Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Hardware Upgrade > News

Intel Core i9-12900K, prestazioni con Windows 11 e Windows 10 a confronto
Intel Core i9-12900K, prestazioni con Windows 11 e Windows 10 a confronto
Intel e Microsoft hanno lavorato gomito a gomito per far sì che le nuove CPU Alder Lake basate su architettura ibrida funzionino al meglio su Windows 11. Cosa succede se installiamo Windows 10? Abbiamo svolto di nuovo la nostra suite di test sul 12900K per vedere se le prestazioni cambiano in base al sistema operativo.
Forza Horizon 5: perché è il simcade perfetto
Forza Horizon 5: perché è il simcade perfetto
Abbiamo provato in profondità il nuovo "simcade" di Playground Games e Turn 10 Studios. Ecco le nostre impressioni di gioco e le prove sul nostro sistema di test con diverse schede video, insieme al confronto della grafica con la versione Xbox Series X
Gestire le spese dei dipendenti è facile e veloce con Qonto
Gestire le spese dei dipendenti è facile e veloce con Qonto
Qonto non è un semplice conto online, ma una soluzione evoluta per gestire gli aspetti finanziari di un'azienda. Recentemente è stata la prima fintech ad aggiungere il pagamento degli F24, oltre a potenziare le funzionalità destinate ai team. È possibile generare velocemente carte di credito, anche usa e getta, per i dipendenti, così da semplificare contabilità e gestione delle note spese
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 09-09-2005, 12:18   #1
Redazione di Hardware Upg
www.hwupgrade.it
 
Iscritto dal: Jul 2001
Messaggi: 75178
Link alla notizia: http://www.hwupgrade.it/news/sistemi/15339.html

Dopo due anni di assopimento, l'ansia da Palladium torna a crescere nella rete. Siamo davvero di fronte ad uno scenario senza possibilità di ritorno? O stiamo semplicemente esagerando

Click sul link per visualizzare la notizia.
Redazione di Hardware Upg è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:30   #2
Vifani
Senior Member
 
Iscritto dal: Apr 2001
Città: Bari
Messaggi: 2774
Ottima riflessione. Perfettamente in accordo con quanto penso.
Vifani è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:33   #3
magilvia
Senior Member
 
L'Avatar di magilvia
 
Iscritto dal: Nov 2003
Messaggi: 1823
Quote:
Praticamente tutti, e mi metto io per primo, abbiamo almeno una volta nella vita copiato o fatto uso di materiale digitale illegale. Si potrebbe discutere per anni su prezzi e licenze, ma l'introduzione di un sistema di controllo serio non sarebbe che legittimo, così come sarebbe ultra-legittimo da parte di artisti e major proteggere il frutto del proprio lavoro. Non stiamo parlando di generi di prima necessità, quindi il prezzo alto non è un alibi e una giustificazione; si vive anche senza cinema o musica. Se per strada vedo una Porsche 911 che però non mi posso permettere, di certo non la vado a rubare: ne faccio a meno. Il principio è il medesimo. Ci sono alternative più economiche, mentre a livello software addirittura gratuite.
E chi ha mai messo in dubbio il diritto delle major di proteggere i loro prodotti e il loro software ? Il problema è che queste famose alternative gratuite che si cita non saranno più gratuite in quanto per girare nel sistema dovranno pagare la licenza...

Quote:
Privacy in pericolo. Aggiungo: adesso no? Capisco che può non essere consolante, ma è una cosa con cui siamo destinati a convivere. Già attualmente la nostra privacy non è garantita;
Scusa tanto ma se adesso la privicy in pericolo cosa facciamo peggioriamo invece di migliorare ? Io sono contento e orgoglioso del sistema della privacy italiano. Altro che patrioct act!

Quote:
ma non vedo crociate per i tre anni di archivio per le telefonate e gli sms. Ritroviamo la regola dei due pesi e delle due misure.
Falso. Perchè l'archio dei tre anni delle telefonate e degli sms è consultabile solo tramite apposita disposizione dell'autorità giudiziaria mentre un archivio eventuale del software utilizzato sui nostri computer sarebbe in mano con tutta probabilità alle major. un ente privato il cui scopo è cercare in tutti i modi di farci pagare il più possibile. Ti sembra la stessa cosa?

