Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Periferiche e accessori > Case, alimentatori e sistemi di raffreddamento > Silent PC e ventole

Prisma, tutti i filtri provati per voi e qualche avvertimento per non sprecare traffico
Prisma, tutti i filtri provati per voi e qualche avvertimento per non sprecare traffico
Sta letteralmente spopolando la app Prisma, che consente di convertire in modo davvero semplice una foto in un'immagine dal sapore artistico. L'abbiamo provata per voi, permettendovi di prevedere il risultato finale senza provarli tutti. Essendo una app cloud, infatti, il rischio è quello di sprecare un sacco di traffico dati
Zowi: il robottino che insegna ai più piccoli a programmare con Arduino
Zowi: il robottino che insegna ai più piccoli a programmare con Arduino
Per insegnare fin da piccoli in modo giocoso i rudimenti dell'informatica il marchio spagnolo BQ propone Zowi, un piccolo robottino. Zowi ha come cuore una scheda Arduino compatibile disegnata e prodotta dalla stessa BQ: BQ Zum Core. Zowi ha due sensori di prossimità a ultrasuoni, un cicalino, una serie di LED al posto della bocca e un microfono per rispondere a stimoli esterni.
Nikon D5, recensione completa della nuova ammiraglia reflex dalle specifiche stellari
Nikon D5, recensione completa della nuova ammiraglia reflex dalle specifiche stellari
Specifiche da capogiro, ma anche molta concretezza e solide performance per la nuova Nikon D5, che migliora la precedente top di gamma sotto ogni singolo aspetto: risoluzione, velocità, autofocus, prestazioni video e LiveView. Ecco la nostra recensione completa, con scatti i laboratorio, nelle principali situazioni d'uso reale e con in più anche il parere di una fotografa professionista
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 11-09-2005, 08:56   #1
sovking
Senior Member
 
L'Avatar di sovking
 
Iscritto dal: Nov 2003
Città: Toscana
Messaggi: 442
PC a basso consumo per uso 24H/24 (Il vero "Mulo")

In questo thread trattiamo la realizzazione di un PC a bassissimo consumo da lasciare acceso 24 ore su 24.

Scopo di questo PC
Le sue funzioni possono essere le seguenti:
- File server / Media server
- P2P (emule/amule)
- Piccoli servizi Internet/Intranet (Web, mail, ftp)

Questo sistema non deve fare videogames, applicazioni di calcolo, o anche semplici produttività' da ufficio. E' altresi' chiamato "MULO" o "serverino" per la LAN di casa o del piccolo ufficio, oppure per ospitare un piccolo sito Web o un server FTP.

Pertanto il Mulo di solito non deve avere caratteristiche prestazionali particolari, ne' di multimedialità', ma deve essere (in ordine di importanza):
  1. affidabile e stabile (come un mulo appunto! );
  2. estremamente parco nei consumi elettrici (visto che incide sulla bolletta );
  3. piuttosto silenzioso;
  4. economico da costruire.
  5. possedere slot (PCI) e porte (USB2 e/o Firewire) per poterlo espandere successivamente (in particolare per aumentare la capienza della memoria di massa);

Da cosa e' composto questo PC ?

Idealmente, questo PC avrà' può' avere un disco o una coppia di dischi in RAID1) oppure una memoria statica (Compact Flash) per contenere il sistema operativo e almeno un disco di buona capienza per lo deposito dei file (diciamo almeno 250GB); piu' economicamente, e' sufficiente che abbia un solo disco purché' di dimensioni adeguate allo scopo.

Naturalmente questo sistema deve avere anche una scheda di rete (e' sufficiente una 10/100... per fare gli sboroni possiamo montare anche quella al Gbit).

La scheda video non e' importante e potrebbe anche essere di tipo integrato, oppure essere anche assente, se si pensa di controllare il sistema solo in remoto via ssh, interfaccia web, VNC. Un'altra alternativa e' quella mandare lo standard output su porta seriale, da connettere ad un altro PC.

Perché' realizzare in maniera ottimizzata questo tipo di PC ?
Appare subito evidente che la difficoltà' principale per risparmiare WATT ed avere cmq un buon sistema per le funzioni necessarie, e' nel trovare la giusta accoppiata scheda madre processore.

Si consideri quanto segue:
Mulo H24 1W x 24h x 365gg = 8,760 Kwh.
Se il prezzo del Kwh e' di 0,18 Euro, ogni W assorbito dal vostro PC accesso per 24/24 ore costa circa 1,58 Euro all'anno.

Per rendersi conto del problema del consumo generato da un mulo noti quanto segue: un PC anche di fascia bassa, senza particolari ottimizzazioni assorbe una potenza istantanea compresa tra i 150 e i 250 Watt, mentre un PC realmente a basso consumo può' consumare tra i 30 ed i 50 W.

L'energia richiesta da un mulo acceso 24 ore il giorno per 365 giorni all'anno ed il costo necessario per tale energia si possono calcolare facilmente tramite la formula:
Watt_assorbiti x 24 x 365 / 1000 = KWh_annui (KWA) ; Spesa = KWh_annui * costo_KWh

Di seguito viene riportata una tabella che mostra in modo semplici questo calcolo per diversi valori di consumi; si noti che nell'ultima colonna e' riportata la differenza in corsto rispetto ad un sistema che assorbe solo 30W.
Codice:
Watt	 KWA	€/Anno	Diff.
 500	4380	788,40	741,10
 400	3504	630,72	583,42
 300	2628	473,04	425,74
 250	2190	394,20	346,90
 200	1752	315,36	268,06
 100	 876	157,68	110,38
  80	 701	126,14	 78,84
  60	 526	 94,61	 47,31
  50	 438	 78,84	 31,54
  40	 350	 63,07	 15,77
  30	 263	 47,30	  0,00
  25	 219	 39,42	 -7,88
  20	 175	 31,54	-15,76
  15	 131	 23,65	-23,65
In alcuni casi si riescono a realizzare dei risparmi di spesa interessanti oltre a contribuire ad una maggiore tutela per l'ambiente!

Oltre a questo, vi darà' soddisfazione anche il fatto che, darete il vostro piccolo contributo a diminuire l'inquinamento del pianeta.

Come realizzarlo ?

Premessa
Innanzitutto teniamo presente che su un mulo non e' necessario installare Windows Vista o Windows XP SP38 con svariati servizi attivi che tengono sotto carico elevato la CPU !!!
Per gli amanti di Windows, di solito basta un sistema come Windows 2000 o XP opportunamente configurato con nLite.
Il massimo dell'economia lo possiamo ottenere utilizzando i sistemi FreeBSD, Linux o altri Unix (per es. anche l'ottimo.
Per questi sistemi esistono una varietà' di applicativi per fare le funzioni di file server anche per reti eterogenee e di programmi per il P2P, da non far rimpiangere assolutamente il mondo Windows. In più' esse utilizzano poche risorse di sistema, in particolare se privi di interfaccia grafica, vi permettono di (ri-)utilizzare anche processori poco potenti e mainboard datate.
Teniamo presente che, salvo ottimizzazioni, all'aumentare della potenza di calcolo dei nostri computer, aumentano anche i loro consumi.


Processori
Iniziamo dai processori: un elenco abbastanza completo dei consumi di tutti i processori fino ad oggi disponibili e' presente al seguente indirizzo:
http://users.erols.com/chare/elec.htm

Si faccia particolare attenzione alle seguenti categorie di processori:
  • quelli di tipo mobile, solitamente utilizzati su portatile o su schede madri ad hoc, specialmente nelle varianti LV (Low Voltage) e ULV (Ultra LV).
  • alcuni vecchi processori particolarmente parsimoniosi come gli Intel Pentium III Coppermine e gli AMD Sempron Core Palermo, che sono sufficienti per gli scopi previsti dal mulo pur consumando molto meno dei processori moderni;
  • i processori VIA: i C3, C7, Isiah;
  • i processori AMD Geode, nelle versioni NX (piu' performanti dei Via C3 e C7) ed LX (consumano solo 0.5 W ma performano bene nei NAS);
  • i processori AMD e Intel progettati specificatamente per sistemi small form factor (SFF) o comunque definiti a basso consumo.
  • i processori Intel Atom.
E' appena il caso di osservare che alcuni processori fin qui mostrate richiedono schede madri particolari. Nel caso dei processori da portatili sono pochi i casi in cui si trovano schede madri da PC che possano montarli (e' il caso ad esempio del Pentium M e di alcune schede madri con chipset 865 e 955), e spesso in questi pochi casi i prezzi possono essere elevati. Talvolta può' essere opportuno recuperare anche un vecchio portatile che ha lo schermo rotto.
Per tutti i processori occorre poi minimizzarne i consumi attivando da BIOS e da sistema operativo alcune opzioni per la gestione efficiente dei consumi. Tra queste segnaliamo Cool & Quiet per AMD, SpeedStep e C1E per gli Intel.
Il caso dei vecchi processori e' adatto per chi li' possiede già o li può' recuperare facilmente.

Qui trovate un'interessante guida curata da GT82. che vi aiuta ad impostare il risparmio energetico sui processori socket A.

