Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Software > Microsoft Windows > Microsoft Windows 7 e Vista

Wi-Fi 802.11ac: reti wireless sempre più veloci
Wi-Fi 802.11ac: reti wireless sempre più veloci
I nuovi dispositivi Wi-Fi in standard 802.11ac vengono pubblicizzati dai produttori con velocità di trasferimento superiori al gigabit. Ma quali solo le prestazioni reali? E quali le possibilità offerte all'utente?
Google reinventa lo smartphone con Project Ara: modulare ma non solo per geek
Google reinventa lo smartphone con Project Ara: modulare ma non solo per geek
Durante la settimana Google ha mostrato i primi prototipi non ancora funzionanti dello smartphone modulare. Il team ATAP è alla base dell'ambizioso progetto di Project Ara, con l'obiettivo di cambiare per sempre l'industria creando un mercato parallelo rivolto non solamente agli appassionati, ma a tutti gli utenti, grazie a prezzi e longevità del prodotto impareggiabili con le tecnologie attuali
Sniper Elite 3: torna il simulatore di cecchinaggio
Sniper Elite 3: torna il simulatore di cecchinaggio
Rebellion sposta il suo cecchino Karl Fairburne dal contesto europeo e prettamente urbano del precedente capitolo al fronte africano di questo Sniper Elite 3. Grandi spazi aperti, sabbia e calura sono i protagonisti di quello che promette di diventare la simulazione di cecchinaggio più accurata.
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 24-03-2011, 16:25   #1
Gremo
Senior Member
 
L'Avatar di Gremo
 
Iscritto dal: Oct 2000
Città: Udine/Salerno
Messaggi: 6457
Win 7 - [Guida] Creare la propria partizione di ripristino nascosta

Ciao a tutti scrivo questa veloce guida con poche speranze sul seguito che avrà visto la difficoltà e i numerosi passaggi, quindi più che altro come promemoria personale . A breve inserirò anche i link dai quali ho preso spunto, principalmente da articoli su technet.

Come si utilizza
Una volta completato l'OOBE (il wizard per la creazione dell'utente) e aver avuto accesso al desktop, dal menù di boot avanzato (tenete premuto F8 dopo il POST) comparirà l'opzione "Ripristina il computer". Scegliendola si accede all'ambiente WinRE che propone diverse opzioni tra le quali (l'ultima, non mostrata qui) è "Reinstalla Windows" che ci permette di reinstallare il sistema operativo.
In alternativa, con Windows in esecuzione, scegliete Pannello di controllo -> Sistema e sicurezza -> Backup e ripristino -> Ripristina le impostazioni di sistema o l'intero computer -> Metodi di ripristino avanzati -> Reinstalla Windows: il computer verrà riavviato automaticamente in WinRE.




A cosa serve
  • Per reinstallare Windows 7 senza la necessità di chiavette o DVD
  • Per farlo il più rapidamente possibile
  • Per avere sempre a disposizione un ambiente di ripristino dei file di boot o dei file di sistema
  • Per avere sempre a disposizione un prompt dei comandi per salvare dati in caso di problemi
Cosa occorre (è gratis, nessun tool di terze parti)1) Creazione di Windows Preinstallation Environment (WinPE)
Prompt di WAIK: Questo passo è necessario per creare un minimo insieme di file per effettuare il boot da chiavetta USB o DVD e procedere poi con i successivi passi. WinPE consiste essenzialmente in un prompt dei comandi a cui occorre aggiungere per i nostri scopi lo strumento di imaging ImageX. Lanciate il prompt dei comandi strumenti di distribuzione (di WAIK):


1a) Copia dei file necessari
Dal prompt di WAIK copiate i file di WinPE in C:\WinPE lanciando il comando:
Codice:
copype.cmq amd64 C:\WinPE
Il comando ci cambia automaticamente la cartella corrente in C:\WinPE.

