Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Hardware Upgrade > News

AWS: sviluppare più velocemente applicazioni con le architetture serverless
AWS: sviluppare più velocemente applicazioni con le architetture serverless
Il cloud si evolve e per AWS sono sempre più importanti le architetture serverless. Edge9 ha incontrato Danilo Poccia, che ci ha raccontato cosa sono e che ruolo ricoprono nell’offerta di AWS. Con un obiettivo chiaro: rendere più veloce e sicuro lo sviluppo di nuove applicazioni
Recensione Asus ROG Phone II, lo smartphone perfetto per giocare
Recensione Asus ROG Phone II, lo smartphone perfetto per giocare
Asus ROG Phone II è un dispositivo con caratteristiche uniche per il gioco. Come una serie di accessori che agevolano le modalità di interazione o la ventola che raffredda la scocca esterna. Inoltre, vanta un ottimo display che si aggiorna con una frequenza di 120 Hz, ideale per quei giochi che girano a frame rate elevato. Ecco il responso sulle potenzialità del terminale dopo la nostra classica suite di test
Dreams su PlayStation 4 permette a chiunque di creare il proprio videogioco
Dreams su PlayStation 4 permette a chiunque di creare il proprio videogioco
Sony PlayStation ha organizzato un evento per celebrare il lancio di Dreams, un progetto dalla lunga gestazione che ha un enorme potenziale. Scopriamo insieme perché
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 12-01-2020, 12:01   #1
Redazione di Hardware Upg
www.hwupgrade.it
 
Iscritto dal: Jul 2001
Messaggi: 75180
Link alla notizia: https://auto.hwupgrade.it/news/tecno...ido_86438.html

Un'impresa austriaca che si occupa di propulsori ibridi e batterie ha convertito il motore di una Tesla Model 3 abbinando un motore a benzina montato sul bagagliaio anteriore. Un'operazione che porterebbe a dei risparmi

Click sul link per visualizzare la notizia.
Redazione di Hardware Upg è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-01-2020, 13:00   #2
filippo1980
Senior Member
 
Iscritto dal: Jan 2009
Messaggi: 576
Emh, mi state dicendo che questa ditta afferma di poter vendere Tesla Model 3 a meno dell'originale sostituendo il motore? E, se ho capito bene, perché la Tesla dovrebbe permetterlo?
Oltretutto che vuol dire che costa di meno facendo un downgrade? A questo punto metteteci dei pedali, oltre a risultare più economico risulterebbe anche più ecologico! rotfl
filippo1980 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-01-2020, 13:13   #3
gerko
Senior Member
 
Iscritto dal: Aug 2008
Messaggi: 4284
Aahahahha.

Ora che il 90% delle case costruttrici si sono buttate sull'elettrico completo senza considerare minimamente l'ibrido, con investimenti importanti, la più esperta fa (giustamente secondo me) un passo indietro dichiarando che economicamente parlando l'ibrido è la scelta giusta.

Ahahahah.

1000 punti per Toyota a questo punto.
gerko è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-01-2020, 13:55   #4
al135
Senior Member
 
L'Avatar di al135
 
Iscritto dal: Feb 2004
Città: perugia
Messaggi: 5515
Quote:
Originariamente inviato da gerko Guarda i messaggi
Aahahahha.

Ora che il 90% delle case costruttrici si sono buttate sull'elettrico completo senza considerare minimamente l'ibrido, con investimenti importanti, la più esperta fa (giustamente secondo me) un passo indietro dichiarando che economicamente parlando l'ibrido è la scelta giusta.

Ahahahah.

1000 punti per Toyota a questo punto.
non credo che l'ibrido possa avere costi inferiori, semmai il contrario a meno che non metti due batterie in croce e le utilizzi per start e stop o sotto i 40km/h quindi nell urbano e non sempre...
oltre ai costi di manutenzione piu elevati per ovvietà di cose.
__________________
Intel I9 9900KF | 32 GB G.Skill Trident Z RGB DDR4 4266MHz | ASUS ROG MAXIMUS XI EXTREME | 2 X NVIDIA 2080 MSI Sea Hawk X | SSD Samsung 860 EVO | Case Corsair Carbide 678c + Corsair Ax 860 + Water Cooling EK & Bitspower | Acer XB270HU 27" IPS 144HZ G-SYNC | VISORE VR VALVE INDEX
al135 è online   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-01-2020, 14:24   #5
Tedturb0
Senior Member
 
Iscritto dal: Mar 2000
Città: BO[h]
Messaggi: 3885
Quote:
Originariamente inviato da gerko Guarda i messaggi
Aahahahha.