Quote:
Era impensabile che fosse tollerata per sempre una simile anomalia. Rimane un punto fermo: chi è in regola non avrà mai nulla da temere.
Affermazione davvero semplicistica.

In conclusione un articolo disinformato e di parte. Scadente rispetto ai buoni articoli a cui siamo abituati.
magilvia è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:33   #4
zerothehero
Senior Member
 
L'Avatar di zerothehero
 
Iscritto dal: Aug 2003
Città: milano
Messaggi: 13868
il problema è il seguente..
causerà disagi a chi compra originale?
Io sto per prendere un monitor non HDPC, ci saranno problemi?

Non vorrei finisse come hl2..lo prendo originale 1 ora e mezza di sbattimento per installarlo e poi 2 giorni dopo chi lo ha preso pirata ha avuto meno inconvenienti di chi è stato onesto.
ovviamente non sono disposto a cambiare hardware per questi protocolli, piuttosto rinuncio ad usufruirne.
__________________
We are the flame and darkness fears us !
zerothehero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:37   #5
Alessandro Bordin
Amministratore
 
L'Avatar di Alessandro Bordin
 
Iscritto dal: Jan 2001
Città: Luino (VA)
Messaggi: 5101
Quote:
Originariamente inviato da magilvia
EIl problema è che queste famose alternative gratuite che si cita non saranno più gratuite in quanto per girare nel sistema dovranno pagare la licenza...

Sei nel mondo dell'ipotesi. Come ho detto nell'articolo che reputi scadente, ti stai fasciando la testa prima.


Quote:
In conclusione un articolo disinformato e di parte. Scadente rispetto ai buoni articoli a cui siamo abituati.
Disinformato e di parte? LOL
Alessandro Bordin è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:40   #6
Alessandro Bordin
Amministratore
 
L'Avatar di Alessandro Bordin
 
Iscritto dal: Jan 2001
Città: Luino (VA)
Messaggi: 5101
Quote:
Originariamente inviato da magilvia


Affermazione davvero semplicistica.

Anche che l'acqua è bagnata. Però è vero
Alessandro Bordin è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:40   #7
Tututa
Senior Member
 
L'Avatar di Tututa
 
Iscritto dal: May 2002
Città: Frosinone=Sonnifero
Messaggi: 1070
Approfondimenti

Invero altra chiave di lettura è proprio l'ultima dal Bordin ottimamente, e penso furbescamente, suggerita...

Visto e considerato che ormai i due mondi universitari che sfornano le migliori menti al mondo stanno proprio in Cina e in India(le due nazioni che hanno il maggior rapporto ingengeri=ricerca e sviluppo), gli Usa, con un sistema di insegnamento scolastico e universitario allo sbando, e le menti monopolistiche/monopolizzanti che dominano l'economy del paese, si stanno preoccupando soprattutto di cercare di mantenere più a lungo possibile tale predominio tecnologico/economico.
A voler fare anche un pò di dietrologia, questo metodo potrebbe essere inteso come una sorta di "forca Caudina" virtuale che verrebbe imposta ai ricercatori che volessero far uscire qualcosa in grado di scavalcare tale predominio tecnologico, al momento incontratstato, ma che nelle previsioni di molti in lento e progressivo declino, soggetto ad una progressiva geometricamente erosione tecnologia per i limiti della ricerca.
Su Quark spiegavan proprio qualche giorno fa, che se fino a qualche anno fa i ragazzi migliori cinesi e indiani andavan in USa a studiare e poi restavano là a lavorare, portando tale ricchezza intellettuale nel territorio Yankee, nel tempo prima tali ingegneri hanno cominciato a fare ritorno a casa, trovando più conveniente e interessante proseguire sviluppo e ricerca nei loro paesi che li trattavano come divinità, e lasciavano loro ampio spettro di azione, senza i legacci americani(di cui questo Palladium è il paradigma), ed in questi ultimissimi anni, andando ad occupare posti chiave anche nell'insegnamento universitario.
Tale quadro, coniugato con la pessima politica interna del Governo Bush che ha lasciato alla deriva economica tutto il sistema sociale americano(incluso l'insegnamento) con notevoli riduzioni di investimenti, dirottati tutti nel settore militare, porterà negli anni a costringere gli Usa o a restare arretrato tecnicamente, e costretto a pagare royalties salate per poter produrre, oppure a pagare molto salato il conto di nuove menti elette che molto più difficilmente già oggi decidono di investire il loro futuro in un paese che nelle proprie configurazioni sociali è assolutamente terzomondista(vedi quel che è successso con KATHRINA).
Ultima prova a suggello e conforto dei pensieri dietrologi che animano i miei più foschi pensieri è quel che sta succedendo nell'ambito petrolifero.
COme mai gli Usa, non impediscono all'OPEC di far salire così tanto il prezzo del petrolio? ovvero ci provan blandamente? Per un semplice motivo: loro hanno in mente una strategia, messa in atto ai tempi del primo BUSH: da allora gli USa stanno ammassando riserve spaventose di petrolio, con la speranza un giorno di esserne gli unici detentori mondiali.......
Meditate gente, meditate.
Tututa è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:41   #8
fek
Senior Member
 
