Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Periferiche e accessori > Monitor, Televisori e Videoproiettori

Nanosystems potenzia Supremo, la soluzione per lo smart working e l’assistenza remota
Nanosystems potenzia Supremo, la soluzione per lo smart working e l’assistenza remota
Nanosystems ha aggiornato la sua soluzione per il desktop remoto, che ora offre una miglior qualità video ed è molto più performante che in passato. Migliorata anche la sicurezza, grazie a un nuovo protocollo per la cifratura dei dati
Vivo arriva in Italia con Vivo X51: fotocamera con gimbal pazzesca. La recensione
Vivo arriva in Italia con Vivo X51: fotocamera con gimbal pazzesca. La recensione
Ci sembrava una mera operazione di marketing, e invece il gimbal di Vivo X51 funziona, e funziona anche molto bene. Il tutto in uno smartphone concreto, senza troppi fronzoli o personalizzazioni super-sature tipiche della produzione cinese. L'azienda si propone in Italia con un flagship interessantissimo. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul device.
TCL Ray-Danz: la semplicità vince. Alla prova una delle migliori soundbar del momento
TCL Ray-Danz: la semplicità vince. Alla prova una delle migliori soundbar del momento
Se siete alla ricerca di una soundbar dall'elevato rapporto qualità/prezzo in grado di offrire un suono potente, coinvolgente e immersivo, TCL Ray-Danz potrebbe essere il prodotto giusto. Con un schema semplice (3 altoparlanti e due grandi riflettori acustici) la barra sonora è in grado di offrire ottime prestazioni coi film in Dolby Atmos, ma anche nell'ascolto musicale
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 05-04-2002, 03:59   #1
Th3 S@t@N
Senior Member
 
L'Avatar di Th3 S@t@N
 
Iscritto dal: Jun 2001
Città: ROMA
Messaggi: 180
Temperatura Colore........

Che temperatura colore usate x leggere i testi?

1) 9300K (Kelvin)

2) 6500K

3) 5500K

Ed in ogni caso chi sà quale è la consigliata x la lettura?

IO uso la 9300K che è quella x "uso generico", la 6500K è x "gestione immagini ", non ho capito mica che significa gestione immagini..............la 5500K è x "fotoritocco".

Sapete dirmi qualcosa al riguardo?
Grazie.
__________________
- Sic Luceat Lux -
Th3 S@t@N è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 05-04-2002, 08:34   #2
Filippo75
Senior Member
 
L'Avatar di Filippo75
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Piacenza
Messaggi: 3857
Io uso 9300K con qualsiasi applicazione, con le temperature inferiori mi sembra che i colori diventino sbiaditi, poi considera che ho un LG 915FT+ che già di suo non ha colori particolarmente intensi. E comunque se dovessi modificare la temperatura colore ad ogni cambio di applicazione sarei già diventato pazzo
__________________
PSN ID: Hiro__
Blog: MinDistortions
Filippo75 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-04-2002, 12:34   #3
Adric
Senior Member
 
L'Avatar di Adric
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Lazio Età: 52 ex mod
Messaggi: 9198
6500K sul mio Hitachi CM752; 9300K mi danno troppo fastidio agli occhi. Un mio amico ha un bellissimo Sony da 19' di 3 anni fa (moolto più nitido e contrastato dei Sony attuali :o ) e tenuto a 5000K è luminoso quanto il mio a 6500 ; il suo spara che è una cosa pazzesca. In sostanza con certi monitor meglio usare 6500K, con altri 5000K, io 9300K non li userei mai e stento a capire perchè con le applicazioni da ufficio siano consigliati i 9300K. Attenzione con i Triniton e i Diamondtron a non usare temperature di colore e valori di contrasto e di luminosità troppo alti.
Cautela anche con i Philips che hanno un bianco troppo accecante. Oltre che in base alle applicazioni si dovrebbe tenere conto dei diversi momenti della giornata
Hai avuto una bella idea ad aprire questo thread e speriamo ci siano molte altri interventi e testimonianze.
Adric è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-04-2002, 17:32   #4
massimax
Senior Member
 
L'Avatar di massimax
 
Iscritto dal: May 2001
Città: RE
Messaggi: 575
io ho il monitor in sign, e uso 9300k con lum e contrasto tutti e due a 60 su 100

cmq con le altre due non mi trovo...anche facendo fotoritocco mi sembra sempre di mettermi gli occhiali da sole
bah...sarà che è da troppo che uso 9300 :o
__________________
Many Official Tacchinator!!!(tiger,supermicro,dual mp 2600+,2GB DDRECC CAS2.5;2Maxtor DMP9 200GB Raid0,pionner106,plex premium,5900ultra,audigy2 platinum ex,MW 550THX,epson3200photo, philips201p,natural keyboard pro,ifeel mouseman!)
massimax è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-04-2002, 22:19   #5
Th3 S@t@N
Senior Member
 
L'Avatar di Th3 S@t@N
 
Iscritto dal: Jun 2001
Città: ROMA
Messaggi: 180
Qualcuno sà dirci d+?