Ora che il 90% delle case costruttrici si sono buttate sull'elettrico completo senza considerare minimamente l'ibrido, con investimenti importanti, la più esperta fa (giustamente secondo me) un passo indietro dichiarando che economicamente parlando l'ibrido è la scelta giusta.

Ahahahah.

1000 punti per Toyota a questo punto.
Ma sei dislessico? non sai leggere? L'articolo parla di una soluzione ridicola proposta da un modder.
Tedturb0 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-01-2020, 15:27   #6
ripsk
Senior Member
 
L'Avatar di ripsk
 
Iscritto dal: Nov 2000
Messaggi: 636
Di questa proposta austriaca non mi piace molto l'idea che il motore entri sempre in funzione a velocità maggiori di 65Km/h, preferisco come idea il full-electric nel range tipico "quotidiano" e benzina solo quando serve ampliare il range.

Quote:
Originariamente inviato da al135 Guarda i messaggi
non credo che l'ibrido possa avere costi inferiori, semmai il contrario a meno che non metti due batterie in croce e le utilizzi per start e stop o sotto i 40km/h quindi nell urbano e non sempre...
oltre ai costi di manutenzione piu elevati per ovvietà di cose.
Con questo tipo di ibrido si tratta di aggiungere solo un picco motore a supplemento della batteria, non c'è un cambio, trasmissione, differenziali ecc.. secondo me è fattibile (almeno per quanto riguarda i grandi produttori, mentre qualche dubbio resta su questa piccola azienda austriaca ).

Dall'articolo originale linkato nella news:
"Mazda sta lavorando a una variante della sua auto elettrica MX30 con un motore Wankel come generatore di energia. Anche Mitsubishi pensa in questa direzione. I giapponesi considerano che lo sviluppo di auto elettriche pesanti con batterie di grandi dimensioni sia un errore."
ripsk è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-01-2020, 19:01   #7
phmk
Member
 
Iscritto dal: Dec 2017
Messaggi: 195
Sono gli unici...

..."I giapponesi considerano che lo sviluppo di auto elettriche pesanti con batterie di grandi dimensioni sia un errore."

Eh già... loro sono gli unici ad aver capito che "l'auto dal peso di un carro armato (e dal tempo di rifornimento da "sonnellino") non è il massimo"...
phmk è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-01-2020, 19:11   #8
+Benito+
Senior Member
 
L'Avatar di +Benito+
 
Iscritto dal: Feb 2002
Città: Ponte dell'Olio (PC)
Messaggi: 6674
In pratica è copiata dalla Volt MK2 PHEV. Per me è una cosa anche sensata, ma non su una tesla...
__________________
Ci sono cose che non bisogna sforzarsi di capire: talvolta portano alla noia, talvolta alla pazziaTalvolta un idiota puo' far apparire i suoi simili dei dottiChi enuncia gli altrui difetti ne cela le virtùLa morale è il solo mezzo incontestabile usato da chi non ha argomentazioni per le proprie tesiPassioneF1Panoramio
+Benito+ è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-01-2020, 20:46   #9
Paganetor
Senior Member
 
L'Avatar di Paganetor
 
Iscritto dal: May 2000
Città: Milano
Messaggi: 11208
costa ancora meno se non la compri.
Paganetor è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-01-2020, 20:52   #10
MiKeLezZ
Senior Member
 
L'Avatar di MiKeLezZ
 
Iscritto dal: Jul 2003
Messaggi: 25920
Quote:
Originariamente inviato da al135 Guarda i messaggi
non credo che l'ibrido possa avere costi inferiori, semmai il contrario a meno che non metti due batterie in croce e le utilizzi per start e stop o sotto i 40km/h quindi nell urbano e non sempre...
oltre ai costi di manutenzione piu elevati per ovvietà di cose.
Ma guarda che tutte le ibride costano meno dell'equivalente modello full electric. :|
Se poi, come in questo caso, ci togli qualche organo meccanico e metti un motore grande 1/3 dei canonici 1.500cc, si scende ancora.
MiKeLezZ è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-01-2020, 22:28   #11
obogsic
Senior Member
 