L'Avatar di fek
 
Iscritto dal: Oct 2002
Città: California
Messaggi: 11781
Quote:
Originariamente inviato da Vifani
Ottima riflessione. Perfettamente in accordo con quanto penso.
Perfettamente d'accodo anche con quanto penso io.

Pero' ora so che si scatenera' l'inferno.
fek è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:46   #9
Fx
Bannato
 
Iscritto dal: Dec 2000
Messaggi: 2097
era ora. complimenti Alessandro. finalmente qualcuno che fa un ipotesi "moderata" e non oscurantista come tutte quelle presenti in rete, che però hanno la pecca di basarsi non sui fatti bensì sul sensazionalismo, esattamente come per il millenium bug.

l'applicazione del concetto può essere in un range che va dall'estremamente negativo all'estremamente positivo. l'estremamente negativo lo escludo per via di una cosetta chiamata "legge": non è che microsoft apple ibm o chi altro può fare quel che gli pare e piace. l'estremamente positivo lo escludo perchè comunque abbiamo a che fare con aziende e non con onlus. ragionevolmente il fatto che sia una cosa moderatamente positiva o negativa si gioca tutto sull'implementazione effettiva: cosa che NESSUNO conosce dato che, semplicemente, non c'è ancora. prima di fasciarsi la testa, pertanto, sarebbe stato opportuno aspettare che arrivasse, tuttavia era un'occasione troppo ghiotta per tirare merda su microsoft - nonostante fosse un progetto molto più ampio: potete valutare la serietà di chi parla di trusted computing anche da questo, se parla essenzialmente di microsoft o di windows la serietà è poca. tra l'altro sarei curioso di sentire tutte le migliaia di sostenitori mac che hanno speso vagonate di parole su palladium cosa dicono ora che apple ha sfornato la prima implementazione reale di TCPA (nel kit di sviluppo, aspetto che ci sarà in tutti i futuri mac x86). andate, andate a cercare quanto detto in rete, che perfortuna rimane scritto, c'è da farsi delle grosse risate, soprattutto nel vedere, plateale, come in effetti tutte le grandi enunciazioni di principio erano tutte cazzate finalizzate solamente ad un attacco strumentale.

per concludere, TCPA è senza dubbio un aspetto delicato sul quale bisogna stare attenti, per pronunciarsi però bisogna aspettare che ci sia qualcosa di concreto, e magari nel frattempo come dice Alessandro concentrarsi sui pericoli ben più consistenti alla privacy ai quali non si fa caso (sarà banale, ma è facile pensare che non li si guarda perchè dietro non c'è dietro zio bill)...

anch'io sono dell'opinione che per forza di cose non potrà essere impattante ma sarà qualcosa di "soft" per un semplice motivo: i produttori di hardware e di software prima di tutelare gli interessi di terzi tutelano i loro, e un'implementazione impattante del trusted computer creerebbe loro danni.

un po' di realismo, su.
Fx è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:47   #10
Fx
Bannato
 
Iscritto dal: Dec 2000
Messaggi: 2097
ps: Alessandro, hai seguito le recenti discussioni su TCPA che abbiamo fatto sul forum?
Fx è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:49   #11
zforever
Member
 
Iscritto dal: Dec 2000
Messaggi: 116
Alla 1) , l'adeguamento non avverrà in un giorno ma spalmato nel tempo, quindi l'impatto economico sarà molto basso

alla 2), sono regole imposte da politici che noi abbiamo votato e che creano queste leggi per darci un "maggiore" sicurezza. ovviamente non sono affatto daccordo, ma almeno il loro scopo sembra giusto, non come il palladium il cui unico fine e fare soldi

alle 3), limitare quello che io posso fare sul mio pc e con i mei dati, non è giusto. Inoltre il DRM crea problemi soprattutto a chi acquista originale (dato che chi si dà all'illegalità i problemi li accetta a priori), basta guardare l'esempio della musica online regolarmente acquistata.