Schede madri e FSB
Le schede madri insieme al processore giocano un ruolo fondamentale nel risparmio di energia elettrica consumata dal vostro PC.
Schede espressamente progettate per sistemi embedded o fanless hanno consumi inferiori rispetto ad altre generiche.
In generale le schede madri con formato micro-ATX e mini-ITX hanno un maggior grado d'integrazione e un minor numero di componenti e pertanto sono piu' parsimoniose.
Per diminuire ulteriormente i loro consumi si puo':
  1. disabilitare ogni componente che non serve (es. audio integrato, chipset supplementari IDE/SATA ecc.)
  2. diminuire il Front Side Bus (FSB), i BUS verso le memorie al minimo valore tollerato dalla scheda madre e dalle schede e memorie collegate
  3. diminuire i voltaggi del VCore e delle memorie.
Il server sara' forse un po' piu' lento... ma e' cmq. un MULO!
Si ponga inoltre particolare attenzione al chipset. Per una stessa categoria di processori i produttori mettono a disposizioni diversi chipset destinati ad utilizzi diversi (gaming, uso generale, htpc, embedded systems): oltre che per funzionlita` questi chipset ifferiscono in modo significativo nei consumi.
Esemplare e` il caso della CPU Intel ATOM che nella prima commercializzazione e` stata provvista di un chipset obsoleto dal consumo molto elevato.
Successivamente sono stati provvisti altri chipset (anche di altri produttori come Nvidia con il chipset ION) che forniscono prestazioni migliori con consumi piu` ridotti.

Memorie
Per gli scopi di un mulo, la quantita` di memoria da installare deve essere almeno quella necessaria per far girare sistema operativo e applicazioni riducendo al minimo le operazioni di swap su disco che comportano un maggior consumo di corrente rispetto agli accessi in memoria.
In generale per risparmiare nei consumi e` meglio utilizzare il minor numero di banchi di memoria a parita` di capacita` complessiva, funzionanti alla minima frequenza possibile ed il minimo voltaggio che garantiscano un funziomento corretto del PC. Nel tempo tecnologie sono state sviluppate soluzioni via via piu` parsimoniose, comunque, in condizioni normali, il loro consumo complessivo rimane comunque ridotto rispetto agli altri componenti presenti in un PC: spesso meno di 1W per modulo.

Schede Video
Il mulo ideale dovrebbe avere una scheda video con caratteristiche minime, quelle che ci permettono di entrare in console (testuale o grafica) per le rare operazioni di manutenzione. Si consideri che la maggior parte delle operazioni di manutenzione possono essere fatte da remoto tramite SSH (modalità' testo) oppure tramite Remote Desktop o VNC (modalità' grafica).
Le schede ideali sono quindi quelle integrate sulla scheda madre e quelle PCI con pochissima memoria raffreddate passivamente.
Vanno bene anche le schede grafiche indirizzate al mercato server.

Come caso estremo, si puo' prendere in considerazione quello di non inserire alcuna scheda grafica e di gestire tramite il server tramite: Web, SSH, inferfaccia seriale, terminale remoto.
Si noti che le schede adatte per il gaming, anche in idle possono assorbire una cinquantina di WATT.

Hard Disk
Un mulo di solito monta Hard disk P-ATA o S-ATA. Il consumo di questi HD varia in base al modello e al regime di rotazione. Di solito consumano tra i 5 e i 10 W per disco.
In ogni caso HD che hanno una capacita' maggiore per piatto hanno il vantaggio di offrire la capacita' complessiva necessaria con un numero minore di dischi: pertanto meno dischi nel sistema meno consumo. Esempio: un HD da 120 GB consuma molto meno di 4 HD da 30 GB!!
Gli HD con un regime di rotazione minore hanno un consumo inferiore: per un mulo che scarica anche costantemente pochi Kb al secondo non sono necessari HD a 15000 rpm. Meglio usare HD a 5400rpm o meno: di solito questi HD sono prodotti proprio per i media-center che vogliono essere molto silenziosi e allo stesso tempo capienti.
Interessanti sarebbero anche i Solid State Disk (SSD) che al momento garantiscono i consumi piu` ridotti, ma il loro costo ancora elevato in rapparto alla capacita` di archiviazione li rende inappropriati per questo utilizzo.
Tra gli HD a basso consumo segnaliamo quelli da 2,5" con regime di rotazione di 4200 o 5400 giri: pensati per il mercato dei portatili hanno un consumo anche inferiore al W in idle!
Sempre riguardo agli HD un'altra cosa a cui fare attenzione sono i continui start e stop. Mi spiego: spesso gli HD hanno un MTBF anche di 1.000.000 di ore (che e' tanto anche se sono accesi H24), ma hanno al massimo 50.000 start/stop (spesso anche meno).
Alcuni HD implementano ulteriori funzionalità' come AAM (Advance Acustic Management) e l'APM (Advance Power Management): il primo riduce la rumorosità' diminuendo la velocità' durante il seek delle testine, mentre il secondo riduce il consumo energetico, rallentando la velocità' del disco quando e' in IDLE, fino a spegnerlo del tutto dopo un certa quantità' di tempo quando e' in IDLE. Questi funzioni sono attivabili da apposite utility del sistema operativo che agiscono su parametri del firmware del disco. Ogni volta che il disco di ferma per risparmiare energia si dice che fa uno stop, ogni volta che si riavvia per permettere l'accesso ai dati contenuti, si dice che fa uno start.
Facciamo un esemepio: se la funzione di risparmio energetico fa si' che l'HD si spenga ogni 5 minuti, e dopo un minuto di riposo (in cui e' praticamente spento e ci fa risparmiare qualche watt), si riaccende otteniamo che in un'ora il nostro HD ha 10 cicli start/stop. In un giorno sono 240 cicli, in un anno sono 87600 volte all'anno.
Riguardando le specifiche del vostro hard disk noterete che oltre al parametro MTBF che vi da il numero di ore che devono trascorrere tra un guasto e l'altro, c'e' anche il parametro n. di cicli di start/stop: nei dischi comuni questo valore e' uguale a circa 50000.
Quindi con l'esempio mostrato, in meno di un anno superate questo parametro dichiarato con la buona probabilità' di portare a fine vita il vostro HD.
Morale: gli HD nei server e nei muletti accesi H24 vanno lasciati sempre accesi (salvo che non vengano acceduti per diverse ore) altrimenti la sostituzione dell' HD vi costerà' molto di più' del risparmio dovuto al suo momento di standby!!


Floppy e Unita' Ottiche
Di solito stanno in stand-by pertanto il loro consumo e' pressoché' trascurabile: cmq, se non le utilizzate, staccate alimentazione e piattine. Se dovete reinstallare il S.O. o fare altre operazioni per cui vi servono queste unita' potete sempre spegnere il server per ricollegarle!

Alimentatori
Una percentuale, talvolta importante, del consumo del PC dipende dall'adozione di un alimentatore efficiente. L'efficienza di un alimentatore e' data dal rapporto dalla potenza erogata in uscita e quella assorbita in ingresso (la prima e' minore della seconda, pertanto questo numero e' sempre minore di uno e di solito oscilla tra 0,60 per gli alimentatori mediocri e 0,80 per gli alimentatori migliori).
Nella pratica l'efficienza di un alimentare non e' un valore costante ma e' una curva dove l'efficienza dipende dalla potenza assorbita del carico applicato. Occorre conoscere l'andamento di questa curva per ottenere i risultati migliori.
Da ricordare quindi che:
- l'efficienza varia a seconda del carico
- sapere che il massimo dell'efficienza di un alimentatore è massima al 75% del carico non ti dà informazioni sull'efficienza nelle condizioni reali di carico
- la variabilità dell'efficienza al variare del carico è in generale molto bassa
- alimentatori con alta efficienza massima in genere hanno efficienza alta anche per carichi bassissimi
- oltre all'efficienza occorre tenere di conto del reale output dell'alimentatore; se un alimentatore fornisce 12,3 V ed un altro ne dà 11,8V, a pari efficienza, se vai a rilevare i consumi il 2° consumerà di meno, ma perché fornisce meno, e non perché sia più efficiente.
- un output più basso ti fa consumare meno ma incide sulla stabilità del sistema
- nota a margine: il pfc non fa consumare meno, fa soltanto durare di più gli ups in assenza di corrente.
- non ci sono caratteristiche attendibili sui vari alimentatori in vendita, ad esempio sull'efficienza, o sui valori in uscita delle tensioni.
Come regola pratica e' sufficiente disporre di un alimentatore con un efficienza dichiarata (per un certo carico) superiore allo 75%.
Concludiamo questa sezione mostrando con un esempio quanto incida l'efficienza, in particolare in presenza di piccoli carichi:
Sistema segnalato dall'utente sinergine al post 9621 :
il sistema MB ALiveNF7G-HD720p R5.0, CPU AMD Athlon 64 X2 3800+ EEF SFF rev. F2 90 nm, vCore 1.025/1.075 - TDP 35 W, RAM 1GB DDRII 800, HD 2,5” SATA 320 Gb 5400rpm, DVD-RW, S.O. Win XP PRO SP2:
con gli alimentatori
YeongYang -- SFX DPS-300AB-9B Active PFC, Seasonic Active PFC M12 500W - Certificato 80 Plus, e LC-Power Passive PFC 380W consuma in idle 36W
mentre se alimentato da Pico-PSU consuma 24W.

Altre indicazioni che vi possono far risparmiare WATT:
  1. undervolting (ove possibile, a tal proposito si legga questo articolo );
  2. diminuire la frequenza del processore (ove possibile);
  3. diminuire il numero delle periferiche collegate.

Notate che spesso silenzio e' sinonimo di minor consumo!