L'Avatar di obogsic
 
Iscritto dal: Jun 2001
Città: Avellino
Messaggi: 2872
Soluzione interessante da approfondire nell'attesa che la tecnologia delle batterie faccia decisi passi in avanti.
Unico problema è capire questo motore a benzina che costi si porta appresso come menutenzione, rumore e tutto quanto ne può derivare.
__________________
Fregato da stermy57 alias Claudio P.....i di Castel Campagnano (CE). Vedi qui: http://www.hwupgrade.it/forum/showth...0#post39225160
obogsic è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-01-2020, 08:18   #12
Riky1979
Member
 
Iscritto dal: Apr 2006
Città: Vercelli
Messaggi: 244
Ricordiamo che l'elettrico sposta l'inquinamento dall'auto alla produzione elettrica! Se l'energia è prodotta da una centrale a carbone una Tesla non inquina meno di molte altre auto. Ricordiamo che abbiamo sempre anche il costo di smaltimento delle batterie che fino ad ora non è che sia stato molto discusso in pubblico.
La soluzione ibrida è a mio avviso la migliore soluzione attuabile al momento, i giapponesi stanno lavorando duro per avere motori ottimali per la soluzione ibrida, batterie più piccole ovviamente ma permettono di usare queste auto ovunque e non solo dove ci sono spine elettriche adeguate.
Per la questione rumore del motore termico... esiste l'opposto dell'elettrico ovvero che non fa rumore e quindi non si sente ed ecco che in molti casi si pensa di generare rumore per segnalare la presenza dell'auto.
Sarebbe utile avere info maggiori sui costi di manutenzione totali di una elettrica per confrontarli con quelli di un ibrida.
Riky1979 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-01-2020, 10:03   #13
calabar
Senior Member
 
L'Avatar di calabar
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 13285
Ora, al di la dell'articolo clickbait, non ho mai capito perchè soluzioni di questo tipo non siano state usate dalle grandi case automobilistiche come "ponte" verso le auto completamente elettriche.

Oggi sappiamo bene che la maggiore criticità per un'auto elettrica è il sistema di accumulo, sia per costi che per capacità.
Equipaggiare un'auto con una piccola batteria (diciamo tale da consentire non più di 100km di autonomia, di norma più che adatta a fare la giornata in città) e un piccolo generatore capace di estendere tale autonomia alla bisogna sembra essere l'uovo di colombo, in attesa di sistemi di accumulo migliori.
Si avrebbero i vantaggi dell'elettrica (semplicità delle meccaniche, possibilità di ricaricare in garage e per l'uso giornaliero nessuna emissione dal motore) e al tempo stesso lunga autonomia alla bisogna e costi contenuti.
Il generatore sarebbe più semplice, meno costoso e decisamente più efficiente di un motore standard (dato che lavorerebbe sempre a regime costante), il pacco batteria più piccolo abbatterebbe i costi rispetto all'elettrico, le meccaniche più semplici rosicchierebbero qualcosa anche rispetto alle normali auto a combustione interna.

Però non esiste quasi mercato per questo tipo di vetture, quindi evidentemente mi sfugge qualcosa!
calabar è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-01-2020, 10:08   #14
Bluknigth
Senior Member
 
Iscritto dal: Oct 2005
Messaggi: 1560
Discorso complicato e molta confusione

A mio modo di vedere:

Elettrico: al momento costo batterie, tempo di ricarica e autonomia sono i grossi limiti.
Potrebbe migliorare il problema della qualità dell’aria nelle città, ma di sicuro non diminuisce l’inquinamento totale.

Ibrido:
Qui intanto va fatto distingue tra i tre tipi.
Mild hibrid che a mio parere andrebbe vietato chiamare ibrido.
Cioè un sistema che migliora leggermente i consumi in partenza, ma che in realtà incide pochissimo su consumi é emissioni.
Full ibrid: al momento il miglior compromesso cittadino.
Toyota è chi l’ha inventato, ma deve abbandonare quei maletti cambi CVT con effetto scooter. Meglio KIA e Hyundai su questo punto.
Ibrido plug in: sarebbe il compromesso migliore, 50 km di autonomia per muoversi in città e motore termico per le lunghe distanze. Molto interessante l’implementazione tipo bmw 225xe che usa il motore termico sull’anteriore e l’elettrico al posteriore che in caso di bisogno puoi utilizzare come 4x4.
E puoi caricarla nel box con un impianto a 3,5 KW.
Il Problema sono i 6000 € in più rispetto alle versioni ibride normali. A mio parere sarebbero queste le auto da incentivo statale, invece...

Se poi viaggi per lavoro il buon vecchio turbo diesel oggi non ha rivali.