"Solo per fare un esempio, il gigante di Redmond, promette, con la sua campagna pubblicitaria, la compatibilità tra i propri servizi ed i dispositivi che portano l'adesivo di Microsoft Play for Sure. La comunicazione di Zio Bill è piuttosto chiara: chi si appoggia alla sua DRM sa che cosa può fare, ma anche cosa non è permesso, per esempio usare un iPod." da Zeus News

Oppure un esempio più personale. io sono costretto ad essettuare una copia dei miei cd audio originali, perchè il lettore della mia macchina non sopporta le protezione. In pratica le case discografica mi costringono a copiare per ascoltare un cd da me regolarmente pagato!!
E se voglio ascoltare il cd originale col mio lettore mp3, loro me lo impediscono!

Il modo per opporci è semplice, tentare di evitare l'acquisto di ciò che supporta il palladium. Mica è tanto necessario installare il Vista sul vecchio pc!
Sinceramente non mi aspettavo da un esperto chiamasse in causa futuri ipotetici e lontani progetti cinisi per addolcire una amare e vicina realtà
zforever è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:51   #12
fek
Senior Member
 
L'Avatar di fek
 
Iscritto dal: Oct 2002
Città: California
Messaggi: 11781
Quote:
Originariamente inviato da Fx
per concludere, TCPA è senza dubbio un aspetto delicato sul quale bisogna stare attenti, per pronunciarsi però bisogna aspettare che ci sia qualcosa di concreto, e magari nel frattempo come dice Alessandro concentrarsi sui pericoli ben più consistenti alla privacy ai quali non si fa caso (sarà banale, ma è facile pensare che non li si guarda perchè dietro non c'è dietro zio bill)...
Ecco. La privacy e' il problema che piu' vedo pressante in questa piattaforma hardware e software e forse e' l'unico punto sul quale non sono d'accordo con Alessandro. Ammesso (e non concesso) che TCPA possa rappresentare un problema per la privacy dell'individuo, che permetta a enti di fare tracking dell'individuo stesso, allora e' una situazione che non vedo di buon occhio.
E non sono d'accordo col dire che visto che la nostra privacy e' gia' a rischio oggi, si debba chiudere un'occhio su eventuali rischi futuri. Ma siamo nel campo delle ipotesi qui, perche' ancora non e' chiaro come TCPA si comporti in questo ambito e quali porte apra per eventuali violazioni.
fek è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:54   #13
fek
Senior Member
 
L'Avatar di fek
 
Iscritto dal: Oct 2002
Città: California
Messaggi: 11781
Quote:
Originariamente inviato da zforever
alla 2), sono regole imposte da politici che noi abbiamo votato e che creano queste leggi per darci un "maggiore" sicurezza. ovviamente non sono affatto daccordo, ma almeno il loro scopo sembra giusto, non come il palladium il cui unico fine e fare soldi
No. Al limite il fine e' tutelare il diritto di veder corrisposto un pagamento a seguito del proprio lavoro. Diritto e richiesta del tutto legittima. Come e' legittimo fare il possibile per tutelare questo proprio inviolabile diritto.

Per metterla in termini piu' terra terra, se io chiedo una lettera ad un avvocato e poi mi rifiuto di pagarla adducendo finte motivazioni morali, lui ha tutto il diritto di farmi sborsare quei soldi.
fek è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 12:59   #14
OverClocK79®
Senior Member
 
L'Avatar di OverClocK79®
 
Iscritto dal: Feb 2002
Città: Padova
Messaggi: 24576
io la vedo cmq grigia......
per nn parlare ai primi tempi......
già un SO MS spesso ha prob di vario genere.....
figuariamoci se si mettono ad implementare cose + grandi di loro
telefonate a GOGO per il so/prog che da messaggi strani impazzisce ecc ecc

l'opensource poi.....è la prima cosa che salta....

sarò pessimista ma la penso così....

