Red Hat 7.2 per Intel Itanium

Red Hat 7.2 per Intel Itanium

Red Hat annuncia la nuova Red Hat Linux 7.2 per processore Intel® Itanium

di pubblicata il , alle 12:33 nel canale Programmi
Intel
 

ps_itanium_cds.gif (5042 byte)

Red Hat annuncia la nuova Red Hat Linux 7.2 per processore Intel® Itanium

Red Hat ha annunciato la disponibilità di Red Hat Linux 7.2 per il processore Intel® Itanium(TM).

Red Hat Linux 7.2 per processore Itanium contiene il sistema operativo Red Hat Linux 7.2, il kernel 2.4 e il filesystem journaled ext3. Il prodotto supporta maggiori   quantitativi di memoria fino a processori 8 (caratteristica che testimonia l'elevata scalabilità).La nuova release di Red Hat mette a disposizione un set completo di tool per la configurazione e sicurezza

Red Hat Linux 7.2 per processore Itanium è studiato per l'utilizzo e il porting di applicazioni che richiedono prestazioni superiori su server e workstation high-end. La distribuzione permette inoltre di eseguire il porting di applicazioni UNIX(TM) a 32 bit su sistemi Itanium, nonché di sviluppare nuove applicazioni per sistemi Itanium che offrono maggiore affidabilità mission-critical su server e workstation high-end.

La release di Red Hat Linux 7.2 per i sistemi Itanium mette a disposizione degli sviluppatori nuovi strumenti per l'utilizzo e la gestione di applicazioni e servizi Linux a 64 bit.

Nuove caratteristiche di Red Hat Linux 7.2 per processore Itanium:

  • Kernel Linux 2.4.9 per una maggiore scalabilità
  • Filesystem journaled ext3 per l'affidabilità dei dati
  • Tool di configurazione della rete, gestione degli utenti e visualizzazione dell'hardware per l'infrastruttura e lo sviluppo
  • Configurazione del firewall durante l'installazione e Red Hat Network per una maggiore sicurezza
  • Supporto USB avanzato
  • File manager Nautilus
  • Ultime versioni degli ambienti GNOME e KDE

Caso vuole che la versione di kernel utilizzata, la 2.4.9, coindice con l'ultimo snapshot disponibile sul sito ufficiale di x86-64, l'architettura AMD rivale.

x86.jpg (9124 byte) ia64.jpg (5991 byte)

Per i meno addetti ai lavori, cerchiamo di spiegare meglio cosa si cela dietro i nuovi processori Intel Itanium.
I nuovi processori Intel Itanium sono caratterizzati da una tecnologia a 64 bit, sono estremamente costosi e praticamente dedicati ad applicazioni enterprise o mission  - critical. Al momento Linux è l'unico sistema operativo in grado di gestire tali nuove architetture hardware (escludendo la versione beta di Windows XP a 64 bit).

Le due architetture rivali di Intel e AMD hanno subito trovato un valido appoggio nella community di sviluppatori OpenSouce di tutto il mondo, che ha aiutato e tutt'ora si sta dando da fare per portare ad una maggiore maturità entrambi i progetti.

  • IA-64 essendo un'architettura completamente diversa dall'x86 prevede la riscrittura di molte porzioni di codice che hanno al loro interno riferimenti specifici a tecnologie differenti. Questo porterà ad avere, almeno all'inizio, una quantità di programmi ottimizzati relativamente bassa, tuttavia la qualità del lavoro fatto da Intel porterà i suoi frutti proprio quando il "parco" di software ottimizzato sarà sufficientemente ampio. Per ulteriori informazioni riguardo il progetto del porting di Linux per questa architettura, si faccia riferimento al "IA-64 Linux Project".
  • AMD con x86-64 ha scelto un approccio più "morigerato" ripercorrendo gli stessi passi fatti per passare dalla struttura a 16 bit a quella a 32 bit, proponendo di fatto un'espansione a 64 bit. Questo consentirà di ottenere piena velocità di esecuzione su tutto il software x86 a 32 bit esistente, e allo stesso tempo permetterà di ottenere un notevole boost prestazionale negli ambiti di utilizzo legati al mondo dei server e delle workstation di fascia alta. Per ulteriori informazioni, è online il sito ufficiale mantenuto da AMD e SuSE.

Si ricorda comunque che queste sono soltanto le ultime architetture arrivate nel mondo dei processori a 64 bit, dato che da tempo ormai Alpha, Sun, HP, IBM e altri grandi produttori commercializzano CPU a 64 bit di fascia alta, dal costo non propriamente contenuto. Per maggiori informazioni su tutte le architetture che Linux attualmente supporta, si faccia riferimento al sito ufficiale del Kernel.

tnx Moreno

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^