Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Off Topic > Discussioni Off Topic > Musica

NVIDIA DLSS vs AMD FSR, chi offre la qualità migliore? Alla prova con Marvel's Avengers
NVIDIA DLSS vs AMD FSR, chi offre la qualità migliore? Alla prova con Marvel's Avengers
Marvel's Avengers supporta entrambe le tecniche di upscaling dei principali produttori di schede video. Con il lancio di FidelityFX Super Resolution da parte di AMD si apre l'ennesima sfida con NVIDIA, sia sul fronte della qualità che su quello delle prestazioni
Death Stranding: Director's Cut, il viaggio di Sam continua su PS5 - Recensione
Death Stranding: Director's Cut, il viaggio di Sam continua su PS5 - Recensione
Dopo il debutto su PS4 e il successivo rilascio su PC, l'ultima opera di Hideo Kojima approda anche su PlayStation 5. La riedizione dell'action/adventure porta con sé un comparto tecnico aggiornato e un'abbondante quantità di contenuti inediti, tra cui una nuova questline, game mode aggiuntive e tanti nuovi gadget per Sam Porter Bridges. Varrà la pena fare un 'upgrade'?
Sony Xperia 1 III: display e fotocamera al top giustificano il prezzo? La recensione
Sony Xperia 1 III: display e fotocamera al top giustificano il prezzo? La recensione
Abbiamo testato l'ultimo smartphone di punta del colosso giapponese. La serie Xperia 1 arrivata alla terza generazione non stravolge rispetto al passato ma migliora alcuni importanti aspetti. Scopriamoli nella recensione completa.
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 28-02-2006, 11:29   #1
BadMirror
Senior Member
 
L'Avatar di BadMirror
 
Iscritto dal: Dec 1999
Città: Firenze
Messaggi: 1317
[LIBRI&MUSICA] I libri da avere

Creo questo 3d col SOLO scopo di raccogliere i libri che vi sono stati maggiormente utili per comprendere la storia della musica, di un genere in particolare, di artisti e gruppi (biografie, critiche, etc..), così da affiancarlo alla raccolta in rilievo dei [Dischi Fondamentali].

SONO ESCLUSI DAL 3D libretti di testi delle canzoni e roba simile tascabile che si trova in libreria sui vari gruppi (molti dei quali rasentano l'inutilità al giorno d'oggi) e romanzi et similia anche se hanno come argomento la musica, per quelli la sezione adatta è "Cinema, letteratura...".

Preferirei si segnalassero delle pubblicazioni veramente interessanti che vadano al di là del libretto da fan club o dell'enciclopedia nozionistica.

REGOLE: mettere autore e titolo del libro in grassetto e sottolineato + se possibile un'immagine (non troppo grande) e una breve recensione (anche presa in rete se volete)


Ultima modifica di BadMirror : 28-02-2006 alle 11:38.
BadMirror è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 28-02-2006, 11:29   #2
BadMirror
Senior Member
 
L'Avatar di BadMirror
 
Iscritto dal: Dec 1999
Città: Firenze
Messaggi: 1317
Inizio col segnalare 2 libri che ho appena ordinato:

Lester Bangs - Guida ragionevole al frastuono più atroce



Arriva finalmente in Italia uno dei libri rock più famosi di tutti i tempi! Lester Bangs è stato uno dei critici musicali di culto degli anni Settanta, e più in generale una figura cardine della controcultura americana (come tale è stato immortalato, ad esempio, nel film Almost Famous): questa antologia raccoglie i suoi scritti migliori, in cui la critica vera e propria si mescola di volta in volta con il reportage da dietro il palco, i ricordi personali, la confessione intima, la letteratura visionaria, il delirio lisergico. Dai Clash a Lou Reed, da Van Morrison ai Kraftwerk, dai Jethro Tull a James Taylor, passando per i movimenti giovanili, la drug culture, la stampa, i media, la politica, il Vietnam, i saggi di Bangs disegnano l’affresco sovversivo di un’epoca leggendaria della musica (e della cultura) contemporanea. Con una prefazione appositamente scritta da Wu Ming 1 per questa edizione.

