Recensione Raid-on-tweaker ver 5.1

Recensione Raid-on-tweaker ver 5.1

Radeon Italia ha pubblicato a questo indirizzo una recensione sull'utility RAID-ON-TWEAKER (VER.5.1). In questo articolo viene presentata l'importanza di utilizzare un'utility di tweaking, facendo notare che gran parte delle impostazioni della scheda, sono di default disabilitate da ATI.

di pubblicata il , alle 11:49 nel canale Programmi
ATIRadeonAMD
 




Radeon Italia ha pubblicato a questo indirizzo una recensione sull'utility RAID-ON-TWEAKER (VER.5.1).
In questo articolo viene presentata l'importanza di utilizzare un'utility di tweaking:
La cosa che risalta subito agli occhi e, che fa capire l’importanza di utilizzo di un tweaker, è la quasi totalità delle funzioni della scheda disabilitate dai settaggi di default ATi. Questo è per avere una maggiore compatibilità in generale (ma non sempre) ma è anche la causa dell’esiguo sfruttamento della GPU.

La recensione commenta praticamente tutti i menù principali del software e il lettore è aiutato nella comprensione da una gran quantità di screenshot.



Particolari e apprezzabili le conclusioni degli autori, che non intendono prendere una posizione personale nei confronti di questo software o di altri simili:
Questo, insieme al Radeontweaker, sono i tweaker più usati. Molti dicono che il migliore sia il Radeontweaker, altri dicono sia questo. Noi ci siamo limitati a spiegarvi come funzionano entrambi; Il giudizio, dopo aver letto le nostre guide, e averli sperimentati entrambi, spetta solo a voi. Buon lavoro!!!

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^