UP!
__________________
- Sic Luceat Lux -
Th3 S@t@N è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-04-2002, 22:33   #6
massimax
Senior Member
 
L'Avatar di massimax
 
Iscritto dal: May 2001
Città: RE
Messaggi: 575
Quote:
Originariamente inviato da Th3 S@t@N
[b]Qualcuno sà dirci d+?






UP!
il più devi sapere tu...perchè alla fine devi usare la soluzione che ritieni più adatto a te e alle tue esigenze, sempre e comunque sarà una considerazione e valutazione personale

(cmq le altre temp sono utili per alcuni applicazioni di ritocco per valutare uniformità nonchè idensità dell'immagine...però solo in casi estremi di insicurezza e/o professionalità a seconda dei casi )
__________________
Many Official Tacchinator!!!(tiger,supermicro,dual mp 2600+,2GB DDRECC CAS2.5;2Maxtor DMP9 200GB Raid0,pionner106,plex premium,5900ultra,audigy2 platinum ex,MW 550THX,epson3200photo, philips201p,natural keyboard pro,ifeel mouseman!)
massimax è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 18-04-2002, 08:36   #7
Adric
Senior Member
 
L'Avatar di Adric
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Lazio Età: 52 ex mod
Messaggi: 9198
Dite quale temperatura di colore utilizzate, con quale monitor, e specificate anche con quali applicazioni.

Ultima modifica di Adric : 02-09-2003 alle 18:44.
Adric è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 20-04-2002, 08:59   #8
marcus81
Senior Member
 
L'Avatar di marcus81
 
Iscritto dal: Dec 2001
Città: Partinico(PA)-Torino
Messaggi: 2885
io ho messo tutti i colori al massimo sul mio lg77m per aver + luminosità e colori + accesi a 9300 in confronto ad altri monitor(tipo NEC o SAMSUNG) è troppo indietro
NN è ke riskio di danneggiarlo tenendolo sempre così???
__________________
Main: Barton 2500@3200+ Asus A7N8X-dlx 2*512 DDRPowercolor 9800Pro Maxtor 80GB sATA + Seagate 160GB pATA LCD Acer AL1721 Epson C62 Antec T.P. 430w Tin.it ADSL Muletto: Pentium4 1800 Notebook: Idea Progress P4 Auto e moto d'epoca
marcus81 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 20-04-2002, 11:03   #9
strider74
Senior Member
 
L'Avatar di strider74
 
Iscritto dal: Jun 2001
Messaggi: 51
X me 9300K sul Mitsubishi Dpro 730 sono troppo accecanti e danno visibilmente sul blu...
Io uso il profilo personalizzabile, con RGB tutti allo stesso valore, che ho settato a 87 (su un max di 100)...
__________________
"Because by fate even the gods are cast down
Weep ye all with me"
strider74 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 20-04-2002, 14:45   #10
marcus81
Senior Member
 
L'Avatar di marcus81
 
Iscritto dal: Dec 2001
Città: Partinico(PA)-Torino
Messaggi: 2885
io li ho messi tutti e 3 a 100!Non è che riskio di danneggiare il monitor in questo modo?Cmq migliora molto la luminosità e i colri sono un pò + accesi!
__________________
Main: Barton 2500@3200+ Asus A7N8X-dlx 2*512 DDRPowercolor 9800Pro Maxtor 80GB sATA + Seagate 160GB pATA LCD Acer AL1721 Epson C62 Antec T.P. 430w Tin.it ADSL Muletto: Pentium4 1800 Notebook: Idea Progress P4 Auto e moto d'epoca
marcus81 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 20-04-2002, 17:25   #11
strider74
Senior Member
 
L'Avatar di strider74
 
Iscritto dal: Jun 2001
Messaggi: 51
Quote:
Originariamente inviato da marcus81
[b]io li ho messi tutti e 3 a 100!Non è che riskio di danneggiare il monitor in questo modo?Cmq migliora molto la luminosità e i colri sono un pò + accesi!
Il monitor non si rovina, ma se non prendevi un LG non dovevi ricorrere a questi trucchetti, eh eh
__________________
"Because by fate even the gods are cast down
Weep ye all with me"
strider74 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 24-04-2002, 00:11   #12
dosaggio
Senior Member
 
L'Avatar di dosaggio
 
Iscritto dal: Nov 2001
Città: TO
Messaggi: 965
Di thread sulla temperatura di colore ce ne sono stati un paio (uno riguardante anche gli lcd e le lampade)....tutti abbondantemente IGNORATI!!