e

Lester Bangs - Deliri, desideri e distorsioni



Dopo il successo di Guida ragionevole al frastuono più atroce, minimum fax pubblica una seconda raccolta di articoli e saggi di Lester Bangs, il più famoso, irriverente, geniale giornalista rock di tutti i tempi, l’unico capace di attraversare di persona la scena musicale degli anni Settanta sublimando l’amore per la forza dirompente del punk e della psichedelia in vera letteratura visionaria. Questo libro riunisce recensioni di dischi leggendari e di chicche underground (da Patti Smith a Bob Dylan, da Captain Beefheart ai Rolling Stones, passando per Miles Davis e Brian Eno), dichiarazioni d’amore e stroncature rabbiose, reportage dalla Giamaica di Bob Marley e interviste immaginarie con Jimi Hendrix, fino a un impagabile manifesto delle “radici del punk”. All’incrocio fra la critica culturale, l’affresco di un’epoca, il diario e il grido sfrenato, la scrittura di Bangs è un miracolo di acutezza e sovversività che a distanza di decenni non ha perso un briciolo della sua potenza.

Ultima modifica di BadMirror : 28-02-2006 alle 11:37.
BadMirror è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 28-02-2006, 11:40   #3
BadMirror
Senior Member
 
L'Avatar di BadMirror
 
Iscritto dal: Dec 1999
Città: Firenze
Messaggi: 1317
Ovviamente aggiungo:

Cesare Rizzi - "Progressive & Underground" ed. Giunti



"Se il rock'n'roll degli anni '50 fu musica per il corpo e il rock dei '60 fu musica per liberare il corpo attraverso la mente, il cosiddetto rock progressivo fu musica prima di tutto per la crescita della mente."


Ultima modifica di BadMirror : 28-02-2006 alle 12:02.
BadMirror è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 28-02-2006, 11:44   #4
RiccardoS
Senior Member
 
L'Avatar di RiccardoS
 
Iscritto dal: May 2001
Città: Polesine
Messaggi: 1193
Quote:
Originariamente inviato da BadMirror
Ovviamente aggiungo:

Cesare Rizzi - "Progressive & Underground" ed. Giunti
...
[i]"Se il rock'n'roll degli anni '50 fu musica per il corpo e il rock dei '60 fu musica per liberare il corpo attraverso la mente, il cosiddetto rock progressivo fu musica prima di tutto per la crescita della mente."

stra-quoto.
__________________
Dona la vita! - www.admo.it - www.avis.it - Grazie Schumy!
RiccardoS è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 28-02-2006, 16:16   #5
BadMirror
Senior Member
 
L'Avatar di BadMirror
 
Iscritto dal: Dec 1999
Città: Firenze
Messaggi: 1317
mmmh, tutti lettori accaniti vedo
BadMirror è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 28-02-2006, 16:19   #6
RiccardoS
Senior Member
 
L'Avatar di RiccardoS
 
Iscritto dal: May 2001
Città: Polesine
Messaggi: 1193
Quote:
Originariamente inviato da BadMirror
mmmh, tutti lettori accaniti vedo



io volevo postare il titolo di una biografia dei floyd veramente ben fatta... ma non lo ricordo... stasera a casa guardo.
__________________
Dona la vita! - www.admo.it - www.avis.it - Grazie Schumy!
RiccardoS è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 28-02-2006, 23:28   #7
BadMirror
Senior Member
 
L'Avatar di BadMirror
 
Iscritto dal: Dec 1999
Città: Firenze
Messaggi: 1317
Uscito da pochissimo:

Sharon Lawrence - Jimi Hendrix. L'uomo, la magia, la verità



"Sai come sono io. Sai com'è stato. Quando arriva il momento, dillo sinceramente. Non voglio che la gente pensi male di me."
Sharon Lawrence ha avuto il privilegio (e la responsabilità) di essere amica e confidente di Jimi Hendrix. Ha vissuto da vicino i picchi del suo talento e le picchiate del suo umore. Ha raccolto i suoi sfoghi e ascoltato i suoi entusiasmi, così come i riff improvvisati in camera d'albergo, magari accenni embrionali di canzoni divenute mitiche. E adesso che gli anni hanno laminato d'oro la sua icona, ha deciso di scrivere il ritratto più ravvicinato, più vivo, più 'experienced' mai pubblicato sul dio mancino della chitarra.

