A-Data S596, SSD con controller JMicron JMF612

A-Data S596, SSD con controller JMicron JMF612

Sebbene non ancora annunciati ufficialmente, A-Data presenterà una famiglia di Solid State Drive con il nuovo controller JMicron 612

di pubblicata il , alle 08:34 nel canale Storage
 

A-Data, stando a TechConnect, affiancherà ben presto alla propria produzione di Solid State Drive il modello S596, caratterizzato dalla presenza di un controller JMicron 612. JMicron si è resa tristemente famosa, fra gli appassionati, a causa del controller JMicron 602, adottato in massa nei Solid State Drive di prima generazione e in uso ancora oggi su alcuni modelli.

Questo controller è affetto da un decadimento prestazionale quasi imbarazzante in scrittura, tanto da rendere particolarmente lenti i Solid State Drive che ne sono equipaggiati. Un problema emerso praticamente in tutti i test prestazionali, compresi i nostri, rendendo di fatto JMicron un nome da evitare se abbinato ad un Solid State Drive.

JMicron però non produce solo quel controller. Già in occasione del Computex di Taipei abbiamo avuto modo di prendere contatto con il modello JMicron 612, di tutt'altra pasta rispetto al 602. L'adozione del controller JMicron 612 si concretizzerà presto nel disco S596 di A-Data, le cui prestazioni dichiarate sono di 250MB al secondo in lettura e 180MB al secondo in scrittura, e sarà venduto nei tagli di 64GB, 128GB e 256GB, ottenuti con chip MLC.

Ritroviamo nei dischi anche una presa mini-USB, utile per eseguire backup attraverso questa comoda e diffusissima interfaccia, sebbene limitata in termini di banda rispetto alle potenzialità del disco. Si tratta quindi di una seconda chance per JMicron e, stando a quanto dichiarato, il nuovo controller potrebbe rivelarsi una gradita sospresa. Nessuna indicazione per quanto riguarda i prezzi, anche se probabilmente saranno resi pubblici entro le festività natalizie.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
StyleB30 Ottobre 2009, 08:37 #1
il fatto che l'azienda abbia fatto un buco nell'acqua con il controller 602 non significa chene debba far altri....alla fine tutte e ripeto tutte le aziende han avuto i loro fiaschi, l'importante è che imparino dai loro errori...
Sig. Stroboscopico30 Ottobre 2009, 08:48 #2
Il problema è che una volta bruciati la concorrenza è molto favorita e gli acquirenti prevenuti.
Speriamo in un taglio del prezzo e in una maggiore concorrenza.

Ciao
Human_Sorrow30 Ottobre 2009, 08:48 #3
".. 250MB al secondo in lettura e 180MB al secondo in scrittura .."

2 da 64GB in RAID 0 mi renderebbero molto felice !!!
Metax30 Ottobre 2009, 08:54 #4
Non credo che JMicron abbia fatto un buco nell'acqua, viste le migliaia di SSD dotate del pessimo 602. Tuttavia, il costo di questo controller è contenuto e permette ai produttori di SSD di essere particolarmente aggressivi sul prezzo.
Vista la poca esperienza degli utenti, fisiologica per un settore al debutto, perché non fare una bella operazione di marketing su vasta scala? Tanto, finché il pubblico non percepisce la trombata in agguato, si vende.
atomo3730 Ottobre 2009, 09:25 #5
interessante, a-data ha quasi sempre prezzi molto competitivi.
avvelenato30 Ottobre 2009, 09:27 #6
Il buco nell'acqua l'ha fatto in quanto chi spende centinaia di euro per un prodotto che anziché risolvere problemi e regalare soddisfazioni, crea problemi e regala frustrazioni, si ritroverà più restìo ad osare, in futuro. E probabilmente eviterà il brand anche se si rivelasse prestazionale ed economicamente concorrenziale. Non siamo macchine razionali e un certo grado di fanboysmo, di affettività o disaffettività nei confronti delle aziende, è prevedibile e neanche tanto sbagliato.

Detto questo, jmicron pagherà il suo errore, in quanto per incoraggiare le utenze a non diffidare più dei suoi prodotti, dovrà offrire un ottimo controller ad un ottimo prezzo, a costo di rimetterci un po' di margine. E a vantaggio di tutte le persone razionali che non si lasceranno influenzare dal trascorso.
djfix1330 Ottobre 2009, 09:50 #7
per me più dei "buchi nell'acqua" fatti dalle aziende mi interessano i risultati! se l'SSD con il 612 jmicron è prestante non ha alcuna importanza se quelli di prima facevano pena! stesso discorso vale tra Intel e AMD...il giorno che AMD (come già successo negli anni) supererà Intel io venderò solo il processore migliore aldilà della marca...
magilvia30 Ottobre 2009, 10:05 #8
2 da 64GB in RAID 0 mi renderebbero molto felice !!!

mmm guarda, al momento nessun controller RAID è in grado di passare il comando TRIM quindi meglio lasciar perdere il RAID. Io sarei molto felice anche con uno solo di questi
AceGranger30 Ottobre 2009, 11:10 #9
Originariamente inviato da: Metax
Non credo che JMicron abbia fatto un buco nell'acqua, viste le migliaia di SSD dotate del pessimo 602. Tuttavia, il costo di questo controller è contenuto e permette ai produttori di SSD di essere particolarmente aggressivi sul prezzo.
Vista la poca esperienza degli utenti, fisiologica per un settore al debutto, perché non fare una bella operazione di marketing su vasta scala? Tanto, finché il pubblico non percepisce la trombata in agguato, si vende.


per un semplicissimo fatto: fu la prima e unica per un periodo di tempo a distribuire controller per SSD; l'altra era Intel, ma non vendeva il suo controller, ma semplicemente vendea il disco completo che veniva rimarchiato da Corsair e Kingston;

Di fatto ha fatto eccome un buco nell'acqua, visto che attualmente ovunque si parli di SSD Jmicron = Peste;

non appena sono usciti i controller Indilinx e Samsung è stato subito abbandonato da tutte le case produttrici serie;

Originariamente inviato da: magilvia
mmm guarda, al momento nessun controller RAID è in grado di passare il comando TRIM quindi meglio lasciar perdere il RAID. Io sarei molto felice anche con uno solo di questi


Gli SSD con controller Indilinx possiedono anche il GC, che permette loro di Autotrimmarsi; praticamente se ti disconnetti dal SO il controller inizia da solo a ripulire il disco; la differenza è che con il comando TRIM la pulizia la fai in 5 secondi su tutto il disco, mentre con il GC il controller fa un pezzo per volta; è stato fatto apposta per i RAID e per i SO che non supportano il TRIM; di fatto con questo sistema ottieni li stessi risultati del TRIM
Enrox30 Ottobre 2009, 11:27 #10
Io ho due SSD OCZ con il tristemente famoso controller JMicron 602 in raid 0, e' vero che di tanto in tanto si notano rallentamenti in scrittura, ma la cosa non e' affatto cosi' frequente e cosi' drammatica.
Alla fine con 100 euro ho 60 GB di disco di sistema perfettamente silenzioso, fa il boot in meno di 20 secondi, quando appare il desktop e' immediatamente funzionante senza alcun rallentamento, posso lanciare piu' programmi in rapida sequenza e si aprono istantaneamente senza esitazione, insomma rifarei subito l'acquisto.
Considerate che precedentemente come disco di sistema usavo un Velociraptor 300 GB e il salto di qualita' e' vistoso gia' con degli SSD considerati "scadenti".
Se adesso mi dicono che il nuovo controller risolve anche quei rari problemi che ho riscontrato... ben venga!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^