Guide software utili: New!
  1. Installazione minimale di Debian by crocco71
  2. How-to: gestione remota del proprio computer by Devil!
Come misurare il reale consumo del vostro PC ?
Conoscere il consumo dei singoli componenti e' faticoso e ci porta a fare molti errori. Il metodo migliore e' dotarsi di strumenti per la misurazione dell'energia elettrica assorbita. Questi sono reperibili con prezzi anche di pochi euro; tra questi ricordiamo:
  • misuratore di energia elettrica distribuito dalla LIDL;
  • un altro misuratore di energia elettrica distribuito da questo negozio online ;
  • pinza amperometrica (moltiplicare gli ampere misurati per 230 e poi per il cos fi che di solito per un PC e' di 0.85);

Non fidatevi molto dei siti che offrono il calcolo della potenza dell'alimentatore del PC: infatti su quei siti vi viene fornito un valore, spesso sovradimensionato, della potenza massima istantanea che il vostro PC potrebbe assorbire in un momento di carico massimo. A voi serve invece il valore di assorbimento normale (o di idle) del vostro muletto!

--------------------------------------------------------------------------

Le migliori soluzioni segnalate al momento
Queste soluzioni elencate in ordine crescente di consumo, non vogliono essere una classifica competitiva, ma più semplicemente un indicazione su come realizzare sistemi simili o come raffrontare il sistema in vostro possesso


fino a 20W
  1. Tasslehoff - MB: Via EPIA-5000A, CPU: Via C3 533MHz, RAM: 1*256MB PC133, Hdd: HITACHI DK23EA-60 (2.5" - 60GB - 4.200 rpm), PSU: MOREX PROCASE 60W = 11W --> LINK
  2. Idros - MB: CV860A-1R, CPU: Via C3 800MHz, RAM: 1*256MB PC133, Hdd: Maxtor 6L160P0
    (3.5" - 160GB - 7.200 rpm), ASUS USB Wireless, PSU: 60W (12V-5A) = 18W
  3. crocco1971 - MB: Protech PROX-1560 All-in-one, CPU: AMD K6-2+ 550@400,1.8V (versione speciale del K6-2), RAM: 128Mb Ram, HDD: 120 GB Seagate Barracuda, PSU: 60W Meanwell = 20W
  4. connex - MB: Jetway J7F2WE1G2E, CPU VIA C7 Eden 1.2Ghz fanless, RAM: Kingston 1GB DDR2 533, HD: Samsung 120GB 2,5'' 5400 rpm, Ali: PicoPSU 120W + trasformatore est. 80W, FAN: 1 92x92 @ 5V, = 20W


fra 21 e 30 W
  1. alenter - MB Epia ME6000 (MB con VGA+Eth.+Audio integrati e Via Eden@600 Mhz) - 512MB DDR400 - HD Seagate 40GB@5400rpm - Sk. di rete aggiuntiva. Alim. mini-ITX 22W
  2. GT82 - MB: ASRock AliveNF7G-HDready - CPU: AMD 4850e@0.6Ghz@0.8v (fanless) - RAM: 1xGB DDR2-800 - HD Western Digital WD10EACS - PSU Akasa Green Power80+ 400W 22W
  3. Max2 - MB Flex-Atx IF15-PMC Socket 370 Chipset i810, All in One (doppia rete + Audio + VGA), CPU: Celeron FC-PGA coppermine 633 Mhz, HD: 30GB@4200rpm 2,5" Hitachi ,2 fan@5V che raffreddano tutto il sistema, 1x256 PC-133, , PSU: 80W esterno passivo = 25W
  4. Idros - MB: Via EPIA-800, CPU: Via C3 800MHz, RAM: 2*256MB PC133, Hdd: Maxtor 6L160P0
    (3.5" - 160GB - 7.200 rpm), scheda PCI USB 2, ASUS USB Wireless, PSU: 200W = 27W
  5. ribbaldone - MB mitac 5114vu All-in-one con AMD k6-2"475 Mhz passivo, RAM 128 MB, HD Seagate 8.4GB e Maxtor 120GB con ventola da 80mm@5V, sk. di rete, Alim. 235W, 28W
  6. tellone - MB: ecs Micro-Atx socket 370, CPU: Pentium III 550Mhz Bus 100Mhz, RAM: 398 MB, Sk. video s3 savage4 16MB, HD: 40GB 2,5 pollici Samsung, NIC: Realtek, Modem Isdn pci asuscom, Wireless NIC:realink b/g su bus pci, cd rom samsung 48x, rheobus, 2 fan@a 5V, 1 fan@12V, 1 fan@13V, Display grafico 16x2@5V, PSU: 200w con trasformatore 12 v esterno da 110 w = 28W
  7. Devil! - MB: Jetway BX2100, CPU: VIA Samuel2 C3@600MHz, RAM: Ram: 2*128 PC133@100Mhz, Hdd: 250GB@7200rpm Maxtor, NIC: 2* Fast-Ethernet Card Realtek, 1 fan, PSU: 200W mini= 29W
  8. connex - MB: Commell LV-675D mini-ITX (Audio/Video/Rete int.), CPU: Pentium M 1.6 Dothan + Dissipatore Cooler Master fanless, RAM: 512MB DDR 333, HD: Samsung 120GB 2,5'' 5400 rpm, DVD: Pioneer 106D, Ali: PicoPSU 120W + trasformatore est. 80W, FAN: 1 92x92 @ 5V, = 29W
  9. Axoduss - CPU: Pentium 1 200mhz passivo, Sk. video integrata: Cirrus Logic, RAM 128mb ram, HD: 2GB = 30W


fra 31 e 40 W
  1. alebertaz - MB Mini-Atx MSI MS-6174 Socket 370 Chipset i810, All in One (Eth. + Audio + VGA) con PIII III 550 Mhz con vent. downvoltata al 5% della vel. max. (temp. cpu = 32°), 1x256 PC-133, HD: Maxtor 30GB mod. 6E030L0 (DiamondMax Plus 8) con APM attivo, Alim. 150W, Case mini desktop tipo Barebone = 32W
  2. iceone - Portatile compaq evo N1000v con chipset Intel Brookdale i845MP con schermo sempre disabilitato, CPU Intel Pentium 4, video ATI Mobility Radeon 7500 (M7) 32MB, RAM: 128+256 pc2100, HD: 2,5" TOSHIBA MK2018GAP 20 GB@4200 RPM, floppy, CD-ROM,
    + HD esterno 2,5" da 160GB alimentato via USB = 33W
  3. Raid0 - MB Epia M10000 con C3@1 GHz, HD WD 40GB, Sk. di rete 10/100 su PCI (oltre a quella integrata), Alim. 150W = 32W
  4. cyber - MB Mini-Atx Socket 370 Chipset i810, All in One (Eth. + Audio + VGA) con PIII733/133, 512MB SDram (256x2), HD Maxtor DX740 40GB, Ali 100W, no DVD, no Ventola = 34W
  5. DrAkeMan - MB MSI MS6178 Micro-ATX (Audio e Video integrati) con
    Celeron@466Mhz, 1x128MB RAM, HD Quantum FireBall+ AS 40Gb, Alim. Enlight da 110W = 36 W
  6. littlemau - MB K8V-MX All-in-One con Sempron 3100+ Core Palermo, RAM 512MB, HD WD 250GB,No floppy, No ottiche, No audio, No sata = 36 W
  7. Mystico - Scheda madre Epia M10000 con C3 a 1Ghz (core nemiah), 512MB DDR 400Mhz, Maxtor 20GB@5400rpm, = 37 W
  8. ilkarro - Mobo su 440 BX con Pentium III 600@450 Coppermine,
    512MB PC100, Ati Rage 128 32MB, Maxtor 40GB@7200 rpm, no floppy, no ottiche, Ali Aopen 235 W = 38 W
  9. michelinton - MB: VIA EPIA SP13000, CPU: VIA C3 1.3Ghz, MEM: 1x1GB, HDD: 160GB Maxtor, DVDRW, 2 fan, PSU: 100W = 38 W
  10. ilkarro - Mb DFI 855GME-MGF All-in-one con Pentium M@1,6 GHz, 1x512 MB DDR, HD Maxtor DiamondMax Plus 9 160 GB SATA150, tastiera e mouse, Alim. 90 W = 39 W
  11. GMarc - MB AsROck P4VM800 all in one, CPU: Intel P4 1,8GHz northwood, RAM: 512MB, HD: 80GB Maxtor, PSU: 400W ixixstore, downvoltata a 5V, Tastiera, Mouse = 39 W
  12. cyber - MB Mini-Atx Socket 370 Chipset i810, All in One (Eth. + Audio + VGA: Intel i810) con PIII733/133, 512MB SDram (256x2), HD Maxtor DX740 40GB, Lettore combo + floppy, Ali 100W = 40W


fra 41 e 50 W
  1. mikronet - MB con Celeron 1Ghz, 128 MB RAM, VGA su PCI, HD Maxtor 40GB@5400, sk. di rete, Alim. 250W = 41W
  2. Hyperion - MB All in One (VGA ATI) con Celeron 400W, FSB 66 Mhz, 1x256MB SDram, HD Maxtor 40GB@5400rpm, no cd, no floppy = 42W
  3. MassimoDL - IBM Netvista 2251 - MB: IBM 2251KAG con Pentium III EB @ 1000 MHz - vga, e audio integrati - Lan pci intel - maxtor 200gb - ram 2x256 mb pc133 - No floppy, no cdrom - Alim. fanless originale = [b]44W[/B
  4. omerook - Asrock 74s41g - Duron 1400@1GHz (166x6 1,1 volt fanless) 1*1024 DDR400 - PSU 500W con ventola nexus d12sl-12 12cm 1000rpm - HDD Maxtor 250GB -dvd-rw nec dl 16x = 50W (full load)