Ultima modifica di BadMirror : 28-02-2006 alle 23:32.
BadMirror è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 28-02-2006, 23:36   #8
BadMirror
Senior Member
 
L'Avatar di BadMirror
 
Iscritto dal: Dec 1999
Città: Firenze
Messaggi: 1317
M.Davis e Q.Troupe - Miles. L'autobiografia



Dall’epoca d’oro del be-bop alla rivoluzione della fusion, la musica di Miles Davis ha attraversato e segnato l’intera storia del jazz. In questo straordinario libro autobiografico (che la «New York Times Book Review» ha definito «un eccezionale contributo alla letteratura jazzistica») Davis racconta l’evoluzione del suo stile, i suoi gruppi, gli album e i concerti, ma anche gli amici, le donne, la famiglia, gli anni bui dell’eroina, i conflitti con i bianchi del mondo della stampa e del potere costituito.
Dalla sua voce di volta in volta commossa, indispettita, orgogliosa, nasce una sorta di grandioso film corale in cui fanno da coprotagonisti – e collaborano alla colonna sonora – Charlie Parker e John Coltrane, Dizzy Gillespie e Gil Evans, Jimi Hendrix e Prince, e in ruoli cameo troviamo Juliette Greco, Jean-Paul Sartre e addirittura Ronald Reagan. Fitto di aneddoti e informazioni come una grande enciclopedia del jazz, ma animato dal calore di una personalità battagliera che odia i compromessi e vive di sfide, questo libro è una testimonianza imperdibile per tutti gli amanti della grande musica, ma insieme un romanzo appassionante e un ritratto "militante" di mezzo secolo di cultura nera americana.
BadMirror è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 03-03-2006, 14:45   #9
BadMirror
Senior Member
 
L'Avatar di BadMirror
 
Iscritto dal: Dec 1999
Città: Firenze
Messaggi: 1317
UP



Comunicato: leggere non è pericoloso
BadMirror è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 03-03-2006, 16:20   #10
GianoM
Senior Member
 
L'Avatar di GianoM
 
Iscritto dal: Oct 2005
Città: Trentino
Messaggi: 1057
La sottile linea bianca - Biografia di Lemmy


http://www.motorhead.it/Immagini/imm...a%20bianca.htm

Ultima modifica di GianoM : 04-03-2006 alle 10:56.
GianoM è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 03-03-2006, 18:40   #11
Adric
Senior Member
 
L'Avatar di Adric
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Lazio Età: 52 ex mod
Messaggi: 9202
JAZZ

BIBLIOGRAFIE

Come punto di partenza, per una bibliografia sul jazz in italiano consiglio l'economico volumetto a cura di GUIDO MICHELONE: Mi ricordo il jazz. Guida bibliografica per «Sfogliare» la musica afroamericana
che elenca tutti i libri usciti in italiano attinenti al jazz fino al 1999 (circa 600 titoli). Migliaia di titoli sul jazz non sono mai stati tradotti in italiano.


STORIE DEL JAZZ

JOACHIM ERNST BERENDT - GUNTHER HUESMANN: IL LIBRO DEL JAZZ dal Ragtime al XXI secolo

Uscita in italiano la nuova versione ampliata con 300 pagine in più rispetto alla precedente edizione, che era fuori catalogo da molti anni.
Il migliore libro in italiano come introduzione ai vari stili e correnti del jazz, nonche' alla storia dei vari strumenti. Con la sua struttura a capitoli puo' essere letto anche a partire dall'ultimo, senza problemi di comprensione. E' anche utilissimo come manuale di consultazione al volo. La storia più venduta e tradotta in molte lingue, in diverse edizioni.

STEFANO ZENNI: STORIA DEL JAZZ Una prospettiva globale

Finalmente un bel libro di Zenni adatto a tutti, non solo ai musicisti e agli studiosi. Una delle storie del jazz più aggiornate, esaudienti ed equilibrate.

ARRIGO POLILLO: JAZZ

questo libro (che secondo me andrebbe letto comunque DOPO i libri di Berendt, Zenni o di Gridley) è un'esaudiente storia del jazz con particolare attenzione al contesto sociale, culturale ed economico, scritta dal pù importante critico italiano di sempre del settore. E' la storia italiana del jazz più famosa e premiata, tradotta anche in altre lingue, ma, essendo morto Polillo nel 1982, risulta datata, e non è molto adatta a chi inizia da zero, ma rimane una lettura raccomandata.

TED GIOIA: STORIA DEL JAZZ

in italiano la storia uno dei più famosi storici statunitensi. Pregevole anche l'altro suo libro tradotto "L'arte imperfetta". Con la speranza che traducano nella nostra lingua anche il libro che ha scritto sul West Coast jazz.

