Microsoft rilascia dettagli e preview per WinFX

Microsoft rilascia dettagli e preview per WinFX

Nuovi elementi di Windows Vista per facilitare il lavoro degli sviluppatori, verranno distribuiti a breve nel network MSDN

di pubblicata il , alle 17:56 nel canale Programmi
MicrosoftWindows
 
Microsoft ha rilasciato al proprio network Microsoft Developer Network (MSDN) Windows Communication Foundation and Windows Workflow Foundation technologies con licenza "Go-Live".
Gli strumenti rilasciati da Microsoft hanno il chiaro intento di supportare gli sviluppatori nella realizzazione di applicativi ed altri strumenti che dovranno far uso di WinFX in Windows Vista.

Windows Communication Foundation (WCF), conosciuto anche come Indigo, che promette lo scambio di dati tra applicazioni senza utilizzare risorse del Web Services. Attorno a tali tecnologia ruota un universo di opportunità già lungamente divulgate da Microsoft focalizzate alla semplice condivisione e utilizzo simultaneo di files.
Windows Workflow Foundation (WF) promette invece una più razionale e veloce creazione di workflow e rappresenta una delle principali innovazioni di WinFX.

La terza principale novità in WinFX sarà Avalon, il nuovo sistema grafico che promette ad esempio un desktop 3D; Windows Presentation Foundation (WPF) non è però oggetto di questo annuncio.

Windows Communication Foundation (WCF) e Windows Workflow Foundation (WF) saranno inclusi nella January Community Technology Preview di WinFX.

Il contratto di licenza scelto da Microsoft definito "Go-Live" tende a favorire il lavoro di sviluppo del vastissimo software necessario a supportare e sancire il successo di Windows Vista.

Ulteriori informazioni sono disponibili a questo indirizzo

Fonte: Arstechnica.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

189 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DevilsAdvocate19 Gennaio 2006, 18:19 #1
Il contratto di licenza scelto da Microsoft definito "Go-Live" tende a favorire il lavoro di sviluppo del vastissimo software necessario a supportare e sancire il successo di Windows Vista.

Non e' un po' presto di parlare di "sancire il successo" di un prodotto che non e'
nemmeno uscito?

Inoltre... trovo simpatica l'idea di un desktop 3D, un po' meno simpatica l'idea
che con le schede video attuali usare un desktop 3D significa abilitare
l'accelerazione 3D anche per i contenuti desktop (e col 3D attivo i chips scaldano
e le ventole urlano...)
BlackQuasar19 Gennaio 2006, 18:25 #2
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Non e' un po' presto di parlare di "sancire il successo" di un prodotto che non e'
nemmeno uscito?

Inoltre... trovo simpatica l'idea di un desktop 3D, un po' meno simpatica l'idea
che con le schede video attuali usare un desktop 3D significa abilitare
l'accelerazione 3D anche per i contenuti desktop (e col 3D attivo i chips scaldano
e le ventole urlano...)


Beh per il successo, a giudicare dal numero di blog, posts, articoli etc. diciamo che l'interessamento e' davvero tanto, considerando che e' tutto ancora in beta.
Per il 3D chiaramente si puo disabilitare. Comunque per adesso Vista di default e' 2D. Quando si fa lo stack delle finestre, si puo fare in 3D.
Ciao.
soft_karma19 Gennaio 2006, 18:26 #3
Non voglio fare polemica, semplicemente sono curioso: non riesco ad immaginare uno scenario in cui si debba voler modificare a 4 mani un documento. Penso ad un foglio di lavoro, un documento di testo o una presentazione(Ovviamente i database sono un discorso completamente differente). In generale sono abituato a lavorare "per versioni", con io che scrivo il pezzo A, poi aggiungi tu il pezzo B e cambi revisione, e così via. O magari ci dividiamo il lavoro e tu fai la prima parte ed io la seconda, procedendo al termine con un bel merge e produzione del documento finale.

Qualcuno ne sa di +?
Motosauro19 Gennaio 2006, 18:28 #4
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Non e' un po' presto di parlare di "sancire il successo" di un prodotto che non e'
nemmeno uscito?

Inoltre... trovo simpatica l'idea di un desktop 3D, un po' meno simpatica l'idea
che con le schede video attuali usare un desktop 3D significa abilitare
l'accelerazione 3D anche per i contenuti desktop (e col 3D attivo i chips scaldano
e le ventole urlano...)


Invece imho la convergenza di 2d e 3d (o meglio, la scomparsa del 2d) sarà un bene, in quanto a scrittura dei drivers.
Certo, il periodo di convivenza sarà forse un pò ruvido, ma coi tempi che ha raggiunto ormai la tecnologia credo che si tratterà di mesi e non di anni...
Mah, si vedrà. Io spero che da questo passaggio ne tragga beneficio anche linux (con opportuni sviluppi a X )
^-fidel-^19 Gennaio 2006, 18:37 #5
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Inoltre... trovo simpatica l'idea di un desktop 3D, un po' meno simpatica l'idea
che con le schede video attuali usare un desktop 3D significa abilitare
l'accelerazione 3D anche per i contenuti desktop (e col 3D attivo i chips scaldano
e le ventole urlano...)


Non credo proprio, anzi... Sara' un grande vantaggio avere un desktop 3D, dal momento che l'hardaware delle nuove schede (da almeno tre anni a questa parte) e' composto al 98% da componentistica per il 3D e da un solo piccolo chip per il 2D...
In questo modo, sara' possibile sfruttare la potenza delle schede video anche con i normali programmi e non solo con i videogiochi.
Per quanto riguarda il riscaldamento... ok, scaldera' un po' di piu', ma non sara' mica come giocare a Call of Duty 2 !!! La cosa sara' impercettibile...

Non a caso, in ambiente Linux e Mac si sta gia' lavorando a questo progetto da circa un anno.
^-fidel-^19 Gennaio 2006, 18:41 #6
Ah dimenticavo...

Originariamente inviato da: Motosauro
Invece imho la convergenza di 2d e 3d (o meglio, la scomparsa del 2d) sarà un bene, in quanto a scrittura dei drivers.


Non mi risulta che i drivers centrino qualcosa. E' tutto un discorso di layer grafico gestito direttamente dal sistema operativo. Un layer ben fatto fornira' nuove funzioni API per le finestre 3D, e wrapper di conversione automatica 2D-3D per le vecchie applicazioni. Vedremo i signori Microsoft cosa sapranno fare


Adios
jedi119 Gennaio 2006, 18:45 #7
No io voglio Windows con ologrammi 3d!
BlackBird7719 Gennaio 2006, 18:58 #8

Accelerazione e 2D

Ormai ci sono arrivati tutti, il 2D va fatto sfruttando l'accelerazione della GPU, bisogna finirsela di ciucciare preziose risorse alla CPU...
Per quanto riguarda linux, beh... farebbero bene a guardare qua: http://www.amanith.org , che è pure crossplatform.
sirus19 Gennaio 2006, 19:00 #9
sempre più voglioso di provare il SO
^-fidel-^19 Gennaio 2006, 19:07 #10
Originariamente inviato da: BlackBird77
Per quanto riguarda linux, beh... farebbero bene a guardare qua: http://www.amanith.org , che è pure crossplatform.


Emh mi sa che hai preso un granchio

Il progetto Amanith riguarda un framework per il disegno vettoriale che si appoggia ad OpenGl invece che alle librerie 2D di Xfree/Xorg, e non ha nulla a che vedere con il desktop 3D...

Pe maggiori informazioni sul progetto desktop 3D su Linux, andate sul sito della X.org foundation

http://www.x.org

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^