Macromedia aggiorna Dreamweaver

Macromedia aggiorna Dreamweaver

Macromedia ha recentemente rilasciato alcuni interessanti aggiornamenti per Dreamweaver

di pubblicata il , alle 10:11 nel canale Programmi
 

Macromedia ha recentemente rilasciato alcuni interessanti aggiornamenti per Dreamweaver, uno dei software più diffusi software per l'editing HTML e non solo...

Da fonti ufficiali Macromedia pare che l'aggiornamento introduca alcune interessanti migliorie, offrendo boost prestazionali pari al 50% su sistemi PC ed oltre 70 % su sistemi Mac.

Ulteriori informazioni sono disponibili a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dumah Brazorf16 Marzo 2004, 10:25 #1
"bust prestazionali pari al 50% su sistemi PC ed oltre 70 % su sistemi Mac"

Ellamadonna... chell'è il bust?
In che ambito sarà questo miglioramento? Non mi pare che il programma esegua calcoli pesanti, o cosa?
Ciao.
damas116 Marzo 2004, 10:29 #2
puo darsi serva a migliorare la velocità di lettura e ottimizzazione del codice..cmq piu che un editor html sta diventando un editor css..heheeheh
hardskin116 Marzo 2004, 10:42 #3
>sta diventando un editor css..heheeheh

ma lol.
sdt16 Marzo 2004, 11:03 #4
dreamweaver mx effettivamente avrebbe bisogno di una bella revisione... soprattutto per la visualizzazione delle tabelle e la stabilità.

cmq, questo upgrade è solo per la versione inglese...
sdt16 Marzo 2004, 11:06 #5
Originariamente inviato da Dumah Brazorf
In che ambito sarà questo miglioramento? Non mi pare che il programma esegua calcoli pesanti, o cosa?


immagino che dopo l'upgrade la smetta di pensarci cinque secondi ogni volta che si cambia lo stile di elementi appena più grandi di tre caratteri
damas116 Marzo 2004, 12:14 #6
magari ci pensa così tanto solo per essere sicuro di non sblagiare..muhahahah
lasa16 Marzo 2004, 12:53 #7
Era ora....
ldetomi16 Marzo 2004, 14:38 #8
Ma volete mettere la soddisfazione di usare un comune editor testuale? E' lunico modo veramente sicuro di fare quello che veramente si vuole senza aggiungere codice ridondante e soprattutto gestire nel modo più efficiente possibile la compatibilità cross-browser.
Tasslehoff16 Marzo 2004, 15:58 #9
Originariamente inviato da ldetomi
Ma volete mettere la soddisfazione di usare un comune editor testuale? E' lunico modo veramente sicuro di fare quello che veramente si vuole senza aggiungere codice ridondante e soprattutto gestire nel modo più efficiente possibile la compatibilità cross-browser.
Concordo con te sull'utilità degli editor di testi, è sempre il modo più semplice per modificare pagine web, statiche o dinamiche che siano.
Non sono d'accordo però sul giudizio che dai a Dreamweaver, di "fuffa" ne aggiunge veramente poca ed è utilissimo quando c'è da mettere mano a pagine fatte da sciagurati che non sanno usare che tabelle (dentro tabelle, dentro altre tabelle, dentro tabelle etc etc....), anche soltanto per capire che diavolo ci sia dentro...

Riguardo ai CSS: imho Dreamweaver è sempre stato molto carente da questo pdv, se si vuole usare i CSS in modo banale (classica formattazione del testo) va più che bene, se li si vuole usare in modo avanzato (quindi creando strutture che vadano anche a sostituire le tabelle) il software di Macromedia è gravemente insufficiente, molto meglio TopStyle
ldetomi16 Marzo 2004, 17:57 #10
In effetti è vero, Dreamweaver come editor evoluto non inserisce molta "schifezza" che è prerogativa degli editor più semplici; ciò non toglie che la scrittuara manuale del codice non ha paragoni, proprio per quello che ho detto prima riguardo alla compatibilità cross-browser.
Riguardo invece quello che dici sui siti fatti a tabelle annidate, questo purtroppo è un retaggio del passato. Quando non esistevano i CSS era l'unico modo di posizionare gli oggetti. Quello che trovo criticabile è che ancora adesso società che di professione sviluppano siti utilizzano ancora questa tecnica antiquata.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^