MCE Tech: storage aggiuntivo interno per portatili Mac

MCE Tech: storage aggiuntivo interno per portatili Mac

Un'azienda californiana mette a disposizione soluzioni di storage interno per sistemi MacBook e MacBook Pro da installare al posto dell'unità ottica

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:14 nel canale Apple
 

L'azienda californiana MCE Technologies offre una serie di soluzioni che consentono agli utilizzatori di sistemi portatili PowerBook G4, MacBook Pro e MacBook di impiegare una unità di storage secondaria al posto dell'unità ottica.

Con MCE Tech OptiBay sarà così possibile disporre di un sistema Mac portatile dual-drive, avendo così accesso alla possibilità di configurare sistemi RAID. L'azienda mette a disposizione sia un semplice chassis vuoto, per dischi da 2,5 pollici, da inserire nello spazio lasciato libero dal drive ottico sia soluzioni complete comprensive di disco.

A tal proposito l'offerta di MCE si compone di soluzioni da 250GB, 320GB e 500GB a 5400rpm e di una soluzione da 320GB a 7200 giri al minuto. L'azienda mette inoltre a disposizione un alloggiamento esterno per l'unità ottica, in modo tale che sia possibile utilizzarla come unità esterna qualora occorresse.

Le soluzioni offerte da MCE sono compatibili con tutti i sistemi portatili "unibody" (tutti i recenti MacBook e MacBook Pro di qualunque dimensione) e con i sistemi PowerBook G4 titanium e aluminium. Sebbene non sia espressamente dichiarato, supponiamo inoltre che le soluzioni siano compatibili anche con i sistemi MacBook Pro precedenti alle versioni "unibody".

L'impiego di una seconda unità di storage apre diverse possibilità di impiego: l'utente può infatti decidere se adottare configurazioni RAID per incrementare le prestazioni del sistema o la sicurezza dei dati, può approntare configurazioni dual-boot (una magari destinata a Boot Camp) oppure semplicemente disporre di maggior spazio per lo stoccaggio dei dati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
*ReSta*24 Febbraio 2009, 12:26 #1
che idea furba!
SK8R124 Febbraio 2009, 12:53 #2
bhè nn male come idea! alla fine il lettore cd io lo uso poco nel portatile!!
theJanitor24 Febbraio 2009, 12:58 #3
RAID???
i portatile Apple hanno un controller RAID? (escludo che possano riferirsi ad una soluzione software)....

ad ogni modo, non è tutta sta genialiata....... nei portatili l'hard disk è una delle cose che si possono sostituire senza problemi ed in ogni caso un disco esterno da 2.5" lo puoi tenere tranquillamente anche in tasca
Joby24 Febbraio 2009, 13:05 #4
Adesso mamma APPLE aprira una vertenza legale contro la MCE per violazione di qualche brevetto che ne impedisca la modifica..........
Jabberwock24 Febbraio 2009, 13:15 #5
Originariamente inviato da: *ReSta*
che idea furba!


Ripresa da IBM e gli UltraBay!
zephyr8324 Febbraio 2009, 13:29 #6
bhe ci sn già portatile da 1700 e passa euro che escono di casa con due hard disk raid sn un po' più spessini e pesantucci ma diventano fattori secondari se si hanno certe esigenze
Paganetor24 Febbraio 2009, 13:44 #7
ha ragione Joby: la Apple farà qualche casino legale per affossare la MCE Tech...
Jimmy3Dita24 Febbraio 2009, 14:03 #8
Credo che il riferimento sia al raid software, qualcosa che ha anche Windows dalla versione 2000 in poi, e comunque legato a uno scenario di tipo "mirroring".

...ma solo a me e' venuto in mente che con questo sistema si puo' avere un SSD per il sistema operativo e un disco "classico" per i dati?
Europa24 Febbraio 2009, 14:25 #9
Ma perchè quale controindicazione ci sarebbe nel raid software? Forza esperti, spiegatemi... cos'è, quel 1/2% di cpu d'utilizzo a preoccuparvi?
Dio mio che gente... Ho decine di clienti ai quali ho configurato raid software sia con Mac che con Linux e non ce n'è uno che si sia mai lamentato.
Sembra che tutto debba essere sempre strasupermegamaxipotente altrimenti fa schifo... probabilmente è la derivazione microsoft che porta a queste conclusioni...
Il raid hardware ha senso su un server high availability... che poi ormai moltissime schede madri escano con un controllerino raid integrato, è dato dal basso costo delle componenti...
Cmq, prestazionalmente le differenze tra le due tipologie è pressochè impercettibile con le cpu odierne (10 anni fa magari era diverso...)
theJanitor24 Febbraio 2009, 14:35 #10
Originariamente inviato da: Europa
Ma perchè quale controindicazione ci sarebbe nel raid software? Forza esperti, spiegatemi... cos'è, quel 1/2% di cpu d'utilizzo a preoccuparvi?
Dio mio che gente... Ho decine di clienti ai quali ho configurato raid software sia con Mac che con Linux e non ce n'è uno che si sia mai lamentato.
Sembra che tutto debba essere sempre strasupermegamaxipotente altrimenti fa schifo... probabilmente è la derivazione microsoft che porta a queste conclusioni...


questi sono i due messaggi, il primo mio ed il secondo di un altro utente che parlano di raid software

Originariamente inviato da: theJanitor
RAID???
i portatile Apple hanno un controller RAID? (escludo che possano riferirsi ad una soluzione software)....

ad ogni modo, non è tutta sta genialiata....... nei portatili l'hard disk è una delle cose che si possono sostituire senza problemi ed in ogni caso un disco esterno da 2.5" lo puoi tenere tranquillamente anche in tasca


Originariamente inviato da: Jimmy3Dita
Credo che il riferimento sia al raid software, qualcosa che ha anche Windows dalla versione 2000 in poi, e comunque legato a uno scenario di tipo "mirroring".


e in nessuno dei due è espresso un giudizio negativo nei confronti del raid software quindi impara:

1 - a leggere
2 - l'educazione visto che non è da persone civili o educate rivolgersi in questa maniera in risposta ad un messaggio su un forum

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^