Cmq il discorso è complesso perchè bisognerebbe tener conto di vari parametri. Sarò cmq pratico perchè in questo forum quando si va sul tecnico...scompare magicamente l'interesse dei più.
Prima di tutto bisogna vedere se il monitor è ben tarato.
Poi bisognerebbe usare la temperatura di colore UGUALE a quella emessa dalle lampade che creano luce nell'ambiente circostante,meglio se neon di qualità con alimentatore elettronico.
Questa regola,per chi fa fotoritocco,DEVE avere la precedenza su quella di impostare ciecamente i 6500k. In caso di illuminazione diurna bisognerebbe controllare sia l'ora del giorno che la latitudine...nonchè le condizione atmosferiche (nuvolosità etcc..)...etc...,come diceva ADRIC. In pratica quando la cosa sia importantissima si usa un termocolorimetro. Di default si impostano i 9300k perhchè rappresentano uno standard industriale (tiene conto del fatto che il monitor si usa di giorno e con applicazioni tipo testo...). Personalmente non ho mai 9300k nell'ambiente...ed è una temperatura che odio.
Questa e la logica da seguire. Dire a priori : " ...con il testo uso 9300k, con le foto 6500k...etc.." è sbagliato.
A tal proposito voglio anche ricordare che è meglio preferire cornici scure per il fotoritocco e chiare per tutto il resto.

Ancora una cosa. Con gli lcd è dura avere temperature di colore troppo diverse da quella per cui il pannello è tarato,quindi non fidatevi troppo. Infatti la luce è prodotta dalle lampade a catodo caldo (gli lcd non brillano di luce propria,come sappiamo) che fondamentalmente nell'ultravioletto. Il tutto è poi trasformato in "visibile" tramite delle poverine chimiche stratificate uniformemente sulle superficii interne dei vetri delle lampade. Esse determinano la qualità cromatica della luce e la temperatura di colore della stessa (CHE E' QUINDI FISSA per un dato monitor). Per cambiarla al valore che l'osd dell'lcd ci fa impostare è necessario allora un artificio : variare l'alimentazione delle lampade. (Visto che non posso cambiare lampade al volo:-)). Certo sarebbe meglio se gli lcd destinati ad applicazioni professionali avessero lampade già tarate sulla temperatura di colore di interesse. Ma non siamo troppo lontani da ciò...

CIAo.
dosaggio è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 24-04-2002, 13:26   #13
Adric
Senior Member
 
