Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Hardware Upgrade > News

Resident Evil 3 provato con 10 schede video
Resident Evil 3 provato con 10 schede video
Approfondimento dedicato al comparto tecnico e ai benchmark di Resident Evil 3. Abbiamo provato il nuovo survival horror in terza persona di Capcom con 10 schede video, e testato le varie opzioni grafiche. Ecco le nostre conclusioni, in particolare a proposito del supporto alle GPU Radeon
HUAWEI P40 Pro: il re dei 'cameraphone'. Senza Google ora si può usare bene. Recensione
HUAWEI P40 Pro: il re dei 'cameraphone'. Senza Google ora si può usare bene. Recensione
Arriva sul mercato il nuovo ''cameraphone'' di HUAWEI. Cambia nel suo design con un display a quattro lati curvi. Migliorano le fotocamere, quattro, al posteriore con zoom a periscopio. E non ci sono i servizi di Google che permettono di aumentare l’autonomia. Ecco la recensione.
Che cos'è il Variable Rate Shading (VRS)
Che cos'è il Variable Rate Shading (VRS)
Il Variable Rate Shading (VRS) rappresenterà una delle tecnologie cardine dei videogiochi dei prossimi anni. Supportata dalle nuove console come Playstation 5 e Xbox Series X, ma anche dalle GPU desktop di Nvidia, AMD e Intel, permetterà di avere maggiori prestazioni senza perdere qualità grafica in modo visibile. In questo articolo vi spieghiamo di cosa si tratta.
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 25-03-2020, 13:41   #1
Redazione di Hardware Upg
www.hwupgrade.it
 
Iscritto dal: Jul 2001
Messaggi: 75180
Link alla notizia: https://www.hwupgrade.it/news/sicure...are_88046.html

"Hardware-enforced Stack Protection" è una nuova funzionalità che Microsoft sta sviluppando per impedire ai malintenzionati di usare ROP (Return Oriented Programming), una tecnica per bucare il sistema operativo. La novità è già in test nelle build Insider di Windows 10.

Click sul link per visualizzare la notizia.
Redazione di Hardware Upg è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 25-03-2020, 13:50   #2
Jack.Mauro
Member
 
Iscritto dal: Jul 2009
Messaggi: 152
Negli ultimi anni i processori hanno dimostrato di essere molto attenti alla sicurezza, soprattutto intel e tutti i suoi bug, quindi mi sembra una buona idea che il software ci faccia pieno affidamento...

Oltre a tutto, un bug "hardware" potrebbe essere impossibile da risolvere con una patch software...

Vai così microsoft!
Jack.Mauro è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 25-03-2020, 13:57   #3
WarDuck
Senior Member
 
L'Avatar di WarDuck
 
Iscritto dal: May 2001
Città: Velletri (RM)
Messaggi: 10922
Quote:
Originariamente inviato da Jack.Mauro Guarda i messaggi
Negli ultimi anni i processori hanno dimostrato di essere molto attenti alla sicurezza, soprattutto intel e tutti i suoi bug, quindi mi sembra una buona idea che il software ci faccia pieno affidamento...

Oltre a tutto, un bug "hardware" potrebbe essere impossibile da risolvere con una patch software...

Vai così microsoft!
Concordo. D'altra parte immagino che a Microsoft costi poco supportare quelle features.

Piuttosto forse dovrebbero cominciare a rendere i loro sistemi meno bloated e vulnerabili. Adesso abbiamo applicazioni Win32, .NET, UWP e chi più ne ha più ne metta.
__________________
Scythe Ninja 4 | Intel Core i5-6600k | ASUS Z170 Pro Gaming | 16GB DDR4 2400 CL12 kingston savage | EVGA GTX1060 SC 6GB | OCZ Vertex2 60g | WD 2tb | Dell UltraSharp U2518D | UAC: 1 2 | Win10 e aggiornamenti | Arch Linux | Dogmi
WarDuck è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 25-03-2020, 14:01   #4
JoJo
Senior Member
 
L'Avatar di JoJo
 
Iscritto dal: Dec 2000
Messaggi: 2708
Pare che alla Microsoft vogliano puntare tutto su alimentatore e scheda di rete: cavi di rete e di alimentazione staccati.
JoJo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 25-03-2020, 14:18   #5
emiliano84
Senior Member
 
