Intel SSD 520, ipotesi di controller SandForce

Intel SSD 520, ipotesi di controller SandForce

In base ad alcune ipotesi che circolano online, la nuova famiglia di SSD enthusiast 520 di casa Intel potrebbe utilizzare controller SandForce

di pubblicata il , alle 10:03 nel canale Storage
Intel
 

Proprio questa mattina abbiamo pubblicato una notizia riguardante la roadmap per gli SSD Intel, nella quale viene indicata l'intenzione di aggiornale le linee consumer, a vari livelli, nel corso del 2012. Fra le novità citiamo il passaggio a processi produttivi dei chip più raffinati e una maggiore disponibilità di tagli, in modo da accontentare il maggior numero possibile di esigenze.

Questa mattina appare in rete qualcosa di più, ovvero un'ipotesi di accordo fra Intel e SandForce per la fornitura di controller destinata alla famiglia consumer di fascia alta SSD 520 Cherryville, che costituirebbe una vera novità per il settore.

Intel ha sempre utilizzato controller realizzati in casa, oppure rivolgendosi a Marvell, al fine di poter avere la massima libertà a livello di fimware e gestione logica in genere. Con SandForce questa libertà non sarebbe stata totale, motivo per cui le ipotesi tracciate da Techpowerup diventano interessanti. Ricoridiamo brevemente che le caratteristiche di base delle unità 520 Cherryville sono quelle tipiche della migliore produzione SSD attuale per il settore consumer: lettura  massima a 550 MB/s, scrittura a 520 MB/s, 70,000 IOPS 4K random write.

In base alla fonte Intel potrebbe aver raggiunto un accordo per un via libera alla personalizzazione del firmware, in modo da avere completo controllo delle operazioni senza appoggiarsi a SandForce per gli aggiornamenti. Per ora si tratta di speculazioni, ma le voci si fanno sempre più insistenti. Staremo a vedere cosa succederà nelle prossime settimane, cercando di saperne di più già nel corso del CES di Las Vegas fra circa un mese.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mparlav05 Dicembre 2011, 10:36 #1
Sarà questo il motivo, per cui il previsto lancio tra l'ultima settimana di novembre e la prima di dicembre, è stato rinviato al Q1 2012.
Per carità, si prendano il tempo necessario per garantire la neccessaria affidabilità, ma almeno incominciassero a tagliare il prezzo dell'Intel 510 che costa il 35-40% in più dei concorrenti con la stessa architettura.

Cmq i 70000 iops in 4k random in scrittura, si ottengono solo col 100% di compressione sui modelli da 240GB, mentre in commercio ci sono ssd da 256GB che ne fanno 60000-65000 in qualsiasi condizione.
MiKeLezZ05 Dicembre 2011, 10:59 #2
Pessima scelta

Facessero anche 1 milione di MB/s al secondo, al primo posto ci deve essere l'affidabilità

Controller Marvell oppure Intel, e nessuna via di mezzo

Se i 520 li faranno su Sandforce, molto semplicemente, saranno depennati dalla mia lista per Babbo Natale

Il segmento SSD comincia a diventare scivoloso... Fra MLC da 55 a 34 a 25nm (che scendono sempre di affidabilità, a controller da fascia alta a fascia media, fino alle future MLC non a 2-bit, ma addirittura a 3-bit, se non poi ulteriormente "stacked", l'acquisto va sempre meglio ponderato... a meno di non voler rischiare di buttare via 200€ ogni anno
al13505 Dicembre 2011, 11:26 #3
marvell tutta la vita
con tutti i problemi dei sandforce non ci butterei neanche 100 €
genesi8605 Dicembre 2011, 12:03 #4
Intel fa' pagare cari i suoi SSD, ma è anche vero che sono affidabilissimi e ti garantiscono un supporto a distanza di anni (nel 2011 hanno ancora aggiornato il firmware del mio postville G2!!!). Tra l'altro poi, gli SSD attuali sono talmente veloci che nell'uso pratico non noti la differenza, pertanto il valore aggiunto è l'affidabilità e il supporto post vendita.

Per me e per i miei parenti/amici, ho preso solo SSD intel e funzionano tutti alla perfezione, mai neanche un impuntamento (come se ne vedono su alcuni SF).