fra 50 e 75 W
  1. Bunas - EPIA M9000 con Via C3@933, 1x256 DDR PC2100, Maxtor 6Y120PO 120 GB, floppy, LiteON DVDRW LDW-451S, 2 ventole, Alim. 180W = 51W
  2. cyber - MB Mini-Atx Socket 370 Chipset i810, All in One (Eth. + Audio + VGA: Intel i810) con Celeron 1000/133, 512MB SDram (256x2), HD Maxtor DX740 40GB, Lettore combo + floppy, Ali 100W = 52W
  3. cyber - MB Mini-Atx Socket 478 Chipset i845, All in One, con Processore PIV2.4GHz Northwood, 512MB DDr (256x2), HD Maxtor DPlus9 80GB, Ali 170W, no floppy, no ottiche = 52W
  4. maskabe - MB Asus k8n con Athlon 3000+@400 Mhz,0.8V, Ati 9800pro@100:150, HD Seagate 200gb, Alim. Enermax 350W = 56W
  5. evelon - Mb ECS L7VTA con AMD XP2000@850, S3 PCI 1MB, hd1 WD 60GB hd2 Maxtor 60GB in raid su controller PCI, sk retem Ali 235W = 59W
  6. Hyperion - Mb AsRock 754 All-in-one, chipset NF4, con Sempron 3100+@800Mhz, RAM 2x512@166Mhz@2,5V, HD Maxtor 160GB@7200, Alim. 300 W Aopen (PFC passivo) = 61W
  7. evelon - Mb ECS L7VTA con AMD XP2000@850, S3 PCI 1MB, hd1 WD 60GB hd2 Maxtor 60GB in raid su controller PCI, sk retem Ali 300W = 64W
  8. evelon - Mb ECS L7VTA con AMD XP2200@1350, S3 PCI 1MB, hd1 WD
    60GB hd2 Maxtor 60GB in raid su controller della MB, Ali 300W = 65W
  9. Hyperion - Mb AsRock 754 All-in-one, chipset NF4, con Sempron 3100+@1800Mhz, RAM 2x512@166Mhz, HD Maxtor 160GB@7200, Alim. 300 W Aopen (PFC passivo) = 67W
  10. evelon - Mb ECS L7VTA con AMD XP2200@1350, GeForce2MX 32MB, hd1 WDl 60GB hd2 Maxtor 60GB in raid su controller della MB, Ali 300W = 69W
  11. cyber - Xbox modificata con HD 30 Gb e Linux = 68W
  12. sovking - Scheda madre ??? con Pentium Pro 200, 70 MB EDO RAM, sk. video S3 ??? PCI, controller SCSI con 2 HD da 8GB @7400rpm, ALI 300W = 70W
  13. evelon - Mb ECS L7VTA con AMD XP2200@1350, GeForce2MX 32MB, hd1 WDl 40GB hd2 Maxtor DM9 160GB Ali 300W = 72W
  14. Jonny32- MB NF7 + NB32J XP@1500Mhz, RAM 1Gb DDR400, VGA 9500Pro, HD Seagate 20 Gb + IBM 40 GB, Masterizzatore DVD, floppy, tastiera, mouse, sk. di rete wireless, lettore mem. flash, Alim. Fortron 300W, 74W
  15. Devil! - MB: Gigabyte 7VTXE+, CPU: AMD Athlon XP Palomino 1800+@1100Mhz, RAM: Ram: 1*256 PC2100@100Mhz, VGA: Ati Rage IIc 8mb,, Hdd: 250GB@7200rpm Maxtor, NIC: 2* Fast-Ethernet Card Realtek, 1 fan, PSU: 250W = 75W


oltre 75W
  1. Eddie666 - MB NF7 liscia, CPU: Athlon xp thoroA 1800+@1200mhz@1,25v, RAM: 2 x 256MB DDR400, Sk. Video: Radeon 9200, HD: 40gb@7200rpm Maxtor, PSU: 420Q chieftec, floppy, modem adsl usb, lettore memory card usb, webcam, 2 fan, 1 fan controller = 78W
  2. evelon - Scheda madre ASUS A7V con Athlon XP2000+@1250@1,3V, 512 MB PC133 SDRAM, sk. video TNT2 32MB con dissi passivo, 3 HD tot. 60GB @5400rpm = 80W
  3. evelon - Scheda madre ECS K7S5A, CPU XP2000+, HD: 20GB Quantum 5400rpmi, 60GB Maxtor 7200rpm, 160GB Maxtor 7200rpm, 256MB RAM, PSU 300Watt, DVD, sk. video s3 PCI 8MB, 2 sk rete (Bus portato a 66MHz, cpu a 825MHz) = 85 W
  4. sovking - Scheda madre ASUS A7V con Athlon 900Mhz, 512MB PC133 SDRAM, Sc. video ATI Radeon 9000, 3 x IMB 30GB@7200rpm = 130 W
  5. eyemax - Scheda Asus P5GD1-VM con P4 3GHz, 1024MB (2 x DDR400), sk. video Radeon X600pro 256MB, hd Seagate Barracuda 120 MB e mast. = 300W


Vengono inseriti in classifica solo le soluzioni che hanno un consumo istantaneo in versione muletto (P2P e servizi normalmente in idle come MTA, ftp, WWW, ecc.) inferiore ai 60W.

--------------------------------------------------------------------------

Consumi di alcuni componenti
Dischi fissi da 5400 rpm (accensione/idle/carico/dichiarato in Watt)
  • Fujitsu 40 GB MPG3409AH - 21 / 9.6 / 11.8 / 9
  • Fujitsu 8 GB MCP3064AT - 20 / 6.4 / 8.2 / 6.9
  • Quantum Fireball 20 GB - 11.5 / 8 / 10.6 / 13.1
  • Quantum Fireball 40 GB - 19 / 6.8 / 8.5 / 9.4
  • Samsung 40 GB SP0411N - 24 / 9.8 / 11.8 / 10.5
  • Seagate 20 - 16 / 6.6 / 8 / n.d.

Altre periferiche
Mouse Logitech, quello ottico modello base ~ 2W
Ram: ~ 1W a modulo
Router DLink DSL-504: ~ 7W
Unita' ottiche (in stand by): da 1 a 4 W

--------------------------------------------------------------------------

Alcune linee guida e consigli per la scelta dei componenti del vostro muletto [color="Red"]by Devil!
Quelle che seguono sono delle linee guida di massima che non hanno la pretesa di essere la verità assoluta, ma di fornire insieme alla classifica dei consigli su come orientarsi.

1) Epia

Vantaggi: Ottima soluzione in termini di consumi e dimensioni grazie alla grande miniaturizzazione; alcune di queste hanno dalla loro componenti più recenti (S-ATA, USB 2 etc..); le soluzioni con discreta potenza (> 1GHz) permettono di usare proficuamente sia Windows sia ovviamente sistemi Linux/Unix.
Le soluzioni a bassa potenza sono spesso raffreddate passivamente ottenendo anche ottime prestazioni acustiche.

Svantaggi: Purtroppo il prezzo è inversamente proporzionale alle dimensioni; i modelli più piccoli costano uno sproposito e difficilmente si riuscirà ad ammortizzare le spese nel breve-medio periodo; le prestazioni dei modelli meno potenti sono scarse e praticamente obbligano ad utilizzare soluzioni Linux.

Target: Per chi ha esigenze di spazio, bassi consumi e, per i modelli piu` recenti, ha buona disponibilita` economica.

2) Pentium e K6 < 350MHz
Vantaggi: Processore non piu` in produzione, ma spesso presente su vecchi PC, e quindi disponibile a costo nullo, ha consumi molto ridotti a fronte di una potenza sufficente per le comuni applicazioni installate sul muletto.

Svantaggi: Le schede madri che supportano questo processore non integrano alcune funzionalità recenti (porte USB1 o 2, connettori S-ATA, hard-disk di grandi dimensioni) e per alcuni modelli reperire i driver può essere problematico.
Vista l'esigua potenza è altresi` necessario installare vecchi sistemi operativi come Windows 98 oppure Linux/Unix. Inoltre, se l'hardware è troppo sottodimensionati rispetto alle applicazioni, il carico CPU sarà sempre molto elevato, vanificando in parte i vantaggi dei consumi. Si noti infine che, talvolta si tratta di soluzioni abbastanza rumorose che richiedono un po' di ingegno per essere rese passive.

Target: Per chi ha già questi componenti in casa e non vuole acquistarne di altri ed è disponibile al fai-da-te per adattare la soluzione in termini di ingombri e rumorosità.

3) Pentium III e Celeron 400-1000MHz
Vantaggi: valgono gli stessi vantaggi della precedente categoria e per le schede più accessoriate è facile avere anche porte USB. La potenza cresce, ma i consumi possono comunque essere accettabili downvoltando: ad esempio alcuni PIII o Celeron con frequenza intorno ai 500-600MHz hanno consumi molto ridotti in downvolt.

Svantaggi: Le schede madri che supportano questi processori non hanno porte S-ATA e per alcune e` necessario aggiornare il bios per potervi collegare gli hard-disk di dimensione piu` grande.
E' raccomandabile inoltre installare sistemi operativi non esigenti dal punto di vista delle risorse di sistema.

Target: Questa e` ottima soluzione per molti e per certi versi è forse il miglior compromesso costi/consumi.