L'Avatar di emiliano84
 
Iscritto dal: Mar 2001
Messaggi: 8851
Quote:
Originariamente inviato da WarDuck Guarda i messaggi
Piuttosto forse dovrebbero cominciare a rendere i loro sistemi meno bloated e vulnerabili. Adesso abbiamo applicazioni Win32, .NET, UWP e chi più ne ha più ne metta.
Microsoft ci sta provando da un po' prima con UWP, e poi con le app in container + store ... ma ad ogni cambiamento utenti, stampa e (pigri) sviluppatori, piangono in cinese che la loro app/codice di 20 anni fa' non gira.

purtroppo su questo non e' apple dove sostiuiscono objective-c con swift, rimuovno il supporto per i 32bit, rimuovono il supporto per le API grafiche (mi pare metal?), tutti zitti e subito a lavoro per adattarsi
__________________
"don't be evil" (cit.)
emiliano84 è online   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 25-03-2020, 15:35   #6
calabar
Senior Member
 
L'Avatar di calabar
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 13408
In effetti detta in questo modo non so quanto sia convincente, vista la pletora (cit. hardwareupgrade ) di vulnerabilità hardware che stanno spuntando fuori e a difficoltà/impossibilità a tapparle via software.
Del resto è pur sempre una protezione in più, sempre che non abbia un importante impatto sulle prestazioni.

Quote:
Originariamente inviato da emiliano84;
Microsoft ci sta provando da un po' prima con UWP, e poi con le app in container + store ... ma ad ogni cambiamento utenti, stampa e (pigri) sviluppatori, piangono in cinese che la loro app/codice di 20 anni fa' non gira.
Non è un caso.
Io sono il primo che considera gli store un ottimo strumento, il problema è che mentre per gli utenti lo store è comodità e sicurezza, per Microsoft è un modo per vincolarti ancor più alla loro piattaforma e far soldi, come avviene su mobile.
Mentre su mobile, nell'era degli smartphone, la distribuzione del software nasceva in quel modo e quindi è stata accettata più facilmente, su PC si tratta di un enorme passo indietro in termini di libertà d'azione rispetto a ciò a cui si era abituati.
Non c'è da sorprendersi che per l'utenza (sviluppatori compresi) tutto questo sia negativo. Non perchè lo fa Microsoft e perchè Microsoft è brutta e cattiva, il problema sta nel come lo fa e quali sono evidentemente gli scopi.

Uno store che fosse un'interfaccia unificata per i repository e che consenta all'utente di mantenere il controllo sulla fonte da cui installare, la versione del software e le procedure di aggiornamento avrebbe avuto da subito un grande apprezzamento e consentito a Microsoft di fare quel passo di rinnovamento che non è ancora riuscita a fare.
Quindi, mia opinione, è che chi è causa dei suoi mali pianga se stesso.

@JoJo
calabar è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 25-03-2020, 16:22   #7
imayoda
Senior Member
 
L'Avatar di imayoda
 
Iscritto dal: Mar 2006
Città: Rimini
Messaggi: 3198
è solo una grande parabola per dire ai produttori che servono più chip dal funzionamento oscuro che blindino (security through obscurity) il hw di una macchina e magari lo facciano funzionare solo su un determinato os

__________________
Fisso: i7-2700k 16GB amd7770ghz Antec 420W Portatile: Asus eeePc 901 black Canon 20D NAS Synology 108j Ottimi affari con: skullboy, Dominioincontrastato, hard_one, Torpedo, SSLazio83, OIBAF, Celly, nemozx, jobe, Holy_knight, frank_durelli, ragingbull42, Enky, Truzzone, Lelez, elmanna, Keim, IroNLieR
imayoda è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 25-03-2020, 20:28   #8
emiliano84
Senior Member
 
L'Avatar di emiliano84
 
Iscritto dal: Mar 2001
Messaggi: 8851
Quote:
Originariamente inviato da calabar Guarda i messaggi
In effetti detta in questo modo non so quanto sia convincente, vista la pletora (cit. hardwareupgrade ) di vulnerabilità hardware che stanno spuntando fuori e a difficoltà/impossibilità a tapparle via software.
Del resto è pur sempre una protezione in più, sempre che non abbia un importante impatto sulle prestazioni.


