Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 preview: quanto è veloce il SoC degli smartphone Android del 2023

Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 preview: quanto è veloce il SoC degli smartphone Android del 2023

In attesa del debutto sul mercato dei primi smartphone Android dotati di chip Snapdragon 8 Gen 2, Qualcomm ha reso possibile una preview delle capacità di questa nuova architettura mobile con una sessione di benchmark al proprio Snapdragon Summit 2022. Eccone le prime prestazioni a confronto con i principali SoC top di gamma in commercio

di pubblicato il nel canale Telefonia
QualcommSnapdragonsmartphone 5g
 

Al termine di ogni edizione del proprio Snapdragon Summit, evento che si è tenuto la scorsa settimana nella cornice dell'isola di Maui, Hawaii, Qualcomm è solita permettere ai giornalisti presenti di eseguire alcuni benchmark con uno smartphone basato sulla nuova architettura di SoC presentata all'evento. Nell'edizione 2022 è la volta di Snapdragon 8 Gen 2, modello che verrà adottato dalla maggior parte degli smartphone top di gamma con sistema operativo Android attesi al debutto nel corso dei primi mesi del 2023.

Lo smarpthone messo a disposizione da Qualcomm è un classico reference design, che riprende pr forma quanto mostrato lo scorso anno dotato di SoC Snapdragon 8 Gen 1. E' un prodotto penato non per la commercializzazione quanto per lo sviluppo e il debug interno, dotato quindi di tutte le funzionalità necessarie per testare quanto il nuovo SoC mette a disposizione nel suo complesso.

Qualcomm ha messo a disposizione lo smartphone con alcuni benchmark preinstallati, dando la possibilità di eseguirli oltre che eventualmente di scaricarne alcuni.  Possiamo ipotizzare che le prestazioni degli smartphone Android del 2023 basati su questa piattaforma saranno speculari a quelle qui riportate ma è bene ricordare che i valori ottenuti sono stati raccolti fuori dal nostro laboratorio, senza la possibilità di avere pieno controllo sul software e sul sistema operativo così come avverrebbe in un test in redazione. Detto in altro modo questa vuole essere una preview delle potenzialità di Snapdragon 8 Gen 2, non una recensione prestazionale completa.

Snapdragon 8 Gen 2 integra una nuova architettura della CPU Kryo, nella quale sono state implementate numerose novità rispetto al design di Snapdragon 8 Gen 1. Il numero totale di core continua a rimanere pari a 8 ma cambia la loro ripartizione, oltre alla tipologia: l'obiettivo è quello di offrire un incremento delle prestazioni complessive che Qualcomm quantifica in un picco massimo sino al 35%, con un miglioramento dell'efficienza complessiva che raggiunge come picco massimo il 40%.

Il core Prime, quello più potente, è del tipo Cortex X3 di nuova generazione con clock incrementato sino a 3,2GHz. I core Performance passano da 3 a 4 mentre quelli Efficiency si riducono a 3 rispetto a quanto implementato in Snapdragon 8 Gen 1. Tanto i core Efficiency come quelli Performance registrano un incremento nella frequenza di clock di alcune centinaia di MHz, ma è la loro tipologia che ne rappresenta l'elemento più interessante nel confronto con quanto implementato in Snapdragon 8 Gen 1.

I core Efficiency continuano ad essere del tipo Cortex A-510: la riduzione del 25% del loro numero è parzialmente compensata dall'aumento della frequenza di clock da 1,8GHz a 2GHz. Per i core Performance di Snapdragon 8 Gen 2 troviamo due coppie di core, rispettivamente di tipo Cortex A-710 e Cortex A-715: due core sono quindi identici ai 3 di Snapdragon 8 Gen 1, con una frequenza di clock incrementata da 2,5GHz a 2,8GHz, mentre gli altri due sono Cortex A-715 di nuova generazione.

La GPU Adreno vede in Snapdragon 8 Gen 2 un balzo in avanti delle prestazioni che raggiunge, nelle stime di Qualcomm, il 25% rispetto alla precedente generazione con un parallelo miglioramento dell'efficienza energetica sino al 45%. E' implementato il supporto hardware al RayTracing, oltre alle API Vulkan 1.3 che da sole permettono sulla carta di ottenere un balzo in avanti delle prestazioni sino al 30%.

Abbiamo messo a confronto i risultati rilevati con lo smartphone dotato di SoC Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 con alcuni smartphone di ultima generazione basati su differenti tipologie di SoC top di gamma disponibili in commercio.

  • Tensor G2 - Google Pixel 7 Pro
  • Exynos 2200 - Samsung Galaxy S22 Ultra
  • Dimensity 9000+ - ROG Phone 6D Ultimate
  • Snapdragon 8 Gen 1 - Xiaomi 12 Pro
  • Snapdragon 8+ Gen 1 - ASUS Zenfone 9
  • Apple A16 Bionic - iPhone 14 Pro Max

Se mettiamo a confronto i risultati ottenuti dallo smartphone Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 con questi test che stressano in modo particolare la componente CPU possiamo notare un incremento delle prestazioni che replica da vicino le stime indicate dall'azienda nel confronto con Snapdragon 8 Gen 1. Il comportamento è in media leggermente superiore a quello registrato dal nuovo SOC Dimensity 9000+ di Mediatek, distanziando nettamente tanto Exynos 2200 come Tensor G2. In alcuni di questi test abbiamo inserito quale riferimento anche il chip Apple A16 Bionic installato in iPhone 14 Pro Max ma come sempre in questi casi dobbiamo tenere conto del fatto che il differente sistema operativo adottato non permette di isolare le differenze prestazionali unicamente con l'architettura del SoC.