Dopotutto ragionandoci, Intel è un colosso enorme rispetto agli altri competitors SSD, che vuole essere sempre al top delle performance, se alla intel preferiscono non avere lo scettro delle prestazioni, ma ripiegare su tecnologie meno spinte, un motivo ci deve essere.
ciocia05 Dicembre 2011, 12:22 #5
i Crucial c300 e M4 cosa montano?
Perche' votate marvell? Sulla mia vecchia mobo ho il sata3 della marvell ma e' pietoso, va peggio del sata2 intel, ho dovuto infatti mettere il mio c300 nel sata2.
StePunk8105 Dicembre 2011, 12:31 #6
manco se mi pagassero loro ci metterei dei dati su un ssd con sandforce
Mparlav05 Dicembre 2011, 13:12 #7
Originariamente inviato da: genesi86
Intel fa' pagare cari i suoi SSD, ma è anche vero che sono affidabilissimi e ti garantiscono un supporto a distanza di anni (nel 2011 hanno ancora aggiornato il firmware del mio postville G2!!!). Tra l'altro poi, gli SSD attuali sono talmente veloci che nell'uso pratico non noti la differenza, pertanto il valore aggiunto è l'affidabilità e il supporto post vendita.

Per me e per i miei parenti/amici, ho preso solo SSD intel e funzionano tutti alla perfezione, mai neanche un impuntamento (come se ne vedono su alcuni SF).

Dopotutto ragionandoci, Intel è un colosso enorme rispetto agli altri competitors SSD, che vuole essere sempre al top delle performance, se alla intel preferiscono non avere lo scettro delle prestazioni, ma ripiegare su tecnologie meno spinte, un motivo ci deve essere.


Guarda che gli altri competitor ssd sono Samsung e Toshiba in primis, non guardare solo ai piccoli OCZ o Corsair.

Ma in ogni caso, l'ultimo periodo è incoerente col resto del discorso.

Intel ha lo scettro dell'affidabilità in ambito consumer basato sugli ssd sata II con le proprie nand e controller e fin qui nulla da eccepire.

Ma quest'anno, non avendo sviluppato un proprio controller sata 6GBs, ha fatto uscire l'Intel 510, con controller Marvell e nand Toshiba 34nm: in pratica ci ha messo solo il proprio firmware, e di dati sull'affidabilità non ce ne sono.

Ora visto che puntano eccome allo scettro delle prestazioni, fanno uscire una serie 520, con controller Sandforce fidandosi della storica partnership con LSI (nuovo proprietario di Sandforce) e nand Intel 25nm (sempre che non decidano nuovamente per Toshiba e le nuove 24nm).

Se permetti, non è che il "colosso" Intel si stia particolarmente sforzando a sviluppare la tecnologia.
outofcontrol05 Dicembre 2011, 13:25 #8
io ho un corsair force f120 da circa un anno con sandforce e memorie a 34nm e non ha mai creato problemi.nessun imputamento ne nulla. la seconda generazione di sandforce ho sentito che ha degli impuntamenti ma per me dovuti a ocz. si sente parlare solo di vertex 3 con problemi!
kimik05 Dicembre 2011, 15:47 #9
Originariamente inviato da: ciocia
i Crucial c300 e M4 cosa montano?
Perche' votate marvell? Sulla mia vecchia mobo ho il sata3 della marvell ma e' pietoso, va peggio del sata2 intel, ho dovuto infatti mettere il mio c300 nel sata2.


Montano Marvell che è ottimo.

Sulle mobo è un altro discorso.
MiKeLezZ05 Dicembre 2011, 21:20 #10
Originariamente inviato da: ciocia
Perche' votate marvell? Sulla mia vecchia mobo ho il sata3 della marvell ma e' pietoso, va peggio del sata2 intel, ho dovuto infatti mettere il mio c300 nel sata2.

Mi spiace per te; Marvell è l'azienda leader nei controller storage (assieme a LSI) e ha da tempo acquistato la linea Xscale di Intel (praticamente i suoi processori di tipologia ARM), tecnologia ARM che viene usata nei stessi controller storage. Gli altri suoi unici competitor del segmento sono Silicon Image e JMicron e sappiamo tutti che ruolo abbiano: il primo non fa SSD, il secondo fa prodotti penosi in quanto trattasi di aziendaccia cinese.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^