Internet Explorer è morto, e Microsoft è il suo boia

Internet Explorer è morto, e Microsoft è il suo boia

Dalle parole di Chris Capossela è chiaro che Internet Explorer avrà le ore contate una volta che il nuovo Spartan ne prenderà il posto su Windows 10 e successivi. Un epilogo del resto facile da prevedere

di Nino Grasso pubblicata il , alle 15:31 nel canale Programmi
Microsoft
 

Nonostante Microsoft abbia già fatto intuire che il brand Internet Explorer sia "in procinto di morire", la società ha confermato in via ufficiale che sta cercando un nuovo brand per il suo successore, conosciuto ad oggi con il nome di Spartan. L'obiettivo è quello di recuperare gli utenti perduti per strada nel corso degli anni, sempre più affascinati dalle prodezze che riescono ad offrire i browser concorrenti, Chrome su tutti.

Spartan
Microsoft Spartan, nome in codice del nuovo browser di Windows 10

"Stiamo valutando quale possa essere il nuovo brand, o il nuovo nome, che avrà il nuovo browser su Windows 10", ha dichiarato Chris Capossela, Marketing Chief di Microsoft durante l'evento Microsoft Convergence tenutosi lunedì scorso. "Internet Explorer continuerà ad esserci, ma avremo anche un nuovo browser chiamato Project Spartan, in cui Spartan è il nome in codice. Dobbiamo trovargli un nome", ha infine specificato.

Internet Explorer rimarrà in alcune versioni di Windows 10, ma solo ed esclusivamente per garantire piena compatibilità con alcuni siti web più vecchi o con alcuni strumenti del settore enterprise. Ma la modalità principale con cui si avrà accesso al World Wide Web con il prossimo sistema operativo sarà Spartan, elemento che stabilisce l'inizio della fine per Internet Explorer, storica soluzione per la navigazione su Windows.

StatCounter, dati sulla diffusione dei browser web nel mondo
StatCounter, dati sulla diffusione dei browser web nel mondo

Capossela non l'ha specificato in questi toni, ma è chiaro che Microsoft voglia ormai allontanarsi da un brand che viene spesso accostato ad un prodotto fallimentare, spesso instabile e poco sicuro. Nonostante Internet Explorer sia diventata fra le soluzioni migliori per navigare sul web, il nome è indissolubilmente legato ad una fama non proprio invidiabile. Anche la stessa Microsoft ha cercato di ironizzare sulle vecchie versioni del browser cercando di puntare sulle qualità delle nuove, senza comunque ottenere i risultati sperati.

Internet Explorer è infatti in piena caduta libera ormai da anni. Se si considerano le statistiche di StatCounter, il browser di Redmond è passato dal 70% delle quote di mercato globali del 2008 a meno del 20% di oggi, venendo ormai doppiato da Chrome. Un declino che appare inarrestabile, con la curva che potrebbe portare a risultati ancora più impietosi nel giro di pochi anni con un eventuale sorpasso anche da parte di Firefox. Sorpasso che in realtà in Italia (e molti altri paesi) è già avvenuto da poco più di un anno.

StatCounter, dati sulla diffusione dei browser web in Italia
StatCounter, dati sulla diffusione dei browser web in Italia

È chiaro che Spartan sia stato progettato soprattutto tenendo bene in mente le esigenze dell'utente di Chrome: non solo avrà il supporto alle ormai indispensabili estensioni di terze parti, ma anche la scelta del nome sarà operata - almeno in parte - sulla base dei gusti e del potenziale appeal dell'utente medio del browser di Google. Ad esempio, la società ha scoperto mediante una ricerca inglese che utilizzando Microsoft prima del nome segreto l'appeal generato sugli utenti Chrome aumenta: "Solo mettendo il nome Microsoft prima, la differenza di appeal sugli utenti Chrome diventa evidente", ha infine concluso il dirigente di Microsoft.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

77 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
koni17 Marzo 2015, 15:34 #1
ma siete sicuri di quelle statistiche ??
o contano anche il mobile e gli smartphone ??
Bivvoz17 Marzo 2015, 15:39 #2
Originariamente inviato da: koni
ma siete sicuri di quelle statistiche ??
o contano anche il mobile e gli smartphone ??


