Un progetto Indiegogo per profumare l'aria con la tecnologia

Un progetto Indiegogo per profumare l'aria con la tecnologia

Grazie ad un sistema di ventilazione miniaturizzato e tecniche di fotocatalisi UV VentiFresh pinta ad abbattere i fastidiosi odori che si possono formare in piccoli spazi, molto spesso presenti nelle nostre abitazioni

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:28 nel canale Web
 

Gli ambiti di utilizzo della tecnologia possono essere in alcuni casi i più disparati, ma quale motivazione per la sua adozione troviamo spesso la volontà di risolvere problemi pratici della vita di tutti i giorni. Ed è proprio questa la considerazione che ho fatto la scorsa settimana, quando in occasione di alcuni giorni trascorsi a Taipei per appuntamenti di lavoro ho potuto vedere in funzione un sample di VentiFresh, un prodotto che è in questi giorni al centro di una campagna Indiegogo.

Si tratta di un purificatore d'aria per ambienti di ridotte dimensioni, come un cestino per la spazzatura, che viene alimentato attraverso un tradizionale cavo USB e che non necessita di alcun tipo di manutenzione. A differenza di altri prodotti di questo tipo Ventifresh non ha infatti un principio di funzionamento basato su sostanze chimiche inserite al suo interno, tantomeno sfrutta filtri che devono essere tenuti periodicamente puliti.

ventifresh_1.jpg (25118 bytes)

VentiFresh è basato sull'utilizzo di semiconduttori, integrando un sistema di ventilazione miniaturizzato e tecniche di fotocatalisi UV: questo permette di purificare l'aria di piccolo ambienti chiusi, come per l'appunto un bidone della spazzatura o un vano nel quale vengono riposte le scarpe. Il volume dell'ambiente da trattare è ovviamente ridotto in virtù delle dimensioni e della richiesta energetica di VentiFresh, mentre un sensore di luminosità blocca il funzionamento nel momento in cui sia presente illuminazione d'ambiente, come quando si apre il bidone della spazzatura o l'armadietto nel quale VentiFresh è riposto.

Il funzionamento di VentiFresh è estremamente semplice ed intuitivo: una volta posizionato, anche sfruttandone la base magnetica, è sufficiente accenderlo collegandolo all'alimentazione di rete via cavo USB e di fatto dimenticarsi della sua presenza. Il funzionamento non richiede manutenzione e questo rappresenta un evidente vantaggio rispetto ad altre soluzioni per la rimozione degli odori, per quanto le dimensioni complessive permettano di trattare ambienti molto circoscritti.

ventifresh_2.jpg (55933 bytes)

VentiFresh è un prodotto che punta sulla compattezza e sulla semplicità per risolvere un problema che si può verificare in molti ambienti domestici. L'aspetto esterno non permette di cogliere quale sia la tecnologia impiegata al suo interno, ma è questa la peculiarità dell'approccio utilizzato dallo sviluppatore: riuscire ad unire tecnologie complesse in modo differente rispetto a quanto fatto in precedenza così da risolvere problemi semplici ma che possono presentarsi con notevole frequenza un po' a chiunque.

La pagina ufficiale di Indiegogo su VentiFresh è accessibile online a questo indirizzo: sono disponibili ulteriori informazioni ed è possibile finanziare la campagna di croudfunding che resterà attiva per circa 1 mese.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
GabrySP24 Novembre 2016, 12:47 #1
siamo ai livelli della "Wash Ball"
inkpapercafe24 Novembre 2016, 12:52 #2
Certo, chi di noi non ha la pattumeria con le porte usb in casa?
Toy58624 Novembre 2016, 13:57 #3
Originariamente inviato da: inkpapercafe
Certo, chi di noi non ha la pattumeria con le porte usb in casa?


non ti serve l'usb nella pattumiera, è scritto chiaro che serve una presa di corrente
Vash8824 Novembre 2016, 16:03 #4
Se questo purificatore ammazza spore e odori può avere senso in una scarpiera. Molte persone si trovano con i funghi nelle unghie dei piedi perché tengono le scarpe umide in luoghi che favoriscono la proliferazione. Non sarà la soluzione migliore ma è comoda.
RenatoT25 Novembre 2016, 05:42 #5
I batteri stanno al camminare come l'assenza di batteri sta alla sedia rotelle.

... meglio addestrare il nostro sistema immunitario... stessa cosa per il cervello, i muscoli... tutto ciò che è organico.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^