GIAN CARLO RONCAGLIA: IL JAZZ E IL SUO MONDO
uscita in una nuova versione aggiornata e ampliata, è un'altra storia sociale del jazz. Di grande interesse secondo me sono i capitoli sul jazz europeo ed italiano.

MASSIMO NUNZI: JAZZ Istruzioni per l'uso

A mio avviso in assoluto la prima lettura più adatta per chi non sa assolutamente nulla di jazz, con la sua struttura a domande e risposte e il linguaggio divulgativo. DVD allegato.

PIERO SCARUFFI: UNA STORIA DEL JAZZ 1900-2000

Una storia del jazz quasi antitetica rispetto alle altre, che si sofferma prevalentemente sui decenni dal 60 in poi, specie su free, jazz-rock e stili collaterali e che analizza compositori e arrangiatori piuttosto che improvvisatori, esecutori e standard. Fortemente sconsigliata ai tradizionalisti, Scaruffi è noto soprattutto per le sue posizioni polemiche verso alcuni gruppi pop e rock.

ALYN SHIPTON: NUOVA STORIA DEL JAZZ

finalmente anche in Italiano una delle storie del jazz più famose a livello internazionale da parte dello storico inglese. Imponente anche come mole (oltre 1000 pagine) con un appendice sul jazz italiano a cura di Vincenzo Martorella. Un po' prolissa e dispersiva.


Se ve la cavate con l'inglese non fatevi scappare:
MARK C. GRIDLEY: JAZZ STYLES history and analysis
del quale sono uscite ben nove edizioni; anche un' edizione vecchia va bene, dovreste trovarla a meno. Facilmente leggibile anche da chi non ha una conoscenza perfetta dell'inglese.

CORRENTI JAZZISTICHE

EKKEHARD JOST: FREE JAZZ

La più importante analisi musicale sul free jazz degli anni 60 è stata tradotta finalmente anche in italiano con 30 anni di ritardo, a differenza di altri libri sulla stessa corrente non vi prevale l'analisi politica.

Sulle correnti jazzistiche i libri in italiano sono pochi, in genere su free jazz, jazz-rock e fusion. Su altri stili jazzistici dovrete leggervi i testi in inglese.


BIOGRAFIE

ANTONIO PERINI e GIOVANNI M.VOLONTE': DUKE ELLINGTON. Un genio, un mito.
Imponente; oltre 700 pagine ! Fuori catalogo.

JULIA BLACKBURN: LADY DAY. La vita e i tempi di Billie Holiday

meticolosa e documentata ricostruzione di articoli e interviste sulla mitica jazz singer.

CARL WOIDECK: CHARLIE PARKER Vita e musica.

Woideck è un sassofonista e la sua biografia su Parker è preferibile rispetto a quella scritta da Ross Russell.
Esiste anche il saggio di Stanley Crouch sulla seconda metà degli anni 30 di Parker.

ROBIN D.G. KELLEY: THELONIOUS MONK Storia di un genio americano

la più importante biografia sul grande pianista disponibile ora anche nella nostra lingua. Assai corposa (800 pagine)

FRANCO FAYENZ - RICCARDO BRAZZALE: LENNIE TRISTANO: il profeta incompreso

biografia sull'importante pianista italoamericano

MATTHEW RUDDICK: FUNNY VALENTINE - La vita di Chet Baker

biografia definitiva sul jazzista che fu il più popolare in Italia, preferibile rispetto al ritratto molto negativo che ne fa James Davin.

MARIO LUZZI: CHARLES MINGUS
bel libro su uno dei maggiori esponenti del jazz moderno. Fuori catalogo.

LEWIS PORTER: BLUE TRANE. La vita e la musica di John Coltrane

il miglior libro dei tanti usciti su Coltrane tradotto in italiano

JOHN F. SZWED: SPACE IS THE PLACE La vita è la musica di Sun Ra.

Tradotta nella nostra lingua la celebre biografia del pittoresco ed enigmatico bandleader.

PETER N. WILSON: ALBERT AYLER. Lo spirito e la rivolta
biografia sul sassofonista prematuramente scomparso nel 1970

TOM PERCHARD - LEE MORGAN. La vita, la musica e il suo tempo

biografia sul trombettista morto nel 1971 con particolare attenzione al contesto socioeconomico.