L'Avatar di Adric
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Lazio Età: 52 ex mod
Messaggi: 9198
Quote:
Originariamente inviato da dosaggio
Di thread sulla temperatura di colore ce ne sono stati un paio (uno riguardante anche gli lcd e le lampade)....tutti abbondantemente IGNORATI!!..... Sarò cmq pratico perchè in questo forum quando si va sul tecnico...scompare magicamente l'interesse dei più.
Hai pienamente ragione, anche il mio sondaggio sulla temperatura di colore ha ricevuto molte visite, pochissimi voti e nessun post di risposta.. Quando si va sul tecnico spesso i discorsi si fanno interessantissimi ed è una reale occasione di crescita, di confronto e di approfondimento, ma non molti (tu, Sursit, Lud von Pipper, il depo, il nostro moderatore Luca Ruiu e qualcun altro- vi cito in ordine casuale -, e non certo io ahimè) hanno la preparazione per dibatterne con competenza. E personalmente apprezzo moltissimo i vostri interventi. L'interesse poi spesso purtroppo scompare anche quando si tratta di temi anticonvenzionali (per esempio: io aprii un thread su periferiche per utenti mancini; su 33000 utenti iscritti mi aspettavo molta più partecipazione da parte dei mancini di HwUp....)
Quote:
Poi bisognerebbe usare la temperatura di colore UGUALE a quella emessa dalle lampade che creano luce nell'ambiente circostante,meglio se neon di qualità con alimentatore elettronico.
Nelle mia profonda ignoranza sull'illuminotecnica (spero che il termine sia giusto ) non sapevo che si parlasse di temperatura di colore anche in questo settore, credevo fosse un concetto esclusivo per i monitor. A questo punto mi sorgono vari interrogativi:
1) Per un utente domestico, che usa in prevalenza applicazioni di testo come i browser (Opera ed Internet Explorer), la videoscrittura, la posta elettronica e la chat, molto a lungo ma in prevalenza in ore serali e notturne in una piccola stanza, quale tipo e che potenza di illuminazione consigli tra lampade a incandescenza, neon e alogena (o altri tipi di illuminazione se esistono) ?
2) Ricordo in altre discussioni che consigliavi il neon. Ma il neon è sempre meglio delle lampade ad incandescenza ? Anche per le lampade portatili ? Quanti tipi di neon esistono per uso illuminazione ? La differenza di tipi e di qualità tra è data solo dal prezzo o ci sono altre cose da guardare ? Le alogene sono tutte uguali ? Sono sconsigliabili solo per le possibili interferenze ai monitor o anche per un discorso di minore qualità di illuminazione ? E tra alogene e lampade ad incadescenza ?
3) Uso sempre la stessa temperatura di colore (6500 K) e gli stessi valori di contrasto e di luminosità a tutte le ore, faccio bene ? Se dovessi alzare la temperatura di colore durante il giorno dovrei variare anche il contrasto e la luminosità ? Che relazione c'è e dovrebbe esserci tra temperatura di colore, contrasto e luminosità ?
Purtroppo sul mio monitor (Hitachi CM752 da 19') non ho l'indicatore numerico dei valori sullo schermo, quindi mi scoccia variare il contrasto e la luminosità.
4) Ci sono dei monitor che cosentono una regolazione della temperatura di colore sui valori intermedi (e non sui soliti valori 5000-6500-9300,e, meno spesso 4000 e 10000) ?
Quote:
In caso di illuminazione diurna bisognerebbe controllare sia l'ora del giorno che la latitudine...nonchè le condizione atmosferiche (nuvolosità etcc..)...etc...,come diceva ADRIC.
Avevo pensato anche alle condizioni atmosferiche, ma sinceramente non alla latitudine; a questo punto credo che anche l'esposizione della stanza (a nord o a sud) abbia la sua importanza..
Naturalmente queste domande (che penso siano in buona parte di interesse generale) non sono rivolte solo a dosaggio, chi è in grado di rispondere non sia timido....gliene saremo grati
Ciao
Adric è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 24-04-2002, 23:16   #14
dosaggio
Senior Member
 
L'Avatar di dosaggio
 
Iscritto dal: Nov 2001
Città: TO
Messaggi: 965
Azz...domande che richiederebbero un par di ore di spiegazioni live :-)

Il termine illuminotecnica puo andar bene.
Si parla di temperatura di colore ogni qual volta esista una qualsiasi sorgente di luce. I monitor hanno adottato questo tipo di regolazione da non molto...per scimmiottare le esigenze del professionista.





-----------------------------------------------------------------------------------
1) Per un utente domestico, che usa in prevalenza applicazioni di testo come i browser (Opera ed Internet Explorer), la videoscrittura, la posta elettronica e la chat, molto a lungo ma in prevalenza in ore serali e notturne in una piccola stanza, quale tipo e che potenza di illuminazione consigli tra lampade a incandescenza, neon e alogena (o altri tipi di illuminazione se esistono) ?
------------------------------------------------------------------------------------

Quando non esistono esigenze legate alla hi-fi del colore (uso di
normali programmi) tutto è fortemente soggettivo. In ogni caso vale la regola generale di avere una luce artificiale con il miglior indice di resa cromatica possibile (i neon di qualità sono praticamente imbattibili) ...non solo per il monitor, ma in generale per avere una visione rilassata. Ma ripeto,soprattutto quando si tratta di cazzeggio tutto è fortemente soggettivo. Io per esempio quando navigo a notte fonda...utilizzo una lampada a led (30 led bianchi ad alta intensità luminosa) autocostruita,fortemente monocromatica.

