Intel: chiusura del centro R&D di Glasgow

Intel: chiusura del centro R&D di Glasgow

Il colosso di Santa Clara continua la propria delicata fase di ristrutturazione: entro la fine dell'anno verrà chiuso un centro di ricerca e sviluppo situato nel Regno Unito

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:49 nel canale Processori
Intel
 

Come noto da qualche settimana Intel sta attraversando un delicato processo di ristrutturazione, a seguito di un periodo che ha visto giungere risultati al di sotto delle aspettative e una flessione nelle quote di mercato dei segmenti più importanti.

La scorsa settimana è circolata la notizia riguardante i progetti per la riqualificazione del comparto che si occupa della realizzazione di memorie flash NOR ritenuto, seppur di strategica importanza per Intel, quello forse maggiormente responsabile dei problemi del bilancio della compagnia.

E' invece di oggi la notizia che il colosso Californiano ha intenzione di chiudere il centro di R&D (ricerca e sviluppo) situato a Glasgow, nel Regno Unito, che attualmente è composto da 17 ricercatori che focalizzano il proprio lavoro sull'elaborazione di segnali analogici e digitali. Il centro sarà chiuso entro la fine dell'anno in corso.

I 17 impiegati potranno entrare a far parte, se lo vorranno, nel programma di ricollocamento offerto da Intel, programma che tuttavia non garantisce, purtroppo, un nuovo posto di lavoro.

Fonte: Dailytech

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bulfio12 Maggio 2006, 17:58 #1
Anche la ST Microelectronics sta facendo qualcosa di simile.
LZar12 Maggio 2006, 18:16 #2
A che serve un programma di ricollocamento che non garantisce un nuovo posto di lavoro? (Spero almeno che gli allunghino qualche soldo).

Essendo la filiale scozzese, mi immagino la scena tipo pubblicità della William Lawson: I 17 ricercatori di spalle, con il kilt. In secondo piano un po' di top manager Intel che gli dicono "Cheer up: you can join our requalification program. It doesn't guarantee a new job, sadly". I 17, all'unisono, alzano il kilt modello ballerine di can can. Fade to black.
isd8812 Maggio 2006, 18:39 #3
addirittura 17 persone!!!!!
Bouba_Diop12 Maggio 2006, 19:19 #4
Originariamente inviato da: isd88
addirittura 17 persone!!!!!


Aspetta almeno di avere 13 anni per scrivere tali commenti visto che ne ignori il significato.
Quando avrai 55 anni e perderai il lavoro (che sfiga magari sarai proprio uno di 17 dipendenti), ripensa al tuo post e capirai come gira il mondo.

Stiamo cadendo sempre più in basso....
pikachu7712 Maggio 2006, 19:29 #5
Credo caro Bouba_Diop che quelle 17 persone faranno poca fatica a cercare un altro lavoro... per lavorare in un centro di ricerca della Intel devono essere persone altamente qualificate... persone richiestissime nel mercato del lavoro...
Dominioincontrastato12 Maggio 2006, 19:59 #6
Anche i ricercatori universitari ,arrivati ad una certa età, se vengono licenziati , molto difficile che trovino nuovamente lavoro
MaxArt12 Maggio 2006, 20:10 #7
Ma infatti, si venderanno al miglior offerente di qualche azienda di semiconduttori e non è escluso che guadagnino altrettanto. Hanno più di sei mesi per decidere.
JohnPetrucci12 Maggio 2006, 20:56 #8
Che tristezza, alla fine a pagare sono sempre i lavoratori, che capitalismo del caz...
isd8812 Maggio 2006, 21:13 #9
Originariamente inviato da: Bouba_Diop
Aspetta almeno di avere 13 anni per scrivere tali commenti visto che ne ignori il significato.
Quando avrai 55 anni e perderai il lavoro (che sfiga magari sarai proprio uno di 17 dipendenti), ripensa al tuo post e capirai come gira il mondo.

Stiamo cadendo sempre più in basso....


1)la mie frase era rivolta al fatto che mi ha fatto sorridere il fatto che esistesse un centro di ricerca e sviluppo formato da 17 persone

2)17 persone possono benissimo essere reintegrate in intel senza pesare nulla sul bilancio dell'azienda e producendo qualcosa di buono
zephyr8312 Maggio 2006, 21:30 #10
nn penso proprio che quelle di 17 persone siano da compatire! Nn è detto che perderanno lavoro, se saranno utili a Intel in altri settori verrano riassunte. E poi molto probabilmente un altro lavoro da altre parti lo troveranno senza tanti problemi, penso che il loro curriculum sia ottimo (nn ci lavorano tutti alla Intel).
Il discorso "licenziamenti" è sempre molto delicato, nn è che un'azienda deve per forza tenere tutti i lavoratori perchè è giusto così....se poi fallisce sn a spasso TUTTI e nn solo una parte! Nn è il caso di Intel sicuramente.....e sicuramente spesso si potrebbero trovare altre strade oltre a quella più semplice del licenziamento di alcuni. Però andiamoci piano cn alcune affermazioni!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^