In arrivo i primi smartphone Ubuntu: Canonical annuncia i produttori

In arrivo i primi smartphone Ubuntu: Canonical annuncia i produttori

Canonical non abbandona il progetto sullo smartphone Ubuntu, nonostante il fallimento della campagna di crowdfunding su Indiegogo di Edge. Oggi ha annunciato i nomi dei primi partner commerciali: i primi smartphone Ubuntu sono attesi entro la fine dell'anno

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Telefonia
Ubuntu
 

Canonical ha confermato di aver siglato accordi con due partner hardware, in modo da dare il via alla distribuzione su scala internazionale dei primi smartphone basati su Ubuntu. L'obiettivo della società è quello di rilasciare i primi modelli entro la fine dell'anno.

In questo modo risultano evidenti le aspirazioni della società di rilasciare una piattaforma mobile competitiva, nonostante il fallimento della campagna in crowdfunding di Ubuntu Edge. Mercoledì Canonical ha annunciato che i produttori hardware dei primi smartphone Ubuntu saranno la spagnola bq e la cinese Meizu.

Ubuntu

Anche se ad un primo impatto si tratta di nomi non particolarmente noti su scala internazionale, sono due brand diffusi all'interno dei loro mercati nazionali. I due marchi hanno preso impegni precisi con Canonical per portare nuovi smartphone basati esclusivamente su Ubuntu Touch OS sul mercato. L'annuncio combacia con i piani di Meizu: la società cinese ha dichiarato di recente di voler espandere la sua portata in altri mercati, oltre a quello cinese, a partire dal terzo trimestre di quest'anno.

Al momento è presto per parlare delle specifiche tecniche dei diversi prodotti, tuttavia Canonical ha lasciato intuire che Ubuntu Touch OS sarà disponibile su dispositivi del segmento medio e di quello alto del mercato. Attualmente non sono previsti, pertanto, smartphone di fascia bassa, mercato al quale Canonical non sembra rivolgersi. I dispositivi verranno inoltre commercializzati esclusivamente attraverso i canali di vendita online dei rispettivi produttori (almeno in un primo momento).

Lo smartphone bq dovrebbe essere dual-SIM, secondo quanto riportato dallo stesso Shuttleworth, CEO di Canonical, mentre la soluzione di Meizu dovrebbe basarsi su una piattaforma hardware già collaudata dal produttore cinese. Nonostante gli smartphone Ubuntu non siano progettati per una diffusione su larga scala, Canonical ha specificato di aver intrecciato rapporti con i più grandi operatori telefonici al mondo. È probabile, quindi, che in futuro gli smartphone Ubuntu possano apparire all'interno degli inventari degli operatori, così come nei rivenditori fisici autorizzati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7720 Febbraio 2014, 12:33 #1
Tutto molto bello (forse)..

Domande:

1- ubuntu touch è ubuntu linux 100%? Posso installarci i software desktop come nulla fosse?

2- le app android saranno compatibli in qualche modo o potremo contare solo su appositi store?
san80d20 Febbraio 2014, 12:55 #2
sta diventando una telenovela
skyline9020 Febbraio 2014, 12:55 #3
Originariamente inviato da: demon77
Tutto molto bello (forse)..

Domande:

1- ubuntu touch è ubuntu linux 100%? Posso installarci i software desktop come nulla fosse?

2- le app android saranno compatibli in qualche modo o potremo contare solo su appositi store?


"software desktop" <-- sbagliato

meglio dire software compilati per ARM visto che i chip saranno arm, questa limitazione non è un problema OS ma un problema di hardware, fin quando intel o amd non rilasceranno cpu in grado di consumare poco e rendere molto e essere x86 avremmo sempre questi problemi di compatibilità
demon7720 Febbraio 2014, 13:34 #4
Originariamente inviato da: skyline90
"software desktop" <-- sbagliato

meglio dire software compilati per ARM visto che i chip saranno arm, questa limitazione non è un problema OS ma un problema di hardware, fin quando intel o amd non rilasceranno cpu in grado di consumare poco e rendere molto e essere x86 avremmo sempre questi problemi di compatibilità


Ok, giusto.
Quindi siamo davanti a qualcosa tipo windows RT?
Cioè lo chiamano UBUNTU ma potevano pure chiamarlo "gianluca" perchè di fatto è un sistema mobile a se stante che nulla ha da dire al restante mondo ubuntu.
E quindi l'idea di avere un tablet/smartphone che posato su una docking diventa una sorta di PC low level è da cantonare anche qui..
nickmot20 Febbraio 2014, 13:58 #5
Originariamente inviato da: skyline90
"software desktop" <-- sbagliato

meglio dire software compilati per ARM visto che i chip saranno arm, questa limitazione non è un problema OS ma un problema di hardware, fin quando intel o amd non rilasceranno cpu in grado di consumare poco e rendere molto e essere x86 avremmo sempre questi problemi di compatibilità


Veramente Linux per ARM è una realtà da anni, compresa la maggior parte del SW.
Persino Ubuntu ha la sua versione ARM, sia Server che desktop.

