Chrome per iOS diventa Open Source. Gli sviluppatori potranno integrarlo nelle loro app

Chrome per iOS diventa Open Source. Gli sviluppatori potranno integrarlo nelle loro app

Google permette ora di utilizzare il codice sorgente del proprio browser Chrome per iOS. Una novità che permetterà agli sviluppatori dell'ecosistema Apple di realizzare applicazioni che possano essere connesse proprio con il browser di Mountain View.

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Apple
ChromeiOSApple
 

Google Chrome per iOS è diventato Open Source. Google ha da poco rilasciato nel proprio portale repository open source di Chromium proprio il codice del suo amato browser web per gli samrtphone e per i tablet di Apple. Una novità decisamente importante che permetterà da oggi agli sviluppatori dell'ecosistema Apple di poter mettere mano al codice di Chrome.

Tutti gli sviluppatori dunque potranno iniziare ad esaminare completamente il codice di Chrome, quindi modificarlo e compliarlo in base ad alcune inventive che gli stessi decideranno di implementare. Sappiamo bene come Chromium da ormai anni sia divenuto uno dei più importanti progetti di Google per il proprio browser web open source. La condivisione del codice permette a tutti di migliorare l'intero servizio implementando funzionalità che poi potranno essere poste anche su Chrome in maniera stabile. In questo caso l'arrivo di questa possibilità anche per iOS è senza dubbio un passo in avanti importante soprattutto nel difficile e sempre "ermetico" mondo di Apple.

Direttamente sul post ufficiale del portale, Google, dichiara come gli sforzi realizzati negli anni per adottare novità e modifiche al codice di Chrome per iOS sono stati finalmente ripagati con il caricamento su Chromium anche di questa versione che permetterà a tutti gli sviluppatori di compilare la versione per iOS di Chromium proprio come avviene già per le altre piattaforme. Il post continua dichiarando come la velocità di sviluppo sarà ancora più elevata ora che il codice è stato rilasciato e l'intera comunità potrà realizzare test in automatico ogni volta che il codice verrà verificato.

Il progetto Chromium prende il nome dal "cromo", il metallo di cui è fatta la cromatura. L'intenzione di Google, come espresso proprio nella documentazione per gli sviluppatori, era quella che Chromium fosse il nome del progetto open source e che il nome del prodotto finale fosse Chrome. Sebbene Chromium possiede molte delle caratteristiche presenti in Google Chrome, si distingue in primo luogo da un logo differente ma anche e soprattutto per molte funzionalità assenti per permettere al sistema di essere leggero e veloce rispetto agli altri browser web oltre che minimalista nel suo aspetto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^