4) Athlon k7 e Duron 500-800MHz
Vantaggi: Questi processori hanno costi spesso molto ridotti e buona potenza, soprattutto per i modelli più potenti.

Svantaggi: Questi processori hanno consumi quasi sempre maggiori rispetto ai Pentium o Celeron di pari frequenza/potenza oltre a condividere le stesse limitazioni sulle funzionalita` offerte dalle schede madri.

Target: Visti i consumi più elevati della soluzione 3, consigliata solo a chi possiede già questi componenti.

5) Pentium III e Athlon > 1GHz
Vantaggi: Maggiore potenza, talvolta eccessiva per i compiti svolti da un mulo acceso 24/24h. Questi processori non sono in produzione ed i loro costi sono molto bassi. La maggior potenza offre la possibilita` di installare un maggior numero di servizi o eventualmente di poter utilizzare la postazione anche come secondo PC.

Svantaggi: La maggior potenza si paga in termini di consumi, riducibili solo downvoltando o downclockando pesantemente, anche se non tutte le schede madri permettono ciò.

Target: Questa soluzione e` consigliata solo a chi ha già questi componenti e desidera avere una buona potenza e/o puo` dowclockare e downvoltare per contenere i consumi.

6) Pentium 4 e Athlon > 1,5GHz
Vantaggi: Stesse considerazioni della categoria precedente, con ancora maggior potenza di calcolo.

Svantaggi: Consumi molto elevati, in particolare per il Pentium 4. In generale questi processori non sono adatti per il ruolo di mulo 24/24h; valgono ancora di piu` le considerazioni fatte per la soluzione 5).

Target: Vedi la soluzione 5).

7) AMD Geode NX e LX
Vantaggi: Sistemi appositamente creati per sistemi embedded compatibili x86, e quindi specialmente designati per contenere consumi, dimensioni e ruomore. Le prestazioni dei modelli a frequenza più elevata sono buone. Le schede madri che li supportano offrono spesso funzionalita` aggiornate.

Svantaggi: Sono molto difficili da reperire e hanno costi non sempre contenuti. I modelli di potenza inferiore richiedo l'istallazione di sistemi operativi con basse esigenze hardware.

Target: Per coloro che sono alla ricerca di sistemi di ridotte dimensioni
e consumi veramente bassi, anche a costo di affrontare le spese necessarie.

8) VIA C3 socket 370
Vantaggi: Soluzione analoga alla 7) offerta da VIA Technologies: si distingue oltre che per ottimi consumi, ridotte dimensioni e rumorosita` anche per una ampia diffusione.

Svantaggi: Generalmente le prestazioni sono inferiori alle soluzioni basate su AMD Geode di pari frequenza, e diventano molto scarse per i modelli a frequenza più ridotta. Essendoci un'ampia offerta di modelli, quelli meno recenti offrono funzionalita` obsolete.

Target: Lo stesso della soluzione 7), ma piu` specificatamente indicato per chi non vuole avere difficolta` di reperimento e trovare maggiori risorse e informazioni in rete.

9) Single board computer (SBC) o schede simili
Vantaggi: Consumi ai minimi termini, grande compattezza.

Svantaggi: E' richiesta la presenza di una scheda host. Le prestazioni scarse per i modelli a frequenza più ridotta e, vista la particolarità dei componenti e` quasi d'obbligo utilizzare Linux/Unix. Inoltre sono reperibili solo sul mercato dei componenti per automazione industriale.
In sostanza, non essendo pensate per questo uso, si prestano ad essere una soluzione artigianale con componenti non standard rispetto alle soluzioni presenti nel mondo dei PC. Il costo varia in dipendenza al di trovare l'oggetto su ebay o comunque nel mercatino dell'usato.

Target: Solo per coloro che sono gia` in possesso di questi componenti o sono disposti a reperirli su canali alternativi (ebay, esato, ecc.), e per coloro che sanno configurare ed installare soluzioni per sistemi embedded.

10) Sempron AM2
Vantaggi: Processore di grande reperibilità, grande potenza e versatilità grazie anche a componenti aggiornati (S-ATA, USB 2 etc..).
Svantaggi: Costo medio

Target: Per coloro che desiderano un sistema aggiornato, riutilizzabile in futuro anche come desktop con un occhio ai consumi e un costo abbordabile.

Note dell'autore di queste linee guida.
Se ho lasciato qualcosa da parte mi scuso; è ovvio che ciò che ho scritto va preso con le pinze e le dovute eccezioni ci sono e ci saranno sempre.

In base a queste considerazioni, e fermo restando che non esiste la migliore soluzione adatta ad ogni situazione ed esigenza, secondo me il migliore compromesso per chi necessita di costruire un muletto da zero che consumi poco e costi poco e che possa far girare Windows è una soluzione del tipo 3 e magari proprio un PIII o Celeron 500-600MHz (a meno di non trovare occasioni varie per le EPIA o Geode).

Per chi invece sa usare Linux/Unix può andare bene, oltre alla 3, anche la soluzione 8.

Per chi si sente particolarmente smanettone può optare per una SBC o altre schede integrate.

Per chi invece possiede già dei componenti, si tratta di vedere se conviene utilizzarli (in base alle proprie esigenze) o acquistarne di altri.

--------------------------------------------------------------------------

Alcune F.A.Q. utili

Domanda: Ho una scheda madre molto vecchia, avrò problemi nel riconoscimenti di dischi di grandi dimensioni ?
Risposta (a cura di cicciolover) : Dipende. Molte schede madri datate non riescono a rilevare dischi di dimensioni superiori a 137 GB per una limitazione intrinseca del controller IDE integrato nel chipset, e lo stesso vale anche per molti controller IDE su slot PCI o anche integrati sulla scheda madre, come i Promise delle A7V con 4 connettori IDE. Su queste schede madri o controller non c'è nulla da fare, il limite per gli hard disk è di 120 GB. L'unico modo per scavalcare quella soglia è di installare controller PCI con indirizzamento LBA a 48 bit, capaci di capienze molto maggiori.
Ci sono poi alcune vecchie schede madri che invece non gestiscono hard disk superiori a determinate capienze, che di solito sono potenze di 2 (es: 8 GB, 16 GB, 32 GB, 64 GB, 128 GB) per via di limitazioni e/o bug presenti nel BIOS, ma non anche per limitazioni del controller integrato. Tipico è il caso di schede madri dell'era dei Pentium II/III, specie su slot 1, con BIOS Award. In questi casi l'ideale sarebbe cercare un BIOS aggiornato che risolve questo bug. Se non ce ne sono, ci sono vari stratagemmi per aggirare questa limitazione, a patto che si usi un sistema operativo Windows della serie NT (quindi NT, 2000, XP, 2003, in tutte le salse) o Longhorn (Vista, Home Server, etc), mentre non ho notizie di altri (Linux, *BSD, etc). Eccoli di seguito elencati:
Metodo 1: impostare sull'hard disk il jumper di limitazione capacità (solitamente indicato sull'HD stesso come "cap limit" o diciture simili) e poi lasciare che il BIOS lo rilevi. L'HD verrà rilevato come disco da 32 GB: è tutto ok, proseguite pure. Impostare quindi il tipo di HD su "Manual", da BIOS. Questo serve a far sì che il disco venga sempre e comunque rilevato dal BIOS come fosse da 32 GB. Poi occorre mettere il jumper in posizione normale (Master o Slave) e al prossimo avvio il disco sarà ancora rilevato dal BIOS come 32 GB. Se però si prova ad installare uno dei sistemi operativi menzionati il disco viene riconosciuto per la sua intera capacità e funziona regolarmente.
Effetti indesiderati: nessuno.
Metodo 2: usare due dischi, di cui uno di piccole dimensioni, su cui installare il sistema operativo. Il secondo HD deve essere impostato da BIOS su "None", di modo che non sia rilevato all'avvio. In realtà poi una volta installato e avviato dal disco piccolo, qualsiasi sistema operativo fra quelli menzionati riconosce il disco e lo usa regolarmente
Effetti indesiderati: a volte sul disco che risulta disattivato da BIOS il sistema operativo non riesce ad attivare il DMA, con conseguenze negative sull'uso della CPU e quindi sui consumi, senza contare che due HD consumano più di un disco singolo.
Metodo 3: avviare il PC senza collegare l'HD e impostare su "Manual", scegliendo poi valori a caso, ma che diano una capacità finale minore di 32 GB. Poi collegare l'HD e installare il sistema operativo
Effetti indesiderati: non sempre funziona.


Domanda: Windows 2000/Windows XP vedono solo i primi 137 GB del mio hard disk, come risolvo?
Risposta: Occorre aggiornare il sistema operativo> Windows 2000 vede più di 137 GB solo dalla SP4. mentre Windows XP a partire dalla SP1.

Domanda: Quanta RAM serve per Windows XP? E con Windows 2000?
Risposta: Windows XP non si installa su PC con meno di 64 MB, ma per un uso abbastanza fluido per Windows XP e Windows XP SP1 occorrono 128 MB o più. Con Windows XP SP2 si viaggia fluidi da 256 MB in su. Naturalmente maggiore è la quantità di RAM minore è la frequenza con cui viene usato il file di swap, con ripercussioni sulle prestazioni e sui consumi. Con sistemi operativi Windows 2000 fino a SP4 128 vanno sempre bene, salvo che si tratti delle versioni server, per le quali sono consigliabili almeno 256 MB.
Se usa opportunamente nLite o altri programmi simili la quantit' necessaria di RAM potra` essere inferiore a seconda della configurazione specificata.
In ogni caso, arrestando i servizi non indispensabili (che variano da caso a caso) riduce le richieste di RAM a sistema operativo avviato, e quindi swap e consumi. Ovviamente la quantita` di RAM necessaria dipende anche dal tipo di applicativi che si vogliono utlizzare.