Più che di potenza di illuminazione è meglio parlare di lumen (ogni
lampada ha un proprio remdimento in termini di lumen/watt, quindi la potenza non ha senso....ad esempio l'efficienza dei neon è generalmente elevata).
Io consiglio sempre il tubo fluorescente (neon) per vari motivi,ma
purhè sia di qualità accettabile (vedi osram lumilux deluxe) ed
alimentato da alimentatore elettronico (e non dai vecchi reattori con starter separato) per evitare il flikering.
Generalmente aumentando l'indice di resa cromatica di un neon (IRC : un buon neon ha 90-95 ; la luce bianca del sole ha 100 ; se aumenta IRC aumenta la capacità di distinguere i colori della gamma tonale) diminuisce la sua efficenza,ovvero i lumen prodotti per ogni watt consumato. Ciò accade perchè le polverine sono di più tipi e non di un solo tipo...quindi aumenta il loro spessore....quindi lasciano passare meno luce. Ogni lampada ha un suo bilancio energetico tra calore prodotto infrarossi),infrarossi ed ultravioletti convertiti in
visibile.
Mi sto dilungando troppo... cmq. l'efficenza di un neon è
sempre tre o 4 volte di quella di una incandescenza quindi alla fine
risparmi anche.

Altri tipi di illuminazione sono
-incandescenza (normali ed alogene)
-LED (di tutti i tipi,fino al laser)
-Chimica (altri tipi di fluorescenza etc..)
-etcc...

Lasciamo perdere gli ultimi tre (estremamente affascinanti) e
concentriamoci sul primo : incandescenza.
Di cos'è il filamento? Diciamo di tungseno (W,sulla tavola
periodica),per semplicità, che FONDE a 3410°C. A quella temperatura la temperatura di colore della lampada ad incandescenza e' ESATTAMENTE 3410°C !! Ora, se aggiungi 273,15 la trasformi in kelvin,ovvero circa 3683k .
Capito cos'è la temperatura di colore ?
Questo vale se il filamento della lampada potesse lavorare alla temp di fusione (3683k), ma ciò non è possibile...ed il filamento deve lavorare a temp. inferiori, diciamo sui 3400k. Se ne deduce cmq. che la temperatura di colore (tdc) di una incandescenza non può superare la t di fusione del filamento di tungsteno.
Per i neon (fluorescenza)è diverso e possono arrivare a tdc molto
superiori...simulando meglio la luce naturale.
Le alogene hanno diversi vantaggi rispetto ad una incandescenza
normale.
Anneriscono meno
Sono più efficienti
etc..
Inoltre lo spesso bulbo di quarzo consente di lavorare sotto pressione (gas alogeni nel bulbo) incrementando così la t di fusione del filamento.
Ecco perchè le alogene possono avere tdc superiori,arrivando anche a 4000-4500K ....ma niente di più. Per questo motivo,unito al fatto che la superficie di emissione luminosa è piccola (e quindi aumenta la brillanza), le alogene risultano molto più gradite delle lampadine normali.
Cmq. il discorso è complesso in quanto coinvolge altri parametri,come ad esempio l'alimentazione (tensione e frequenza) ,la resa cromatica etcc...

Ora, non considerando lampade particolari (quali quelle a scarica...tipo fari HID di Audi-mercedes-bmw,LED etc..) si nota che l'unico modo per arrivare a tdc prossime a quelle dei monitor sono i neon (sempre considerando il principio illuminotecnico di ugualianza tra le sorgenti luminose per massimizzare la resa cromatica: monitor e lampade).
Purtroppo però il 99% dei neon che si vedono in giro sono roba scarsa da un paio di euro...e non fa eccezzione la resa cromatica delle lampade "a risparmio energetico" che vedi al supermercato,anche se si fanno passi avanti.


------------------------------------------------------------------------------------
2) Ricordo in altre discussioni che consigliavi il neon. Ma il neon è sempre meglio delle lampade ad incandescenza ? Anche per le lampade portatili ? Quanti tipi di neon esistono per uso illuminazione ? La differenza di tipi e di qualità tra è data solo dal prezzo o ci sono altre cose da guardare ? Le alogene sono tutte uguali ? Sono sconsigliabili solo per le possibili interferenze ai monitor o anche per un discorso di minore qualità di illuminazione ? E tra alogene e lampade ad incadescenza ?
-----------------------------------------------------------------------------------


Il neon è meglio delle lampade ad incandescenza quasi sempre,ma a patto di sceglierne uno con un buon IRC ed alimentato elettronicamente.
Un buon inizio puoi seguirlo nel thread "barco personal calibrator" che ho visto(adric) hai prontamente riaperto :-)
Con le lampade portatili si usano generalmente tubi da max 8 o 13 W...e purtroppo in queste classi non vengono prodotti neon incredibili.
Esistono tanti tipi di neon e puoi procurarti un catalogo osaram
(meglio se vecchio,erano più chiari) o anche online.