Passando a due test grafici con GFX Bench si evidenzia un netto balzo in avanti di Snapdragon 8 Gen 2, capace di distanziare nettamente tanto Snapdragon 8 Gen 1 come la declinazione Snapdragon 8+ Gen 1 presentata nel corso del 2022. Qualcomm propone il nuovo SoC come la piattaforma di riferimento per il gaming mobile e questi iniziali risultati, per quanto preliminari, confermano le potenzalità del nuovo chip con la grafica 3D.

Quanto evidenziato con i grafici precedenti viene confermato dai dati di 3DMark, applicazione con la quale Snapdragon 8 Gen 2 distanzia in modo netto tutti gli altri SOC inseriti a confronto compreso quello A16 Bionic di Apple.

Da questi primi dati prestazionali, indubbiamente preliminari ma molto interessanti, vengono di fatto confermate le stime fornite da Qualcomm circa il balzo in avanti delle prestazioni tanto per la componente CPU Kryo come per quella GPU Adreno. L'azienda, anche in questo 2022, è stata capace di mantenere quella progressione quasi lineare nel passaggio da una generazione alla successiva fornendo incrementi prestazionali significativi. Manca però ancora molto da poter valutare, con particolare riferimento al RayTracing oltre che al suppoto all'Intelligenza Artificiale: quest'ultima, in particolare, si rivela essere molto interessante visto quanto implementato a tale proposito da Qualcomm in un po' tutti i blocchi logici che compongono il SoC Snapdragon 8 Gen 2.

Come segnalato, vedremo al debutto i primi smartphone basati su SoC Snapdragon 8 Gen 2 tra le ultime settimane dell'anno e l'inizio del 2023; è ipotizzabile che con l'avvicinarsi del Mobile World Congress di Barcellona, alla fine del mese di febbraio 2023, tutti gli OEM partner di Qualcomm avranno presentato propri nuovi modelli basati su questo chip. Stando a quanto anticipato da Qualcomm in occasione del proprio Snapdragon Summit 2022 ci sarà modo per i partner OEM di intervenire su design e specifiche in modo più marcato rispetto a quanto fatto in precedenza, così da meglio diversificare i propri modelli a seconda del target di riferimento. Pensiamo all'impatto di questa maggiore flessibilità in termini di opportunità per i produttori di smartphone, che potranno ad esempio sviluppare modelli top di gamma compatti e sottili come altri più voluminosi, e potenti, destinati specificamente ai videogiocatori. Il successo, nel mercato degli smartphone, passa del resto sempre più attraverso la capacità di differenziare la propria offerta da quella dei concorrenti pur a parità di SoC adottato.

  • Articoli Correlati
  • Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 è il chip mobile con il cuore di Intelligenza Artificiale Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 è il chip mobile con il cuore di Intelligenza Artificiale Snapdragon 8 Gen 2 è la nuova generazione di SoC per gli smartphone Android top di gamma che vedremo al debutto già dalla fine del 2022. Costruito con tecnologia produttiva a 4 nanometri, questo chip integra in modo ancor più spinto componenti hardware che sfruttano l'Intelligenza Artificiale per incrementare le prestazioni e ridurre i consumi
30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7721 Novembre 2022, 15:03 #1
Resta sempre da capire per cosa dovrei impiegare tutta sta velocità di calcolo su un misero cellulare..
marchigiano21 Novembre 2022, 15:30 #2
risposte fulminee delle app
Giouncino21 Novembre 2022, 15:38 #3
a me piacciono molto queste presentazioni: mi fanno sperare che un cell che sto guardando di bassa/media gamma scenda al mio target di prezzo e me lo possa acquistare!
Per il resto tutta sta potenza è totalmente inutile su un cell...
al13521 Novembre 2022, 18:40 #4
Originariamente inviato da: demon77
Resta sempre da capire per cosa dovrei impiegare tutta sta velocità di calcolo su un misero cellulare..


se lo usi solo per whatsapp e le mail puoi rimanere pure col samsung s3
supertigrotto21 Novembre 2022, 19:36 #5
Che bello vedere uno smartphone senza buchi e senza notch.....
marchigiano21 Novembre 2022, 20:23 #6
Originariamente inviato da: Giouncino
a me piacciono molto queste presentazioni: mi fanno sperare che un cell che sto guardando di bassa/media gamma scenda al mio target di prezzo e me lo possa acquistare!


sarebbe?

Per il resto tutta sta potenza è totalmente inutile su un cell...


be molti si possono connettere a una docking, anche wireless, e diventare dei desktop replacement, li la potenza serve
Giouncino21 Novembre 2022, 20:44 #7
Originariamente inviato da: marchigiano
sarebbe?



Oneplus Nord CE 2 5G (non lite).
Lo attendo sotto la soglia psicologica dei 200€ e lo comprerò
trapanator21 Novembre 2022, 21:04 #8
Originariamente inviato da: Giouncino
Oneplus Nord CE 2 5G (non lite).
Lo attendo sotto la soglia psicologica dei 200€ e lo comprerò


Ormai sono Oppo phone a tutti gli effetti.
carloUba21 Novembre 2022, 22:21 #9
Sempre figo vedere che nei test per Apple va meglio l'iPhone mentre in quelli per Google un Android.
demon7721 Novembre 2022, 22:45 #10
Originariamente inviato da: al135
se lo usi solo per whatsapp e le mail puoi rimanere pure col samsung s3


Mail, WA, internet, chiamate, navigatore, app banche, app varie ed eventuali per cose varie, come plus qualche giochetto casual.

In pratica ho descritto l'uso del 99,9999% dell'utenza.
E per queste cose basta e strabasta un SOC di fascia media di cinque anni fa.. ma pure meno.

Non nego che sia un soc fighissimo e potentissimo.. ma che su un normale smartphone sia più che superfluo è cosa oggettiva.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^