One Plus 3T, recensione completa con Android 7.0

One Plus 3T, recensione completa con Android 7.0

Annunciato e commercializzato a partire dalla fine dello scorso anno, One Plus 3T è sicuramente uno dei migliori smartphone Android sulla scena internazionale. Ecco le nostre impressioni dopo l'aggiornamento a Nougat e dopo averlo provato per circa un mese

di Davide Fasola pubblicato il nel canale Telefonia
OnePlus
 

One Plus è indubbiamente un'azienda particolare e se consideriamo il panorama smartphone internazionale, potremmo quasi definirla unica. Si tratta di una realtà sicuramente più piccola in dimensioni rispetto agli altri colossi del settore ma è forse proprio questo il motivo per il quale riesce a mantenere con i propri utenti un rapporto decisamente più stretto se paragonato alla concorrenza.

La community che ruota intorno al marchio bianco-rosso è indubbiamente una delle più attive, particolare che garantisce un supporto a 360° per ogni modello sfornato dal produttore cinese. E quest'anno, o meglio lo scorso anno, dato che parliamo di 2016, i nuovi smartphone One Plus sono stati ben due. Un evento straordinario? Se non parlassimo di One Plus probabilmente no. I produttori concorrenti sono infatti abituati a produrre e distribuire decine di modelli ogni anno, ma non One Plus. Per le due generazioni precedenti all'ultimo One Plus 3, infatti, l'azienda orientale ci aveva abituato ad un solo prodotto di fascia alta all'anno. Ecco perché l'annuncio del lancio di One Plus 3T ha lasciato molti a bocca aperta.

Una mossa azzeccata? Lanciare un nuovo smartphone, identico nel design al precedente ma migliore sotto il punto di vista prestazionale, a soli 6 mesi dal primo, non è solitamente la strategia migliore. Ma One Plus non è la "solita" azienda e quindi, perché no? In fondo parliamo di un prodotto che nasce dallo stesso chassis, con buona parte della scheda tecnica in comune con il predecessore e quindi frutto di un processo produttivo praticamente identico a quello di One Plus 3. Costi di adattamento della catena di montaggio nulli o quasi, e la consapevolezza di mettere così nelle mani dell'utente un prodotto quasi perfetto sono quindi state le principali motivazioni della decisione di One Plus. E dopo aver usato questo 3T per oltre un mese possiamo affermare che quel poco che è cambiato ha effettivamente reso questo prodotto uno dei migliori, se non il migliore, smartphone Android attualmente in circolazione.

Come già anticipato, dal punto di vista estetico questo One Plus 3T è esattamente identico al fratello che lo ha anticipato di qualche mese. Scocca in alluminio e dettagli ben curati, oltre ad un design che ne facilita l'impugnatura, sia per le cornici del display sufficientemente ridotte che per un profilo "tagliente" che offre un buonissimo grip. Identica anche la posizione dei tasti e la loro funzione. L'unico particolare che differenzia One Plus 3 da 3T è quindi il colore. Il grigio che caratterizza la back cover dell'ultimo arrivato è infatti sensibilmente più intenso di quello del già noto One Plus 3.

  One Plus 3 One Plus 3T
OS Android 6.0.1 Marshmallow con OxygenOS Android 7.0 Nougat
Processore Qualcomm Snapdragon 820
Dual-core 2.2 GHz & Dual-core 1.6 GHz
Qualcomm Snapdragon 821
Quad-core 2,35 GHz
RAM 6 GB LPDDR4 6 GB LPDDR4
Display

AMOLED da 5,5"

AMOLED da 5,5"
Risoluzione 1080 x 1920 pixels 1080 x 1920
Densità di pixel 401 PPI 401 PPI
Storage 64 GB
Non espandibili
64/128 GB
Non espandibili
Fotocamera Anteriore 8 MP 16 MP
Fotocamera Posteriore 16 MP OIS con flash LED
e messa a fuoco PDAF
16 MP OIS con flash LED
e messa a fuoco PDAF
Connettività 4G LTE
Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac
GPS / GLONASS
Bluetooth 4.1
4G LTE
Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac
GPS / GLONASS
Bluetooth 4.1
Sensore biometrico Touch Touch
Batteria 3000 mAh 3400 mAh
Dimensioni 152.7 x 74.7 x 7.35 mm 152.7 x 74.7 x 7.35 mm
Peso 158 g 158 g

Stesso discorso per quanto riguarda il display. L'unità con la quale è equipaggiato One Plus 3T è esattamente la stessa utilizzata in One Plus 3, ovvero un pannello da 5,5 pollici di diagonale a risoluzione FullHD. Si tratta di un display di tipo Optic AMOLED, in grado di garantire una buona fedeltà cromatica e un altissimo contrasto per via del nero assoluto, caratteristica tipica degli schermi a matrice OLED che spengono letteralmente i pixel nelle zone più buie. Molto buono anche l'angolo di visione.

