Giphy è di Facebook: più spazio per le GIF animate in Istagram

Giphy è di Facebook: più spazio per le GIF animate in Istagram

Il colosso di Menlo Park acquisisce il famoso servizio di condivisione di GIF animate. Sarà integrato più strettamente con Instagram, ma per il momento non si prevede di tagliar fuori gli altri servizi che già ne fanno uso

di pubblicata il , alle 17:32 nel canale Web
FacebookInstagram
 

Facebook ha acquisito Giphy, il servizio di GIF-sharing che ora diventerà parte di Instagram. I piani del social network di Zuckerberg sono quelli di integrare le librerie di GIF animate di Giphy in maniera più profonda all'interndo di Instagram, dove vengono usate prevalentemente nelle Storie, e in altri servizi di Facebook.

Non è chiaro quanto Facebook abbia offerto per l'acquisizione di Giphy: la società di Menlo Park non ha comunicato ufficialmente alcuna cifra, ma alcune indiscrezioni parlano di una somma di circa 400 milioni di dollari. "Avvicinando Instagram e Giphy possiamo rendere più semplice per le persone trovare le GIF e gli sticker nelle Storie e nei Direct Message" ha commentato Vishal Shah, vicepresidente di prodotto per Facebook.

La società ha usato per anni le API per integrare le GIF di Giphy nei suoi servizi, e Instagram da sola è già responsabile del 25% del traffico quotidiano di Giphy, mentre un'altro 25% proviene dalle altre app dell'ecosistema di Facebook.

Per il futuro immediato Facebook non intende escludere altre realtà dai servizi di Giphy: "Continueremo a mantenere Giphy disponibile per un ecosistema più ampio". L'accesso alla libreria di GIF animate di Giphy sarà quindi ancora possibile con le API, così come a sticker ed emoji. I servizi di Giphy sono oggi usati da realtà quali Twitter, Slack, Skype, Tinder e Samsung.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^