Athlon 64 e roadmap AMD: focus su Socket 939

Athlon 64 e roadmap AMD: focus su Socket 939

La prima metà del 2004 vedrà il debutto di varie nuove versioni di processore AMD Athlon 64 e Athlon 64 FX, nonché il consolidarsi della nuova interfaccia su Socket 939

di pubblicata il , alle 12:02 nel canale Processori
AMD
 
Nel corso della prima metà del 2004 AMD introdurrà un gran numero di nuovi processori Athlon 64, introducendo un nuovo Socket (Socket 939) e promuovendo una progressiva migrazione dal Socket 754 a quello 939 delle proprie cpu di fascia alta.

All'inizio del mese di Gennaio AMD ha presentato la cpu Athlon 64 3.400+ per Socket 754, processore che si affianca al modello 3.200+ e a quello 3.000+. Quest'ultimo, in particolare, si differenzia dai primi due in quanto integra un quantitativo di cache L2 pari a 512 Kbytes, contro quello di 1 Mbyte dei due processori maggiori.

Sul sito web Anandtech è stata pubblicata, a questo indirizzo, una dettagliata roadmap, benché non ufficiale, di quelle che saranno le novità da parte di AMD per il 2004.

Nel corso del secondo trimestre AMD introdurrà processori Athlon 64 modelli 3.400+ e 3.700+, entrambi con frequenza di clock di 2,4 GHz e basati su Socket 754. Le due cpu si differenzieranno per il quantitativo di cache L2 integrato on board, pari a 512 Kbytes per il primo processore e a 1 Mbyte per il secondo. I possessori di schede madri Socket 754, pertanto, potranno al massimo utilizzate i processori Athlon 64 3.700+ nelle proprie schede madri, salvo future nuove versioni di cpu che AMD potrebbe o meno presentare per questo tipo di Socket.

Per la seconda metà dell'anno AMD prevede d'introdurre due nuovi processori Athlon XP per Socket 754, modello 2.800+ e 3.000+. Le frequenze di clock di questi due processori, destinati al mercato entry level, non sono state ancora definite ma è sicuro che questo processore integrerà 256 Kbytes di cache L2.

Passando al Socket 939, nel secondo trimestre 2004 AMD introdurrà i procesori Athlon 64 3.400+ e Athlon 64 3.700+ con 512 Kbytes di cache L2, dotati di controller memoria Dual DDR400 e di frequenze di clock pari rispettivamente a 2,2 GHz e 2,4 GHz.

Nel quarto trimestre dell'anno debutterà il processore Athlon 64 4.000+, con frequenza di clock di 2,6 GHz e processo produttivo a 0.09 micron, mantenendo il quantitativo di cache L2 sempre pari a 512 Kbytes. Questo processore sarà affiancato da un nuovo modello 3.700+, costruito con processo produttivo a 0.09 micron ma dalle caratteristiche tecniche invariate rispetto al predecessore.

Da ultimo, le cpu Athlon 64 FX: nel secondo trimestre 2004 AMD introdurrà il modello Athlon 64 FX53 con clock di 2,4 GHz, dotato di 1 Mbyte di cache L2 e controller memoria Dual DDR400. Nel quarto trimestre 2004 verrà invece presentato il modello FX55, con frequenza di clock di 2.600 MHz e Core a 0.09 micron di processo produttivo, dalle restanti caratteristiche tecniche invariate. Entrambi i processori verranno introdotti su piattaforma Socket 939, mentre per la piattaforma Socket 940 AMD introdurrà la cpu Athlon 64 FX53 già nel corso del primo trimestre 2004.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

82 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Aristocrat7416 Gennaio 2004, 12:27 #1

O_O

ma che casino.......
3400+ a 2,2ghz con 1 mb ram single chanel
3400+ a 2,4 con 512 ..... e dual chanel ...
etc etc.....
nokin7216 Gennaio 2004, 12:28 #2

Che Casino!!!!