Ecco adesso parte un mega flame su come vengono rilevate le statistiche, su chi conta cosa e come conta
hek17 Marzo 2015, 15:39 #3
Io userei volentieri Chrome perché è molto più veloce di tutti gli altri browsers però ha una gestione dei Preferiti macchinosa e inoltre non ha la possibilità di far scegliere un URL già digitato semplicemente facendo clic col mouse sulla barra dell'indirizzo, cosa che ti costringe a scrivere ogni volta l'indirizzo a mano e trovo questo fastidioso. Inoltre, anche la gestione minimalistica dei pulsanti è molto fastidiosa e se ti serve un pulsante particolare devi andarlo a trovare, con conseguente perdita di tempo e bestemmie varie
Per tutti questi motivi, continuo a preferire il più lento Mozilla Firefox (anche nella sua versione Nightly a 64 bit).
Mr Chuck17 Marzo 2015, 15:41 #4
Originariamente inviato da: koni
ma siete sicuri di quelle statistiche ??
o contano anche il mobile e gli smartphone ??


il sottotitolo del grafico dice "Desktop, Tablet and Console".
cignox117 Marzo 2015, 15:42 #5
Anche se 20% mi sembra poco, non mi sorprende troppo: conosco pochissimi che usano IE, tra quelli che col pc lavorano o 'smanettano'. Per gli altri, alle volte si fanno configurare il sistema dall'amico, dal figlio o dal collega smanettone, che puntualmente gli installano FF o Chrome.


Io mi trovo bene sia con Chrome che con FF (anche se il primo mi pare un pó piú snello). In compenso ogni volta che devo usare IE mi va il sangue alla testa. Certo, forse l'ultima versione é buona e tutto, ma fino a poco tempo fa non c'era una ragione al mondo che mi facesse guardare ad IE.

Era sempre il piú lento, sempre il primo ad insozzarsi, sempre l'ultimo ad adeguarsi agli standard...
Bivvoz17 Marzo 2015, 15:43 #6
Originariamente inviato da: hek
Io userei volentieri Chrome perché è molto più veloce di tutti gli altri browsers però ha una gestione dei Preferiti macchinosa e inoltre non ha la possibilità di far scegliere un URL già digitato semplicemente facendo clic col mouse sulla barra dell'indirizzo, cosa che ti costringe a scrivere ogni volta l'indirizzo a mano e trovo questo fastidioso. Inoltre, anche la gestione minimalistica dei pulsanti è molto fastidiosa e se ti serve un pulsante particolare devi andarlo a trovare, con conseguente perdita di tempo e bestemmie varie
Per tutti questi motivi, continuo a preferire il più lento Mozilla Firefox (anche nella sua versione Nightly a 64 bit).


Io ho usato firefox dall'alba dei tempi (del web) fino a qualche anno fa, poi sono passato a chrome perchè firefox era rimasto troppo indietro in termini di reattività.
Recentemente però chrome è diventato veramente troppo invasivo, prima c'era il crash report (che però scommetto rilevi ben più dei crash) che partiva all'avvio del sistema operativo ma era disabilitabile da impostazioni avanzate adesso non è più disabilitabile se non entrando a smanettare nei file.
Sono quindi tornato a firefox che nel frattempo ha recuperato un po'.

Comunque a meno che non ci siano grossi problemi e differenze di risultati mai lasciare un software open source e libero dalle grande aziende
Mi sento un po' figlio dei fiori a dirlo ma i vantaggi sono evidenti
AleLinuxBSD17 Marzo 2015, 16:00 #7
Trovo positivo che la sostituzione del browser risulti sostanziale, dato che cambia il motore, è non soltanto il nome.
Negativo gli accennati problemi di compatibilità.

Per il resto, rimane un browser legato ad un'unico sistema, Windows, che può essere considerato sufficiente, per molti, data la schiacciante posizione di mercato, ma rimane qualcosa che tradisce i principi della Rete, quindi gli altri sistemi (google chrome e firefox) rimarrebbero comunque con questo vantaggio.
PaulGuru17 Marzo 2015, 16:03 #8
IE è il browser MS, morire significa non avere più un browser.

Se adesso MS ha un nuovo browser allora vuol dire solo che IE è stato rinominato, magari con una GUI differenti e qualche modifica strutturale.

Il chè può essere buono quanto vuoi ma salvo miracoli già all'uscita sarà il più bersagliato dagli hackers e gli aggiornamenti arriveranno sempre a ritmo di lumaca.
*aLe17 Marzo 2015, 16:04 #9
Sempre stato fedelissimo di Firefox per il desktop (a parte quelle due/tre cose che per forza richiedevano IE).
A lavoro per i miei colleghi è consuetudine usare Chrome, ma lo trovo veramente troppo lento/pesante e farraginoso (almeno per quello che vedo qui).
Infatti ho completato la mia personale migrazione a Firefox (dopo aver appurato che tutto funzioni come previsto, ovviamente) un paio di settimane fa.
Bivvoz17 Marzo 2015, 16:06 #10
Originariamente inviato da: PaulGuru
IE è il browser MS, morire significa non avere più un browser.

Se adesso MS ha un nuovo browser allora vuol dire solo che IE è stato rinominato, magari con una GUI differenti e qualche modifica strutturale ma è sempre il browser ufficiale MS.

Il chè può essere buono quanto vuoi ma salvo miracoli già all'uscita sarà il più bersagliato dagli hackers e gli aggiornamenti arriveranno sempre a ritmo di lumaca.


Stassera a Kazzenger

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^