1b) Modifica di WinPE
Una volta copiati i file necessari occorre modificare il file C:\WinPEx64\winpe.wim, che va montato nella cartella (già presente) C:\WinPE\mount, per l'aggiunta di ImageX che preleviamo dalla distribuzione WAIK. Il file imagex.exe a 64 bit si trova nella cartella C:\Program Files\Windows AIK\Tools\amd64 e va copiato in C:\WinPE\mount\Windows\System32 di WinPE. Sempre all'interno del prompt di WAIK:
Codice:
imagex /mountrw winpe.wim 1 mount
copy "C:\Program Files\Windows AIK\Tools\amd64\imagex.exe" mount\Windows\System32
imagex /unmount /commit mount
1c) Esportazione di WinPE in boot.wim
Adesso il file C:\WinPE\winpe.wim con ImageX all'interno è pronto e occorre solo esportarlo nel file di boot definitivo. La cartella C:\WinPE\ISO è quella che poi si userà per creare l'ISO avviabile o che andrà copiata nella chiavetta USB:
Codice:
imagex /export /boot /check /compress maximum winpe.wim 1 ISO\sources\boot.wim "WinPE (x64)"
2) Creazione di Windows Recovery Environment (WinRE)
Prompt di WAIK: Lo scopo è creare il file WinRE.wim che contiene l'ambiente di ripristino (e sarà quello che verrà lanciato in caso di problemi sul PC di destinazione). Per prima cosa occorre estrarre l'immagine 2 del file boot.wim del DVD di Windows.

2a) Esportazione di WinRE dal DVD di installazione
Assumendo che D: sia il lettore fisico (o la lettera assegnata all'immagine ISO montata) dal prompt di WAIK:
Codice:
imagex /export /boot /check D:\sources\boot.wim 2 temp.wim "WinRE (x64)"
2b) Creazione di winpeshl.ini e modifica di WinRE
Una volta che WinRE è stato esportato nel file C:WinPE\temp.wim, occorre solamente montare il file per poter aggiungere il winpeshl.ini che si occupa di lanciare il vero e proprio ambiente di ripristino nella macchina di destinazione:


Creiamolo (in C:WinPE\winpeshl.ini) con un qualsiasi editor di testo (con il contenuto che vedete nell'immagine di sopra, tale e quale), oppure direttamente da prompt:
Codice:
echo [LaunchApp] >> winpeshl.ini
echo AppPath=X:\sources\recovery\RecEnv.exe >> winpeshl.ini
Poi montiamo l'immagine C:WinPE\temp.wim in C:\WinPE\mount e spostiamo C:WinPE\winpeshl.ini in C:\WinPE\mount\Windows\System32 così:
Codice:
imagex /mountrw temp.wim 1 C:\offline
move winpeshl.ini C:\offline\Windows\System32
imagex /unmount /commit mount
2c) Esportazione di WinRE
Alla fine, esportiamo C:\WinPE\temp.wim in C:\WinPE\ISO\WinRE.wim per garantire un minimo di ricompressione. WinRE.wim è quello che copieremo sulla partizione nascosta della macchina di destinazione.
Codice:
imagex /export /boot /check temp.wim 1 ISO\WinRE.wim "WinRE (x64)"
3) Copia di WinPE su chiavetta USB/DVD
A questo punto l'intero contenuto della cartella C:\WinPE\ISO (il cui file più importate è WinRE.wim, che contiene l'ambiente di ripristino da installare sulla partizione della macchina) va messo su una chiavetta USB avviabile oppure su un DVD. Occupa poco più di 300Mb. Per creare una chiavetta USB avviabile, dal prompt dei comandi eseguire:
Codice:
diskpart
list disk
Nella lista dei dischi occorre individuare il disco (l'indice del...) associato alla chiavetta. Assumendo che la chiavetta sia il disco numero 1 (e che la lettera W non sia stata già assegnata a qualche periferica) lanciate:
Codice:
sel disk 1
clean
create partition primary
active
format quick fs=ntfs label=WinPE
assign letter=W
exit

xcopy C:\WinPE\ISO\*.* /H /E /F W:\
Se invece vogliamo una ISO avviabile (magari per testare in macchina virtuale il procedimento prima) sempre dal prompt di WAIK lanciamo:
Codice:
oscdimg -u2 -betfsboot.com -g -h ISO\ C:\WinPE.iso
4) Installazione sulla macchina di destinazione
Macchina destinazione: A questo punto il grosso è fatto: tutte i punti visti precedentemente sono da fare una sola volta così come l'installazione dell'ambiente di ripristino nella partizione nascosta. Quello che occorre è avviare il computer dalla chiavetta USB o da DVD e una volta caricati i file ci troveremo di fronte l'ambiente di WinPE. Non una gran cosa a dirla tutta:


4a) Creazione layout del disco
Il layout del disco della macchina di destinazione può essere ad esempio:
  • Partizione 1: NTFS, nascosta, attiva, file di boot, etichetta "Recovery", 25Gb
  • Partizione 2: NTFS, etichetta "Windows", fino alla fine del disco.
Per creare il layout delle partizioni lanciamo diskpart nell'ambiente WinPE. Per prima cosa e per chiarezza, assegniamo alla chiavetta avviabile (o al DVD) la lettera D per evitare confusione, in questo modo (dovrebbe essere sempre il volume 0, ma non ne sono certo):
Codice:
diskpart
list vol
sel vol 0
remove
assign letter=D
Sempre in diskpart distruggiamo tutto il layout di partizioni che esiste sul primo disco del computer e creiamo il layout descritto sopra:
Codice:
sel disk 0
clean

create partition primary size=25600 id=27
active
format quick fs=ntfs label=Recovery
assign letter=R

create partition primary
format quick fs=ntfs label=Windows
assign letter=C

exit
4b) Copia dei file e applicazione dell'immagine
Poi creiamo la cartella R:\Recovery\WindowsRE e copiamoci il file WinRE.wim del punto 2. Dobbiamo copiare nella partizione nascosta anche il file install.wim estratto dal DVD di Windows 7. Supponendo che l'abbiate copiato sulla chiavetta o il DVD di avvio:
Codice:
mkdir R:\Recovery\WindowsRE
copy D:\WinRE.wim R:\Recovery\WindowsRE
imagex /export /check D:\install.wim 2 R:\install.wim "Windows 7 HOMEPREMIUM"
imagex /apply R:\install.wim 1 C:
Dove l'ultima istruzione applica il file di immagine di distrubuzione alla partizione di Windows. A questo punto il grosso è fatto, occorre solo copiare i file di avvio e associare l'installazione di Windows all'ambiente di ripristino appena creato.

4c) Copia dei file di boot e associazione di WinRE
A questo punto occorre copiare i file base di boot nella partizione attiva e nascosta di ripristino. Per farlo si utilizza il comando bcdboot che bisogna istruire sulla sorgente, sulla lingua e sulla destinazione in questo modo:
Codice:
C:\Windows\System32\bcdboot C:\Windows /l it-it /s R:
Da notare che il comando è lanciato dalla partizione C a cui abbiamo appena applicato il file di immagine. Infine, specifichiamo dove si trova l'ambiente di ripristino appena creato utilizzando il comando Reagentc:
Codice:
C:\Windows\System32\Reagentc /setreimage /path R:\Recovery\WindowsRE /target C:\Windows
C:\Windows\System32\Reagentc /setosimage /path R:\ /target C:\Windows
Come si nota /setreimage specifica dove si trova il .wim che contiene l'ambiente di ripristino mentre /setosimage specifica il file di installazione. Il target è invece sempre C:\Windows.
__________________

Desktop: Intel i7-4770K@3.8GHz | Asus Gryphon Z87 | Crucial 16GB DDR3 1600MHz | Gigabyte GTX 780 OC Windforce x3 | Samsung 840 Pro 128GB (x 2 RAID0) | be quiet! Straight Power E9 680W CM
Mercatino: bottoni, Dede371, pippokennedy, Bulbi_67, randose, DarkSiDE, davidepaco, _Legend_

Ultima modifica di Gremo : 25-03-2011 alle 11:46.
Gremo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 24-03-2011, 16:25   #2
Gremo
Senior Member
 
L'Avatar di Gremo
 
Iscritto dal: Oct 2000
Città: Udine/Salerno
Messaggi: 6457
5) Extra - Personalizzare install.wim
Macchina di destinazione: Personalizzare l'immagine presente in install.wim è facile e si può fare in macchina virtuale, lanciando poi il comando sysprep che eliminerà tutte le informazioni sull'hardware e generalizzerà l'immagine. L'unica accortezza è installare Windows su una partizione secondaria in modo da evitare di catturare i file di boot.

5a) Accedere alla partizione nascosta di ripristino
Per accedere alla partizione nascosta "Recovery" create nei punti precedenti usate sempre diskpart. La partizione nascosta dovrebbe essere la numero 1 del disco 0, quindi assegniamogli una lettera di unità (R, per esempio):
Codice:
diskpart
sel disk 0
sel part 1
assign letter=R

exit
A questo punto possiamo accedere al file R:\install.wim che è possibile applicare ad un hard disk virtuale, modificarlo con il software voluto, in modo da conservare queste modifiche alla prossima reinstallazione di Windows sul computer. I comandi seguenti creano un hard disk virtuale, creando al suo interno due partizioni (una di boot) e assegnando le lettere B e V rispettivamente.