Le alogene non sono tutte uguali come non sono tutti uguali i neon.Anche quì ci sono molti fattori da considerare,ma i concetti validi sulla tdc sono quelli di sopra. La resa cromatica delle alogene è paragonabile a quella dei neon bianchi (coolwhite) di scarsissima qualità. Non danno alcuna interferenza elettrica,a meno che non utilizzi regolatori di potenza tipo switching....
Survoltando una buona alogena si arriva ad avere tdc prossime ai
4800k,ma la durata della lampada diminuisce drasticamente.
L'alogena è una evoluzione dell'incandescenza tradizionale ed è
sensibilmente migliore di questa.Non bisogna mai fare paragoni
considerando riflettori argentati...colorati...o amenità del genere.

---------------------------------------------------------------------------------
3) Uso sempre la stessa temperatura di colore (6500 K) e gli stessi valori di contrasto e di luminosità a tutte le ore, faccio bene ? Se dovessi alzare la temperatura di colore durante il giorno dovrei variare anche il contrasto e la luminosità ? Che relazione c'è e dovrebbe esserci tra temperatura di colore, contrasto e luminosità ?
--------------------------------------------------------------------------------


Fai bene, anch'io amo molto i 6500. Se dovessi cambiare a seconda dell'ora del giorno etc etc etc etc...diventeresti scemo.
(spendendo molto si potrebbe però realizzare un controllo con regolazione automatica :-))

Luminosità e contrasto non hanno alcuna relazione con la tdc
(TEORICAMENTE, poi bisogna vedere come lavora la circuiteria del
monitor) e la loro regolazione dipende esclusivamente dai tipi di
esigenze che hai, dal tubo che usi (per esempio i trinitron che per
loro costituzione hanno....). Bisognerebbe sempre usare una giusta accoppiata luminosità/contrasto....ma il tutto può diventare fortemente soggettivo (come sempre nel campo dei monitor). La luminosità elevata,in particolare, è tremendamente stancante. Sono sempre graditi circuiti di regolazione (come hanno alcuni eizo) che,soprattutto quando lavori con sfondi chiari,variano gradualmente l'intensità luminosa...fino a riportarla al valore da te impostato...a seconda dei movimenti (tipo minimize o maximize etcc..) delle finestre.Questa caratteristica,sempre sottovalutata, è estremamente importante soprattutto quando si hanno molti inch ...per evitare il classico "pugno nell'occhio"...magari ogni volta che massimizzi su un 21'' una finestra a sfondo bianco....pensa che vuol dire lavorare ore ed ore così.

----------------------------------------------------------------------------------
Purtroppo sul mio monitor (Hitachi CM752 da 19') non ho l'indicatore numerico dei valori sullo schermo, quindi mi scoccia variare il contrasto e la luminosità.
-----------------------------------------------------------------------------------
Ti capisco.

------------------------------------------------------------------------------------
4) Ci sono dei monitor che cosentono una regolazione della temperatura di colore sui valori intermedi (e non sui soliti valori 5000-6500-9300,e, meno spesso 4000 e 10000) ?
------------------------------------------------------------------------------------

Si ci sono,ho passato a mio padre,per esempio,un t57s che lo
permetteva....ma IMHO, sotto i 6000k non ha più senso.


-----------------------------------------------------------------------------------
Naturalmente queste domande (che penso siano in buona parte di interesse generale) non sono rivolte solo a dosaggio, chi è in grado di rispondere non sia timido....gliene saremo grati
----------------------------------------------------------------------------------

Diciamo che comincio io :-)


Per ultima una curiosità sperimentale SUGLI LCD (possibilmente da non seguire):
Prendendo un LCD e smontandone il case in modo che ne rimanga solo il frame con il controller (appeso coi cavi in qualche modo) e mettendolo davanti ad una parete bianca.... ed interponendo tra il pannello LCD e la parete un neon con la stessa tdc delle lampade a catodo caldo dell'LCD.....vi sembrera che le icone del desktop si stagliano direttamente contro la parete, ovvero il desktop "sembrerà" totalmente trasparente.