Non è un caso.
Io sono il primo che considera gli store un ottimo strumento, il problema è che mentre per gli utenti lo store è comodità e sicurezza, per Microsoft è un modo per vincolarti ancor più alla loro piattaforma e far soldi, come avviene su mobile.
Mentre su mobile, nell'era degli smartphone, la distribuzione del software nasceva in quel modo e quindi è stata accettata più facilmente, su PC si tratta di un enorme passo indietro in termini di libertà d'azione rispetto a ciò a cui si era abituati.
Non c'è da sorprendersi che per l'utenza (sviluppatori compresi) tutto questo sia negativo. Non perchè lo fa Microsoft e perchè Microsoft è brutta e cattiva, il problema sta nel come lo fa e quali sono evidentemente gli scopi.

Uno store che fosse un'interfaccia unificata per i repository e che consenta all'utente di mantenere il controllo sulla fonte da cui installare, la versione del software e le procedure di aggiornamento avrebbe avuto da subito un grande apprezzamento e consentito a Microsoft di fare quel passo di rinnovamento che non è ancora riuscita a fare.
Quindi, mia opinione, è che chi è causa dei suoi mali pianga se stesso.

@JoJo
Gli stessi package che garantiscono installazion, aggiornamenti e disinstallazione pulit a e sicura possono essere installati anche senza store
__________________
"don't be evil" (cit.)
emiliano84 è online   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-03-2020, 10:52   #9
calabar
Senior Member
 
L'Avatar di calabar
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 13408
Quote:
Originariamente inviato da emiliano84;
Gli stessi package che garantiscono installazion, aggiornamenti e disinstallazione pulit a e sicura possono essere installati anche senza store
Certo, ma il passo per bloccarli è breve.
Il problema è il modo in cui lo store è stato concepito, ossia un grande sistema proprietario di distribuzione del software dove Microsoft ha il controllo e il ritorno economico, ben differente da un'interfaccia unificata di gestione del software che sarebbe invece auspicabile.
E dato che "'cca nisciuno è fesso" utenti e sviluppatori non ci tengono particolarmente ad utilizzare un sistema vincolante, quando fai le cose in un certo modo gli scopi sono evidenti.
Se Microsoft avesse davvero lo scopo ultimo di portare innovazione rinnovando il modo di fare software su windows agirebbe diversamente.
calabar è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-03-2020, 12:07   #10
emiliano84
Senior Member
 
L'Avatar di emiliano84
 
Iscritto dal: Mar 2001
Messaggi: 8851
Quote:
Originariamente inviato da calabar Guarda i messaggi
Certo, ma il passo per bloccarli è breve.
bhe a pensar male, se MS volesse, potrebbe bloccare tutto, anche i classici .exe

giusto per chiarezza, non so se intendevi questo o meno, il sideload di questo nuovo tipo di package, e' da sempre pubblicizzato da MS...non e' un workaround
__________________
"don't be evil" (cit.)
emiliano84 è online   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-03-2020, 14:02   #11
calabar
Senior Member
 
L'Avatar di calabar
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 13408
Quote:
Originariamente inviato da emiliano84;
bhe a pensar male, se MS volesse, potrebbe bloccare tutto, anche i classici .exe
Certo, in un grande slancio di masochismo potrebbe farlo. Ma non sono così sciocchi.
Non si tratta di pensar male, è che di vede chiaramente dove vogliono arrivare, quindi è una semplice conseguenza.
Quando e se decideranno di rivedere lo store dalla fondamenta, allora io sicuramente darò loro il beneficio del dubbio.
calabar è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 27-03-2020, 08:14   #12
AaLl86
Junior Member
 
Iscritto dal: Jun 2005
Messaggi: 16
Informazioni non complete

Ciao!
Guardate che la recensione su CET non e' del tutto esatta:
1. Non gira nessun codice ne nello stack e ne nello shadow stack. Lo stack contiene i dati di una funzione (come le variabili locali) e gli indirizzi di ritorno (che identificano da dove una certa funzione e' stata chiamata).
2. Questo: "protezione per il codice dei software presente all'interno della cache delle CPU " e' assolutamente falso. La "Hardware-enforced Stack Protection" e' stata sviluppata da noi per combattere l'ultima tecnica disponibile dagli attacker per bucare il sistema operativo: ROP (Return Oriented Programming).
3. ROP in estrema sintesi prevede che un attaccante riesca in qualche modo a sostituire un indirizzo di ritorno memorizzato nello stack e a cosi' deviare il flusso di esecuzione su pezzi di codice (cosidetti gadget) scelti ad hoc per eseguire un payload esterno.
4. Lo sviluppatore principale di questa tecnologia e' Jason (Lin), e non Hari. Hari e' il capo dei PM, e non ha nulla a che fare con lo sviluppo.