5b) Creazione di un file VHD
Dal prompt dei comandi lanciamo:
Codice:
diskpart
create vdisk file=C:\sysprep.vhd maximum=25600 type=fixed
attach vdisk

create partition primary id=27 size=300
active
format quick fs=ntfs
assign letter=B

create partition primary
format quick fs=ntfs
assign letter=V

exit
Applichiamo il file R:\install.wim alla partizione (virtuale) V, lanciando il prompt dei comandi di WAIK:
Codice:
imagex /apply /check R:\install.wim V:
V:\Windows\System32\bcdboot V:\Windows /l it-it /s B:
L'ultimo comando serve come al solito per copiare i file di boot nella partizione di avvio dell'hard disk virtuale. Una volta che il processo è terminato possiamo staccare l'hard disk virtuale (altrimenti VirtualBox darà errore di risorse in uso):
Codice:
diskpart
sel vdisk file=C:\syspre.vhd
detach vdisk

exit
5c) Installazione del software e sysprep
Usando VirtualBox è possibile creare una macchina virtuale Windows 7 (64 bit eventualmente) specificando come hard disk il file C:\syspre.vhd creato precedentemente. Avviamo la macchina virtuale, e dopo l'installazione delle periferiche ci si presenta la classica schermata dell'OOBE:


Premiamo CTRL + MAIUSC + F3 per entrare in audit mode. La macchina si riavvia automaticamente con un account temporaneo. Possiamo preinstallare tutto il software che vogliamo ed effettuare anche riavvi (che avverranno automaticamente in audit mode). Quando abbiamo finito tutte le personalizzazioni lanciamo il comando (dal prompt di Windows in macchina virtuale):
Codice:
C:\Windows\system32\sysprep\sysprep /generalize /oobe /shutdown
Il comando spegne la macchina virtuale e generalizza l'installazione di Windows con il nostro software all'interno .

5d) Cattura dell'immagine di Windows
Adesso occorre solo (una volta che la macchina virtuale si è spenta del tutto) catturare le modifiche in un nuovo file install.wim che rimpiazzerà il precedente. Dal prompt di WAIK occorre selezionare l'hard disk virtuale, assegnare una lettera alla sua seconda partizione (V in questo caso) e utilizzare ImageX:
Codice:
diskpart
sel vdisk file=C:\sysprep.vhd
attach vdisk
sel part 2
assign letter=V

exit

del R:\install.wim
imagex /capture /check /compress maximum V: R:\install.wim "Windows 7 HOMEPPREMIUM"
Infine liberare le risorse (il vdisk collegato e la partizione nascosta) in questo modo:
Codice:
diskpart
sel vdisk file=C:\sysprep.vhd
detach vdisk

sel disk 0
sel part 1
remove

exit
6) Extra - Modifica offline del registro di Windows
Macchina di destinazione: Una limitazione dell'utilizzo di sysprep è il fatto che le modifiche apportate al registro utente (HKEY_CURRENT_USER) non sono conservate. Per ovviare a ciò è comunque possibile modificare il registro (della futura installazione di Windows) in maniera completamente offline, in modo che tutti gli utenti creati avranno quelle modifiche di "default".

6a) Accedere alla partizione nascosta di ripristino
Montiamo l'immagine dalla partizione nascosta (come il punto 5a, per renderla visibile) per poter accedere al file install.wim. Lanciamo dal prompt dei comandi:
Codice:
diskpart
sel disk 0
sel part 1
assign letter=R

exit
6b) Montaggio del file install.wim
Questa volta occrre utilizzare il il comando dism: quando l'immagine è sysprepared infatti ImageX potrebbe generare diversi errori. La sintassi del comando è leggermente diversa (dal prompt di WAIK):
Codice:
mkdir C:\offline
dism /Mount-Wim /WimFile:R:\install.wim /Index:1 /MountDir:C:\offline
6c) Modifica offline del registro di Windows
Una volta montata la struttura del .wim è interamente accessibile offline dalla cartella C:\offline. Le posizioni del file di registro interessanti sono:
Codice:
C:\offline\Users\Default\NTUSER.dat
C:\offline\Windows\System32\config\SOFTWARE
Le modifiche al primo si rifletteranno su HKEY_CURRENT_USER (quindi per ogni utente creato). Il secondo invece è HKEY_LOCAL_MACHINE. Per modificarli, lanciate Start -> Esegui -> regedt32. Poi selezionate una qualsiasi chiave (ad esempio HKEY_LOCAL_MACHINE) e dal menù file scegliete "Carica hive..." (caricando uno dei duo file sopra):


Il nome che vi viene chiesto di immettere (ad esempio potete inserire "Wim_User") diventerà il nodo sotto HKEY_LOCAL_MACHINE a cui potete accedere per effettuare qualsiasi tipo di modifica. Una volta terminate le modifiche selezionate HKEY_LOCAL_MACHINE\Wim_User e scegliete dal menù "Scarica hive...".