BYEZZZZZZZZZ
__________________
OverClocK79® è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 13:00   #15
joe4th
Senior Member
 
Iscritto dal: Jan 2003
Messaggi: 1843
Scusa, ma l'articolo e le citazioni mi sembrano incomplete e talvolta
un po' retoriche.

Quote:
Se per strada vedo una Porsche 911 che però non mi posso permettere, di certo non la vado a rubare: ne faccio a meno. Il principio è il medesimo. Ci sono alternative più economiche, mentre a livello software addirittura gratuite.
Questa mi sembra la solita citazione retorica..., un po' come chi
appoggia gli OGM sostiene che quelli non-OGM sono pieni di pesticidi...
E' un paragone che fa acqua: dimentichi che la Porsche è un bene materiale, mentre il software no. Se si ruba per strada una Porsche 911 il ladro avrà una Porsche 911, mentre il derubato ne sarà da quel momento privo, ovvero da un lato c'e' un arricchimento,
mentre dall'altro c'e' un'"impoverimento". Ma se si potesse semplicemente ottenere una Porsche 911 "fotografandola", per poi utilizzarla (tipo la motocicletta "virtuale" di
Napo Orso Capo), che impoverimento avrebbe il proprietario iniziale della Porsche 911?
L'unico impoverimento sarebbe per la casa costruttrice di Porsche, che
vedrebbe calare i propri introiti, ma questo è un'altro discorso...

E non credo che il TCPA possa risolvere il problema della pirateria. Basterà
"clonare" chiavi originali... ;-)
Già attualmente i esistono i software con "chiavi" e da un bel po' di tempo.
Pensa al flexlm.

Però dimentichi una cosa fondamentale. Mettendo le chiavi
sulle CPU e sui CHIP per fare in modo che la CPU non possa comunicare
con i CHIP o con le periferiche, senza la giusta chiave, di fatto si tenta di tagliare
fuori in un sol colpo la "concorrenza" sgradita dell'opensource, perché in questo modo solo software "autorizzato" (o meglio "firmato") potrà funzionare. "Autorizzato", non significa solo verso l'utente finale da parte del produttore del software, ma anche da questi
verso il licenziatario della piattaforma per avere la firma digitale sul suo
software. Più o meno quello che succede con le console (XBOX, etc.). Questo significa
che i produttori di software opensource dovranno "pagare" i produttori
di hardware per avere la firma digitale...

Quote:
Siamo comunque dell'opinione che la realtà fra qualche anno sarà molto più rosea di quanto ipotizzato dalle visioni più pessimistiche. Non mancano esempi di come esperti del settore, ma proprio tanti, si siano strappati le vesti per problemi poi rivelatisi inesistenti. Uno su tutti: il Millenium bug, altro Babau esorcizzato dall'orologio stesso. Ricordo che molte software house hanno prodotto software dedicati per scongiurare le imminenti ed inevitabili sciagure. Chi spese una fortuna per cautelarsi ebbe gli stessi benefici di chi non fece nulla, nel 99,9% dei casi.
Beh, non e' la stessa cosa avere un sito che ti dice 1 gennaio 199100
nel campo della data (chissenefrega) rispetto ad altri tipi di problemi
(pensa ai software di gestionali, o a quelli
di controllo [centrali, etc.]) dove per esempio i conteggi delle differenze
fra date diventano negativi, etc.; se non ha avuto grandi strasichi è proprio
perché il Millennium Bug è stato "esorcizzato" a dovere.

Ultima modifica di joe4th : 09-09-2005 alle 13:29.
joe4th è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 13:06   #16
edivad82
Senior Member
 
L'Avatar di edivad82
 
Iscritto dal: Nov 2001
Città: Gavirate (Varese)
Messaggi: 7156
per chi volesse approfondire

http://researchweb.watson.ibm.com/gsal/tcpa/tcpa_rebuttal.pdf
edivad82 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 13:06   #17
(IH)Patriota
Senior Member
 
L'Avatar di (IH)Patriota
 
Iscritto dal: Aug 2001
Città: Milano provincia
Messaggi: 6835
Colpa della pirateria !!!!

