PDA

View Full Version : Pompa Idrosonica (overunit, incredibile).


xenom
26-09-2004, 19:23
:eek:

l'ho scoperto qualche mese fa, non ho mai pensato che fosse possibile.
invece si può: fornire energia ad una macchina e ottenerne di più. Sembra una cazzata invece funziona, ecco l'articolo (fonte: http://www.xmx.it/pompaidrosonica.htm)



Voglio esporre un altra di quelle "strane" invenzioni, ben note all'estero ma sconosciute in Italia, scelta fra quelle sicuramente funzionanti e non fraudolente. Si tratta della "Pompa Idrosonica", uno strano metodo per riscaldare i liquidi, che presenta risvolti molto interessanti. Pronti?

La "Pompa Idrosonica" è stata concepita dal suo inventore, James Griggs sin dal 1987, ed e' stata brevettata nel 1993 dalla Hydro Dynamics Inc. (brevetto US 5,188,090 del 23/2/1993 e altri 3 successivi), ed è commercializzata col nome di "Hydrosonic Pump™".

http://www.xmx.it/pompa-esploso.gif

Come ho illustrato nel disegno qui sopra, la "Pompa Idrosonica" consiste in un rotore metallico traforato solidale con un asse, e il tutto può ruotare entro un cilindro (statore) con una superficie interna corrugata, con le due estremità chiuse da dischi metallici. I due elementi (rotore e statore) sono molto vicini fra loro, e l'asse viene fatto ruotare molto velocemente da un motore elettrico. Nelle piastre terminali dello statore vi sono anche due tubi con la funzione di immettere acqua fredda e captare vapore in uscita. Quando la macchina è in funzione, viene immessa acqua a temperatura ambiente, e si produce acqua calda e/o vapore, secondo l'uso richiesto, per l'azione della energia meccanica del motore elettrico. Ecco qui sotto come il motore elettrico fa girare la pompa, e i tubi di ingresso e uscita.

http://www.xmx.it/pompa-HP-TM.gif

Qui ce ne occupiamo, però, perché la "Pompa Idrosonica" ha la caratteristica di essere una "over-unity", cioè un dispositivo capace di produrre energia all'uscita in misura maggiore di quella fornita in entrata. In particolare, l'energia del vapore prodotto è maggiore del 30% rispetto alla potenza fornita al motore.
Ok, a questo punto metà dei lettori avrà abbandonato la lettura, perché pensa subito ad impossiblità come il moto perpetuo o simili... Per i restanti, disposti a capire cose nuove senza lasciarsi sviare dai pregiudizi, sgombriamo subito il campo dal solito equivoco ormai radicato:

in una "over-unity" non si crea energia dal nulla
(come erroneamente ritenuto dagli scettici)
ma la si attinge da una fonte ancora ignota.

Per semplificare, facciamo prima un banalissimo esempio di una NON-over-unity... Se con un fiammifero accendiamo del carburante, abbiamo uno sviluppo di energia potenzialmente smisurato rispetto all'energia iniziale (il fiammifero), ma non diremmo mai di aver "creato" energia: semplicemente, un adatto dispositivo (il fiammifero) ha creato le condizioni per liberare l'energia chimica del carburante. Invece in una "over-unity" il dispositivo è in grado di "spillare" energia da un campo energetico che ignoriamo, ma nel quale siamo immersi. Chiaro, no? Proseguiamo...

Nel caso della "Pompa Idrosonica" avverrebbe una liberazione di energia potenziale da un "carburante" che - possiamo ipotizzare, e ne vedremo poi i dettagli - si trova naturalmente nell'acqua.

Ma ancora un attimo di pazienza, vediamo prima un pò a cosa serve normalmente la "Pompa Idrosonica", e perché ha avuto un buon successo commerciale... già, proprio così, il giocattolo è molto venduto...