AMD con il suo model number, sta facendo un gran casino!!! Utilizzare il model number per indicare cache L2 con quantità differente non credo sia la politica giusta, alla fine confonde le idee al consumatore. Non so quanto possa influire sul prezzo complessivo di una CPU 512 KB di memoria statica qual è la cache di secondo livello. Alla fine non sanno più cosa inventare per supplire alla mancanza cronica di MHz. Certamente tutte le ottimizzazioni apportate al core Athlon64 e il controller integrato di memoria sono state ottime, ma il vero salto si farà incrementando la larghezza di banda tra CPU e NorthBridge, come fanno gli ultimi Pentium4 e l'Athlon 64 FX. (6,4 GB/s contro 3.2 GB/s)
lzeppelin16 Gennaio 2004, 12:34 #3
cavolo che fatica che fa AMD a salire con il clock puro...
solo nella seconda metà 2004 potremo vedere una CPU originale a 2600 Mhz grazie al passaggio ai 0.09 micron...
praticamente mi pare di capire che con i 0.13 micron AMD riesce al massimo a sfornare CPU a 2400 MHz, effettivamente deve essere il limite, infatti gli XP e i Barton superovercloccati faticano a superare i 2600 MHz....
xpiuma16 Gennaio 2004, 12:34 #4
Ma che stanno facendo???

Spero sia solo una cosa passeggera dovuta alla migrazione 940->939 altrimenti AMD mi darebbe una grossa delusione...

IMHO in futuro vedremo soket 754 con proci da 512kb L2 e soket 939 con proci da 1Mb L2, altrimenti differenziare i prodotti in quel modo è quantomeno stupido...
lzeppelin16 Gennaio 2004, 12:40 #5
se il model number rappresentasse la realtà dei fatti, cioè a model number superiore corrisponde una cpu più veloce (sempre e in ogni caso) allora non ci sarebbe motivo di far confusione...
ma come si è visto non è sempre stato così con i barton e gli XP...
vedremo con questi A64
suppostino16 Gennaio 2004, 12:41 #6
Amd deve darsi una veloce regolata a razionalizzare le sue road-map perchè non ci si capisce più una FAVA.
Non voglio diventare un esperto di CPU e conoscere a memoria ogni singolo modello e versione per fare un acquisto.
Spero anche che useranno nomi diversi e ben DIFFERENZIATI per le cpu che dovrebbero avere lo stesso model number???
vincino16 Gennaio 2004, 12:53 #7
Specchietti per le allodole!
daitand16 Gennaio 2004, 12:58 #8

ma...

sempre le solite critiche alla confusione dei modelli...
ma le avete finite le elementari?
Tanto se sei un utente esperto/appassionato ti piace sapere cosa compri e saprai sicuramente scegliere il processore giusto
se sei un utente qualunque non sapevi nulla prima e non saprai nulla adesso....
sdt16 Gennaio 2004, 12:59 #9
a me non pare che ci sia tutto sto casino...

la piattaforma 754 sarà occupata dai nuovi Athlon XP (addio, socket A!), ovvero i Duron del 2004.

Se vuoi un processore di fascia medio alta ti prendi una socket 939 e ci metti su un Athlon 64 o un Athlon FX.

Semplice!

Per quanto riguarda il model number, non ci vedo questo scandalo... voglio dire, anche Intel vende processori con lo stesso clock e velocità diverse (celeron, P4, P4EE)... la differenza anche per il consumatore inesperto la fa in primo luogo il prezzo, non il nome Dal punto di vista del marketing clock e MN sono perfettamente equivalenti.

Il fatto che processori della stessa linea possano avere più o meno cache secondo me non è un problema, anzi è una buona trovata. Dove sta scritto che bisogna differenziare due prodotti solo per frequenza?

E' un po' come con i diesel (parlo solo di auto, non di altri segmenti): 10 anni fa c'erano solo normale e turbo. Poi è arrivata l'iniezione diretta (più scelte). Poi il common rail (ancora più scelte). Adesso, ad esempio nella linea della fiat, esistono diversi tipi di common rail, e nessuno si sognerebbe di distinguerli solo per cilindrata... così è coi processori, non ha più senso distinguerli solo per frequenza perché conviene variare anche altre caratteristiche, e il model number è una risposta che permette di avere un'unica linea di processori con caratteristiche magari leggermente diverse, differenziati sul mercato per prestazioni e prezzi... non mi pare una cosa malvagia, anche per noi consumatori.

Il problema del MN è che è calcolato in base a una formula, che per quanto ponderata lascia qualche dubbio... se il codice fosse assegnato in base a un "paniere di benchmark" magari sarebbe più sensato... se i benchmark fossero affidabili, certo.
XP220016 Gennaio 2004, 13:06 #10
Originariamente inviato da sdt
Il problema del MN è che è calcolato in base a una formula, che per quanto ponderata lascia qualche dubbio... se il codice fosse assegnato in base a un "paniere di benchmark" magari sarebbe più sensato... se i benchmark fossero affidabili, certo.

La formula che dici te viene calcolata in base a una serie di 20 benchmark diversi (se cerchi nei datasheet amd trovi tutto)

Per il resto mi trovo pienamente daccordo con te e daitand

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^