Domanda: Quali servizi posso arrestare/disattivare e quali no su Windows 2000/XP?
Risposta: Non esiste una configurazione universale che vada bene per tutti, e la soluzione ideale è provare fino a che si ottiene una configurazione funzionale ma poco avida di RAM. In fase di sperimentazione è bene avvalersi di strumenti quali il Ripristino configurazione di sistema o programmi di backup. Diffidate anche dalle numerose guide che si trovano in rete, perché non sono affatto universali e adattabili a tutte le situazioni.


--------------------------------------------------------------------------

E ora.. dite la vostra!
Qualcuno di voi ha qualche esperienza in merito ? Ha misurato il consumo alla presa del PC ? Quanto ha speso per mettere su l'intero muletto ?

Ogni suggerimento o intervento e' gradito.
Grazie
SovKing
__________________
[color=darkblue]
PC2: i7-2700k; ASUS PZ68; 16GB DDR3-1600; SSD Samsung 830 256GB; HD Segate LP 2TB; Case: Cooler Master CM-690 Advanced.

Ultima modifica di sovking : 20-06-2009 alle 18:10. Motivo: Aggiornamento delle soluzioni disponibili
sovking è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 10:00   #2
3spass
Senior Member
 
L'Avatar di 3spass
 
Iscritto dal: Jan 2004
Città: Roma
Messaggi: 1733
Ottimo thread, lo uppo!
Io al momento credo che userei un economico AMD64 su socket 754 devoltato e decloccato, oppure un XP-M sempre devoltato.
Probabilmente si riuscirebbe a tenerlo passivo.
Le scheda madre naturalmente con VGA integrata e un solo disco da 2,5" (da chiudere in un scatola ricolma di gommapiuma).
Ali piccolino rigorosasmente fanless.
Un solo banco di ram da 512.
Rumore 0 e consumi bassi.
Ciao
__________________
Ho venduto materiale a:Panuccio - JohnnyStecchino - Fastmenu - Sclergio - Ryan1978 - Silveralien - Gargasecca - Pirella - Yota79 - Mambomassacro - Ultraplex - Mimmopoli - BlackRebel - Bones - Izzarazzu - Sirio - Pierinho - Carpix - Gandyfreeworld - Innomatte - Ciccio_80 - ABCcletta - Lord_Crassus - Frank1508 - Leland Gaund - zaccgio - makko72 - Solojuve - Fanta! - thevortex46 - p233 - axleco - Slowhand
3spass è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 11:26   #3
tuleggi
Senior Member
 
Iscritto dal: Dec 2002
Messaggi: 994
non mi pare che due ventoline consumino tanto... prima di attutire il costo maggiore dell'ali fanless con i pochi eventuali watt dissipati da una soluzione con ventola credo che ce ne voglia di tempo..

Cmq un bel up ank'io!
__________________

Thorton2400+@Barton3100+ - Gigabyte 7600GS PASSIVE - Abit NF7-S 2.0 passiva - 2x512MB 444mhz dual channel - Seagate Barracuda IV 80gb PASSIVE cooled - Yamaha CRW-F1 - DVD Liteon - Flatron ft915+ 19'' - Raptor-Gaming Mouse 1600dpi
tuleggi è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 11:32   #4
kingv
Senior Member
 
L'Avatar di kingv
 
Iscritto dal: Jan 2001
Città: Milano
Messaggi: 10588
Quote:
Originariamente inviato da tuleggi
non mi pare che due ventoline consumino tanto...

pensa si riferisse al rumore + che al consumo
kingv è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 12:25   #5
3spass
Senior Member
 
L'Avatar di 3spass
 
Iscritto dal: Jan 2004
Città: Roma
Messaggi: 1733
Quote:
Originariamente inviato da kingv
pensa si riferisse al rumore + che al consumo
Si, mi riferivo essenzialemte al rumore.
Con una config così secondo me si potrebbe seriamente pensare di fare il perfetto "dead silent PC".
__________________
Ho venduto materiale a:Panuccio - JohnnyStecchino - Fastmenu - Sclergio - Ryan1978 - Silveralien - Gargasecca - Pirella - Yota79 - Mambomassacro - Ultraplex - Mimmopoli - BlackRebel - Bones - Izzarazzu - Sirio - Pierinho - Carpix - Gandyfreeworld - Innomatte - Ciccio_80 - ABCcletta - Lord_Crassus - Frank1508 - Leland Gaund - zaccgio - makko72 - Solojuve - Fanta! - thevortex46 - p233 - axleco - Slowhand
3spass è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 12:34   #6
Dumah Brazorf
Senior Member
 
L'Avatar di Dumah Brazorf
 
Iscritto dal: Oct 2002
Città: Brescia provincia
Messaggi: 23947
Invece di scomodare i processori di ultima generazione non basterebbe un PIII con un 256MB di ram?
Ciao.
__________________
WE WANT YOU!!!
Dumah Brazorf è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 12:59   #7
Necromachine
Senior Member
 
L'Avatar di Necromachine
 
Iscritto dal: Jan 2004
Città: Gallarate (VA)
Messaggi: 3898
Ciao, mi sto facendo anch'io un sistemino del genere che userò come modem/router ADSL, mulo, print server, firewall (eventualmente in futuro anche access point).

Per adesso io mi sto recuperando componenti di questo tipo:
- una schedina micro-ATX con grafica integrata, per socket A o socket 370;
- un processore celeron o duron, da downcloccare e downvoltare ;
- per espandere la connettività, sto vedendo di procurarmi una schedina combo firewire/usb 2.0 (visto che le schedine che recupero a 2 soldi sono vecchie e hanno al masimo le usb 1.1) .. se la mobo ha già le usb 2, basta la più scrausa schedina firewire (le firewire si possono usare efficacemente anceh come connessioni di rete); la usb 2.0 comunque è utile solo nel caso in cui volessi collegarci hard disk esterni;
- come ram basta un 256mb .. se DDR è più economica e facile da reperire oggigiorno;
- eventualmente, se volessi usare i cavi ethernet, mi procuro uno switchino scrauso da collegare alla LAN integrata della mobo;
- come hard disk, un qualsiasi PATA sui 120-160 (o più, se la scehda li supporta) va benissimo per afre file sharing ...
- sulle PCI ci collego la schedina firewire, un modem adsl (che potrebbe essere anche su usb 1 però), una schedina che fa da access point wireless (se voglio il wireless), eventualmente altre schedine di rete 10/100; sulle usb ci collego la stampante, così tutti i pc vi possono accedere sempre.

Il tutto andrebbe benissimo con winzozz XP, ma gli smanettoni possono anche buttarci su linux; ovviamente al pc in questione non verrà collegato nè monitor nè mouse e tastiera (verrà gestito dagli altri pc tramite software apposito).

Per avere i dischi in raid occorrerebbe un altro controller su PCI (o che la mobo abbia un controller integrato), un raid 1 sarebbe molto utile per la sicurezza dei dati (si potrebbe utilizzare il minipc come file server per lo storage dei propri dati, senza dover impostare raid o che sul pc principale, che così potrebeb andare tranquillamente con un disco più piccolo) ... unico inconveniente avere 2 dischi peserebbe sul consumo ... si potrebbero utilizzare ATA a 5400rpm (se si trovano delle dimensioni necessarie), oppure i dischi da 2,5" che non consumano niente, am costano tantissimo.
__________________
Santech M58: CPU: i7 3840QM, RAM: 16GB (2x8GB CL10), HARD DISK: SSD crucial M4 128GB + HD Sata 3 1TB 7200rpm, SCHEDA VIDEO: GeForce GTX 680M

Ultima modifica di Necromachine : 11-09-2005 alle 13:27.
Necromachine è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 14:12   #8
oxigene
Member
 
L'Avatar di oxigene
 
Iscritto dal: Sep 2005
Città: Pescara
Messaggi: 39
Mi aggrego contentissimo alla discussione...... !!!!

Sto realizzando anch'io un progettino del genere.... più o meno per le stesse funzioni:
- Web server
- Emule
- Proxy server
tutto su piattaforma Linux.

Al momento (e dopo tanta fatica ) sono arrivato a configurare un PIII 800, 256 Mb ram, Matrox G200 e al momento 2 hd da 6,4 Gb in attesa di essere cambiati con qualcos'altro.....

Al momento tutto è raffreddato "a ventole", ma come sovking aspiro a farlo diventare un server 24h/24 "dead silent"......

Sto vagliando delle alternative a costo zero, come modificare l'alimentatore esistente in uno fanless (ho già fatto degli esperimenti e pare funzioni), mentre sto optando per una soluzione heatpipe + dissipatore passivo per la cpu, che per altro rimane anche abbastanza freddina...... tutto autocostruito....

Se qualcuno ha già fatto esperimenti del genere, potrebbe condividerle??? Tanx.....
oxigene è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 14:30   #9
tuleggi
Senior Member
 
Iscritto dal: Dec 2002
Messaggi: 994
Quote:
Originariamente inviato da oxigene
Mi aggrego contentissimo alla discussione...... !!!!

Sto realizzando anch'io un progettino del genere.... più o meno per le stesse funzioni:
- Web server
- Emule
- Proxy server
tutto su piattaforma Linux.

