ASUS ROG G752VS OC Edition: il notebook gaming con l'overclock

ASUS ROG G752VS OC Edition: il notebook gaming con l'overclock

Processore quad core che può essere overcloccato anche se montato in un notebook; scheda video GeForce GTX 1070 abbinata ad un pannello da 120 Hz di refresh con tecnologia G-Sync; due SSD in Raid 0 velocissimi e ben 32 Gbytes di memoria di sistema. Tutto, o quasi, per la felcità del videogiocatore più esigente è presente in ASUS ROG G752VS OC Edition

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Portatili
GeForceNVIDIACoreIntelROGASUSG-sync
 

Un notebook gaming con l'overclock di serie

Il marchio ROG, Republic of Gamers, da oltre 10 anni identifica le soluzioni sviluppate da ASUS tenendo conto delle specifiche esigenze dei videogiocatori più appassionati. Fine di questa serie di prodotti è quella di offrire la massima interpretazione di tecnologia sviluppata internamente in ASUS, soluzioni che quindi si adattano non solo ai videogiocatori ma più in generale a quegli utenti che ricercano le massime performances e una dotazione accessoria di prim'ordine.

Per questo motivo un po' tutte le proposte ASUS nel settore componenti, dalle schede madri alle schede video, prevedono dei modelli appartenenti alla famiglia ROG. Non mancano ovviamente anche i sistemi desktop completi oltre ai notebook, con questi ultimi che rappresentano una quota significativa del totale dei portatili per videogiocatori che vengono venduti ogni anno sul mercato.

notebook_back.jpg (74115 bytes)

Il notebook G752 è un classico della produzione ASUS rivolta ai videogiocatori: ha dimensioni importanti, grazie allo schermo da 17,3 pollici e alla scelta di componenti interni di elevata potenza complessiva, e mantiene un design che per molti versi possiamo considerare iconico. La parte posteriore è quella che domina da questo punto di vista, forte di una griglia che si prolunga per tutta la larghezza del notebook e che è impreziosita da un LED di colore rosso. Il contrasto cromatico che si viene a creare trova una ripetizione nella tastiera, con tasti retroilluminati sempre di colore rosso, mentre alcune finiture in un colore simile al rame impreziosiscono il guscio dello schermo e la cerniera che collega il display alla base.

notebook_front.jpg (96877 bytes)

La versione provata in queste pagine è identificata dalla sigla ROG G752VS OC Edition, e il nome dice tutto: la presenza di un processore Intel Core i7 della famiglia K permette di intervenire in overclock, spingendosi oltre la frequenza di funzionamento di default sino a quando il sistema di raffreddamento e quello di alimentazione lo permettono. Un utente appassionato può intervenire anche sulla scheda video, modello NVIDIA GeForce GTX 1070, anche in questo caso aumentandone i parametri di funzionamento così da ottenere un boost prestazionale.

Modello

ASUS ROG G752VS OC Edition
CPU Intel Core i7-7820HK
GPU NVIDIA GeForce GTX 1070
chipset Intel HM175
memoria 32GB DDR4-2400 (2x16GB)
schermo 17,3 pollici, 1.920x1.080 pixel, IPS
G-Sync, 120Hz
storage SSD 2x512GB in Raid 0 (M.2)
storage HDD 1TB 7.200rpm
LAN Ethernet si, Gigabit
WI-Fi 802.11ac
lettore ottico masterizzatore DVD
Bluetooth V.4.2
webcam HD 30fps
lettore memoria SD (XC/HC)
lettore ottico si
HDMI 1, standard 1.4b
Display Port 1 mini-Display Port 1.2
VGA no
USB 4 Type-A 3.0
1 Type-C 3.1 - Thunderbolt
dimensioni 42,8x33,4x5,3cm
peso 4,4Kg
batteria 96Wh, 8 celle

ASUS G752VS OC Edition è un notebook indubbiamente grosso e ingombrante: lo schermo da 17,3 pollici di diagonale si affianca ad una base che è altrettanto ampia e spessa. Il peso è di 4,4 Kg, l'alimentatore tutt'altro che piccolo e le dimensioni complessive pari a 42,8x33,4x5,3cm: non è di certo un Ultrabook questo ASUS G752VS OC Edition e del resto non fa nulla per sembrare tale a partire già dal nome.

