L'ebook reader Asus Eee Note EA-800 va all'università

L'ebook reader Asus Eee Note EA-800 va all'università

Asus Eee Note EA-800 è il supporto digitale del progetto da libreriauniversitaria.it, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova. L'ebook reader diventerà il quaderno digitale degli studenti del corso Italian Entrepreneurship, anche con l'intento green di risparmiare carta

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 15:18 nel canale Portatili
ASUS
 

Il mercato degli ebook reader non ha al momento ancora trovato quel volano che in molti invece si attendevano e per ora resta una nicchia dell'elettronica di consumo, senza aver sperimentato quella diffusione capillare prevista da alcuni analisti qualche anno fa. Asus prova a rilanciare la posta in Italia facendo da partner tecnologico di un progetto nato dalla collaborazione tra libreriauniversitaria.it, e l’Università degli Studi di Padova.

Il progetto punta a sperimentare l'utilizzo di nuovi mezzi per l'apprendimento universitario, con anche l'intento di risparmiare carta, argomento negli ultimi anni divenuto molto sensibile. L'ebook reader Asus Eee Note EA-800 diventerà il quaderno digitale degli studenti del corso Italian Entrepreneurship: su esso gli studenti non solo potranno visualizzare i libri di testo, ma anche gli appunti digitali messi a disposizione dai docenti e soprattutto potranno aggiungere ad ognuno dei materiali i propri appunti, proprio come farebbero su un quaderno con carta e penna. Il tutto su un display da 8" in formato 3:4 e risoluzione XGA, 768x1024 con 64 toni di grigio riproducibili. Dotato di connettività Wi-FI 802.11b/g l'ereader dispone di porta microUSB, 4GB di memoria interna, slot microSD, jack da 3,5mm, batteria da 3700mAh

Oltre agli appunti scritti gli studenti avranno la possibilità di prendere appunti multimediali, registrando con il microfono integrato file audio oppure riprendendo scatti con la fotocamera da 2 megapixel, magari per copiare in modo semplice e veloce un appunto importante o quello che il docente ha scritto alla lavagna. Abbiamo parlato del progetto con Livia Senic Matuglia, Responsabile Relazioni Esterne di libreriauniversitaria.it e dell'Asus Eee Note EA-800 con Alessandro Salsi, CPM Italy & Greece, Eee Family Department di Asus.

[HWUVIDEO="894"]Asus Eee Note EA-800: l'e-reader va a scuola[/HWUVIDEO]
19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bluknigth06 Aprile 2011, 16:19 #1
Ecco, a mio parere piuttosto che portare 500€ di libri preferirei che i ragazzi vanno a scuola avvessero questo nello zaino al loro posto, con i formati elettronici dei testi scolastici su memoria.

Ecologico, funzionale e meno spacca schiena per i ragazzi!
maumau13806 Aprile 2011, 16:27 #2
Non è male, soprattutto visto che non ha un display resistivo, ma monta una Wacom. Al momento infatti lo trovo un'ottima scelta per chi non vuole solo leggere, ma anche scrivere sul pad; l'unica pecca che gli trovo è nella mancanza del display e-ink, infatti sembra che abbia un comune display lcd, pur se privo di retroilluminazione; quindi abbastanza inadatto agli ambienti più luminosi.
fgpx7806 Aprile 2011, 16:28 #3
Concordo. Basterebbe un buon tablet, una buona educazione (perché i ragazzi si strappano i libri a vicenda già...Un libro, anche se rotto lo puoi usare, un ebook reader no) e un quaderno per gli appunti.
kralin06 Aprile 2011, 16:32 #4
le foto da 2mpxl si vedranno davvero bene su un ebook reader...
secondo me a lezione non c'è aggeggio che tenga il rapporto con carta e penna. come fai a prendere appunti su un ebook reader??? forse con un tablet e un software adatto...
Stargazer06 Aprile 2011, 16:37 #5
Se non implementano l'ocr e quindi il salvataggio in file word perde tutto il suo fascino wacom compreso
a meno che lo studente non sia disposto poi a riscriversi tutto...

Riguardo poi all'eink che castrerebbe in lentezza il dispositivo imho sarebbe molto meglio se si orientano su un sistema pixcel qi
avvelenato06 Aprile 2011, 16:48 #6
i sistemi pixelqi non li ho mai visti recensiti, gli eink secondo me non sono poi così tanto meglio di un lcd non retroilluminato.

la fotocamera a 2mpx è una buona idea, ma per renderla ottima dovevano aggiungerci un flash e togliere il filtro bayer, tanto per prendere appunti il b/n va alla grande. Se ne guadagnava di brutto in sensibilità iso.
tommy78106 Aprile 2011, 17:08 #7
Originariamente inviato da: avvelenato
i sistemi pixelqi non li ho mai visti recensiti, gli eink secondo me non sono poi così tanto meglio di un lcd non retroilluminato.


mi sa che non leggi molto davanti al monitor allora, io ho sia l'asus in questione per motivi di lavoro sia un sony prs-650 che uso per pura lettura...nessun paragone, l'asus è comodo per prendere appunti, in maniera molto elementare sia ben inteso, non sostituisce minimamente un bel foglio di carta e relativa penna ed in più lo schermo riflette molto, ha un angolo di visuale ristretto e non è il massimo per lunghe sessioni di lettura. il sony monta l'ultima generazione di pannelli e-ink e distinguerlo da un foglio di carta bianco è arduo, si può leggere per ore e ore senza problemi di affaticamento.
l'idea dell'università è buona ma ha cannato (sponsor errato?) nella scelta del prodotto, i libri servono per essere letti, se non mi offri un reader fatto appositamente per quello il vantaggio della tecnologia si azzera.
aldarev06 Aprile 2011, 17:16 #8
Se cominciassero a convertire i testi che utilizzo in formato leggibile tramite ebook, sarei ben felice di abolire tomi da migliaia di pagine