CHRISTOPHE DELBROUCK: WEATHER REPORT La storia elettrica

Biografia sul più importante gruppo di jazz elettrico degli anni 70 e 80.
Sui Weather Report c'è anche la biografia di Alessandro Traverso.
Sui singoli componenti dei Weather Report sono uscite anche in italiano le rispettive biografie realtive a WAYNE SHORTER (di MICHELLE MERCER) e a JACO PASTORIUS (di BILL MILKOWSKI) , mentre quella su Joe Zawinul non è stata ancora tradotta nella nostra lingua. Tradotta invece in italiano l'autobiografia di PETER ERSKINE: No Beethoven. La mia vita dentro e fuori i Weather Report

Su Miles Davis sono usciti moltissimi libri (almeno una quindicina solo in italiano, alcuni dei quali sono dei saggi sul dischi Kind of Blue o su Bitches Brew, per non parlare poi di quelli solo in inglese) e orientarsi non è facile, il libro di IAN CARR (il trombettista dei Nucleus) e di JOHN F. SZWED mi sembra siano quelli considerati migliori tra quelli tradotti in italiano (meglio ancora tra quelli in inglese 'Milestones' di J.K. Chambers).

AUTOBIOGRAFIE
Sulle numerose autobiografie jazzistiche (che personalmente non amo), tra quelle tradotte in italiano Louis Armstrong (SATCHMO. La mia vita a New Orleans) , Duke Ellington (LA MUSICA E' LA MIA SIGNORA) , Count Basie (GOOD MORNING BLUES), Dizzy Gillespie (TO BE OR NOT TO BOP) , Miles Davis, Chet Baker (COME SE AVESSI LE ALI), Charles Mingus (PEGGIO DI UN BASTARDO), Billie Holiday (LA SIGNORA CANTA IL BLUES) , George Shearing (IL TOCCO DI SIR GEORGE) ed Herbie Hancock (POSSIBILITIES) sono quelle di maggior rilievo secondo la critica jazzistica.

La maggior parte sia delle biografie che delle autobiografie non è mai stata tradotta in italiano, in genere sono solo in inglese o/e talvolta in francese o tedesco.

Ultima modifica di Adric : 10-06-2017 alle 21:04.
Adric è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 03-03-2006, 18:52   #12
Adric
Senior Member
 
L'Avatar di Adric
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Lazio Età: 52 ex mod
Messaggi: 9202
MUSICA, SOCIOLOGIA E POLITICA

EILEEN SOUTHERN: LA MUSICA DEI NERI AMERICANI.

ampia analisi e storia della musica nera negli USA dal seicento ai giorni nostri

PETER BLECHA: TABOO TUNES La musica Fuorilegge

La censura nelle varie musiche del 900.

AMIRI BARAKA (LEROI JONES): IL POPOLO DEL BLUES.

Libro uscito nel 1968 e più volte ristampato che esamina la condizione dei neri attraverso l'evoluzione del jazz in antitesi con la concezione dei bianchi.

JEFF CHANG - CAN'TSTOPWON'TSTOP
L'incredibile storia sociale dell'hip hop


Indubbiamente la più esaudiente storia sulla musica rap e la cultura hip hop

VALERIO MARCHI: NAZI ROCK Pop music e destra radicale


Le musiche di destra (anche non radicale) italiane ed europee degli ultimi decenni.

ALTRI GENERI

LUCIANO FEDERIGHI: CANTARE IL JAZZ L'universo vocale afroamericano
Il titolo può ingannare: il libro tratta non solo i cantanti e le cantanti jazz, ma anche quelli dei generi affini come blues, doo-wop, R&B, soul, gospel, folk.
Un libro 'fundamentale' a mio avviso, purtroppo fuori catalogo, da cercare nelle bancarelle o alle aste.

ALAN LOMAX: LA TERRA DEL BLUES Delta del Mississippi, viaggio all'origine della musica nera.

Importante resoconto sul blues scritto dal celebre etnomusicologo.

LEONARDO D'AMICO - ANDREW L.KAYE: MUSICA DELL'AFRICA NERA. Civiltà musicali subsahariane fra tradizione e modernità

Corposo (e costoso) saggio dei due musicologi sulle musiche dei neri d'Africa.