CIao a tutti.
dosaggio è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 25-04-2002, 00:46   #15
il depo
Senior Member
 
L'Avatar di il depo
 
Iscritto dal: Jul 2000
Città: Treviso
Messaggi: 163
Ciao Adric! Grazie x avermi mandato un pvt informandomi di questa discussione!
Sono d'accordo con voi x quanto riguarda le discussioni tecniche, sono spesso interessantissime, peccato che le risposte non siano numerose!
Ho letto il post di Dosaggio, la penso anch'io come lui
Spesso ci troviamo a lavorare davanti a monitor dal refresh molto alto, o con crt dai colori sfavillanti e risoluzioni molto alte, ma in pochi si preoccupano di regolare accuratamente la tonalità del colore, la luminosità, il contrasto... E in efetti pochi sanno apprezzare gli effetti di una calibrazione fatta con cura!
A mio parere va fatta una distinzione tra gli utenti o comunque va distinto l’uso che intendiamo fare con il nostro monitor: Fotoritocco (e comunque grafica in generale:web publishing…) da una parte; videoscrittura, fogli di calcolo, browsing, ecc. dall’altra.
Per un uso quale videoscrittura ecc. ha poca importanza la corrispondenza estrema dei colori con la realtà; è molto più importante regolare lo schermo al fine di rendere il più leggibili possibile i caratteri e di ottenere un’immagine rilassante e nitida. Non so a voi, ma a me capita ogni tanto di passare la notte davanti al monitor, in particolare in estate… Voi resistereste davanti a 19’’ che sparano luce e colori carichi per ore?? Io assolutamente no!! Il mio consiglio è di regolare la luminosità, e il contrasto in modo da integrare l’immagine al’ambiente circostante per ottenere quanto di più riposante e piacevole si riesca; vicevesa in una giornata di sole adatteremo lo schermo in modo da integrare lo spazio grafico alla luce che abbiamo attorno regolando luminosità, contrasto e temperatura di colore in modo da ottenere un’area visiva in sintonia.
Discorso a parte va fatto per il fotoritocco e annessi: in questo caso è necessario calibrare il monitor in modo da ottenere un nero profondo, il più scuro possibile (qui luminosità e contrasto spadroneggiano, soprattutto la prima), un bianco… Che più bianco non si può (regolazione della temperatura del colore) e delle sfumature dal nero verso i 3 colori primari (ok, semplifichiamo: verso il bianco) il più graduali e uniformi possibile. Come procedere? A mio giudizio (e qui molti mi criticheranno…) il metodo più adatto è proprio quello di affidarsi ai propri occhi: non credo infatti che molti di noi abbiano gli strumenti necessari per rilevare il tipo e la quantità di luce presente nell’ambiente di lavoro né quella emessa dal monitor. Per prima cosa possiamo affidarci al NokiaTest e regolare luminosità e contrasto (facilissimo, basta fare come c’è scritto), poi è il momento del bianco: Avete mai osservato una foto di un paesaggio innevato regolando la temp. Prima a 9300K e poi a 6500K? La differenza è abissale. A mio parere l’importanza di questa regolazione è notevole, e per decidere cosa è meglio è inutile affidarsi a leggende urbane del tipo “dicono che è meglio…” “ho sentito che…”. Il bianco corretto è quello che a noi appare più bianco! Quello che rappresenta meglio il colore del cotone (non ho detto neve perché richiama l’idea di freddo e si tenderebbe a impostare un valore K più alto). All’inizio potrà sembrare difficile scegliere la temperatura giusta, poi con l’esperienza si distinguerà subito un bianco “freddo” da uno “caldo”. Ho ancora un’altra considerazione da fare: il cervello umano è quanto di più bello possediamo, e ogni persona è, fortunatamente, differente dalle altre (altrimenti saremmo tutti delle macchine ); con questo intendo dire che capita spesso che le impostazioni di un monitor, perfette per qualcuno, per qualcunaltro non siano “naturali”, e questo è dovuto al fatto che la nostra mente, come in tutte le cose, applica dei “filtri”: Stiamo davanti a un pc, sappiamo che i colori non sono quelli reali ma il nostro cervello calibra le informazioni e tutto ciò che vediamo ci sembra giusto, naturale, così come ci viene presentato. Il mio consiglio è questo: affidiamoci al nostro senso visivo e cerchiamo di regolare la temperatura guardandoci attorno, osservando l’ambiente esterno se è una giornata di sole e poi tornando sul monitor: il bianco deve essere bianco naturale! E a volte deve contrastare le lampade alogene, a incandescenza, al neon… altre volte si deve adattare. In parte deve rispettare la nostra percezione.
Infine va regolato il valore gamma, ovvero la sfumatura: in rete ci sono alcune pagine con pattern per la regolazione, il lato negativo è che si perdono sfumature di colore; a voi la scelta!
Un’ultima precisazione: Non me ne intendo molto di lampade (alogene, a incandescenza o al neon che siano), comunque è preferibile avere una luminosità uniforme nell’ambiente di lavoro, ovvero evitare zone scure e zone più luminose, proprio per il fatto che il monitor è sempre quello!

