Nuovi NAS da Synology, serie XS, Plus e Value: fino 6 bay e doppio SSD M.2

Nuovi NAS da Synology, serie XS, Plus e Value: fino 6 bay e doppio SSD M.2

Il nuovo NAS della serie XS, il DS3018xs, è la prima unità da 6 bay prodotta da Synology, e si pone la nuova punta di diamante del produttore, mentre i nuovi DS918+, DS718+ e DS218+ si rivolgono per la gestione delle librerie di video digitali ed offrire eccellenti esperienze con la transcodifica in diretta video ad alta definizione in qualsiasi ambito di lavoro

di Carlo Pisani pubblicata il , alle 15:01 nel canale Storage
Synology
 

Synology ha annunciato il lancio ufficiale di una nuova linea di prodotti che si vanno ad aggiungere alla già ricca dotazione offerta: parliamo dei prodotti serie XS DS3018xs, serie Plus DS918+, DS718+ e DS218+ e per quella Value il DS418.

"Rispondendo alle richieste dei nostri clienti, DS3018xs è costruito come un NAS desktop completo per le aziende. Le applicazioni mission-critical o la pianificazione della distribuzione di virtualizzazione con DS3018xs non sono mai state più facili" ha affermato Vic Hsu, CEO di Synology "I nuovi DS918+, DS718+ e DS218+ invece sono ottimizzati per essere le vostre librerie di video digitali e vi offriranno eccellenti esperienze con la transcodifica in diretta video ad alta definizione in qualsiasi ambito di lavoro".

Il nuovo NAS della serie XS, il DS3018xs, è la prima unità da 6 bay prodotta da Synology, dispone del processore Intel Pentium D1508 dual-core 2.2GHz (Turbo Boost fino a 2.6GHz) con motore di crittografia AES-NI, RAM fino a 32 GB e capacità di memorizzazione fino a 30 unità se in abbinamento con due Synology DX1215: a completare 4 porte LAN Gigabit e connettore per poter installare una scheda di interfaccia di rete 10GbE opzionale, per raggiungere prestazioni fino a 2.230 MB/s di lettura sequenziale e 265.000 IOPS in letture sequenziali oppure una scheda adattatore dual M.2 SATA SSD per aggiungere alle 6 bay anche due hard disk a stato solido nei fattori di forma 2280, 2260 o 2242.

I nuovi prodotti della serie Plus, DS918+ e DS718+ si basano su processore Intel Celeron J3455 quad-core mentre per il DS218+ è stato preferito un processore dual core Intel Celeron J3355: tutti questi modelli sono accomunati dalla crittografia hardware AES-NI e supporto fino a due canali di transcodifica video H.265/H.264 4K; per quanto riguarda la RAM per il DS918+ è possibile raggiungere gli 8 GB mentre fino 6 GB per gli altri due modelli.


Per il modello della serie Value, il DS418, invece è stato configurato con un processore quad-core da 1,4 GHz (Realtek RTD1296), motore di crittografia hardware, 2 GB di RAM e due porte LAN; anch'esso supporta la transcodifica H.265 4K ma questa unità è sicuramente da considerarsi come l'entry level delle serie, indirizzata principalmente ad utenti esigenti o piccole attività, è in grado comunque di offrire un flusso dati fino a 226 MB/s e 170 MB/s rispettivamente in lettura e scrittura sequanziale.

Tutti i nuovi prodotti sopra riportati sono basati su software DiskStation Manager (DSM) 6.1, uno dei sistemi operativi più avanzati ed intuitivi per dispositivi di archiviazione in rete; prezzi e disponibilità non stati ancora resi noti dal produttore, per dettagli puntuali di ogni singolo prodotto vi invitiamo a visitare la sezione dedicata ai NAS del sito Synology.

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
floc19 Settembre 2017, 15:34 #1
"I nuovi prodotti della serie Plus, DS918+ e DS718+ [...] sono accomunati dalla crittografia hardware AES-NI e supporto fino a due canali di transcodifica video H.265/H.264 4K"

peccato che ormai si trovi già di tutto e di più in h265 10bit, e questi arrivino al massimo a 720p in 10bit. Quindi nascono già vecchi se si pensa alla transcodifica.

Per utilizzi home, se l'obiettivo è la transcodifica, continua a convenire un serverino piuttosto che un nas, visti i costi che hanno i modelli carrozzati per transcodificare per davvero.
Personaggio19 Settembre 2017, 16:01 #2
Originariamente inviato da: floc
"I nuovi prodotti della serie Plus, DS918+ e DS718+ [...] sono accomunati dalla crittografia hardware AES-NI e supporto fino a due canali di transcodifica video H.265/H.264 4K"

peccato che ormai si trovi già di tutto e di più in h265 10bit, e questi arrivino al massimo a 720p in 10bit. Quindi nascono già vecchi se si pensa alla transcodifica.

Per utilizzi home, se l'obiettivo è la transcodifica, continua a convenire un serverino piuttosto che un nas, visti i costi che hanno i modelli carrozzati per transcodificare per davvero.


transcodificare h265 10 bit 4k in tempo reale ti serve una WS con uno xeon molto potente.
Quello che mi fa incavolare è che non offrono un NAS con almeno un celeron e non un atom, con 5 bay. quelli ottimizzati alla transcodifica sono solo a 2 bay. il DS1517+ uscito quest'anno ha lo stesso atom del DS1515+ uscito 2 anni fa, mi sarebbe piaciuto un DS15XX+ con processore i5
DjLode19 Settembre 2017, 16:09 #3
Originariamente inviato da: floc
Per utilizzi home, se l'obiettivo è la transcodifica, continua a convenire un serverino piuttosto che un nas, visti i costi che hanno i modelli carrozzati per transcodificare per davvero.