GIANCARLO MEI: CANTO LATINO Origine evoluzione e protagonisti della Musica popolare del Brasile

In Brasile la MPB (Musica Popolare Brasiliana) è costituita da diverse correnti musicali (samba, bossa, tropicalismo ecc); questo è il libro giusto per approfondirle.

BESITO DE COCO: CORAZON Il cuore della musica cubana

L'evoluzione della musica cubana sia dentro l'isola che fuori Cuba.

BRADLEY LLOYD: BASS CULTURE. La musica dalla Giamaica: ska, rocksteady, roots reggae, dub e dancehall

Finamente anche in italiano Il libro di riferimento sullla storia della musica giamaicana.

PETER GURALNICK: SWEET SOUL MUSIC

Rhythm 'n' blues e soul music dagli anni 60, scritto da uno dei suoi maggiori studiosi.

RICKEY VINCENT: FUNK! La musica, il ritmo, e i protagonisti.

Appassionante da leggere, esaustivo, utilissimo da consultare; indispensabile. Nuova edizione del 2010

Sulla disco e dance ci sono tre corposi libri imperdibili:

BILL BREWSTER FRANK BROUGHTON: LAST NIGHT A DJ SAVED MY LAFE

Brutto titolo (tratto da un pezzo degli Indeep) per uno splendido libro sulla storia dei dj dagli anni 50 ai giorni nostri

TIM LAWRENCE: LOVE SAVES THE DAY
La storia della 'dance music culture' americana 1970-1979


la storia dei club e dei dj's della discomusic di New York dagli inizi al Loft del 1970 fino alle sommosse anti-disco che ebbero il culmine nel luglio 1979.

PETE SHAPIRO: YOU SHOULD BE DANCING: biografia politica della disco music

La discomusic e il suo contesto economico, sociale e politico.

SIMON REYNOLDS: ENERGY FLASH. Viaggio nella cultura rave.

Un prezioso riferimento sull'elettronica (techno, big beat, breakbeat ecc) e sulla scena rave inglese e non solo dalla fine degli anni 80 in poi. La vecchia versione era intitolata: Generazione ballo/sballo: l'avvento della dance music e il delinearsi della rave culture.

Ultima modifica di Adric : 04-05-2020 alle 19:23.
Adric è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 03-03-2006, 19:26   #13
Lucrezio
Senior Member
 
L'Avatar di Lucrezio
 
Iscritto dal: Dec 2003
Città: Trento, Pisa... ultimamente il mio studio...
Messaggi: 4369
Un libro imprescindibile, anche se abbastanza difficile, di storia della musica è il
Baroni, Fubini, Petazzi, Santi, Vinay: Storia della musica
(da affiancare ad una garzantina anche per gli addetti al mestiere).
E' completo e ben fatto, sintetico e preciso. Un vero capolavoro!
Non dimentichiamo la bibbia dell'estetica,
Fubini: estetica della musica
Infine consiglierei il
Dionisi: appunti di analisi formale
come riassuntivo ma chiaro libro sulla forma!
__________________
"Expedit esse deos, et, ut expedit, esse putemus" (Ovidio)
Il mio "TESSORO": SuperMicro 733TQ, SuperMicro X8DAI I5520, 2x Xeon Quad E5620 Westmere, 12x Kingston 4GB DDR3 1333MHz, 4x WD 1Tb 32MB 7.2krpm
Lucrezio è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 05-03-2006, 23:48   #14
squall01
Senior Member
 
L'Avatar di squall01
 
Iscritto dal: Jun 2002
Città: Quahog (RM)
Messaggi: 1700
Rock Music - Gli artisti e gli album che hanno fatto un'epoca (Mimmo Franzinelli)



"Il libro di Mimmo Franzinelli accompagna i fan del rock in un viaggio alle radici della loro passione e contemporaneamente segnala ai giovani amanti della musica dischi, artisti e canzoni meritevoli di ascolto. L'autore, più conosciuto come studioso del fascismo, offre un itinerario in 250 tappe, in 250 LP illustrati con recensioni critiche, notizie di costume e tutta una serie di dati per riscoprire i grandi protagonisti di un'eccezionale stagione creativa."
__________________
Codice WII: 6535-3910-9711-4153 XenoTars

Vendo giochi per PC, NES, MD, PSX, PS2, WII: http://search.ebay.it/_W0QQsassZxenotars
squall01 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 18-03-2006, 09:04   #15
aristotele
Senior Member
 
L'Avatar di aristotele
 
Iscritto dal: May 2002
Città: anzio(roma)
Messaggi: 1442
A proposito di Jazz.