La filosofia alla base di Ubuntu Touch OS è proprio quella di avere UI e SW pensati per smrtphone ma collegandolo ad una Dockstation avere a disposizione un SO desktop vero e proprio, parco SW compreso.
Unrealizer20 Febbraio 2014, 14:08 #6
Originariamente inviato da: demon77
Tutto molto bello (forse)..

Domande:

1- ubuntu touch è ubuntu linux 100%? Posso installarci i software desktop come nulla fosse?

2- le app android saranno compatibli in qualche modo o potremo contare solo su appositi store?


1. se esiste per arm, si, altrimenti te lo compili tu
2. bisognerebbe portare Dalvik e il supporto alle API di android... tecnicamente possibile, ma non credo lo sia out-of-the-box (magari in futuro?)

Originariamente inviato da: skyline90
"software desktop" <-- sbagliato

meglio dire software compilati per ARM visto che i chip saranno arm, questa limitazione non è un problema OS ma un problema di hardware, fin quando intel o amd non rilasceranno cpu in grado di consumare poco e rendere molto e essere x86 avremmo sempre questi problemi di compatibilità


Baytrail?
Già il Clovertrail del mio tablet consuma abbastanza poco (la batteria dura più di quella del Surface di mia madre, la capacità è comparabile) ed è più potente, se escludiamo la GPU (quella del Tegra 3 asfalta la GMA 3150 del mio)

Originariamente inviato da: nickmot
Veramente Linux per ARM è una realtà da anni, compresa la maggior parte del SW.
Persino Ubuntu ha la sua versione ARM, sia Server che desktop.

La filosofia alla base di Ubuntu Touch OS è proprio quella di avere UI e SW pensati per smrtphone ma collegandolo ad una Dockstation avere a disposizione un SO desktop vero e proprio, parco SW compreso.


This ^
massimo79m20 Febbraio 2014, 15:58 #7
Originariamente inviato da: skyline90
"software desktop" <-- sbagliato

meglio dire software compilati per ARM visto che i chip saranno arm, questa limitazione non è un problema OS ma un problema di hardware, fin quando intel o amd non rilasceranno cpu in grado di consumare poco e rendere molto e essere x86 avremmo sempre questi problemi di compatibilità



veramente nel mondo linux per il 90% non ha senso dire "compilati per architettura X". prendi il sorgente e lo compili. uso gli stessi sorgenti sia per il mio X64 che per il mio raspi o per la mia sun ultra5 e mai un problema.

in questi giorni ho installato sul raspi (quindi arm) il jdk7, apache, tomcat, software per minare bitcoin per un amico, e non un problema che fosse uno (a parte le dipendenze, avendo slack).
Benjamin Reilly20 Febbraio 2014, 16:57 #8
se non sbaglio i kernel android sono quelli delle distribuzioni linux.
Tedturb020 Febbraio 2014, 17:15 #9
Originariamente inviato da: demon77
Tutto molto bello (forse)..

Domande:

1- ubuntu touch è ubuntu linux 100%? Posso installarci i software desktop come nulla fosse?

2- le app android saranno compatibli in qualche modo o potremo contare solo su appositi store?



no, no, e forse

1) ubuntu touch sembra che attualmente sia di fatto una cyano con un po di roba sopra (qt fra le altre cose).
Non c'e' X, ma c'e' XMir (o forse wayland, ancora?), quindi tutta la roba che si appoggia ad X per la parte grafica non gira.
2) forse.. se qualcuno ci porta una dalvik. In teoria essendo una cyano non dovrebbe essere fantascienza. in pratica canonical potrebbe volerla castrare (o potrebbe averlo gia fatto, non mi sono informato)
massimo79m20 Febbraio 2014, 17:27 #10
Originariamente inviato da: Benjamin Reilly
se non sbaglio i kernel android sono quelli delle distribuzioni linux.


se non sbaglio sono derivati da linux, ma non uguali.

>2- le app android saranno compatibli in qualche modo o potremo contare solo su appositi store?

potrebbero metterci un layer di compatibilita', visto che le app android sono scritte in java, e funzionano con una VM, quindi creando una VM compatibile per ubuntu si riuscirebbe a farla girare. gia' ora le app android vengono create su pc con un emulatore.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^