Hybrid Memory Cube, concept DRAM da 128GB al secondo

Hybrid Memory Cube, concept DRAM da 128GB al secondo

Sviluppato in collaborazione con Micron, Intel presenta il concept Hybrid Memory Cube, in grado di operare a voltaggi molto bassi e garantire bandwidth molto elevate

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 09:10 nel canale Memorie
 

Il keynote di chiusura, tenuto dal CTO Justin Rattner, ha offerto l'occasione di vedere alcuni dei progetti in cui Intel è impegnata per il futuro del computing. Fra le diverse novità, alcune anche legate alla programmazione, segnaliamo il concecpt Hybrid Memory Cube, che innalza l'efficienza energetica di oltre 7 volte rispetto alle tecnologie attuali.

La bandwidth raggiunta dal prototipo, perfettamente funzionante e mostrato sul palco, raggiunge l'impressionante valore di 128GB al secondo di bandwidth, 12 volte superiore a quella garantita dai moduli DDR3-1333 4GB ECC presi a riferimento. Si può notare inoltre come il VDD, Voltage Drain Drain, sia contenuto in 1,2V, contro 1,5 dei moduli appena citati e i 3,3V della SDRAM PC133. Si noti inoltre il bassissimo valore di energia per bit, contenuto in soli 8pj.

Hybrid Memory Cube utilizza una configurazione dei chip di memoria a layer sovrapporti, che vanno a formare come un cubo. A connettere fra loro i chip troviamo una nuova interfaccia di memoria ad alta efficienza che innalza gli standard del consumo di energia per bit. Il concept DRAM mostrato è stato sviluppato da Micron in collaborazione con Intel, e sembra che il nuovo approccio al design porti parecchi benefici.

La prova pratica svolta sul palco ha mostrato un valore di bandwidth pari a 121GB al secondo, contro i 128 dichiarati. Non possiamo certo parlare di "fail", visto che stiamo parlando di livelli di banda veramente elevati, ottenuti fra l'altro con voltaggi molto bassi e una tecnologia già funzionante. Si tratta di anticipazioni che non dovrebbero tardare molto a fare il proprio ingresso nei prodotti commerciali, sebbene non siano state fornite indicazioni in merito.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emanuele8316 Settembre 2011, 09:22 #1
Valori del genere riposrtano il collo di bottiglia negli hard disk.. anche a stato solido. Chissà che ricomincino ad innalzare le frequenze di lavoro dei microp per stare dietro a cotanta velocità.. Ma io suppongo che il mercato imporrà microstep ddr3-->4 -->5 allora quando ci saranno le ddr 100 saremo a queste velocità... nel 2187.
roccia123416 Settembre 2011, 09:30 #2
Più che altro, a quanto si vede nei benchmark, per un normale utilizzo del pc "da casa" (giochi inclusi), già le ddr3 1600 cas 8 sono più che sufficienti. Ram più veloci portano benefici ridottissimi, per non dire nulli.
calabar16 Settembre 2011, 09:41 #3
@roccia1234
Dimentichi uno degli scenari che di questi tempi sta avanzando prepotentemente: quello delle apu.
Memorie di questo tipo consentirebbero di avere una banda passante sufficiente per cpu e gpu di elevata potenza, mentre le attuali tecnologie di memoria sono di fatto un pesante limite.

Il vero problema è: "quando saranno prodotte"?
Ora sembrano numeroni, ma bisogna vedere se lo saranno ancora quando si scontreranno con i prodotti commerciali esistenti al momento della loro uscita sul mercato.
Mparlav16 Settembre 2011, 09:44 #4
Lavorano al dopo DDR4, quindi roba del 2014-2015 come minimo.
Più che altro questa tecnologia potrebbe consentire di restare sui dual channel che rendono le MB, e le cpu, meno costose.
Chissà che latenza ha questo genere di dram.
ALTIERIM16 Settembre 2011, 09:50 #5
A me quel bench pare così reale che sembra disegnato col Paint...
piererentolo16 Settembre 2011, 09:59 #6
Originariamente inviato da: ALTIERIM
A me quel bench pare così reale che sembra disegnato col Paint...


Assomiglia terribilmente al contakilometri del mio vecchio Gilera Bullit
calabar16 Settembre 2011, 10:41 #7
@ALTIERIM
Beh certo, all'idf fanno sempre di queste cose!
Un po' di sano complottismo non guasta mai eh
Cappej16 Settembre 2011, 12:14 #8
spero non facciano la fine delle RIMM... sempre di Intel...

P.s.... ... stano il tormentone del 2011 non era 3D? Usano CUBE perchè 3D oramai è infalzionato!
axel_8316 Settembre 2011, 12:59 #9
Beh... le RIMM meno male che sono sparite ahaha :-)
Ma avevo letto siquesta testata di un'altra azienda che stava lavorando a chip su più livelli... chi era IBM?
demon7716 Settembre 2011, 13:01 #10
CHE FIGATA PAZZESCA!!!
La cosa più bella è sapere che i pc di domani, quando necessiteranno davvero di prestazioni così elevate per rendere al massimo potranno contare su una tcnologia già bella e pronta!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.