Oltre gli altri splendidi libri già citati, vorrei aggiungere un altro testo dedicato alle origini del Jazz

LUCA CERCHIARI


IL JAZZ
Una civiltà musicale afro-americana ed europea.

Bompiani Editore

Il testo è dedicato principalmente alle influenze mondiali che hanno contribuito alla nascita del Jazz, con una analisi dettagliata degli stilemi del genere e delle risorse musicali -armonia e melodia- impiegate.
__________________
L' ignorante afferma,il saggio dubita,il sapiente riflette" (Aristotele)
aristotele è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 18-03-2006, 14:51   #16
BadMirror
Senior Member
 
L'Avatar di BadMirror
 
Iscritto dal: Dec 1999
Città: Firenze
Messaggi: 1317
meno male, vedo che sta lentamente prendendo un pò di vita questo 3d

Complimenti a tutti e standing ovation ad Adric come al solito
BadMirror è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 18-03-2006, 17:09   #17
Sgurbat
Senior Member
 
L'Avatar di Sgurbat
 
Iscritto dal: Aug 2002
Messaggi: 4011
Soggetto: Jimi Hendrix
Titolo: Una foschia rosso porpora
Autori: Harry Saphiro, Caesar Glebbeek

Il 1° agosto 1967, mentre le classifiche di tutto il mondo erano infiammate da "Purple Haze", da "Hey Joe" e dal primo magico album della Experience, un ragazzo olandese fondava timidamente un fan club dedicato al suo idolo: Jimi Hendrix, il nuovo fenomeno della chitarra rock. Oggi quel ragazzo, diventato il massimo esperto hendrixiano al mondo, apre gli archivi del suo "Information Centre" e, con l'aiuto di uno storico famoso, Harry Shapiro, costruisce, dettaglio su dettaglio, uno straordinario mosaico di dati che non ha eguali nella letteratura rock. "Una foschia rosso porpora" è la più scrupolosa, maniacale biografia di Jimi Hendrix mai scritta: uno sterminato affresco che si estende dalla musica a immagini mai viste, ai dischi, a quella labirintica "Discoteca di Babele" che fra opere ufficiali, antologie e bootlegs conta centinaia di pezzi e che gli autori qui, per la prima volta, hanno sistemato con precisione. A sessant'anni dalla nascita di Hendrix, un'opera definitiva su un maestro ancora influente e venerato, che con la sua chitarra ha ridisegnato i confini della musica americana del '900.
Sgurbat è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 21-06-2006, 22:29   #18
Fabiaccio
Senior Member
 
L'Avatar di Fabiaccio
 
Iscritto dal: Mar 2006
Città: Utente bestemmiatore: occhio! Cittadino del mondo, spesso a Ge. Fankazzista scelto, di umore tendente al grigio scuro, possessore di: Dc/PS2/XBOX/360 I like gnocca ;). Mr.OT. Goodbye Perozzi :( Finalmente DEPOLITICIZZATO! ;)
Messaggi: 6407
Consiglio, visto che nessuno l'ha inserito Krautrocksampler di Julian Cope

(edizione italiana)

Quote:
Krautrocksampler è probabilmente il libro di argomento musicale più leggendario che mai abbia visto la luce. Pubblicato originariamente in Inghilterra nel 1995 e immediatamente ristampato svariate volte, tradotto con grande clamore e notevole successo in Germania e Francia, responsabile da solo dell'incredibile revival mondiale della sino ad allora semidimenticata musica “cosmica” di gruppi come Faust, can, Tangerine Dream e Kraftwerk, è oggi, per volere del suo autore fuori commercio.
Su Internet si trovano poche copie usate ad una valutazione di circa 200 euro. Gli appassionati di krautrock, ovvero la musica progressiva tedesca dei primi anni settanta, ne parlano quasi come di un testo sacro. Julian Cope, una delle figure più originali della musica e della cultura inglesi degli ultimi trenta anni, in Krautrocksampler racconta in modo incomparabile e appassionante la storia di un intero, bizzarro, incredibile movimento musicale che, nato in Germania per opera della prima generazione postbellica e influenzato dai contemporanei fermenti sociali e politici e dalla sperimentazioni artistica di figure come Stockhausen e Timothy Leary, ha successivamente conquistato l'Inghilterra e l'America nella seconda metà degli anni Settanta per poi, misteriosamente scivolare nell'oblio.
E' l'unica pseudo-recensione che ho trovato.
p.s.: il libro è stato ristampato e costa 15 euro
__________________
Banned since 28-04-2010 NEXT-GEN SPARTANS!
Questo nickname verrà bannato all'alba
VENDO Killer7 ita SLURP!

