Commissione Europea, proposta di licenza unica per la musica online nella UE

Commissione Europea, proposta di licenza unica per la musica online nella UE

Interessante iniziativa della Commissione Europea per fare ordine nelle regole di commercializzazione online dei contenuti multimediali, finalizzata ad una maggiore trasparenza e semplicità d i gestione

di pubblicata il , alle 10:29 nel canale Web
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
guido89_12 Luglio 2012, 17:34 #11
Originariamente inviato da: Okiya
COsta più la SIAE che la prestazione dell'artista/musicista.

Questo dice tutto.


beh dice tutto, è scontato che sia così, non è un associazione benefica, per quanto giri (parte de)gli introiti agli artisti parte la deve tenere come sostentamento+margine di guadagno della sua attività, quindi è scontato che sia così, non è proprio una sorpresa...quello che dici tu è come andare a comprare un auto e la concessionaria te la vende a meno di quello che è costato a lui pagarla alla fabbrica. come intermediario (o garante, in questo caso) vuole il suo utile, è così dappertutto, mica solo per la SIAE...
erupter12 Luglio 2012, 17:55 #12
Originariamente inviato da: guido89_
beh dice tutto, è scontato che sia così, non è un associazione benefica, per quanto giri (parte de)gli introiti agli artisti parte la deve tenere come sostentamento+margine di guadagno della sua attività, quindi è scontato che sia così, non è proprio una sorpresa...quello che dici tu è come andare a comprare un auto e la concessionaria te la vende a meno di quello che è costato a lui pagarla alla fabbrica. come intermediario (o garante, in questo caso) vuole il suo utile, è così dappertutto, mica solo per la SIAE...


Peccato che la SIAE sia pubblica e come tale il suo obiettivo non è l'utile. Sveglia!
L'unica utilità della SIAE è la lobby che ne guadagna!

Non vedo l'ora che ci sia una normativa e gestione comunitaria dei diritti, finalmente avremmo anche noi pandora e netflix!
Con i soliti 10 anni di ritardo...

Quoto Wikipedia
Originariamente inviato da: "
Unlike other organisations, in Italy there is a single body responsible for the protection of both authors and publishers. It is an example of one of the few examples of corporate law still in force after 1945. It has been observed that this choice favours publishers, who are in fact the managers in many cases, and that rights are surrendered by the authors.
Okiya12 Luglio 2012, 21:17 #13
Originariamente inviato da: guido89_
beh dice tutto, è scontato che sia così, non è un associazione benefica, per quanto giri (parte de)gli introiti agli artisti parte la deve tenere come sostentamento+margine di guadagno della sua attività, quindi è scontato che sia così, non è proprio una sorpresa...quello che dici tu è come andare a comprare un auto e la concessionaria te la vende a meno di quello che è costato a lui pagarla alla fabbrica. come intermediario (o garante, in questo caso) vuole il suo utile, è così dappertutto, mica solo per la SIAE...


No, non hai capito.
Quindi per te è normale pagare il bollo più della prestazione?
Paghi 100 euro la tv e 300 euro il canone rai?
Paghi 1000 euro la casa e 100.000 euro l'IMU?

E' come se andassi all'Audi e pagassi 20mila euro la macchina e 50.000 euro il bollo.

Non ha senso.
Non è la SIAE che mi vende la prestazione, ma l'artista. Io sto pagando l'artista e una tassa va alla SIAE. Il problema è che questa tassa supera spesso il costo dell'artista, rendendo l'organizzazione dell'evento irrealizzabile.
Prova a parlare con chi organizza feste o concerti (in regola con la SIAE...). Puoi versare 200 euro di SIAE per una serata con 80 persone no-profit? Ovviamente poi ci sono da pagare i DJ, la location e tutto il resto.

Per fare acquagym pago 30 euro di prestazione e 50 euro di siae. Ma stiamo scherzando?

In questo modo, chiaramente, si evitano le manifestazioni.. semplicemente perchè non sono convenienti. Io vivo lo stesso, gli artisti non lo so.


PS: oltre alla SIAE ora paghiamo anche SCF (consorzio fonografici qualcosa). Non ne bastava una.
maxmax8012 Luglio 2012, 21:36 #14
Originariamente inviato da: erupter
Peccato che la SIAE sia pubblica e come tale il suo obiettivo non è l'utile. Sveglia!


sì, questo nel paese delle favole..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^