Io consiglio sempre un nas normale e un player che supporti H265. La spesa maggiore sarebbe per il nas ed eventuali nuovi codec non supportati. Cambiando player invece si potrebbe leggere tutto nel tempo, spendendo meno.
s-y19 Settembre 2017, 16:22 #4
dipende anche se il player è su un dispositivo aggiornabile o no
ad ogni modo concordo che tutto sommato, una 'cosa fatta in casa' è più flessibile, dipende se si ha cmq capacità/tempo/voglia di gestirlo, e non è nè cosa scontata nè cosa diffusa (lato mercato per questi prodotti)

cmq sia questi mi paiono generalmente più adatti a uso soho (escluso magari quello value, ma dipende pure li). e mi pare, ma non sono aggiornato troppo, che nella lineup ci siano dei modelli più adatti ad uso home, poi boh...
floc19 Settembre 2017, 16:28 #5
Se hai un solo device deputato alla riproduzione sì, ma dipende dall'ambiente che hai: se come nel mio caso in famiglia hai tot device più o meno obsoleti averli TUTTI che fanno direct stream diretto di h265 10 bit la vedo dura.

Ne faccio una questione di prezzo. Un dual xeon + mobo e viene via con "niente" su ebay, se l'obiettivo è la transcodifica, al netto di saper mettere su il sistema, di sicuro è una soluzione più indicata rispetto a un nas. Un 2x e5649 è al 30% di cpu con transcodifica di un h265 in 4k
Manublade19 Settembre 2017, 16:46 #6
Scusate ma cosa intendono per transcodifica?

Che puoi vedere i file h265 sul TV? non conviene una shield e usare il NAS solo come "contentore"?
TheDarkAngel19 Settembre 2017, 16:56 #7
Originariamente inviato da: floc
"I nuovi prodotti della serie Plus, DS918+ e DS718+ [...] sono accomunati dalla crittografia hardware AES-NI e supporto fino a due canali di transcodifica video H.265/H.264 4K"

peccato che ormai si trovi già di tutto e di più in h265 10bit, e questi arrivino al massimo a 720p in 10bit. Quindi nascono già vecchi se si pensa alla transcodifica.

Per utilizzi home, se l'obiettivo è la transcodifica, continua a convenire un serverino piuttosto che un nas, visti i costi che hanno i modelli carrozzati per transcodificare per davvero.


I limiti sono tutti del quick sync di intel, gli altri produttori non possono offrire più di questo a parità di piattaforma, mi sa che valuti fasce di prodotti molto diversi.
DjLode19 Settembre 2017, 17:04 #8
Originariamente inviato da: floc
Se hai un solo device deputato alla riproduzione sì, ma dipende dall'ambiente che hai: se come nel mio caso in famiglia hai tot device più o meno obsoleti averli TUTTI che fanno direct stream diretto di h265 10 bit la vedo dura.


Oddio, sarà che abito da solo ed ho una televisione, faccio fatica ad immaginare uno scenario dove ti servano più di due dispositivi che leggano i nuovi codec. Non so, vado a spanne ma con un android box da 50€ penso che la cosa sia possibile (ma non sono esperto e potrei sbagliare clamorosamente).

Ne faccio una questione di prezzo. Un dual xeon + mobo e viene via con "niente" su ebay, se l'obiettivo è la transcodifica, al netto di saper mettere su il sistema, di sicuro è una soluzione più indicata rispetto a un nas. Un 2x e5649 è al 30% di cpu con transcodifica di un h265 in 4k


Sicuramente un sistema auto-costruito ha prestazioni migliori a parità di costo. Forse solo i consumi sono maggiori perchè queste scatolette consumano molto poco.
Per questo dicevo che prendendo qualcosa (un nas) che faccia solo da contenitore dei media e dispositivi che leggano tutto (ormai quasi quasi lo fanno anche le tv nativamente) costa meno che prendere un nas che transcodifichi tutto. La prima soluzione la vedo anche future proof, non si deve cambiare tutto se e quando uscirà un nuovo standard più esoso di risorse.

P.S. Dimenticavo di dire che quella sopra è la mia opinione personale.
Pigr819 Settembre 2017, 17:26 #9
beh il DS918+ è una discreta macchina, il J3455 ha il quicksync quindi non dovrebbe comportarsi male in trascodifica, il DS3018xs non ha la vga integrata invece

io ho optato per un server xeon e in una vm ho il nas che non transcodifica live quasi mai avendo un client principale che legge di tutto (oDroid C2), alla fine ho preferito abbandonare la possibilità di usare il quicksync lasciando fare tutto a quest'ultimo.

però non è una reale alternativa, le conoscenze da applicare nel primo caso rispetto al secondo sono totalmente differenti.
Ginopilot19 Settembre 2017, 18:12 #10
Senza contare i consumi elettrici che per uno xeon adeguato sono altini rispetto a questi nas.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^