La Hydro Dynamics Inc. è una società creata da James Griggs, per la commercializzazione della sua "Pompa Idrosonica". In un paio di anni questa è stata ampiamente installata in impianti industriali e civili, perché offre evidenti vantaggi rispetto agli altri metodi di riscaldamento di fluidi.
Il suo altissimo valore tecnologico non sta infatti - per ora - nella sua anomala una delle Pompe Idrosoniche prodotte
dalla Hydro Dynamcs Inc.
(immagine tratta dal sito della società)
produzione di calore, ma nel fatto di essere un dispositivo riscaldante totalmente immune da depositi e concrezioni, e questo per qualsiasi liquido e processo.

Il problema dei depositi affligge tutti i sistemi scambiatori di calore, perché una superficie più calda al contatto con il liquido più freddo provoca inevitabilmente il precipitare dei carbonati o di altre sostanze che sono in soluzione o in sospensione. Nella pompa idrosonica, invece, il calore si produce entro il liquido stesso, e così il dispositivo è sempre più freddo del liquido, in ogni suo punto. L'assenza di concrezioni e depositi, dunque, può abbattere in misura notevolissima i costi di manutenzione, e questa caratteristica in un impianto industriale, specialmente se a ciclo continuo, può assumere una importanza anche determinante. A ciò va aggiunto il vantaggio per la sicurezza, importante in molti ambienti, di non avere fiamme libere o reostati per il riscaldamento.

Ad oggi, molte industrie e edifici, anche pubblici, se ne sono dotate. Da documentazione risalente al novembre 1999, mi risulta che inizialmente siano state installate Pompe Idrosoniche nel Dipartimento di Polizia di Atlanta, in una stazione di Vigili del Fuoco, in un impianto per la pulitura a secco, e in una scuola pubblica. E' interessante notare come la Pompa Idrosonica sia stata installata in edifici pubblici proprio dagli ingegneri della contea, dopo una loro loro valutazione. Gli edifici usano l'impianto per il riscaldamento, e dopo il primo anno il risparmio energetico è stato stimato attorno al 30%.

Una cosa curiosa può essere che la pubblicità della Hydro Dinamics Inc. destinata alle aziende, diversamente da quella ai privati, si guarda bene dal sostenere che si tratta di una cosiddetta "over-unity", limitandosi (si fa per dire) a garantire una efficienza del 100% nella trasformazione di energia da meccanica a termica (già, perché molti tecnici boccerebbero in partenza una "over-unity"...).

Griggs ha scoperto il riscaldamento anomalo quando lavorava come ingegnere in una industria, diversi anni fa, cercando la causa di un calore inspiegabile in una turbina. Da allora ha sviluppato la sua idea e l'ha brevettata, sino a creare la sua Hydro Dynamics Inc. per metterla sul mercato. La messa a punto finale del dispositivo è stata raggiunta grazie all'aiuto decisivo dei tecnici della NASA (per una collaborazione frequente negli USA, tramite un tipo di accordo detto "Technology Transfer Agreement") i quali hanno risolto alcuni inconvenienti dei cuscinetti a sfere dell'asse, dovuti alle vibrazioni indotte (vedasi il sito della NASA, fra i links).

Ed eccoci giunti alla fatidica domanda: se tutto questo è vero - e pare proprio che lo sia - da dove viene l'eccesso di energia?

A tutt'oggi non c'è consenso degli scienziati su come il fenomeno avvenga, ma il fatto in sé è ormai quasi unanimemente accettato, in attesa delle spiegazioni che infatti iniziano ad arrivare.
(Naturalmente da questa valutazione abbiamo scartato gli scettici di principio, i quali insistono con l'argomento dell'impossibilità dell'energia dal nulla, e non vanno oltre...).

E dunque, come del resto ha sempre sostenuto il suo inventore, pare che nella Pompa Idrosonica il calore venga prodotto in due modi molto diversi, contemporaneamente.

La quota maggiore di calore è naturalmente ottenuta in modo convenzionale, per agitazione meccanica molecolare (per le frizioni derivanti dallo scorrimento forzato di un fluido viscoso, e dall'impatto diretto delle onde d'urto che si producono nel cilindro).

