In collaborazione con TECHly

Display collegati sino a 50 metri di distanza, grazie a un cavo Ethernet

Display collegati sino a 50 metri di distanza, grazie a un cavo Ethernet

Grazie all'utilizzo di dispositivi extender è possibile collegare agevolmente periferiche e display con uscita HDMI, servendosi di cavi di rete. L'installazione in ambienti particolari, e con elevate distanze da coprire, risulta molto più semplice

di Redazione pubblicata il , alle 15:31 nel canale Schede Video
 

La diffusione di display ad alta risoluzione è fenomeno ben presente tanto ad operatori professionali come agli appassionati. Non è difficile trovare in ambiente domestico televisori con risoluzione Full HD dalla diagonale anche estremamente elevata, e non è infrequente per gli appassionati di cinema in casa l'optare per un videoproiettore abbinato ad uno schermo a scomparsa montato un un controsoffitto.

A fronte di questa elevata diffusione dei display ad ampia diagonale, complice anche il ridotto spessore complessivo, fa da contraltare una potenziale difficile collocazione delle periferiche a questi ultimi collegate. Spesso per esigenze di arredamento, o anche solo per necessità tecniche, la distanza tra sorgente video (lettore Blu-Ray, decoder, PC o quant'altro venga utilizzato) e display può superare anche i 10 metri richiedendo l'utilizzo di cavi particolarmente lunghi e costosi, non sempre di agevole posizionamento in virtù del loro diametro e dello spessore dei connettori.

In commercio sono presenti cavi HDMI che arrivano sino alla lunghezza di 30 metri ma per distanze superiori, o per potersi assicurare una maggiore semplicità nell'installazione, può essere utile l'adozione di dispositivi extender con i quali due periferiche, dotate di collegamento HDMI, vengono interfacciate tra di loro non usando un cavo HDMI ma servendosi di un tradizionale cavo Ethernet.

extender_cat5_2.jpg (57258 bytes)

Un esempio è quanto proposto da Techly con l'Extender HDMI su cavo CAT5/6 50m, il cui nome mette già chiaramente in evidenza le principali caratteristiche tecniche. Il collegamento tra i dispositivi, dotati di interfaccia HDMI, avviene attraverso un cavo ethernet di tipo CAT5e oppure CAT 6, con la possibilità di raggiungere una distanza massima di 50 metri con risoluzione di 1080p.

I formati video supportati vanno dallo standard definition sino ai 1080 pixel verticali, sia 1080i che 1080p. Per ogni canale video viene assicurata una larghezza di banda di 165 MHz /1.65 Gbps, con profondità colore di 8 bit per ognuno dei 3 canali (24bit complessivi). Anche la componente audio è gestita da questo collegamento, sino ad un massimo di 2 canali non compressi LPCM.

Nella confezione dell'extender troviamo due box in acciaio identici, uno sender da collegare alla sorgente video e l'altro receiver da collegare al display adottato, ciascuno con un alimentatore che per dimensioni ricalca quanto tipicamente fornito in dotazione con gli smartphone. Non mancano un manuale d'uso e installazione, completo nelle informazioni fornite, e due piccole staffe a L che permettono di montare sender e receiver a ridosso dei prodotti a quali sono collegati. Mancano del tutto i cavi di collegamento HDMI e Ethernet, che vanno acquistati a parte a seconda della necessità.

extender_cat5_1.jpg (52577 bytes)

L'installazione è rapida: collegati sender e receiver all'alimentazione si procede a configurare il display, in questo caso lo schermo secondario di un notebook, con la risoluzione video predefinita. Completata questa rapida procedura si è pronti per inviare allo schermo le immagini preferite, accompagnate anche da segnale audio stereofonico se presente.

Anche se basato su cavi Ethernet CAT 5e e CAT 6, questo prodotto non può essere collegato all'interno di una struttura di rete. Receiver e transmitter non sono dotati di indirizzo IP e il collegamento tra i due componenti avviene fisicamente con un cavo ethernet, ma non sfruttandone il protocollo. In questo caso sono le caratteristiche tecniche dei cavi e la comodità di installazione e utilizzo a spiegarne la scelta per collegare i due dispositivi di trasmissione e ricezione del segnale. Basti ad esempio pensare alla facilità con la quale un cavo ethernet può essere steso in una canalina di ridotto diametro e terminato con il connettore anche in un secondo tempo, cosa che di certo non può essere detta per un cavo HDMI sia per le dimensioni del connettore sia per l'elevato numero di cavi interni che rende molto difficile la terminazione con il connettore.

Extender HDMI su cavo CAT5/6 50m viene proposto a circa 120,00€ IVA inclusa, cifra che può apparire essere alta ma che è giustificata per quelle installazioni dove la distanza tra i dispositivi sia molto elevata e difficile poter stendere un cavo di collegamento che abbia un diametro superiore a quello dello standard Ethernet.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 
^