6d) Rendere effettive le modifiche
Terminato lo scaricamento, occorre solo applicare le modifiche al file R:\install.wim e nascondere nuovamente la partizione nascosta, in questo modo (prompt WAIK):
Codice:
dism /Unmount-Wim /MountDir:C:\offline /Commit
rmdir C:\offline

diskpart
sel disk 0
sel part 1
remove

exit
__________________

Desktop: Intel i7-4770K@3.8GHz | Asus Gryphon Z87 | Crucial 16GB DDR3 1600MHz | Gigabyte GTX 780 OC Windforce x3 | Samsung 840 Pro 128GB (x 2 RAID0) | be quiet! Straight Power E9 680W CM
Mercatino: bottoni, Dede371, pippokennedy, Bulbi_67, randose, DarkSiDE, davidepaco, _Legend_

Ultima modifica di Gremo : 25-03-2011 alle 13:28.
Gremo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 24-03-2011, 18:29   #3
pitx
Senior Member
 
L'Avatar di pitx
 
Iscritto dal: Nov 2000
Città: Loud™
Messaggi: 9805
Bel lavoro... praticamente sarebbe il ripristino tramite partizione nascosta come i vari produttori?
__________________
On-Line by: Acer Aspire 4920+nAa_MiniCM7 SE E15i&SE E10i - Le mie: Trattative - Il mio: DeviantArt
Freeware/Opensource è bello - Gadget: Vista & 7 Masterizzare?: Alternative a Nero - ImgBurn Thread Ufficiale
pitx è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 24-03-2011, 18:48   #4
Gremo
Senior Member
 
L'Avatar di Gremo
 
Iscritto dal: Oct 2000
Città: Udine/Salerno
Messaggi: 6457
Quote:
Originariamente inviato da pitx Guarda i messaggi
Bel lavoro... praticamente sarebbe il ripristino tramite partizione nascosta come i vari produttori?
Mhm... si con la differenza che loro lanciano uno strumento personalizzato di ripristino, qui invece si ha a che fare con la console di Windows (di cui non ho ancora postato l'immagine, a breve...)
__________________

Desktop: Intel i7-4770K@3.8GHz | Asus Gryphon Z87 | Crucial 16GB DDR3 1600MHz | Gigabyte GTX 780 OC Windforce x3 | Samsung 840 Pro 128GB (x 2 RAID0) | be quiet! Straight Power E9 680W CM
Mercatino: bottoni, Dede371, pippokennedy, Bulbi_67, randose, DarkSiDE, davidepaco, _Legend_
Gremo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 24-03-2011, 19:28   #5
ezio
Moderatore
 
L'Avatar di ezio
 
Iscritto dal: Apr 2001
Città: Giovinazzo(BA) ...bella città, riso patat e cozz a volontà!
Messaggi: 27733
Sposto pure quest'altra perla nella sezione Tutorial e nell'indice.
Più che dirti grazie mille non saprei
ezio è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-07-2011, 15:29   #6
Fronk
Senior Member
 
Iscritto dal: Nov 2005
Messaggi: 695
Creazione partizione ripristino con Windows Vista

Salve a tutti!
Purtroppo nel forum non ho trovato una simile discussione che si riferisse a Windows Vista.
In pratica avevo un portatile che continuava a bloccarsi continuamente nonostante avessi ripristinato varie volte alle impostazioni di fabbrica senza miglioramenti; qui la discussione a riguardo : http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2371020 .Non sapendo se potesse trattarsi dell'hd, ho fatto una formattazione a basso livello che logicamente mi ha eliminato tutto, compresa la partizione di ripristino.
Su questo hd era preinstallato Windows Vista Home Premium,ora mi son procurato una copia di Vista da reinstallare utilizzando il corrispondente codice di attivazione del notebook.
Una volta che devo reinstallare Vista da zero vorrei creare una partizione di ripristino che si possa avviare allo stesso modo tramite F11 del sistema operativo da poter utilizzare in caso di necessità in futuro.
Non so' se tale procedura si deve fare prima,durante o dopo l'installazione di Vista.
In questo thread c'è la procedura per Windows 7 vi chiedo come devo comportarmi per farlo con Vista?
Ne approfitto per domandare,visto che non so' se installando Vista verranno installati automaticamente tutti i driver dell'hardware esistente,nel caso non fosse così posso integrare nella partizione di ripristino anche i driver mancanti in modo che in una futura formattazione e reinstallazione vengano installati contemporaneamente al sistema operativo senza installarli successivamente?
Chiudo chiedendo ancora un'ultima informazione:quando si utilizza la funzione F11 vengono installati anche alcuni programmi di default,come ad esempio visto che il notebook è un HP COMPAQ 6720s delle utility dell'HP o Norton,è possibile fare in modo di integrare tale partizione di ripristino con ad esempio un antivirus o delle utility importanti ( quali? ) dell'HP o altro di utilità?
Grazie
Fronk è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-05-2012, 12:20   #7
marcopoz
Junior Member
 
Iscritto dal: May 2012
Messaggi: 1
Mi manca un pezzo!!!