Al momento (e dopo tanta fatica ) sono arrivato a configurare un PIII 800, 256 Mb ram, Matrox G200 e al momento 2 hd da 6,4 Gb in attesa di essere cambiati con qualcos'altro.....

Al momento tutto è raffreddato "a ventole", ma come sovking aspiro a farlo diventare un server 24h/24 "dead silent"......

Sto vagliando delle alternative a costo zero, come modificare l'alimentatore esistente in uno fanless (ho già fatto degli esperimenti e pare funzioni), mentre sto optando per una soluzione heatpipe + dissipatore passivo per la cpu, che per altro rimane anche abbastanza freddina...... tutto autocostruito....

Se qualcuno ha già fatto esperimenti del genere, potrebbe condividerle??? Tanx.....
Ciao, potresti dirci di più sui tuoi esperimenti fatti sull'ali e resto? thanks!!
__________________

Thorton2400+@Barton3100+ - Gigabyte 7600GS PASSIVE - Abit NF7-S 2.0 passiva - 2x512MB 444mhz dual channel - Seagate Barracuda IV 80gb PASSIVE cooled - Yamaha CRW-F1 - DVD Liteon - Flatron ft915+ 19'' - Raptor-Gaming Mouse 1600dpi
tuleggi è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 14:55   #10
Necromachine
Senior Member
 
L'Avatar di Necromachine
 
Iscritto dal: Jan 2004
Città: Gallarate (VA)
Messaggi: 3898
Bè, per il silenziamento, è facile ... la CPU basta un "dissipatorino" odierno , nei casi migliori anche passivo, altrimenti una ventolina da 7 o 8 cm downvoltata è già più che strasufficiente e veraemnte dead silent.

Il cruccio maggiore sono l'alimentatore e i dischi.

Il primo basta anche lì cambiargli la ventola (leggermente più impegnativo perchè di solito è saldata coi fili, ma comunque un'operazione semplicissima alla portata di tutti) e magari tagliuzzare o togliere del tutto la carena (che aumenta solo il rumore).

I dischi invece sono un pò più "rognosi" ... anche se alla fine basta prendere un cassettino economico in alluminio (o farselo da sè se se ne ha la possibilità) oppure arrangiarsi con gommapiume e antivibrazioni varie (ma il sibilo rimane sempre).
__________________
Santech M58: CPU: i7 3840QM, RAM: 16GB (2x8GB CL10), HARD DISK: SSD crucial M4 128GB + HD Sata 3 1TB 7200rpm, SCHEDA VIDEO: GeForce GTX 680M
Necromachine è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 15:25   #11
sovking
Senior Member
 
L'Avatar di sovking
 
Iscritto dal: Nov 2003
Città: Toscana
Messaggi: 442
Per completezza della discussione vi dico che attualmente il mio muletto e' composto da un vecchio Athlon 900, su scheda ASUS A7V con 512 MB di RAM, 3 (tre) dischi da 30GB, una radeon9000 recuperata e una scheda di rete.

Su questo ci gira FreeBSD 5.4 con aMule, samba, server DNS e altri piccoli programmini che mi sono utili.

Il serverino e' collegato anche al gruppo di continuita' Mustek 800 Pro (caricandolo solo per il 22%).

A parte il fatto che la ASUS A7V si e' rivelata una scheda abbastanza poco stabile per un noto problema tra i due controllori PATA che monta, il sistema
cosi' descritto piu' il router, non e' proprio parco nei consumi.

Attualmente il Wattometro che ho in serie al sistema mi dice che la potenza
istantanea assorbita e' di circa: 130 W (con un fattore di potenza di circa 0.85)

L'obiettivo quale potrebbe essere ? Un moderno procio di tipo mobile o da sistema embedded puo' consumare solo dai 7 ai 25 W, ci aggiungiamo 15 W per i dischi, e un 10-15 W per scheda madre con grafica e rete integrati...
Quello che potremmo ottenere e' un sistema che consuma dai 32 ai 60 W !!

Il risparmio sulla bolletta e' evidente:
Mulo H24 a 130 W/h * 24 ore * 60gg / 1000 = 187 KiloWatt
Mulo H24 a 60 W/h * 24 ore * 60gg / 1000 = 86 KiloWatt
Mulo H24 a 32 W/h * 24 ore * 60gg / 1000 = 46 KiloWatt

Tra il primo e l'ultimo caso ci sono 141 KW; considerando che ultimamente per 500 KW di bolletta pago 70 Euro il costo reale del KW e' di 14 EuroCent.
Quindi il rispiarmo sarebbe di 141 * 14 = 19,74 Euro ogni 2 mesi, o se preferite
circa 120 Euro all'anno.

Forse non sono molti per comprare il PC super parsimonioso.. ma per indicarci che vale la pena recuperare i pezzi giusti per fare il muletto parco!
__________________
[color=darkblue]
PC2: i7-2700k; ASUS PZ68; 16GB DDR3-1600; SSD Samsung 830 256GB; HD Segate LP 2TB; Case: Cooler Master CM-690 Advanced.
sovking è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 15:34   #12
tuleggi
Senior Member
 
Iscritto dal: Dec 2002
Messaggi: 994
Chiarissimo, e ti quoto in pieno!!
__________________

Thorton2400+@Barton3100+ - Gigabyte 7600GS PASSIVE - Abit NF7-S 2.0 passiva - 2x512MB 444mhz dual channel - Seagate Barracuda IV 80gb PASSIVE cooled - Yamaha CRW-F1 - DVD Liteon - Flatron ft915+ 19'' - Raptor-Gaming Mouse 1600dpi
tuleggi è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 17:17   #13
oxigene
Member
 
L'Avatar di oxigene
 
Iscritto dal: Sep 2005
Città: Pescara
Messaggi: 39
Giusto giusto giusto!!!!

....e aggiungo: VIA C3, un processorino da 5 o 6 W che pare faccia miracoli, per il momento ho solo parlato con gente che l'ha provato e ne è entusiasta..... a breve proverò di persona....

(per la gioia di grandi e piccini: http://www.via.com.tw/en/products/processors/c3/ )

Per quanto rigurarda i miei esperimenti, ho semplicemente constatato che prendendo un bell'ali da 250-300 W AT (non ho ancora provato con l'atx), togliendo la carcassa e semplicemente staccando COMPLETAMENTE la ventola e mettendolo bello all'aria fuori dal case, l'ali funzia alla grande, è stabile e non scalda poi così tanto..... e allora mi sono chiesto: non è che è tutto lo schifo di confezione che gli fanno che lo fa diventare un girarrosto? Se si provasse ad esempio a sostituire l'involucro con una bella rete a maglia stretta?

Per il momento le mie ricerche vanno in queste direzioni:
- Ali senza ventole (anche magari creando un sistema di dissipatore esterno.... ho trovato qualcosa in giro fatto da un francese.... pare funzionare ma si può fare di meglio... posto al più presto)
- Heatpipe (devo riuscire a realizzarne uno funzionante, e poi magari usarlo per "spostare" un po di calore da dentro al case a qualche altra parte....)

L'idea di comprare il "pc superparsimonioso" non mi ispira più di tanto, vuoi mettere la soddisfazione di farselo da se????
oxigene è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 17:20   #14
oxigene
Member
 
L'Avatar di oxigene
 
Iscritto dal: Sep 2005
Città: Pescara
Messaggi: 39
oops... dimenticavo: vostre esperienze con gli heatpipe?
Avete mai realizzato dissipatori "handmade"??
oxigene è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 17:38   #15
Necromachine
Senior Member
 
L'Avatar di Necromachine
 
Iscritto dal: Jan 2004
Città: Gallarate (VA)
Messaggi: 3898
Le heatpipe (intendo quelle che si vedono normalmente nei dissipatori tipo i vari coolermaster, themaltake, thermalright etc.) non sono riproducibili senza le apparecchiature industriali necessarie, perciò credo sia praticamente impossibile farsele in casa ... piuttosto si fa molto prima a crearsi un mini water-cooling (utilizzando anche una pompetta da 5-6W non servono nemmeno 100lt/h quando le potenze in gioco sono così basse, un mini radaitorino qualsiasi e un wb qualsiasi, anche home-made).

Per quanto riguarda i consumi ... i processori in applicazioni di questo genere devono essere sempre opportunamente downcloccati e downvoltati (a che serve un athlon a 900mhz per un servizio di routing ? meglio downloccarlo alla metà e abbassare il vcore), questo ovviamente se la scheda madre lo permette. La scheda video ovviamente integrata, è la soluzione più risparmiosa, altrimenti una scheda PCI anteguerra oppure una molto poco potente che si può all'occorrenza sempre downcloccare (tipo una ati 7000 da 32mb downcloccata va benissimo).
I dischi fissi ... ovviamente quelli da 5400rpm consumano meno di quelli da 7200rpm; il top sarebbe usare dischi da 2,5", ma gli alti costi fanno escludere questa possibilità .