La quota di calore in eccesso parrebbe invece prodursi per lo stesso fenomeno che oggi viene indagato dai fisici di tutto il mondo: sto parlando della sonoluminescenza.
Per chi non lo sapesse, la sonoluminescenza è un fenomeno di recente scoperta ma ormai accertato per cui, investendo con ultrasuoni dell'acetone deuterato, in esso si formano microbolle che collassano a ben 20,000,000 di gradi Kelvin, emettendo un flash chiaramente visibile. Nella semplice acqua la stessa reazione si produce a temperature mille volte inferiori. Stranezza dei nostri giorni? Macché. Per quanto possa sembrare incredibile, persino una specie di gamberetto riesce a produrre in natura lo stesso fenomeno: schioccando le sue chele genera bolle luminose a 20,000°...
(vedasi Focus nº 49 e nº 115)

Nella Pompa Idrosonica la altissima turbolenza indotta dalla particolare agitazione meccanica produce allo stesso tempo cavitazione e microbolle di gas. Le bolle sono investite delle potenti onde d'urto che si generano quando le cavità del rotore scorrono rasente le rigature dello statore, e quindi collassano liberando moltissima energia. E' ragionevolmente ipotizzabile che una piccolissima percentuale di atomi - corrispondente probabilmente a quella del Deuterio naturalmente presente nell'acqua - finisca così per implodere, liberando calore.

A proposito, il Deuterio è l'isotopo naturale dell'Idrogeno: un atomo di Idrogeno ogni 5,000 è Deuterio (lo 0,02% di tutto l'Idrogeno). Già, lo 0,02%... ...se l'ipotesi qui fatta fosse corretta, mi chiedo cosa accadrebbe arricchendo l'acqua nella Pompa Idrosonica con un pò di acqua pesante, o deuteruro di litio, o simili... Qualcuno ha provato? E se no, che aspetta?

I "Los Alamos National Laboratory" negli USA hanno ampiamente testato la Pompa Idrosonica, e hanno verificato l'anomalia dell'eccesso di calore prodotto nell'acqua rispetto alla potenza meccanica immessa. Tale eccesso, che è apparso variabile in funzione della velocità del rotore, è stato stimato essere fra il 20 e il 30 % in più per i regimi normalmente raggiungibili, e fino al 60% alle alte velocità.

La produzione di calore, tuttavia, non è semplicemente una funzione diretta dell'energia meccanica immessa. La pompa viene avviata, e dopo qualche minuto raggiunge il suo regime nel quale l'acqua a temperatura ambiente inizia ad essere convertita in vapore. Una volta che questo stadio sia stato raggiunto, la macchina entra in regime di cosiddetta "over-unity" (ossia di produzione di energia in eccesso rispetto a quella immessa) e la temperatura dell'acqua si mantiene costante, mentre cala del 30% l'energia meccanica richiesta.

Il Prof. Keizios, decano presso il "Department of Mechanical Engineering at Georgia Institute of Technology", e ex presidente della "American Society of Mechanical Engineers" ha condotto una supervisione dei metodi di misurazione di Griggs, trovandoli corretti. In due test consecutivi, Keizios ha certificato che la macchina ha raggiunto addirittura efficienze del 168% e del 157%.

Bene, mi pare di aver detto abbastanza per indurre il sospetto, in più di qualcuno, che possa essere tutto vero.
Chi volesse approfondire segua i links (purtroppo tutti in inglese) o magari inserisca la stringa "Hydrosonic Pump" con tutte le virgolette in un buon motore di ricerca (suggerisco Google perché ha la cache per le pagine eventualmente rimosse, e una discreta traduzione automatica).
Buona lettura.

XmX

P.S.: sono assai gradite segnalazioni di pagine simili in italiano.

Hydrosonic™ Pump è un marchio della Hydro Dynamics, Inc.



