Anche Corsair entra nel mercato dei Solid State Drive

Anche Corsair entra nel mercato dei Solid State Drive

Il noto produttore taiwanese di memorie per PC sceglie di entrare nel mercato dei SSD, presentando una propria unità votata più all'affidabilità che alle prestazioni pure

di pubblicata il , alle 13:32 nel canale Storage
Corsair
 

Corsair

Da qualche giorno sono disponibili in pre-ordine nuovi Solid State Drive prodotti da Corsair. Se ne può vedere un esempio qui, dove l'unità da 128GB 2,5" è venduta a circa 350 Euro tasse incluse. Il settore dei Solid State Drive merita sempre di essere analizzato con cura, poiché le proposte presenti nei listini possono cambiare anche sensibilmente fra loro, dietro una apparente somiglianza di tutti i modelli, capienza a parte.

Il prezzo dell'unità Corsair, contando che siamo di fronte ad un modello da ben 128GB, non è elevato rispetto ad altre soluzioni. Tale unità, denominata CMFSSD-128GBG1D - 128GB, si prefigge di raggiungere un elevato grado di affidabilità, evitando di rincorrere soluzioni molto più performanti. I dati dichiarati per lettura e scrittura parlano infatti di 90MB al secondo in lettura e 70MB al secondo in scrittura, valori di poco superiori a quelli delle unità tradizionali ma ben distanti dai 200-250MB in lettura delle unitù SSD più performanti.

Corsair, nei pochi dati a disposizione, dichiara come si sia preferito puntare sull'affidabilità, utilizzando particolari chip Samsung MLC, piuttosto che rincorrere il record prestazionale. Il tutto però offrendo prestazioni comunque interessanti ad un prezzo abbordabile.

In attesa di provare anche questa unità, ricordiamo sempre di prestare molta attenzione alle specifiche dei SSD nel caso ci si accinga ad acquistarne uno, poiché forti differenze di prezzo per unità apparentemente simili sottointendono sempre differenze sostanziali a livello di caratteristiche tecniche.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marcel34921 Gennaio 2009, 13:45 #1
Il prezzo sarà cmq elevato rispetto alle soluzioni tradizionali e per quelle poche prestazioni in più non lo trovo "conveniente"
que va je faire21 Gennaio 2009, 13:51 #2
si ma cosa lo qualifica come + affidabile, i chip supportano + cicli di scrittura? ci sono tecnologie che aumentano la longevità?

cmq un sacco di produttori stanno entrando nel mercato degli ssd, se non fanno cartello i prezzi cominceranno a calare per bene...
goldenhawkitaly21 Gennaio 2009, 13:55 #3
l'affidabilità per mia esperienza si è raggiunta anche con dischi standard se di marca e se "trattati bene".
Il problema attuale sono proprio le prestazioni oramai troppo basse delle unità disco standard, qui gli ssd potrebbero fare il loro gioco.
Spendere 350€ per avere qualche mese di vita in più e performace quasi uguali non ha molto senso a fronto di oramai insufficienti 128GB.
interessante intel con le unità che dovrebbe presentare a fine anno con capacità di 320GB e prestazioni davvero interessanti, almeno sulla carta.
cionci21 Gennaio 2009, 14:06 #4
Originariamente inviato da: goldenhawkitaly
l'affidabilità per mia esperienza si è raggiunta anche con dischi standard se di marca e se "trattati bene".
Il problema attuale sono proprio le prestazioni oramai troppo basse delle unità disco standard, qui gli ssd potrebbero fare il loro gioco.
Spendere 350€ per avere qualche mese di vita in più e performace quasi uguali non ha molto senso a fronto di oramai insufficienti 128GB.
interessante intel con le unità che dovrebbe presentare a fine anno con capacità di 320GB e prestazioni davvero interessanti, almeno sulla carta.

128 GB sono sufficienti per il 95% degli utenti per sistema operativo, programmi, file di lavoro dei vari programmi. Per l'archiviazione statica bisogna affiancargli un hard disk classico. Ma è normale: chi compra un raptor o un HD scsi non ci mette certo sopra i file MP3 o i DivX.
Il tempo di vita degli hard disk a stato solido è attualmente stimato in 0.5 - 2 milioni di ore. Fai due conti Ovviamente la stima si basa su un determinato set di carico.
NoX8321 Gennaio 2009, 14:09 #5
@goldenhawkitaly: non dimenticare che:

1- consumano molto meno;
2- sono meno soggetti a rotture e su notebook corri meno pericoli con botte e/o cadute, ma anche semplicemente appoggiando il notebook non troppo delicatamente;
3- non fanno alcun rumore;
4- i tempi di accesso rispetto ai dischi standard sono sensibilmente inferiori e quindi le applicazioni rispondono meglio e prima.

Non mi pare poco.
Certo, 350 euro sono ancora tantini...
NoX8321 Gennaio 2009, 14:17 #6
E probabilmente scaldano anche molto meno! I vantaggi sono veramente tanti!
Grillo.M21 Gennaio 2009, 14:25 #7
Originariamente inviato da: NoX83
E probabilmente scaldano anche molto meno! I vantaggi sono veramente tanti!


...e in raid le prestazioni scalano linearmente all'aumentare dei dischi.
atomo3721 Gennaio 2009, 14:25 #8
parlare dei consumi degli hd sui pc di casa è davvero relativo, il discorso che consumano di meno è interessante per le server farm dove ci sono migliaia di server, ma certo la spesa non giustifica il fatto che un pc domestico con questi hd consumi pochi watt in meno
NoX8321 Gennaio 2009, 14:27 #9
A parte che sono dischi da 2,5 pollici come form factor e quindi la cosa si fa particolarmente interessante sui notebook, se proprio parliamo di consumi. Ma in ogni caso su un pc di casa dalle prestazioni modeste e sempre accesso non lo vedo comunque male.
s12a21 Gennaio 2009, 14:29 #10
Originariamente inviato da: cionci
128 GB sono sufficienti per il 95% degli utenti per sistema operativo, programmi, file di lavoro dei vari programmi. Per l'archiviazione statica bisogna affiancargli un hard disk classico. Ma è normale: chi compra un raptor o un HD scsi non ci mette certo sopra i file MP3 o i DivX.


Questo adesso, esattamente come una volta con gli hard disk tradizionali per lavorare bene ce ne voleva uno per le prestazioni ed uno per lo storage, mentre oggi esistono modelli sia capienti che prestazionali, senza andare a scomodare i Velociraptor. I Raptor della vecchia serie oramai sono prestazionalmente superati, tempo di accesso a parte, dai nuovi e migliori hard disk a 7200 giri. Su un pc ne ho uno da 74 GB + un vecchio Maxtor da 500 GB, a breve li sostituiro` entrambi con un Western Digital 6400AAKS guadagnando in prestazioni, consumi, capienza e rumorosita`.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^