Prima di internet , quando ancora si usavano le vecchie e care cassette a nastro e videocassette VHS le copie piratate sono sempre state prodotte sia in volumi ridotti dai singoli privati sia in quantità "industriale" da chi della pirateria ha sempre fatto il proprio business.Le copie piratate erano nelle autoradio e nei videoregistratori di tutti (o quasi) e nessuno si è mai preoccupato di tutto cio' per anni...
Ci fù addirittura un tempo in cui si noleggiavano i CD audio che vennero poi ritirati per via del rischio che ne venissero fatte delle copie , i VHS invece non furono oggetto di rappresagllia e questo probabilmente perchè ritenevano (giustamente ) che il mercato delle videocassette fosse enormentemente piu' proficuo "in affitto" che "in vendita".. non certo perchè non si potessero copiare ...

Oggi va un po' di moda parlare di pirateria e si da tutta la colpa alla pirateria (non che di colpe proprio non le abbia ma non credo cosi' tanto) di fatto la pirateria è un fenomeno nato con il primo registratore di cassette e si parla di anni 70 , insomma qualche anno dopo che la musica non era piu' esclusivamente su vinile , internet indubbiamente ha permesso di avere un netto boost sulla qualità , rimane a me il dubbio sull'incremento della "quantita'" di cio che viene piratato.
Oggi ti fanno "dupallecosì" che quasi non ascolti il cd che ti sei comprato originale perchè non si sa mai e contestualmente ti ritrovi con masterizzatori , lettori mp3 DVD DivX prodotti a volte dagli stessi che strillano contro la pirateria...

Senza contare che nell' era digitale non trovo impossibile fare un Xbox cosi' come una ps2 non customizzabile con un chip per "leggere" le copie pirata , non credo che un sistema meno stupido per proteggere dalle copie pirata di windows possa essere inventato (hanno dato supporto alle copie piratate di Xp fino all' SP2 ) mi sembra assurdo dare assistenza e upgrade gratis a chi ti ruba dei soldi a meno che tu non lo faccia apposta , magari per poter diffondere il tuo software piu' facilmente , piu' radicalmente , più velocemente ed aumentare a dismisura il tuo bacino di utenza.
Forse il fenomeno è sfuggito di mano , forse per dovere di facciata devono criticare e combattere la pirateria avendo abusato di nascosto di lei per anni fatto sta che nell' 85 per avere un 8088 IBM con stampante a margherita ci volevano diversi milioni di lire oggi con 600€ ti fai una macchina che non è minimamente paragonabile all' 8088 nel contempo il prezzo di CD-DVD e software vario , nonstante l' incremento delle vendite dovuto alla diffusione è sempre più cresciuto (nei DVD non hanno generato le zone di compatibilità apposta per avere prezzi differenti ???) ... si potrebbe andare avanti ancora un bel po ma comunque resterebbe sempre colpa della PIRATERIA...

Per il resto spero davvero che le un palladium in versione estrema non si riveli o non venga catalogato come "una valida scelta puramente commerciale" (cosa che probaiblmente non sarebbe poichè molto vincolante sotto diversi aspetti) , semplicemente vedremo il da farsi , anche se sono un sacco curioso di vedere se questo "balletto" un po' vergognoso verrà di nuovo portato in scena nei mercati nascenti (cina e india) per accaparrarsi fette di mercato oppure se davvero (come vogliono farci credere) la storia insegna e quindi non verranno più commessi "errori"...

Vedremo.
__________________
There is nothing worse than a sharp image of a fuzzy concept"A.Adams.

Ultima modifica di (IH)Patriota : 09-09-2005 alle 13:22.
(IH)Patriota è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 13:06   #18
Opethian
Senior Member
 
L'Avatar di Opethian
 
Iscritto dal: Nov 2003
Città: Ferrara
Messaggi: 460
opethian

Beh, avete già detto tutto in termini di concetto, il problema c'è ed è reale... ma è reale e concreta anche la soluzione: sistemi Linux per lavorare, console per giocare... e un bel vattelapesca al monolite oppressore!
Opethian è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 13:07   #19
zforever
Member
 
Iscritto dal: Dec 2000
Messaggi: 116
Quote:
Originariamente inviato da fek
No. Al limite il fine e' tutelare il diritto di veder corrisposto un pagamento a seguito del proprio lavoro. Diritto e richiesta del tutto legittima. Come e' legittimo fare il possibile per tutelare questo proprio inviolabile diritto.

