un po troveremo dram in omaggio coi fustini del detersivo" ed ora rialzi del 26% ?!?!

io direi di abolire il mestiere dell'analista di mercato perchè ognuno racconta storie da sogni post droga...
andrea8004 Febbraio 2009, 10:25 #2
soprattutto ormai i prezzi non è che variano di poco, ma fanno balzi al rialzo o al ribasso di percentuali forti.... in alcuni negozi (sto tenendo d'occhio i prezzi di una CPU) sono cambiati 3 volte nel giro di 2 giorni... prima -2€ poi un +10€ tutto nel giro di poche ore.... bah....
MiKeLezZ04 Febbraio 2009, 10:31 #3
Originariamente inviato da: LeaderGL2
ma come...qualche giorno fa si parlava di ribassi tanto da suscitare battute quali "tra un po troveremo dram in omaggio coi fustini del detersivo" ed ora rialzi del 26% ?!?!

io direi di abolire il mestiere dell'analista di mercato perchè ognuno racconta storie da sogni post droga...
Se leggi l'articolo:

aumenti giustificati principalmente da una potenziale contrazione dell'offerta a seguito delle difficoltà di Qimonda

Hanno aumentato i prezzi -pensando che- la domanda scavalcasse l'offerta

Ovviamente così non sarà, poichè gli stessi analisti prevedono un ulteriore ribasso dei prezzi nel corso dell'anno, pur se Qimonda andrà effettivamente in fallimento
Sire_Angelus04 Febbraio 2009, 11:23 #4
più che altro io mi sono rotto di vedere prezzi, accordi, e tutta sta roba seguire andamenti di "previsione" e non di come é effettivamente la situazione....
v1nline04 Febbraio 2009, 12:10 #5
stamattina ho controllato i prezzi delle cpu intel per vedere tra quanto tempo potrò fare un'aggiornamento, ma sono rimasto sbalordito nel trovarli leggermente più alti di quanto non fossero qualche mese fa! adesso pure le momorie?
zerothehero04 Febbraio 2009, 12:21 #6
Se la domanda è bassa, che cavolo rialzano del 26% i prezzi?
Rialzano per poi dover abbassare di nuovo?
Danyz8104 Febbraio 2009, 14:15 #7
Si ormai la conclusione è che non si capisce + un cavolo... comprare pezzi hardware al miglior prezzo non è + questione di tempo ma di pure chiappette :P
SwatMaster04 Febbraio 2009, 15:08 #8
Originariamente inviato da: Articolo
Le previsioni per il 2008 indicano una contrazione del fatturato globale dato dalla vendita di memoria pari al 19,8%, con una domanda in continua crescita non solo nel settore dell'informatica ma in generale di quello dell'elettronica.


Oh, lo sapevate che nel 1789 ci sarà la "presa della Bastiglia"?
Errore di battitura, immagino.

Belli questi aumenti di prezzi. O stanno bene le aziende, o stanno bene i consumatori.
Situazione paradossale, non trovate?
D6905 Febbraio 2009, 15:30 #9
Originariamente inviato da: andrea80
soprattutto ormai i prezzi non è che variano di poco, ma fanno balzi al rialzo o al ribasso di percentuali forti.... in alcuni negozi (sto tenendo d'occhio i prezzi di una CPU) sono cambiati 3 volte nel giro di 2 giorni... prima -2€ poi un +10€ tutto nel giro di poche ore.... bah....



sono scandalosi i commercianti di informatica nel nostro paese, stanno diventando peggio dei benzinai si alza il dollaro di 1 centesimo e subito corrono in vetrina ad aggiornare il prezzo, se clinton caca male alzano il prezzo, se un'azienda dice che è in difficoltà alzano il prezzo, se la cometa di Halley non passa alzano il prezzo

direi che dopo diamanti, sigarette, whisky, armi e droga, la prossima frontiera del contrabbando potrebbe essere benissimo l'hardware
thegreatlisp16 Febbraio 2009, 16:40 #10
Commento # 8 di: SwatMaster pubblicato il 04 Febbraio 2009, 15:08




lol

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^