Segnali di ripresa per l'ICT in Italia nel 2015, ma non per l'hardware

Segnali di ripresa per l'ICT in Italia nel 2015, ma non per l'hardware

I più recenti dati di analisi forniti da Sirmi evidenziano per il 2015 un calo nel fatturato ICT più contenuto che in passato, con una dinamica che sembra indirizzata verso la stabilizzazione del mercato. Il settore che soffre ancora per la maggiore è quello delle soluzioni hardware, che non beneficiano più della novità data dai tablet

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Portatili
2-in-1
 

Dai dati del 2015 le speranze di una ripresa dal 2016

E' stato un 2015 difficile per il settore dell'Information e Communication Technology in Italia, ma capace di evidenziare segnali di recupero dopo anni in cui il dato finale ha sempre visto una contrazione della spesa da parte di utenti privati e di aziende. Nel corso del 2015, alla luce dei dati Sirmi, il mercato ha totalizzato vendite per circa 53,5 miliardi di Euro, un dato in contrazione dell'1% rispetto ai 54 miliardi di Euro registrati nel 2014. In quest'ultimo periodo il risultato era stato negativo per il 2,9% rispetto al 2013: questo conferma come il 2015 mostri segnali interessanti di una frenata al calo di spesa, aprendo prospettive più interessanti per il 2016.

Nel corso del quarto trimestre, quello caratterizzato dalla stagione di vendite natalizia, il controvalore delle vendite del settore in Italia è stato di 13,7 miliardi di Euro spesi tra soluzioni IT e di telecomunicazioni: si tratta di un risultato in contrazione dello 0,3% rispetti ai 13,8 miliardi di Euro del quarto trimestre 2014 che conferma come il periodo in analisi abbia mostrato segnali di ripresa.

Il 62% della spesa ICT è per telecomunicazioni

Come si divide la spesa tra i differenti settori? Il settore IT, che raccoglie hardware, software e servizi correlati per sviluppo e gestione, pesa per circa il 38% del totale con il restante 62% che è di competenza del settore delle telecomunicazioni, tra soluzioni fisse e mobile. L'ambito IT ha registrato nel corso del 2015 una contrazione dell'1,7% sul fatturato, passando da 20,7 miliardi di Euro a 20,37 miliardi e seguendo in questo il calo storico del 2014 (-1,6% rispetto al totale del 2013).

Più interessante la dinamica del settore TLC, con un dato di fatturato complessivo pari a 33,1 miliardi di Euro nel corso del 2015 che rappresenta un calo dello 0,6% rispetto al 2014. A titolo di confronto quest'ultimo anno aveva chiuso con un dato in perdita di fatturato del 3,7% rispetto ai 12 mesi precedenti: anche in questo caso quindi si conferma come nel corso del 2015 la situazione del mercato sia rimasta nel complesso relativamente stazionaria, con una contrazione delle vendite ben più contenuta rispetto a quanto verificato in precedenza.

spesa 2014 delta su 2013 2015 delta su 2014
hardware 7.177,7 -1,2% 6.743,9 -6,0%
software 4.515,2 -1,3% 4.491,5 -0,5%
servizi di sviluppo 3.612,5 -4,0% 3.535,6 -2,1%
servizi di gestione 5.416,7 -0,9% 5.600,8 3,4%
Totale IT 20.722,1 -1,6% 20.371,8 -1,7%
TLC fisso 14.288,3 -4,3% 13.964,4 -1,9%
TLC mobile 19.060,7 -3,3% 19.138,6 0,4%
Totale TLC 33.289,0 -3,7% 33.103,0 -0,6%
Totale ICT 54.011,1 -2,9% 53.474,8 -1,0%

dati in milioni di Euro; fonte Sirmi SPA, Gennaio 2016

Le vendite di hardware calate del 6% nel 2015

Il settore che ha visto la peggiore contrazione nelle vendite nel corso del 2015 è stato quello dei componenti hardware, calato del 6% rispetto ad un 2014 che aveva a sua volta registrato una contrazione nelle vendite dell'1,2% rispetto all'anno precedente. Software e servizi di sviluppo calano su base annua, ma meno di quanto registrato nell'anno precedente; i servizi di gestione aumentano del 3,4% invece, grazie principalmente ai risultati ottenuti dai servizi in cloud.

Nel settore delle TLC l'ambito dei servizi fissi è in calo dell'1,9%, meno dell'anno precedente, mentre il comparto mobile mostra una ripresa positiva con un +0,4% da confrontare con il calo del 3,3% dell'anno precedente. Da questo ne emerge una contrazioone dello 0,6% per il 2015 rispetto al 2014, un dato ben più interessante rispetto al calo del 3,7% del 2014.

Nel complesso, quindi, il mercato ICT registra anche nel 2015 un calo del fatturato complessivo pur se in misura inferiore agli anni precedenti e soprattutto evidenziando, nel corso del quarto trimestre, una dinamica complessiva volta alla ripresa.

 
^