Quando avrete calibrato il monitor a dovere provate a guardare qualche foto realizzata da professionisti: Vedrete che effetto!
CIAO!
__________________
[color=blue][color]
il depo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-04-2002, 02:17   #16
Th3 S@t@N
Senior Member
 
L'Avatar di Th3 S@t@N
 
Iscritto dal: Jun 2001
Città: ROMA
Messaggi: 180
Quote:
Originariamente inviato da dosaggio
[b]

Sarò cmq pratico perchè in questo forum quando si va sul tecnico...scompare magicamente l'interesse dei più.
E meno male che si chiama HARDWARE UPGRADE........!!!
__________________
- Sic Luceat Lux -
Th3 S@t@N è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-04-2002, 02:27   #17
Th3 S@t@N
Senior Member
 
L'Avatar di Th3 S@t@N
 
Iscritto dal: Jun 2001
Città: ROMA
Messaggi: 180
Quote:
Originariamente inviato da Adric
[b]
Nelle mia profonda ignoranza sull'illuminotecnica (spero che il termine sia giusto ) non sapevo che si parlasse di temperatura di colore anche in questo settore, credevo fosse un concetto esclusivo per i monitor.
.............neanche io lo sapevo........
__________________
- Sic Luceat Lux -
Th3 S@t@N è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-04-2002, 02:55   #18
Th3 S@t@N
Senior Member
 
L'Avatar di Th3 S@t@N
 
Iscritto dal: Jun 2001
Città: ROMA
Messaggi: 180
Quote:
Originariamente inviato da dosaggio
[b] Io per esempio quando navigo a notte fonda...utilizzo una lampada a led (30 led bianchi ad alta intensità luminosa) autocostruita,fortemente monocromatica.
Una Ficata!
Se ne trovano in commercio?
__________________
- Sic Luceat Lux -
Th3 S@t@N è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-04-2002, 18:49   #19
dosaggio
Senior Member
 
L'Avatar di dosaggio
 
Iscritto dal: Nov 2001
Città: TO
Messaggi: 965
cosa i led o le lampade già fatte?
dosaggio è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-04-2002, 23:32   #20
Th3 S@t@N
Senior Member
 
L'Avatar di Th3 S@t@N
 
Iscritto dal: Jun 2001
Città: ROMA
Messaggi: 180
Quote:
Originariamente inviato da dosaggio
[b]cosa i led o le lampade già fatte?
Lampade a LED già fatte intendo, sono sicuro che i soli LED si trovino nei negozi specializzati di materiale elettrico ed illuminazione.
__________________
- Sic Luceat Lux -
Th3 S@t@N è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Nanosystems potenzia Supremo, la soluzione per lo smart working e l’assistenza remota Nanosystems potenzia Supremo, la soluzione per l...
Vivo arriva in Italia con Vivo X51: fotocamera con gimbal pazzesca. La recensione Vivo arriva in Italia con Vivo X51: fotocamera c...
TCL Ray-Danz: la semplicità vince. Alla prova una delle migliori soundbar del momento TCL Ray-Danz: la semplicità vince. Alla p...
Honor MagicBook Pro: un design classico con CPU Ryzen 5 4600H Honor MagicBook Pro: un design classico con CPU ...
Recensione Oculus Quest 2: è il visore VR definitivo? Recensione Oculus Quest 2: è il visore VR...
Ecco il nuovo Hummer da 1000 cavalli, co...
Anche Facebook ha il suo Tinder, Dating ...
PayPal pronta per le criptovalute! Dal p...
Oracle Exadata Cloud Service X8M: nessun...
Windows 10 October 2020 Update, Microsof...
Super offerte Amazon oggi: DJI Mavic Min...
Corsair MP400, SSD PCIe fino a ben 8TB -...
Silicon Motion svela controller per SSD ...
AMD sta preparando una scheda con GPU Na...
Numerose novità per Zoom, inclusi...
GeForce RTX 3080 20GB e RTX 3070 16GB no...
Ecco il video di NASA OSIRIS-REx che rac...
Pininfarina Battista, l'hypercar elettri...
Canon annuncia un sensore APS-H da 250 M...
Gli edifici del futuro secondo Schneider...
K-Lite Codec Pack Basic
iTunes 12
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
VirtualBox
Filezilla
Samsung SSD Magician
ICQ
ZoneAlarm Antivirus + Firewall
SmartFTP
3DMark
Opera Portable
Opera 71
Radeon Software Adrenalin 2020 20.10.1
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 09:53.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www3v