iPhone 3G: l'11 Luglio arriva in Italia

iPhone 3G: l'11 Luglio arriva in Italia

Apple presenta la seconda generazione iPhone, ora con modulo GPS e connettività 3G, ad un prezzo finale di vendita inferiore rispetto al modello di prima generazione. Obiettivo? Ritagliarsi una buona fetta di mercato nel panorama telefonico mondiale, Italia compresa. Sempre che si possa ancora parlare di semplice telefono.

di Andrea Bai pubblicato il nel canale Apple
AppleiPhone
 

Introduzione

Come sempre, anche la conferenza d'apertura della Apple WWDC 2008 si apre all'insegna dei numeri: l'annuale appuntamento degli sviluppatori legati al mondo della mela fa segnare per l'edizione 2008 un tutto esaurito con 5200 partecipanti. Per una settimana il Moscone Center di San Francisco ospiterà un totale di 147 sessioni tecniche, 85 delle quali dedicate ai sistemi Mac e a Mac OS X e 65 ad iPhone.

Steve Jobs, a capo dell'azienda di Cupertino, prima di passare ai temi caldi del momento preannuncia prevemente che la prossima versione di Mac OS X sarà disponibile nel giro di circa un anno e verrà identificata dal nome in codice Snow Leopard. Una comunicazione lapidaria, perché come ben sapranno i più informati, sarà tutt'altro il tema della conferenza: l'universo iPhone.

Jobs da' il via alle danze ritornando sul Software Development Kit rilasciato nel corso del mese di marzo, ancora una volta per snocciolare numeri: il programma di sviluppo ha visto, sin dal giorno dell'attivazione, più di 250 mila download dei pacchetti SDK e 25 mila sviluppatori che hanno richiesto l'adesione del programma a pagamento. Di questi solo 4 mila sono stati ammessi da Apple.

Il programma ha visto un interesse piuttosto fervente da parte delle aziende: Jobs afferma infatti che al programma di sviluppo ha partecipato il 35% delle aziende inserite nella graduatoria Fortune 500, tra cui le cinque principali banche e le cinque aziende impegnate nel campo della sicurezza, sei compagnie aeree, otto tra le principali compagnie farmaceutiche e altrettante aziende coinvolte nel campo dell'intrattenimento.

Ricordiamo, infatti, che tra le caratteristiche più importanti che saranno implementate nel firmware 2.0 per iPhone vi è tutta una serie di strumenti e tecnologie dedicati proprio all'azienda: a partire dalla compatibilità Exchange per utilizzare i sistemi di comunicazione aziendale basati su Microsoft Exchange Server 2004 e 2007, passando dal supporto alle tecnologie IPsec VPN di Cisco, al fine di poter conseguire il più elevato livello di criptatura IP-based possibile e ancora continuando con l'implementazione del protocollo di sicurezza WPA2 Enterprise.

 
^