Ciao,
ho seguito i passaggi fino al punto 5.
Non ho esperienza con VitualBox. Mi chiedo come faccio ad eseguire Vbox e caricare in macchina virtuale install.wim.
E' necessario installare l'ambiente VBox in WinPE?
Mi spiegheresti che passaggi sono necessari per poter avere il sistema funzionante in VM?
Grazie e scusa
Marco


Quote:
Originariamente inviato da Gremo Guarda i messaggi
5) Extra - Personalizzare install.wim
Macchina di destinazione: Personalizzare l'immagine presente in install.wim è facile e si può fare in macchina virtuale, lanciando poi il comando sysprep che eliminerà tutte le informazioni sull'hardware e generalizzerà l'immagine. L'unica accortezza è installare Windows su una partizione secondaria in modo da evitare di catturare i file di boot.

5a) Accedere alla partizione nascosta di ripristino
Per accedere alla partizione nascosta "Recovery" create nei punti precedenti usate sempre diskpart. La partizione nascosta dovrebbe essere la numero 1 del disco 0, quindi assegniamogli una lettera di unità (R, per esempio):
Codice:
diskpart
sel disk 0
sel part 1
assign letter=R

exit
A questo punto possiamo accedere al file R:\install.wim che è possibile applicare ad un hard disk virtuale, modificarlo con il software voluto, in modo da conservare queste modifiche alla prossima reinstallazione di Windows sul computer. I comandi seguenti creano un hard disk virtuale, creando al suo interno due partizioni (una di boot) e assegnando le lettere B e V rispettivamente.

5b) Creazione di un file VHD
Dal prompt dei comandi lanciamo:
Codice:
diskpart
create vdisk file=C:\sysprep.vhd maximum=25600 type=fixed
attach vdisk

create partition primary id=27 size=300
active
format quick fs=ntfs
assign letter=B

create partition primary
format quick fs=ntfs
assign letter=V

exit
Applichiamo il file R:\install.wim alla partizione (virtuale) V, lanciando il prompt dei comandi di WAIK:
Codice:
imagex /apply /check R:\install.wim V:
V:\Windows\System32\bcdboot V:\Windows /l it-it /s B:
L'ultimo comando serve come al solito per copiare i file di boot nella partizione di avvio dell'hard disk virtuale. Una volta che il processo è terminato possiamo staccare l'hard disk virtuale (altrimenti VirtualBox darà errore di risorse in uso):
Codice:
diskpart
sel vdisk file=C:\syspre.vhd
detach vdisk

exit
5c) Installazione del software e sysprep
Usando VirtualBox è possibile creare una macchina virtuale Windows 7 (64 bit eventualmente) specificando come hard disk il file C:\syspre.vhd creato precedentemente. Avviamo la macchina virtuale, e dopo l'installazione delle periferiche ci si presenta la classica schermata dell'OOBE:


Premiamo CTRL + MAIUSC + F3 per entrare in audit mode. La macchina si riavvia automaticamente con un account temporaneo. Possiamo preinstallare tutto il software che vogliamo ed effettuare anche riavvi (che avverranno automaticamente in audit mode). Quando abbiamo finito tutte le personalizzazioni lanciamo il comando (dal prompt di Windows in macchina virtuale):
Codice:
C:\Windows\system32\sysprep\sysprep /generalize /oobe /shutdown
Il comando spegne la macchina virtuale e generalizza l'installazione di Windows con il nostro software all'interno .