--------------------------------------------------------------------------------

per saperne di più


su internet:
Hydrosonic Pump della Hydro Dynamics Inc., uno dei siti della società
Brevetto nº US 5188090 e seguenti Il primo dei brevetti sulla Pompa Idrodinamica
A Shocking New Pump una delle pagine sulla Pompa Idrosonica, sul sito della NASA (due interessanti foto). In questo particolare sito - la NASA ha diverse locazioni internet - sono riportate le collaborazioni tecnico/commerciali per evidenziare al massimo al pubblico (cioè ai contribuenti) l'immagine e l'utilità dell'ente NASA, e non c'è quindi posto per argomenti ancora piuttosto controversi, come l'eccesso di energia nella HPump. Il sito viene qui citato solo a riprova della serietà del progetto della HPump, ma per le discussioni e le teorie sulla realtà dell'eccesso di calore occorre rivolgersi altrove.
Development of a cavitation pump per chi avesse ancora dubbi sul fatto che in Italia siamo arretrati, ecco una delle pagine web di un Dipartimento scolastico Inglese di Ingegneria Meccanica, che propone agli studenti di costruire una pompa a cavitazione, come esercitazione per l'anno scolastico 1999/2000!
Evidence for Nuclear Reactions in Imploding Bubbles in Science Magazine dell'8 Marzo 2002 - breve esposizione del fenomeno della "sonoluminescenza" (download, 83 Kb, formato PDF)

http://www.xmx.it/pompa-HydrosonicPumpTM.jpg

gigggi
26-09-2004, 21:52
molto interessante.....esiste qualche esemplare di questa pompa funzionante in commercio?

io faccio impianti di riscaldamento.....sai com'è...la trovo molto interessante!!!

xenom
26-09-2004, 22:29
Originariamente inviato da gigggi
molto interessante.....esiste qualche esemplare di questa pompa funzionante in commercio?

io faccio impianti di riscaldamento.....sai com'è...la trovo molto interessante!!!


esiste esiste :D
ma immagino costi un fottio :asd:

Cfranco
26-09-2004, 22:41
Originariamente inviato da xenom

Ok, a questo punto metà dei lettori avrà abbandonato la lettura, perché pensa subito ad impossiblità come il moto perpetuo o simili... Per i restanti, disposti a capire cose nuove senza lasciarsi sviare dai pregiudizi, sgombriamo subito il campo dal solito equivoco ormai radicato:
Stavo per scrivere "E' una immensa stronzata" , ma vediamo come va avanti ...

Originariamente inviato da xenom in una "over-unity" non si crea energia dal nulla
(come erroneamente ritenuto dagli scettici)
ma la si attinge da una fonte ancora ignota.

Ok , adesso sono convinto ...
E' una immensa , galattica , stratosferica , incredibile ... stronzata

Alien
26-09-2004, 22:46
Originariamente inviato da Cfranco
Stavo per scrivere "E' una immensa stronzata" , ma vediamo come va avanti ...


Ok , adesso sono convinto ...
E' una immensa , galattica , stratosferica , incredibile ... stronzata

Che sia un'altra invenzione della Tucker? :confused:

ingpeo
26-09-2004, 22:57
Non occorre aver fatto l'esame di fisica tecnica per capire che tutta questa storia è un balla colossale.
Magari qualche fenomeno particolare esiste anche ma da qui a sostenere di riuscire a produrre più energia da quella che si immette, usando solo l'acqua l'unica reazione che posso avere è questa: :sbonk:

gigggi
26-09-2004, 23:20
l'azienda che le produce esiste davvero.....cmq dal sito non parlano mai di resa energetica e tutto il resto.....


forse servono per ottenere vapore senza bisogno di caldaie a vapore tradizionali .............può darsi che con questo sistema sia più semplice produrne....ma di vantaggi in termini di resa non se ne parla da nessuna parte....


se fosse vero allora collegandone in parallelo diverse sarebbe possibile ottenere energia elettrica e termica praticamente dal nulla.........


boh!!! non sò che dire!!

ingpeo
27-09-2004, 00:40
Originariamente inviato da gigggi
l'azienda che le produce esiste davvero.....cmq dal sito non parlano mai di resa energetica e tutto il resto.....


forse servono per ottenere vapore senza bisogno di caldaie a vapore tradizionali .............può darsi che con questo sistema sia più semplice produrne....ma di vantaggi in termini di resa non se ne parla da nessuna parte....


se fosse vero allora collegandone in parallelo diverse sarebbe possibile ottenere energia elettrica e termica praticamente dal nulla.........


boh!!! non sò che dire!!
Appunto, va contro le leggi della termodinamica.
E' un metodo diverso per produrre vapore ma non ci credo neanche un po' che riesca a fare quanto scritto sopra.