Le epia sono un'ottima soluzione, ma hanno il problema di costare un botto, perciò chi vuole assemblarsi un mini-serverino servendosi di avanzi quasi gratis deve guardare altro; inoltre le epia hanno carenza di slot PCI, cosa che in alcuni casi potrebbe essere limitante.
__________________
Santech M58: CPU: i7 3840QM, RAM: 16GB (2x8GB CL10), HARD DISK: SSD crucial M4 128GB + HD Sata 3 1TB 7200rpm, SCHEDA VIDEO: GeForce GTX 680M
Necromachine è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 17:55   #16
sovking
Senior Member
 
L'Avatar di sovking
 
Iscritto dal: Nov 2003
Città: Toscana
Messaggi: 442
Quote:
Originariamente inviato da Necromachine
Per quanto riguarda i consumi ... i processori in applicazioni di questo genere devono essere sempre opportunamente downcloccati e downvoltati (a che serve un athlon a 900mhz per un servizio di routing ? meglio downloccarlo alla metà e abbassare il vcore)
Ci ho gia' provato! Il scheda madre non supportano alcun tipo di downvolting (la scheda madre con il Bios aggiornato si'). Ai tempi in cui era uscito quel processore non erano sentite problematiche di consumi.

(il PC non fa routing: fa da file-server, media-server e P2P principalmente)
__________________
[color=darkblue]
PC2: i7-2700k; ASUS PZ68; 16GB DDR3-1600; SSD Samsung 830 256GB; HD Segate LP 2TB; Case: Cooler Master CM-690 Advanced.

Ultima modifica di sovking : 18-09-2005 alle 14:37.
sovking è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 18:38   #17
oxigene
Member
 
L'Avatar di oxigene
 
Iscritto dal: Sep 2005
Città: Pescara
Messaggi: 39
Quote:
Le heatpipe (intendo quelle che si vedono normalmente nei dissipatori tipo i vari coolermaster, themaltake, thermalright etc.) non sono riproducibili senza le apparecchiature industriali necessarie, perciò credo sia praticamente impossibile farsele in casa ...
... e invece pare che qualche pazzo lo stia facendo con ottimi risultati.... (vedere per credere: http://www.benchtest.com/heat_pipe1.html )

Quote:
Per quanto riguarda i consumi ... i processori in applicazioni di questo genere devono essere sempre opportunamente downcloccati e downvoltati (a che serve un athlon a 900mhz per un servizio di routing ? meglio downloccarlo alla metà e abbassare il vcore), questo ovviamente se la scheda madre lo permette.
...mica vero!!!! il mio PIII a volte fa fatica..... quoto sovking
Quote:
(il PC non fa routeing: fa da file-server, mediaserver e P2P principalmente)
oxigene è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 19:26   #18
Necromachine
Senior Member
 
L'Avatar di Necromachine
 
Iscritto dal: Jan 2004
Città: Gallarate (VA)
Messaggi: 3898
Quote:
Originariamente inviato da oxigene
... e invece pare che qualche pazzo lo stia facendo con ottimi risultati.... (vedere per credere: http://www.benchtest.com/heat_pipe1.html )
Molto interessante . C'è da dire che per un lavoro fatto bene occorrono comunque attrezzature costose (magari chi lavora nell'ambito della refrigerazione le ha già a disposizione e se conosce qualcuno) e occorre poter lavorare i blocchi di rame a cui sono collegate le heatpipes. Quindi i costi rimangono alti, a meno di avere amici e conoscenze che possono aiutare .


Quote:
...mica vero!!!! il mio PIII a volte fa fatica..... quoto sovking
Davvero? non credevo ... appena finirò di recuperare i pezzi per il mio muletto, vedrò il mio duron come si comporterà .
Daresti più dettagli su come è composto il tuo sistema con PIII e che SO ci hai messo su e quali applicativi usi?
__________________
Santech M58: CPU: i7 3840QM, RAM: 16GB (2x8GB CL10), HARD DISK: SSD crucial M4 128GB + HD Sata 3 1TB 7200rpm, SCHEDA VIDEO: GeForce GTX 680M
Necromachine è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 20:31   #19
oxigene
Member
 
L'Avatar di oxigene
 
Iscritto dal: Sep 2005
Città: Pescara
Messaggi: 39
come ho fatto a non pensarci prima??? Mi è venuta giusto qualche momento fa una ideuzza su come realizzare un dissi completamente passivo in casa, sul genere del CNPS6000-Cu della Zalman (vedi sotto)

spendendo non dico zero, ma almeno 1 !! ...... domani farò indagini e vi saprò dire...!!!

Per quanto riguarda il link che ho postato prima, penso che in linea di massima, con qualche correzione sul tema (tipo che le giunzioni non le saldiamo ma le facciamo a vite ecc...) si possa quantomeno provare a realizzare.... in fin dei conti un tubo di rame si trova a qualsiasi Castorama (Castorazzo per gli amici ), qualche raccordino dall'idraulico di fiducia e per il liquido pare vada bene anche qualcosa come l'alcool o l'acetone (non proprio quello delle unghie, ma simile!!)

A proposito del mio server (che parolone!!) posso dire che:
Hardware:
- Ali 300W ATX per il momento a ventola
- PIII 800 socket 370 (per il momento con una ventolina 5x5 downvoltata.... che sparirà presto)
- Mb senza marca
- 256 Mb Ram PC133
- Scheda video Matrox G200 8Mb
- 2 Hd Samsung 6,4 Gb
- Lettore Cd 52X Lg
- Scheda rete 3com Fast Etherlink 10/100 PCI

Software:
- Mandriva Linux 10.2 (probabilmente presto rimpiazzato da Gentoo o Debian, da vedere....)
- Apache web server (in fase di configurazione/collaudo)
- aMule con aMule daemon (in fase di configurazione/collaudo)
- Proxy (in fase di configurazione/collaudo)
- In fase di decisione: Samba (non ho ancora capito se mi serve o no..... bho!! )
oxigene è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-09-2005, 20:52   #20
sovking
Senior Member
 
L'Avatar di sovking
 
Iscritto dal: Nov 2003
Città: Toscana
Messaggi: 442
Quote:
Originariamente inviato da oxigene
A proposito del mio server (che parolone!!) posso dire che:
Hardware:
- Ali 300W ATX per il momento a ventola
- PIII 800 socket 370 (per il momento con una ventolina 5x5 downvoltata.... che sparirà presto)
- Mb senza marca
- 256 Mb Ram PC133
- Scheda video Matrox G200 8Mb
- 2 Hd Samsung 6,4 Gb
- Lettore Cd 52X Lg
- Scheda rete 3com Fast Etherlink 10/100 PCI
Il PIII800 e' un buon procio! Riesci a recuperare i suoi valori di consumo ? (dai un occhiata alle diverse guide presenti nel forum)

Il lettore CD, dopo l'istallazione lo puoi anche staccare... cosi' non hai il consumo di standby.

Gli hd... possono andar bene per fare un raid 1 software dove mettere solo il S.O. Se vuoi usare programmi come aMule o altro per scaricare ti serve un buon deposito: 1 PATA sulla stessa scheda madre o un SATA su schedina aggiuntiva da 20 Euro (prezzo della Hamlet con 2 connettori SATA e raid).

Se poi vuoi proprio essere estremo, dopo aver installato il S.O., togli la scheda video, mandando tutto l'output su seriale. Cmq. di solito la scheda video
va da sola in standby se non ci sono molti log a console.

Quote:
Originariamente inviato da oxigene
Software:
- Mandriva Linux 10.2 (probabilmente presto rimpiazzato da Gentoo o Debian, da vedere....)
- Apache web server (in fase di configurazione/collaudo)
- aMule con aMule daemon (in fase di configurazione/collaudo)
- Proxy (in fase di configurazione/collaudo)
- In fase di decisione: Samba (non ho ancora capito se mi serve o no..... bho!! )
Il proxy non ti serve se hai un lan domestica... non c'e' vantaggio e sprechi spazio prezioso sul server.

Il Samba invece si', se intendi collegarti in casa da un altro PC che ha Windows.
__________________
[color=darkblue]
PC2: i7-2700k; ASUS PZ68; 16GB DDR3-1600; SSD Samsung 830 256GB; HD Segate LP 2TB; Case: Cooler Master CM-690 Advanced.
sovking è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Prisma, tutti i filtri provati per voi e qualche avvertimento per non sprecare traffico Prisma, tutti i filtri provati per voi e qualche...
Zowi: il robottino che insegna ai più piccoli a programmare con Arduino Zowi: il robottino che insegna ai più pic...
Nikon D5, recensione completa della nuova ammiraglia reflex dalle specifiche stellari Nikon D5, recensione completa della nuova ammira...
Asynchronous TimeWarp: cos'è, come migliora la VR e quali sono le sue limitazioni Asynchronous TimeWarp: cos'è, come miglio...
Kick Off Revival stavolta non si salva nemmeno in 'calcio d'angalo' Kick Off Revival stavolta non si salva nemmeno i...
USB Type-C: dal 2017 in sempre più...
Crucial presenta nuovi tagli (insoliti) ...
Il nuovo Prey presentato attraverso un v...
Western Digital e Toshiba annunciano le ...
Continuano le offerte Amazon: tuttofare ...
Microsoft Pix per iOS, l'app camera che ...
Samsung, trimestre migliore degli ultimi...
Sempre positive le vendite di smartphone...
Arrivano su Apple Maps parcheggi, posti ...
Raccolta della Famiglia: acquisti su Goo...
Microsoft, ancora guai legali con l'aggi...
Facebook inarrestabile: quasi 2 miliardi...
Apple vende il miliardesimo iPhone
Nintendo, perdite consistenti nel Q1
Addio HERE Maps, benvenuta HERE WeGo
Firefox 48
Filezilla
Chromium
IObit Uninstaller
Skype
Backup4all
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Codec Tweak Tool
K-Lite Codec Pack Full
K-Lite Mega Codec Pack
AIDA64 Extreme Edition
Avira Free Antivirus
PeaZip
HyperSnap
VirtualBox
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 13:22.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2016, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www1v