Nota sui turbo benzina.
Ok sulle auto sportive, ma sulle auto di piccola cilindrata riducono sì i consumi, ma aumentano gas nocivi e particolati.

Per cui la soluzione perfetta non esiste oggi come oggi.
Ognuno dovrebbe scegliere in base alle sue abitudini.
Bluknigth è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-01-2020, 10:34   #15
rigelpd
Senior Member
 
Iscritto dal: Feb 2010
Messaggi: 966
A mio modo di vedere:

L'elettrico è il futuro, arriverà molto prima di quando immaginate, da qui a 5 anni la cosa diventerà evidente. L'ibrido plug-in, anche se ha un senso adesso, non partirà mai perchè il prezzo delle batterie calerà in breve tempo ad un livello tale che avrà più senso (economicamente parlando ma non solo) comprarsi un'elettrica pura long range.
Tra pochi anni ci sarà una enorme diffusione delle colonnine elettriche, praticamente ogni grande parcheggio pubblico e privato ne sarà dotata, si potrà caricare ovunque: a casa, al supermercato, a lavoro (la ricarica diventerà un benefit).
rigelpd è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-01-2020, 10:42   #16
MiKeLezZ
Senior Member
 
L'Avatar di MiKeLezZ
 
Iscritto dal: Jul 2003
Messaggi: 25920
Quote:
Originariamente inviato da calabar Guarda i messaggi
Ora, al di la dell'articolo clickbait, non ho mai capito perchè soluzioni di questo tipo non siano state usate dalle grandi case automobilistiche come "ponte" verso le auto completamente elettriche.

Oggi sappiamo bene che la maggiore criticità per un'auto elettrica è il sistema di accumulo, sia per costi che per capacità.
Equipaggiare un'auto con una piccola batteria (diciamo tale da consentire non più di 100km di autonomia, di norma più che adatta a fare la giornata in città) e un piccolo generatore capace di estendere tale autonomia alla bisogna sembra essere l'uovo di colombo, in attesa di sistemi di accumulo migliori.
Si avrebbero i vantaggi dell'elettrica (semplicità delle meccaniche, possibilità di ricaricare in garage e per l'uso giornaliero nessuna emissione dal motore) e al tempo stesso lunga autonomia alla bisogna e costi contenuti.
Il generatore sarebbe più semplice, meno costoso e decisamente più efficiente di un motore standard (dato che lavorerebbe sempre a regime costante), il pacco batteria più piccolo abbatterebbe i costi rispetto all'elettrico, le meccaniche più semplici rosicchierebbero qualcosa anche rispetto alle normali auto a combustione interna.

Però non esiste quasi mercato per questo tipo di vetture, quindi evidentemente mi sfugge qualcosa!
Ti sfugge il fatto che non puoi usare un motore endotermico per caricare le batterie e nel contempo usare le batterie per far funzionare i motori elettrici (se non a regime ridotto, come infatti fa la i3).
Anche perché un 500cc (ad esempio) sviluppa 15kW e per far andare una berlina con l'elettrico ti servono tutti (anche di più se spingi): devi caricare le batterie a 15kW e ciucciare da 15 a 20kW, uno stress da 40kW, considerando inefficienze e conversioni, che manda tutto in pappa (altro che ricarica superfast a 7,4kW).
Quindi se vuoi fare più km devi montare un motore endotermico abbastanza grande che sia capace di fare andare l'auto collegata solo meccanicamente, e queste sono appunto le ibride di oggi (pacchi da 8kWh e 1500cc).
Oppure si deve pensare a sistemi alternativi più sofisticati, magari un doppio pacco batteria da 10kWh e mentri usi una l'altro si ricarica e ha tempo di raffreddarsi... Non so.
Certo le batterie restano il punto debole. Costi, durata, affidabilità. Lo vedo sulle mie 1860 (Sony alta gamma da 10 euro l'una) che caricandole una volta al giorno perdono carica a vista d'occhio, da 2750mAh ora sono a 2300mAh... in una manciata di mesi... e scendono.
Ci si ritrova a comprare auto da 80km di autonomia che diventano 60-50 reali ed è veramente triste visto che già ora si è con l'acqua alla gola.