Spike
27-09-2004, 01:15
Mi sa che quel tipo non ha capito nulla, da quello che si legge sul sito della nasa si capisce che è semplicemente un sistema supercavitante e che riscalda i liquidi con un rendimento superiore ai metodi tradizionali. Non mi pare nulla di sconvolgente...:rolleyes:

xenom
27-09-2004, 11:57
Originariamente inviato da Spike
Mi sa che quel tipo non ha capito nulla, da quello che si legge sul sito della nasa si capisce che è semplicemente un sistema supercavitante e che riscalda i liquidi con un rendimento superiore ai metodi tradizionali. Non mi pare nulla di sconvolgente...:rolleyes:


già ma pare che abbia un rendimento del 130%.

nota: già esistono pochissime macchine che hanno un rendimento effettivo del 100%...

xenom
27-09-2004, 11:59
Originariamente inviato da Cfranco
Stavo per scrivere "E' una immensa stronzata" , ma vediamo come va avanti ...


Ok , adesso sono convinto ...
E' una immensa , galattica , stratosferica , incredibile ... stronzata


La quota maggiore di calore è naturalmente ottenuta in modo convenzionale, per agitazione meccanica molecolare (per le frizioni derivanti dallo scorrimento forzato di un fluido viscoso, e dall'impatto diretto delle onde d'urto che si producono nel cilindro).

La quota di calore in eccesso parrebbe invece prodursi per lo stesso fenomeno che oggi viene indagato dai fisici di tutto il mondo: sto parlando della sonoluminescenza.
Per chi non lo sapesse, la sonoluminescenza è un fenomeno di recente scoperta ma ormai accertato per cui, investendo con ultrasuoni dell'acetone deuterato, in esso si formano microbolle che collassano a ben 20,000,000 di gradi Kelvin, emettendo un flash chiaramente visibile. Nella semplice acqua la stessa reazione si produce a temperature mille volte inferiori. Stranezza dei nostri giorni? Macché. Per quanto possa sembrare incredibile, persino una specie di gamberetto riesce a produrre in natura lo stesso fenomeno: schioccando le sue chele genera bolle luminose a 20,000°...


potrebbe anche essere vero.

khri81
27-09-2004, 12:27
sinceramente nn ci trovo nulla di strano, voi fate presto a dire va contro le leggi della termodinamica, si appunto va contro le "nostre leggi", vi ricordo che le nostre leggi nn sono quelle universali, nn mi permetto di certo di dire che sono sbagliate, ma probabilmente le nostre leggi nn sono complete e sicuramente nn conosciamo ancora certi fenomeni!

quindi nn ci vedrei nulla di strano se tutto questo fosse realtà ;)

ingpeo
27-09-2004, 12:27
Originariamente inviato da xenom
nota: già esistono pochissime macchine che hanno un rendimento effettivo del 100%...
Non ne esistono di macchine con rendimento del 100%, semplicemente perchè violerebbero il secondo principio della termodinamica.

ingpeo
27-09-2004, 12:29
Originariamente inviato da khri81
sinceramente nn ci trovo nulla di strano, voi fate presto a dire va contro le leggi della termodinamica, si appunto va contro le "nostre leggi", vi ricordo che le nostre leggi nn sono quelle universali, nn mi permetto di certo di dire che sono sbagliate, ma probabilmente le nostre leggi nn sono complete e sicuramente nn conosciamo ancora certi fenomeni!

quindi nn ci vedrei nulla di strano se tutto questo fosse realtà ;)
Se fosse vero non lo metterebbero di sicuro in locali tipo quelli scritti nel primo post. Sarebbe una rivelazione che dire epocale è dire poco. Invece non ne viene parlato da fonti ufficiali.
Questo mi basta per dire che è una balla.