Dal punto di vista dell'hardware nudo e crudo troviamo invece il primo cambiamento. One Plus 3T è infatti caratterizzato dalla presenza di un SoC Qualcomm Snapdragon 821, un chip quad-core a 2,35 GHz di frequenza operativa massima che si attesta su livelli prestazionali leggermente superiori rispetto allo Snapdragon 820 che si trovava in One Plus 3. Una differenza che comunque si limita ad un numero riportato sulla scheda tecnica. A livello di prestazioni, infatti, i due terminali si equivalgono, complici anche i 6 GB di RAM di ognuno dei due e, soprattutto, la presenza di una memoria interna dedicata di tipo UFS 2.0 davvero molto veloce.

Sostanzialmente invariato anche il comparto fotografico, almeno per quanto riguarda il modulo principale, caratterizzato da un sensore che offre una risoluzione di 16 megapixel e una lente accreditata di una apertura focale f/2.0. In generale la qualità degli scatti è molto buona. Sicuramente facilitata in condizioni di luce ottimale, la fotocamera si difende infatti bene anche in presenza di scene non illuminate al meglio. Merito ovviamente della stabilizzazione ottica, che viene ulteriormente migliorata grazie ad un nuovo algoritmo software che lavora in simbiosi con la parte meccanica per rendere al meglio. Non manca la possibilità di registrare video in 4K così come abbiamo potuto spesso apprezzare l'intervento dell'HDR in modalità Automatica.

Molto interessante, invece, l'aggiornamento che riguarda la camera anteriore. Il nuovo sensore posto nella parte frontale dello smartphone pareggia infatti il conto dei pixel con quello della fotocamera proncipale. Selfie da 16 milioni di pixel non sono sicuramente all'ordine del giorno ma, essendo questa la moda del momento, è indubbio che si tratti di una carattieristica che sarà sicuramente molto apprezzata. Buona anche la qualità degli scatti frontali, anche in caso di luminosità non perfetta. Manca ovviamente in questo caso la stabilizzazione, motivo per il quale bisogna prestare molta attenzione al micro-mosso.

Anche il software non cambia. O meglio; i due prodotti presentavano versioni differenti della stessa interfaccia fino a pochi giorni fa. Poi, come preannunciato dalla stessa azienda, con l'avvento dell'aggiornamento a Nougat le differenze sono state annullate e la versione di OxygenOS presente a bordo di One Plus 3 e 3T è risultata fondamentalmente identica.

Nel dettaglio ci riferiamo alla versione 4.0.2 dell'interfaccia personalizzata di One Plus, basata su Android 7.0 Nougat, dal quale la UI custom in questione riprende gran parte delle caratteristiche estetiche. Le differenze principali con la versione stock di Android sono da ricercarsi in una possibilità di personalizzazione più profonda, in alcune funzioni software come il display Ambient e nella presenza della schermata Shelf, una sorta di raccoglitore di informazioni che si popola di default con collegamenti ad applicazioni e contatti recenti, ma che può essere personalizzato con una serie di widget a proprio piacimento.

La differenza più importante in termini di utilizzo è data però dalla nuova batteria in dote a questa versione aggiornata di One Plus 3. Il modulo inserito in 3T offre infatti ben 400mAh in più rispetto al corrispettivo della precedente generazione. Un incremento pari a circa il 15%, che porta la capacità complessiva a 3400mAh. Un dato ora interessante, che permette allo smartphone di guadagnare qualche ora di autonomia operativa (un'ora circa di schermo acceso) e di raggiungere così in tranquillità la completa giornata di utilizzo, anche molto intenso.

Non manca il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali posto alla base del display e funzionante in maniera molto veloce ed efficace. Così come viene ereditato dai modelli precedenti il comodissimo selettore laterale che permette di passare da una modalità d'uso all'altra con un solo, semplicissimo, gesto.

Da non dimenticare poi la presenza in confezione del caricatore rapido con tecnologia Dash Charge che permette di caricare lo smartphone molto rapidamente e che offre una particolare tecnologia per il controllo della temperatura che contiene il calore all'interno dello smartphone in modo da non recare danni alla batteria nelle operazioni di ricarica. Sicuramente un accorgimento estremamente utile, specialmente ora che i caricatori rapidi mettono sotto torchio le batterie degli smartphone in maniera non indifferente.

Insomma, una soluzione davvero completa in ogni dettaglio. Si ma a che prezzo? Beh, qui viene il bello perché rispetto alla concorrenza One Plus 3T offre un prezzo che possiamo tranquillamente definire concorrenziale. L'unico modo per acquistare questo smartphone è attualmente online, sullo store ufficiale One Plus, e non possiamo per questo motivo parlare di street price ma solamente di prezzo di listino che, tuttavia, si ferma a 439 euro. A nostro parere siamo quindi di fronte ad una cifra più che adeguata per uno smartphone sicuramente soddisfacente a 360 gradi.