5d) Cattura dell'immagine di Windows
Adesso occorre solo (una volta che la macchina virtuale si è spenta del tutto) catturare le modifiche in un nuovo file install.wim che rimpiazzerà il precedente. Dal prompt di WAIK occorre selezionare l'hard disk virtuale, assegnare una lettera alla sua seconda partizione (V in questo caso) e utilizzare ImageX:
Codice:
diskpart
sel vdisk file=C:\sysprep.vhd
attach vdisk
sel part 2
assign letter=V

exit

del R:\install.wim
imagex /capture /check /compress maximum V: R:\install.wim "Windows 7 HOMEPPREMIUM"
Infine liberare le risorse (il vdisk collegato e la partizione nascosta) in questo modo:
Codice:
diskpart
sel vdisk file=C:\sysprep.vhd
detach vdisk

sel disk 0
sel part 1
remove

exit
6) Extra - Modifica offline del registro di Windows
Macchina di destinazione: Una limitazione dell'utilizzo di sysprep è il fatto che le modifiche apportate al registro utente (HKEY_CURRENT_USER) non sono conservate. Per ovviare a ciò è comunque possibile modificare il registro (della futura installazione di Windows) in maniera completamente offline, in modo che tutti gli utenti creati avranno quelle modifiche di "default".

6a) Accedere alla partizione nascosta di ripristino
Montiamo l'immagine dalla partizione nascosta (come il punto 5a, per renderla visibile) per poter accedere al file install.wim. Lanciamo dal prompt dei comandi:
Codice:
diskpart
sel disk 0
sel part 1
assign letter=R

exit
6b) Montaggio del file install.wim
Questa volta occrre utilizzare il il comando dism: quando l'immagine è sysprepared infatti ImageX potrebbe generare diversi errori. La sintassi del comando è leggermente diversa (dal prompt di WAIK):
Codice:
mkdir C:\offline
dism /Mount-Wim /WimFile:R:\install.wim /Index:1 /MountDir:C:\offline
6c) Modifica offline del registro di Windows
Una volta montata la struttura del .wim è interamente accessibile offline dalla cartella C:\offline. Le posizioni del file di registro interessanti sono:
Codice:
C:\offline\Users\Default\NTUSER.dat
C:\offline\Windows\System32\config\SOFTWARE
Le modifiche al primo si rifletteranno su HKEY_CURRENT_USER (quindi per ogni utente creato). Il secondo invece è HKEY_LOCAL_MACHINE. Per modificarli, lanciate Start -> Esegui -> regedt32. Poi selezionate una qualsiasi chiave (ad esempio HKEY_LOCAL_MACHINE) e dal menù file scegliete "Carica hive..." (caricando uno dei duo file sopra):


Il nome che vi viene chiesto di immettere (ad esempio potete inserire "Wim_User") diventerà il nodo sotto HKEY_LOCAL_MACHINE a cui potete accedere per effettuare qualsiasi tipo di modifica. Una volta terminate le modifiche selezionate HKEY_LOCAL_MACHINE\Wim_User e scegliete dal menù "Scarica hive...".

6d) Rendere effettive le modifiche
Terminato lo scaricamento, occorre solo applicare le modifiche al file R:\install.wim e nascondere nuovamente la partizione nascosta, in questo modo (prompt WAIK):
Codice:
dism /Unmount-Wim /MountDir:C:\offline /Commit
rmdir C:\offline

diskpart
sel disk 0
sel part 1
remove

exit
marcopoz è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 24-09-2012, 18:19   #8
tuitalker
Junior Member
 
Iscritto dal: Sep 2012
Messaggi: 1
aiuto

Scusate, ho visto che la discussione è vecchia ma interessante, io voglio fare prima una prova con il mio windows 7 su virtualbox, ma voglio sapere se si potrebbe fare una copia della partizione recovery nascosta su più DVD...
tuitalker è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-10-2012, 15:07   #9
rocchiale
Senior Member
 
L'Avatar di rocchiale
 
Iscritto dal: Feb 2003
Città: roma
Messaggi: 1090
Ciao a tutti, forse sono OT ma i miei argomenti sono in qualche modo connessi al tutorial. Ho un problema che non riesco a risolvere: dopo un istallazione in dualboot di linux mi sono ritrovato con dei conflitti tra servizi di windows che mi bloccano il pc, sono riuscito a stabbilizzarlo disattivando tali servizi. Ora però vorrei ripristinare l partizione in cui si trova windows ma quando lancio samsung recovery al riavvio non accade nulla. Ho provato a lanciare windows environment recovery da Grub e comincia a caricare Samung Recovery 5 ma durante il caricamento si blocca esattamente come avviene in windows quando sono attivati i servizi che danno problemi. Non avendo i cd di ripristino ho pensato di fare un bkup della partizione di ripristino del sistema che è perfettamente integra. Posso anche accedervi avendo tolto il flag diagnostic. Ora però come posso ripristinare la partizione windows dal bekup della recovery?