E se costassero anche un po' meno, e non il solito equivalente di un rene e mezzo fegato, sarebbe meglio
elevation106 Aprile 2011, 18:18 #9
beh il discorso ocr è alquanto complesso in quanto non è per nulla semplice il riconoscimento della calligrafia... come idea quella della asus è ottima ma fatemi capire è un lcd non retroilluminato e resistivo? quindi a questo punto non è meglio un tablet? l'unica difficoltà secondo me è sui display capacitivi e la latenza... quest'asus mi sembra ottimo sotto questo punto di vista... per la didattica è questa la via... un unico quaderno/tablet/su cui avere libri, prendere appunti registrare e così via... l'unica curiosità è capire se questa cosa è fattibile anche con i display capacitivi... certo l'e-reader è un altro livello ma l'eink allo stato attuale non permette un utilizzo così immediato nel prendere appunti...
avvelenato06 Aprile 2011, 19:14 #10
Originariamente inviato da: tommy781
mi sa che non leggi molto davanti al monitor allora, io ho sia l'asus in questione per motivi di lavoro sia un sony prs-650 che uso per pura lettura...nessun paragone, l'asus è comodo per prendere appunti, in maniera molto elementare sia ben inteso, non sostituisce minimamente un bel foglio di carta e relativa penna ed in più lo schermo riflette molto, ha un angolo di visuale ristretto e non è il massimo per lunghe sessioni di lettura. il sony monta l'ultima generazione di pannelli e-ink e distinguerlo da un foglio di carta bianco è arduo, si può leggere per ore e ore senza problemi di affaticamento.
l'idea dell'università è buona ma ha cannato (sponsor errato?) nella scelta del prodotto, i libri servono per essere letti, se non mi offri un reader fatto appositamente per quello il vantaggio della tecnologia si azzera.


no è tutto il contrario, leggo sul monitor praticamente 16 ore al giorno, tanto per raccontartene una mi sono letto tutto "il 5° giorno" di frank schatzing, una mappazza di millecentopagine, a metà diviso tra monitor di casa e schermo del cellulare del 2007 (da 2,1 pollici e 352*416 px)! Forse sono troppo poco sensibile al fastidio per essere un campione rappresentativo
Comunque non ti credere che non capisca quanto dici, ho visto gli schermi eink visto che oramai li espongono in prova anche nei negozi di elettronica, e sono veramente un oggetto del desiderio. Ma, ammettiamolo, sono ancora troppo poco versatili a causa della lentezza di refresh. Conosco più di una persona che ha dovuto abbandonare ogni velleità di portarsi appresso i propri manuali tecnici, in quanto le operazioni di ricerca ne sono compromesse. Ciò detto, si possono ritagliare un'interessante nicchia di mercato nella lettura ricreativa, ma parlando di utilizzo didattico sono del parere che la scelta di questo asus sia la più adatta (escludendo un display pixelqi che ancora non so come si comporta); mi potrei ricredere se lo vedessi esposto e lo giudicassi indegno di ogni tipo d'uso (chissà se lo trovo alla fnac o simili in prova, stavo giusto cercando un prodotto simile), ma per intanto mi sembra di capire che questo asus provvede un comfort di lettura comunque superiore a un monitor retroilluminato e possiede anche i vantaggi legati al peso e alla possibilità di trasportare un numero virtualmente infinito di libri. Direi che a confort i libri tradizionali vengono battuti alla grande, specie se uno è un pendolare sfigato come me
Originariamente inviato da: elevation1
beh il discorso ocr è alquanto complesso in quanto non è per nulla semplice il riconoscimento della calligrafia... come idea quella della asus è ottima ma fatemi capire è un lcd non retroilluminato e resistivo? quindi a questo punto non è meglio un tablet? l'unica difficoltà secondo me è sui display capacitivi e la latenza... quest'asus mi sembra ottimo sotto questo punto di vista... per la didattica è questa la via... un unico quaderno/tablet/su cui avere libri, prendere appunti registrare e così via... l'unica curiosità è capire se questa cosa è fattibile anche con i display capacitivi... certo l'e-reader è un altro livello ma l'eink allo stato attuale non permette un utilizzo così immediato nel prendere appunti...

la tecnologia wacom è lo stato dell'arte per il riconoscimento tattile ed è a risonanza, ma funziona solo con le sue penne (leggerissime). D'altronde è l'unico modo per permettere di prendere appunti sul testo, con un touch resistivo la precisione sarebbe stata sufficiente per scrivere in stile 4° elementare, mentre un capacitivo proprio non prevede l'opportunità di scrivere, visto che il tocco non è mai preciso al px (i touch capacitivi sono più per menù e pulsanti). Da quel che ho capito il display è un lcd non retroilluminato a toni di grigio, un lontano parente degli orologi digitali casio per intenderci. Un tablet sarebbe stato molto più costoso e soprattutto molto più pesante, inoltre avrebbe avuto un'autonomia inferiore di un'ordine di grandezza.


in conclusione secondo me siamo ancora lontani a sostituire i libri cartacei con gli ebook, non esiste ancora il prodotto che non faccia rimpiangere neanche un po' i libri, tuttavia se non lo si (ri)cerca non lo si inventerà mai.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^