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
floc09 Febbraio 2017, 14:49 #1

Per carita' ottimo prezzo per l'hardware ma nessuno regala nulla, per 450 euro si compra un telefono con tutti i pro elencati ma senza assistenza e con problemi noti di latenza al touch screen. Aggiungiamo che e' "complicato" scaricare l'acquisto di telefoni cinesi, quindi gia' per i professionisti lo escluderei a priori.
tgup09 Febbraio 2017, 15:58 #2
Ho l'OP3T da più di due mesi. Confermo, è un top di gamma a tutti gli effetti, anche superiore sotto certi aspetti al mio altro telefono, un S7 flat. L'assistenza, poi, ha fatto grossi progressi rispetto a due anni fa quando avevo l'OPO. Mi hanno sostituito il 3T per presunti problemi al sensore di impronte (di cui non ero nemmeno troppo sicuro, per essere onesto) senza fiatare. In una settimana è arrivato uno nuovo ed imballato. Non ci sono problemi di latenza nell'uso reale, son 'masturbazioni' mentali tipiche dei possessori Oneplus, particolarmente appassionati e quindi molto reattivi a benchmark e cose del genere.
matrix8309 Febbraio 2017, 16:11 #3
Originariamente inviato da: floc
Per carita' ottimo prezzo per l'hardware ma nessuno regala nulla, per 450 euro si compra un telefono con tutti i pro elencati ma senza assistenza e con problemi noti di latenza al touch screen. Aggiungiamo che e' "complicato" scaricare l'acquisto di telefoni cinesi, quindi gia' per i professionisti lo escluderei a priori.


Ormai i telefoni sono tutti "cinesi". L'ho appena preso, passato dall'1 al 3t. Tranne il 2 che non aveva molto senso di esistere, sono dei top di gamma a tutti gli effetti. I problemi di cui parli sono stati risolti (basta cambiare una linea in un file), l'assistenza c'è sempre stata ed è europea, non so di cosa parli hanno un punto in ogni continente. Per 430€ non c'è di meglio, considerando che te lo puoi tenere tranquillamente per molti anni. A quel prezzo non c'è nessun telefono che abbia le stesse cose, l'unico che si avvicina è l'asus zenphone deluxe, che costa oltre 600 o l'ultimo xiaomi che però non ha la banda 20.
floc09 Febbraio 2017, 16:50 #4
Sono tutti costruiti in cina. La differenza e' chi dice ai cinesi di costruire cosa, e come. E li' sta la differenza di prezzo, oltre che nel supporto.
TheSim09 Febbraio 2017, 16:55 #5
Originariamente inviato da: floc
Per carita' ottimo prezzo per l'hardware ma nessuno regala nulla, per 450 euro si compra un telefono con tutti i pro elencati ma senza assistenza e con problemi noti di latenza al touch screen. Aggiungiamo che e' "complicato" scaricare l'acquisto di telefoni cinesi, quindi gia' per i professionisti lo escluderei a priori.


da "professionista" preferisco spendere 450 euro qui che "600/700 scaricabili all'80%" in un samsung e compagnia bella.
Ho avuto molti più problemi con samsung che con "cinafonini" tipo Xiaomi, ho un note 3 pro xiaomi da 11 mesi (pagato 220€ con garanzia di 24 mesi e centro assistenza in italia), lo uso per lavoro, con due schede sim sempre attive e non perde un colpo.
X3n009 Febbraio 2017, 17:08 #6
Originariamente inviato da: floc
Per carita' ottimo prezzo per l'hardware ma nessuno regala nulla, per 450 euro si compra un telefono con tutti i pro elencati ma senza assistenza


In realtà io ho avuto un problema mesi fa sul mio OP2, mi era morto il lettore d'impronte.
Devo dire che l'assistenza è stata di grande livello, meglio di quella di samsung, per fare un esempio.

Meno di 10 giorni tra spedizioni e riparazione.
Tutto sommato son molto soddisfatto.
ciocia09 Febbraio 2017, 17:10 #7
Ho OP3 liscio.
Con android7 come cavolo si tolgono le notifiche popoup a video?!?
Sono fastidiose mentre sto giocando... Mi sembra di capire che l'unica è mutarle ( che non vorrei fare ). Con android6 c'era un'opzione che col 7 è sparita...
Surrucagnolo09 Febbraio 2017, 19:27 #8
Per carita' ottimo prezzo per l'hardware ma nessuno regala nulla, per 450 euro si compra un telefono con tutti i pro elencati ma senza assistenza e con problemi noti di latenza al touch screen. Aggiungiamo che e' "complicato" scaricare l'acquisto di telefoni cinesi, quindi gia' per i professionisti lo escluderei a priori.


Ahahaha ecco il disinformato.
globi09 Febbraio 2017, 22:05 #9
Senza SD slot e prezzo da 600€ per il modello 64GB e verso i 700€ per quello da 128GB, prezzo probabilmente onesto riguardo alle prestazioni hardware ma che comunque io non andrei a sfruttarle, inoltre ha una batteria risicata per un 5,5 pollici di alte prestazioni.
evil weasel10 Febbraio 2017, 00:19 #10

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^