PS: il mio hd era partizionato in tre parti C , D e la recovery, in C c'era windows in D i dati. Con l'istallazione di ubuntu in D ho più partizioni, in C c'è sempre windows, D ora è ripartita tra dati e sistema ubuntu.
__________________
Amd 3200@2500venice-dfi lanparty nf4sli-d - 2*256adatabh5-2*seagate barracuda sata raid0 ncq-gainward 6600gt gs ghl-enermax noisetaker 485W-zalman 7700al-cu -zalman vf700 cu- centurion 5
rocchiale è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-02-2013, 20:00   #10
silicio71
Junior Member
 
Iscritto dal: Feb 2013
Messaggi: 1
Ho seguito la guida tranne per il disco virtuale, ma al ripristino mi dice che l'immagine non è compatibile col sistema, mi dite cosa sbaglio

Ultima modifica di silicio71 : 14-02-2013 alle 07:50.
silicio71 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-03-2013, 08:04   #11
ottone100
Junior Member
 
Iscritto dal: Mar 2009
Messaggi: 29
Zenbook

Funziona! Grazie gremo !!!
Ho solo trovato alcuni piccoli errorini, ma se li ho corretti io sono davvero alla portata di tutti.
Ho ripristinato perfettamente il mio zenbook ux32vd (dopo aver formattato il disco originale - per sbaglio ).
__________________
Asus Zenbook UX32VD Full 13", HP DV7 4320el 17", Acer 5730 15", Ipad, Samsung galaxy tab 2 7".
ottone100 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 07-12-2013, 00:11   #12
lollo_082
Junior Member
 
Iscritto dal: Dec 2013
Messaggi: 5
boot.wim nuovo

posso quindi creare un nuovo boom.wim da quello vecchio unico x86 e x64????? per riparare immagini sia x86/x64
lollo_082 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-01-2014, 14:30   #13
Smoxy
Junior Member
 
Iscritto dal: Jan 2014
Messaggi: 1
Problema

Ciao a tutti! Ho avuto un problema durante l'esecuzione del passaggio 4B! Vi allego un immagine!https://skydrive.live.com/redir?resi...t=photo%2c.jpg

Cosa posso fare? Dice che è impossibile trovare il file specificato.
Posso riavviare il pc per utilizzarlo o devo aspettare una soluzione funzionante?
Grazie a tutti
Smoxy è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-03-2014, 13:45   #14
AlexMarco777
Junior Member
 
Iscritto dal: Mar 2014
Messaggi: 1
tasto "F11" HP_RECOVERY

Ciao a tutti, spero di non essere OT ma i miei argomenti sono in qualche modo connessi al tutorial. Ho un problema che non riesco a risolvere: dopo aver clonato il disco HD non riesco più a ripristinare il S.O. da tasto "F11" (Notebook HP). La partizione nascosta c'è, il file *.WIM anche. Come posso fare ad eseguire il boot affinche riesco ad eseguire il mio file *.WIM???
Ringraziando in anticipo tutti, saluto

am
AlexMarco777 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Wi-Fi 802.11ac: reti wireless sempre più veloci Wi-Fi 802.11ac: reti wireless sempre più ...
Google reinventa lo smartphone con Project Ara: modulare ma non solo per geek Google reinventa lo smartphone con Project Ara: ...
Sniper Elite 3: torna il simulatore di cecchinaggio Sniper Elite 3: torna il simulatore di cecchinag...
Sicurezza informatica: la situazione è allarmante, ma qualcosa si muove Sicurezza informatica: la situazione è al...
Recensione completa HTC One (M8): si può migliorare il meglio? Recensione completa HTC One (M8): si può ...
iPhone 6: ecco il design sulla base dell...
Consegne PC EMEA: il mercato si stabiliz...
Microsoft: consegnate 5 milioni di Xbox ...
I Google Glass arrivano in sala operator...
Disponibile per il download e l'aggiorna...
Spire annuncia Ridge: case per PC a part...
Due mesi di stand-by con Philips Xenium ...
Facebook annuncia Nearby Friends per le ...
Project Ara, lenti a contatto con fotoca...
Samsung e GlobalFoundries insieme per po...
KartSim: la realistica simulazione di ka...
Sospese le vendite di Nokia Lumia 2520 i...
Ecco la prima reflex digitale ad andare ...
Personal Gamer presenta il Torneo Youtub...
4K: le stime parlano di 12 milioni di TV...
RAMDisk
LibreOffice 4.2.4
Media Player Classic Home Cinema
Sandboxie
Avast! Free Antivirus
Dropbox
Iperius Backup
Glary Utilities
uTorrent
Maxthon 4
AnyDVD HD
Wireshark
Google Chrome 35
Chromium
Evernote
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Ora sono le: 15:39.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www3v