Hope that this will help.
Andrea
AaLl86 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 27-03-2020, 08:24   #13
Manolo De Agostini
Member
 
Iscritto dal: Feb 2020
Messaggi: 33
Quote:
Originariamente inviato da AaLl86 Guarda i messaggi
Ciao!
Guardate che la recensione su CET non e' del tutto esatta:
1. Non gira nessun codice ne nello stack e ne nello shadow stack. Lo stack contiene i dati di una funzione (come le variabili locali) e gli indirizzi di ritorno (che identificano da dove una certa funzione e' stata chiamata).
2. Questo: "protezione per il codice dei software presente all'interno della cache delle CPU " e' assolutamente falso. La "Hardware-enforced Stack Protection" e' stata sviluppata da noi per combattere l'ultima tecnica disponibile dagli attacker per bucare il sistema operativo: ROP (Return Oriented Programming).
3. ROP in estrema sintesi prevede che un attaccante riesca in qualche modo a sostituire un indirizzo di ritorno memorizzato nello stack e a cosi' deviare il flusso di esecuzione su pezzi di codice (cosidetti gadget) scelti ad hoc per eseguire un payload esterno.
4. Lo sviluppatore principale di questa tecnologia e' Jason (Lin), e non Hari. Hari e' il capo dei PM, e non ha nulla a che fare con lo sviluppo.

Hope that this will help.
Andrea
Ciao Andrea, verifico e nel caso apporto qualche modifica, grazie per l'aiuto!
Manolo De Agostini è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Ieri, 11:12   #14
HaC6
Junior Member
 
Iscritto dal: Mar 2020
Messaggi: 6
Un saluto anzitutto ad Andrea che fregia il forum con la sua presenza (è infatti uno dei 'cervelli in fuga' che tiene alto il nome del nostro paese nel mondo).

Nell'articolo si fa riferimento alla mancanza di chiarezza su quali CPU supportino [...],
Quote:
Al momento non è chiaro quali processori di Intel supportino CET
ci viene però in soccorso questo articolo di Techrepublic dove è possibile leggere che

Quote:
Intel confirmed to us that CET will be included in Tiger Lake CPUs this year, and in the next generation of Xeon for servers. AMD didn't give a date, but told us it will have the equivalent of CET soon.
che trova peraltro conforto in questo tweet di un collega di Andrea,


https://twitter.com/mamyun/status/1246316534206623746
HaC6 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Resident Evil 3 provato con 10 schede video Resident Evil 3 provato con 10 schede video
HUAWEI P40 Pro: il re dei 'cameraphone'. Senza Google ora si può usare bene. Recensione HUAWEI P40 Pro: il re dei 'cameraphone'. Senza G...
Che cos'è il Variable Rate Shading (VRS) Che cos'è il Variable Rate Shading (VRS)
Nikon D780, reflex semiprofessionale con contaminazioni mirrorless – La prova Nikon D780, reflex semiprofessionale con contami...
ASUS ROG Zephyrus G14: 8 core con AMD Ryzen 9 4900HS ASUS ROG Zephyrus G14: 8 core con AMD Ryzen 9 49...
ZEISS Photography Award 2020: il vincito...
Huck Cycles, i ciclomotori elettrici Mad...
Con Meet Now, Skype prova a recuperare t...
5G e diffusione Coronavirus, nel Regno U...
Life in the Time of Coronavirus: un nuov...
La tecnologia AMD StoreMI va in pensione...
Apple acquisisce Voysis: Siri ci capir&a...
CXL e Gen-Z, le interconnessioni dei fut...
L'Italia in quarantena per il Coronaviru...
Google Arts & Culture: con Art Trans...
Zoom ammette: alcune conversazioni occid...
Il servizio di infomazioni sul COVID-19 ...
Super offerte Gearbest del weekend: masc...
GeForce GTX 1650 con memoria GDDR6 uffic...
PlayStation 5: ecco come funziona l'SSD
Google Chrome Portable
AIDA64 Extreme Edition
Chromium
Radeon Software Adrenalin 2020 20.4.1
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
K-Lite Codec Pack Standard
K-Lite Codec Pack Basic
Skype
Iperius Backup
WinRAR
Process Lasso
IObit Software Updater
Opera 67
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 14:17.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www3v
1