Per metterla in termini piu' terra terra, se io chiedo una lettera ad un avvocato e poi mi rifiuto di pagarla adducendo finte motivazioni morali, lui ha tutto il diritto di farmi sborsare quei soldi.
Io mi riferivo alla tutela della privacy.
Io non sto dicendo che è sbagliato per le industrie guadagnare, così come non è sbagliato per l'avvocato farsi pagare.
Ma reputi giusto che io oltre a pagare il cd originale per ascoltare la musica, devo pagare lo stesso cd per usarlo nell'lettore mp3?
poi se cambio player del riacquistare il tutto?
se voglio usarlo nell'auto devo cambiare lettore cd perchè non è compatibile con le lore protezioni?
e se poi pure quello di casa diventa incompatibile?
tutto questo non ti sembra un pò troppo?
zforever è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 09-09-2005, 13:20   #20
zerothehero
Senior Member
 
L'Avatar di zerothehero
 
Iscritto dal: Aug 2003
Città: milano
Messaggi: 13868
il diritto al rispetto delle opere di ingegno (ad es. il software) però non può prevaricare sul diritto alla privacy ad es....
Non è che per proteggere e massimizzare un fine (legalità/sicurezza) si sacrifica tutto il resto, perchè ci sono delle normative da rispettare, la microsoft spero che abbia valutato i probabili problemi/ cause legali che si potrebbero scatenare per es. in america (con le class action) di fronte ad un disagio di un consumatore che compra prodotti legali.
Altrimenti l'autorità di pubblica sicurezza per massimizzare la sicurezza potrebbe entrare in casa mia senza mandato.

C'è anche un'altro fattore che mi sta a cuore (e qui passiamo dai massimi sistemi all'interesse personale)..la questione HDPC o dei monitor "protetti"...
Le aziende che implementano questo protocollo di sicurezza devono anche considerare i consumatori (e il mercato in generale) che pur comprando originale sarebbero penalizzati.
Si deve cambiare monitor per vedere contenuti protetti?
E perchè mai?
Si tutelino dalla pirateria senza rompere le balle a chi non ha monitor HDCP..
__________________
We are the flame and darkness fears us !
zerothehero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Intel Core i9-12900K, prestazioni con Windows 11 e Windows 10 a confronto Intel Core i9-12900K, prestazioni con Windows 11...
Forza Horizon 5: perché è il simcade perfetto Forza Horizon 5: perché è il simca...
Gestire le spese dei dipendenti è facile e veloce con Qonto Gestire le spese dei dipendenti è facile ...
Canon EOS R3: (breve) prova a bordo pista con l'AF che riconosce i veicoli Canon EOS R3: (breve) prova a bordo pista con l'...
HUAWEI nova 9, estetica e prestazioni quasi da top di gamma a metà prezzo. La recensione HUAWEI nova 9, estetica e prestazioni quasi da t...
Una Leica MP nera del 1957 è stata vendu...
PS5 e Nintendo Switch vendute a 23.000€:...
Aspirapolvere Rowenta: fino al 50% di sc...
Il modulo nodale russo Prichal si è coll...
Un vetro duro come un diamante? Esiste e...
Google e la verifica a due fattori. Perc...
Uber via da Bruxelles: ancora una tegola...
The Frame è un successo! Samsung ...
Bitcoin supera PayPal, ma per Mastercard...
Green Pass falsi venduti a 100€ (in crip...
Il Giappone si prepara alla valuta digit...
Volkswagen sta isolando il CEO Herbert D...
Gruppo E: sette aziende a supporto della...
Reply: il modello di lavoro ibrido train...
I migliori TV e Soundbar del Black Frida...
SmartFTP
LibreOffice 7.2.3
7-Zip
Chromium
OCCT
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
K-Lite Codec Pack Standard
K-Lite Codec Pack Basic
Opera Portable
Opera 81
Firefox Portable
NTLite
SiSoftware Sandra Lite
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 00:45.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www3v
1