A dimensioni abbondanti corrisponde, come abbiamo visto, una dotazione hardware di prim'ordine: abbiamo già detto del processore Intel Core i7-7820HK della famiglia Kaby Lake, dotato di moltiplicatore di frequenza sbloccato così da permettere di intervenire facilmente in overclock. Il comparto video vede una GPU NVIDIA GeForce GTX 1070, abbinata ad un pannello con risoluzione di 1.920x1.080 pixel con frequenza di refresh di 120Hz e supporto alla tecnologia NVIDIA G-Sync. La memoria onboard è pari a 32 Gbytes, mentre lo storage locale vede due unità SSD da 512 Gbytes ciascuna configurate in Raid 0, con il plus rappresentato da un hard disk meccanico da 1 Terabyte di capacità per i dati. Si tratta di componenti che non hanno nulla da invidiare alle corrispondenti proposte per sistemi desktop e che permettono di configurare questo notebook non solo come potente soluzione per il gaming mobile ma anche quale workstation per elaborazioni particolarmente gravose in termini di risorse di sistema.

posteriore.jpg (109076 bytes)

La parte inferiore dello chassis presenta uno sportello che può essere facilmente rimosso, semplicemente intervenendo su una vite. In questo modo è possibile espandere la memoria, utilizzando due slot per moduli SoDimm, oppure cambiare l'hard disk meccanico da 2 pollici e 1/2 oppure ancora avere accesso ai due SSD abbinati in configurazione Raid 0 e dotati di interfaccia PCI Express 4x. Nella parte superiore troviamo anche una apertura attraverso la quale è possibile scorgere parte del sistema di dissipazione termico implementato da ASUS, sul quale è presente il logo ROG.

ssd.jpg (113924 bytes)

I due SSD Samsung sono montati nella parte posteriore dello chassis, facilmente accessibili dopo aver rimosso un coperchio plastico e una placca in alluminio con la quale sono posti a contatto. Tra placca e chip memoria dei due SSD è stata posizionata una striscia che migliora la dissipazione termica tra SSD e placca: modelli di questo tipo, soprattutto se confinati all'interno di uno chassis di un notebook e senza raffreddamento diretto, tendono a raggiungere temperature elevate quando sono posti sotto stress ed è per questo motivo che ASUS ne ha curato al meglio la dissipazione termica.

Come abbiamo già detto, ROG G752VS OC Edition è un notebook dalla forte personalità che spicca per il design decisamente originale. La costruzione esterna vede ampio utilizzo di un mix tra alluminio per il guscio dello schermo, plastica per la parte posteriore e per la parte inferiore e una finitura di gomma per la tastiera. La finitura di quest'area è stata pensata specificamente per le esigenze dei videogiocatori, che spesso si trovano ad avere polsi ed avanbraccia appoggiati alla base della tastiera.

luci_posteriori.jpg (82194 bytes)

La parte posteriore presenta una griglia a sviluppo verticale di colore arancione, ai cui lati si notano i voluminosi radiatori del sistema di raffreddamento: per poter gestire al meglio il calore generato dai componenti interni ASUS ha implementato una struttura indicata con il nome di 3D Vapor Chamber, con la quale due placche simili a waterblock sono montati su GPU e CPU così da trasferire il calore generato da questo componenti verso i radiatori, dietro ai quali sono presenti delle ventole che soffiano aria all'esterno. Placche e radiatori sono collegati da delle heatpipes, all'interno delle quali scorre il liquido che cambia stato in funzione della temperatura e in questo modo aiuta a trasferire il calore lontano dai componenti verso l'esterno.

side_1.jpg (32623 bytes)

side_2.jpg (30642 bytes)

back.jpg (45625 bytes)

Le dimensioni complessive giocano indubbiamente a favore del mettere a disposizione un elevato numero di porte di connessione: anche per questo aspetto ASUS ROG G752VS OC Edition è tutto tranne che un Ultrabook. Sul lato sinistro troviamo il lettore ottico, 2 porte USB 3.0 Type-A e il lettore per schede memoria SD. Sul lato destro trovano invece posto i jack per cuffie e microfono, un connettore SP/DIF per l'audio, un connettore USB 3.1 Type-C compatibile anche con interfaccia Thuderbolt, due altre porte USB 3.0 Type-A, connessioni Mini Display Port e HDMI oltre all'immancabile connettore Gigabit Ethernet per la rete. C'è veramente di tutto per le connessioni con periferiche esterne, con le varie porte che sono ben spaziate tra di loro così da facilitare il collegamento anche di connettori che si sviluppino in larghezza più dello standard (basti pensare ad alcune chiavette USB oversize).

tastiera.jpg (71002 bytes)

La tastiera, ovviamente del tipo ad isola, ha una retroilluminazione di colore rosso e tastierino numerico separato. Nella parte superiore sono presenti dei tasti funzione accessori, programmabili in modo da avere accesso rapido ad alcune funzionalità specifiche; i 4 tasti WASD sono caratterizzati da un profilo laterale rosso così da essere più facilmente identificabili. Il touchpad ha dimensioni medie rispetto alla superficie complessiva della base e una buona risposta complessiva, per quanto è facile immaginare come un videogiocatore tenderà ad abbinare un mouse per le proprie sessioni di gioco.

 
^