Ultima modifica di MiKeLezZ : 13-01-2020 alle 10:46.
MiKeLezZ è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-01-2020, 10:51   #17
nebuk
Senior Member
 
L'Avatar di nebuk
 
Iscritto dal: Jan 2004
Città: Firenze
Messaggi: 1061
Quote:
Originariamente inviato da calabar Guarda i messaggi
Ora, al di la dell'articolo clickbait, non ho mai capito perchè soluzioni di questo tipo non siano state usate dalle grandi case automobilistiche come "ponte" verso le auto completamente elettriche.
C'era la Opel che aveva fatto l'Ampera e la Chevrolet Volt mi pare
__________________
My PC: Case: Fractal Design Define R6 Midi-Tower MB: Gigabyte H97-D3H rev1.0 F6 CPU: Intel i5-4690 RAM: 2x8GB Kingston HyperX PC1600 CL9 VGA: MSI GTX 1080 Gaming X Audio: Asus Xonar D1 PSU: Corsair RM750i OS: Microsoft Windows 10 Pro x64 Monitor: EIZO FlexScan HD2441W-BK VR: Oculus Rift CV1 Keyboard: Logitech G910 Mouse: Logitech G502 Headphone: Logitech G633 Speaker: Edifier S330D Phone: iPhone X
nebuk è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-01-2020, 11:29   #18
deggial
Senior Member
 
L'Avatar di deggial
 
Iscritto dal: Mar 2003
Città: tra Borgo Ticino e Milano
Messaggi: 5540
la realtà è che per far muovere un'auto a velocità costante, un motore termico è più efficiente di un elettrico con pacco batterie (se si considera tutto il processo di produzione/smaltimento batterie, e il costo/metodologia di approvvigionamento dell'energia elettrica per caricare le batterie).

Quindi, la soluzione più eco-friendly sarebbe proprio un'ibrido con batterie da qualche km di autonomia (50/100/200 a seconda della tipologia di auto) più motore termico adeguato a reggere i regimi costanti sulle lunghe tratte.

Dopodichè, a migliorare l'efficienza, servirebbe una A.I. in grado di distinguere e gestire gli spostamenti quotidiani di A/R dal lavoro (in cui ogni sera puoi ricaricare le batterie) dai viaggi lunghi.
Ad esempio, se ogni giorni faccio 40 km per andare e tornare dal lavoro, posso andare tutto in elettrico. Se nel navigatore imposto un percorso di 200km, il sistema mixa elettrico e termico in modo adeguato. Se imposto 1000km, praticamente vado quasi sempre di termico e preservo l'elettrico per partenze e accelerazioni.
deggial è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-01-2020, 11:33   #19
calabar
Senior Member
 
L'Avatar di calabar
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 13285
Quote:
Originariamente inviato da MiKeLezZ;
devi caricare le batterie a 15kW e ciucciare da 15 a 20kW, uno stress da 40kW, considerando inefficienze e conversioni, che manda tutto in pappa (altro che ricarica superfast a 7,4kW).
Ora, premesso che in effetti questa era una problematica che mi sfuggiva, ma le ricariche veloci degli autoveicoli non hanno potenze in gioco di 150-350 kW, quindi ben superiori ai 40 kW citati?

L'idea del doppio pacco batteria era comunque la soluzione a cui pensavo e, francamente, non mi sembra neppure così malvagia. Immagino che due pacchi batteria più piccoli non abbiano un costo tanto lontano da quello di un pacco singolo di pari capacità.

Una criticità potrebbe essere quella del riscaldamento delle batterie durante il moto, dato che la ricarica non avviene come di solito a macchina ferma. Però già il movimento dell'auto dovrebbe generare correnti d'aria che se ben convogliate possono già consentire un buon raffreddamento delle batterie.

Per quanto riguarda la durata delle batterie per auto non mi preoccuperei più di tanto, le statistiche sulle vecchie batterie Tesla sono già ottime e le nuove batterie sono migliori. In futuro miglioreranno ancora, la ricerca è molto attiva in questo campo.
Le batterie che usi in casa sono un'altra storia, e non vengono utilizzati quegli accorgimenti che consentono ai sistemi di accumulo delle auto elettriche (quelli ben fatti per lo meno) di durare di più nel tempo.
calabar è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-01-2020, 11:50   #20
Mparlav
Senior Member
 
