Microsoft Azure: ora si paga

Microsoft Azure: ora si paga

Microsoft avvia a pieno ritmo i servizi Azure e da poche ore è possibile sottoscrivere il proprio abbonamento alle differenti opzioni

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 10:44 nel canale Web
Microsoft
 

Da ieri in molti Paesi tra i quali anche l'Italia, gli USA e tutta l'area europea sono stati ufficialmente attivati i servizi Windows Azure. Infatti, come ampiamente preannunciato, Microsoft ha da poco attivato le procedura per l'acquisto di spazi di storage e servizi.

Questa notizia conferma anche il termine del programma Community Technology Preview, quindi gli utenti che fino ad oggi hanno utilizzato i servizi Azure dovranno provvedere all'upgrade del proprio account. In caso contrario sono previste alcune limitazioni dell'utilizzo dei vari servizi e nell'accesso ai dati, ma a partire dal primo aprile 2010 questi account verranno cancellati.

Le condizioni d'uso e le tariffe dei differenti servizi sono ormai note da settimane ma per completezza segnaliamo questa pagina dedicata all'argomento. Microsoft ha reso disponibile anche una tabella riassuntiva in cui si vedono affiancate e comparate le differenti opzioni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Kuarl02 Febbraio 2010, 10:56 #1
sempre le solite dubbie strategie di mercato microsoft. Spero per noi che abbia poco successo.
GlobuS02 Febbraio 2010, 11:08 #2
Non ho capito, è una dubbia strategia far pagare un servizio??
Kuarl02 Febbraio 2010, 11:19 #3
è dubbio partire col servizio gratuito e poi farselo pagare una volta che si è diffuso, e non condivido il fatto che le piattaforme microsoft sono sempre molto chiuse ed una volta che ci entri sei costretto ad usare roba ms per tutto il resto.
Vladimiro Bentovich02 Febbraio 2010, 11:20 #4
Ma c'è qualche asterisco nascosto o il servizio base (non male per un utente home)è gratuito?
coschizza02 Febbraio 2010, 11:22 #5
Originariamente inviato da: Kuarl
è dubbio partire col servizio gratuito e poi farselo pagare una volta che si è diffuso, e non condivido il fatto che le piattaforme microsoft sono sempre molto chiuse ed una volta che ci entri sei costretto ad usare roba ms per tutto il resto.


hai ragione meglio PAGARE un servizio e poi rendersi conto che non era quello che si voleva

ma ti rendi conto che stai criticando una cosa giusta?
quiete02 Febbraio 2010, 11:25 #6
Originariamente inviato da: Kuarl
sempre le solite dubbie strategie di mercato microsoft. Spero per noi che abbia poco successo.


Originariamente inviato da: Kuarl
è dubbio partire col servizio gratuito e poi farselo pagare una volta che si è diffuso


lo si sapeva che sarebbe diventato a pagamento... non apriamo flame inutili
Xile02 Febbraio 2010, 11:25 #7
Ma era stato chiaro fin da subito che il servizio sarebbe poi stato a pagamento, d'altronde una infrastruttura così la devi pure mantenere no?!
Superboy02 Febbraio 2010, 11:30 #8
@ kuarl
Ma perchè dovete sempre uscire con queste baggianate e luoghi comuni su cose che non si conoscono,
guardati per cosa sta CTP almeno.
http://en.wikipedia.org/wiki/Softwa...life_cycle#Beta
Dieghen62002 Febbraio 2010, 11:30 #9
Bella la data di cancellazione messa il 1° aprile...

Così chi si è scordato di fare l'upgrade si becca lo scherzone

E non può nemmeno lamentarsi...
mrcf02 Febbraio 2010, 11:48 #10
La cosa migliore sarebbe stata dichiarare le tariffe fin da subito e concedere 30-60-90 giorni come demo, scaduti i quali o si paga la tariffa o stop.

e poi la tabella prezzi: più complessa si poteva fare? sembra quella di un qualunque italico gestore telefonico...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^