Ultima modifica di Fabiaccio : 21-06-2006 alle 22:37.
Fabiaccio è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 27-06-2006, 19:43   #19
Fabiaccio
Senior Member
 
L'Avatar di Fabiaccio
 
Iscritto dal: Mar 2006
Città: Utente bestemmiatore: occhio! Cittadino del mondo, spesso a Ge. Fankazzista scelto, di umore tendente al grigio scuro, possessore di: Dc/PS2/XBOX/360 I like gnocca ;). Mr.OT. Goodbye Perozzi :( Finalmente DEPOLITICIZZATO! ;)
Messaggi: 6407
aggiungo questo:


Sebbene alcune scelte un pò opinabili tutto sommato non è malaccio
__________________
Banned since 28-04-2010 NEXT-GEN SPARTANS!
Questo nickname verrà bannato all'alba
VENDO Killer7 ita SLURP!
Fabiaccio è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 28-06-2006, 13:39   #20
giovane acero
Senior Member
 
L'Avatar di giovane acero
 
Iscritto dal: Oct 2003
Città: __/BrianzOLandIA\__ :|: Dial L for Low :|: oui, je suis pelo
Messaggi: 518
Quote:
Originariamente inviato da BadMirror
mmmh, tutti lettori accaniti vedo
Quote:
Originariamente inviato da BadMirror
UP



Comunicato: leggere non è pericoloso
buh, sarà che la musica la apprezzo meglio ascoltandola
l'unico libro che mi ha aiutato nell'apprezzare meglio la musica è stato il "manuale del basso elettrico" ma non penso che rientri nei parametri fissati dal primo post
__________________
Apri le mie labbra, aprile dolcemente. Aiuta il mio cuore. Cometa cuci la bocca ai profeti.
Cometa chiudi la bocca e vattene via. Lascia che sia io a trovare la libertà.
Il mio gruppo: rock/blues italiano! http://www.myspace.com/pericolopubblico Gioia&Amore!
giovane acero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


NVIDIA DLSS vs AMD FSR, chi offre la qualità migliore? Alla prova con Marvel's Avengers NVIDIA DLSS vs AMD FSR, chi offre la qualit&agra...
Death Stranding: Director's Cut, il viaggio di Sam continua su PS5 - Recensione Death Stranding: Director's Cut, il viaggio di S...
Sony Xperia 1 III: display e fotocamera al top giustificano il prezzo? La recensione Sony Xperia 1 III: display e fotocamera al top g...
Psychonauts 2: la psicologia incontra il gaming Psychonauts 2: la psicologia incontra il gaming
Samsung Galaxy Watch4: è lui il miglior smartwatch per gli Android! La recensione Samsung Galaxy Watch4: è lui il miglior s...
Fortnite, arriva anche Tom Hardy con una...
Geely presenta EX3, l'auto elettrica sup...
Botta e risposta con Elon Musk e John El...
Gestire al meglio i PC aziendali, anche ...
NBA 2K22 e FIFA 22 spengono le Xbox Seri...
Mercedes con FTX: dopo il calcio, cripto...
Il film di Super Mario arriverà n...
NASA InSight festeggia 1000 sol su Marte...
Cina, illegali tutte le transazioni in c...
Kubernetes rappresenta un punto di svolt...
La patente di guida è su iPhone i...
NASA Perseverance si prepara alla congiu...
Serranova, la startup che vuole rivoluzi...
Unagi, "l'iPhone dei monopattini&qu...
Xbox: nuovo browser Edge compatibile con...
Firefox 92
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
K-Lite Codec Pack Standard
K-Lite Codec Pack Basic
Opera Portable
Opera 79
Chromium
NTLite
Advanced SystemCare Ultimate
SmartFTP
GIMP Portable
Media Player Classic Home Cinema
Backup4all
Google Chrome Portable
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 01:38.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www3v