L'Avatar di Mparlav
 
Iscritto dal: Dec 2005
Messaggi: 16528
Quote:
Originariamente inviato da Riky1979 Guarda i messaggi
Ricordiamo che l'elettrico sposta l'inquinamento dall'auto alla produzione elettrica! Se l'energia è prodotta da una centrale a carbone una Tesla non inquina meno di molte altre auto. Ricordiamo che abbiamo sempre anche il costo di smaltimento delle batterie che fino ad ora non è che sia stato molto discusso in pubblico.
La soluzione ibrida è a mio avviso la migliore soluzione attuabile al momento, i giapponesi stanno lavorando duro per avere motori ottimali per la soluzione ibrida, batterie più piccole ovviamente ma permettono di usare queste auto ovunque e non solo dove ci sono spine elettriche adeguate.
Per la questione rumore del motore termico... esiste l'opposto dell'elettrico ovvero che non fa rumore e quindi non si sente ed ecco che in molti casi si pensa di generare rumore per segnalare la presenza dell'auto.
Sarebbe utile avere info maggiori sui costi di manutenzione totali di una elettrica per confrontarli con quelli di un ibrida.
In Italia il 13% dell'energia è prodotta da carbone.
Il 36% da fonti rinnovabili ed altrettanto da gas naturale.
Significa che produrre da centrale in Italia, distribuirlo e far funzionare le auto elettriche è già molto più efficiente (dalle 2 alle 3 volte) e meno inquinante, di raffinare e bruciare diesel e benzina.

Per lo smaltimento delle batterie, se n'è già parlato.
Sono garantite per almeno 8 anni.
Dopo di che NON cessano di funzionare, ma diminuiscono l'efficienza (il quanto dipende dal produttore e dall'uso che se n'è fatto)
Se vengono sostituite in tutto o nei singoli moduli, o viene sostituita tutta l'auto, il produttore provvede al ritiro e vengono riutilizzate nei sistemi d'accumulo per le fonti rinnovabili quando diciamo sono scese intorno al 70-80%.
E questo per diciamo altri 10 anni (per esempio alla Johan Cruijff Arena di Amsterdam, ce ne sono 2.8 MWh, di cui la metà di batterie usate della Nissan Leaf, e sono garantite per altri 10 anni)

Solo dopo passano alla fase di riciclaggio ed è una tecnologia che sta' evolvendo rapidamente, in termini di costi, efficienza ed impatto ambientale.
Tendenzialmente mancando uno standard unico, ogni produttore sta' provvedendo al suo impianto di riciclaggio, ma ce ne saranno anche altri.

Per i costi di manutenzione, basandosi sui tagliandi obbligatori, ci spuò fare un'idea qui:
https://www.sicurauto.it/news/auto-e...a-i-risultati/
__________________
Ormai Internet e' un territorio anarchico dove si puo' dire di tutto senza essere smentiti. Pero', se e' difficile stabilire se una notizia in rete sia vera, e' piu' prudente supporre che sia falsa. (cit. U. Eco R.I.P. 19/02/16)
Mparlav è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


AWS: sviluppare più velocemente applicazioni con le architetture serverless AWS: sviluppare più velocemente applicazi...
Recensione Asus ROG Phone II, lo smartphone perfetto per giocare Recensione Asus ROG Phone II, lo smartphone perf...
Dreams su PlayStation 4 permette a chiunque di creare il proprio videogioco Dreams su PlayStation 4 permette a chiunque di c...
Samsung Galaxy S20, S20+ e S20 Ultra: ufficiali. Zoom fino a 100x e molto altro. Il video Samsung Galaxy S20, S20+ e S20 Ultra: ufficiali....
Recensione Creative Sound Blaster AE-9: le schede audio hanno ancora senso nel 2020? Recensione Creative Sound Blaster AE-9: le sched...
Jeff Bezos: 10 miliardi di dollari per i...
Panasonic annuncia i nuovi prodotti audi...
Tutti i TV OLED Panasonic 2020 supporter...
Google Pixel 5 XL: la prima immagine sve...
Qualcomm annuncia Snapdragon X60, il mod...
TeamSystem Enterprise BI, la soluzione b...
iPhone 9, ecco quando potrebbe essere pr...
Amazon, prezzi incredibili per la Gaming...
Instagram non ha ancora un'app per Apple...
Samsung EU Forum 2020, arrivano sul merc...
Offerte Amazon, 18 febbraio: gli affari ...
Cashback da MSI: compra un bundle hardwa...
Il Pentagono affida il progetto multimil...
IBM lancia le nuove soluzioni di archivi...
Solo 5,99€ per 70GB di internet e chiama...
IObit Software Updater
Google Chrome Portable
Windows 10 Manager
Sandboxie
Chromium
Paint.NET
Opera 66
Opera Portable
OCCT
AIDA64 Extreme Edition
Firefox Portable
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
Mozilla Thunderbird 68
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 14:50.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www2v
1