xenom
27-09-2004, 12:43
Originariamente inviato da ingpeo
Non ne esistono di macchine con rendimento del 100%, semplicemente perchè violerebbero il secondo principio della termodinamica.


we, ti ricordo che einstein ha mandato a puttane anni e anni di teorie fisiche che prima venivano date per scontate... chi ti dice che la termodinamica alla fine non possa avere qualche "bug"? :D

edit: per quanto riguarda il fatto che non se ne parla, pare che l'azienda non voglia ammettere che è una over-unit per non essere ridicolizzata.

khri81
27-09-2004, 13:03
Originariamente inviato da ingpeo
Se fosse vero non lo metterebbero di sicuro in locali tipo quelli scritti nel primo post. Sarebbe una rivelazione che dire epocale è dire poco. Invece non ne viene parlato da fonti ufficiali.
Questo mi basta per dire che è una balla.


ti ricordo che questa è l'epoca del petrolio, di sicuro una macchina come quella descritta nn potrà mai avere successo in quest'epoca in cui si pensa al petrolio come una fonte di guadagno! ;)

qualsiasi altra fonte di energia viene tenuta "nascosta", chissà quante cose ci sono e nessuno lo sa! tranne chi deve saperlo ;)

xenom
27-09-2004, 13:31
Originariamente inviato da khri81
qualsiasi altra fonte di energia viene tenuta "nascosta", chissà quante cose ci sono e nessuno lo sa! tranne chi deve saperlo ;)

magari nell'area 51 tengono nascoste bombe ad acchilinazione :asd:

ingpeo
27-09-2004, 13:51
Non metto in discussione il fatto che le leggi possano essere riviste, il fatto stesso di essere delle leggi o dei postulati le identifica come esatte finché non si prova il contrario.
Da quanto scritto però vedo molte cose campate un po' in aria. Il discorso del petrolio vale fin là: ci sono già molte tecnologie che permettono di ridurlo ma sono di dominio pubblico per i ricercatori che stanno studiando.
Questa viene pubblicizzata già come un prodotto finito e funzionante, non si menziona nessun altra ricerca grossa oltre a quella dell'inventore.
Se fosse vera questa cosa ci sarebbero un bel po' di paesi che tenterebbero di copiarla. Non occorre avere già tutto pronto, è l'idea che conta e poi si fa ricerca. Non mi sembra che ci si stia impegnando in questo fronte attualmente.
Poi magari che il meccanismo sia molto più efficente di quelli classici o che ci sia qualche fenomeno fisico particolarmente vantaggioso ci posso anche credere, ma da qui al fatto di aver trovato il modo di avere una macchina con rendimento superiore al 100% ne passa.

Cfranco
27-09-2004, 14:15
sinceramente nn ci trovo nulla di strano, voi fate presto a dire va contro le leggi della termodinamica, si appunto va contro le "nostre leggi", vi ricordo che le nostre leggi nn sono quelle universali, nn mi permetto di certo di dire che sono sbagliate, ma probabilmente le nostre leggi nn sono complete e sicuramente nn conosciamo ancora certi fenomeni! Perché violazioni dei principi della termodinamica sono state cercate , sono 200 anni che fior di scienziati cercano di scoprire una falla , tra quelli che più si sono impegnati in questa ricerca segnalo Maxwell , Einstein e Hawking .
C' é gente che darebbe un rene pur di trovare la prova di una violazione dei principi della termodinamica , eppure sono sempre lì .

edit: per quanto riguarda il fatto che non se ne parla, pare che l'azienda non voglia ammettere che è una over-unit per non essere ridicolizzata.
Se riuscisse a provare una violazione , qualsiasi , anche piccolissima ci sarebbe la fila fuori di gente che vuole vedere la macchina .

magari nell'area 51 tengono nascoste bombe ad acchilinazione
Annichilazione forse ?
A cosa potrebbero servire ?
qualsiasi altra fonte di energia viene tenuta "nascosta", chissà quante cose ci sono e nessuno lo sa! tranne chi deve saperlo
Si , come no , e sono tutti contenti di buttare soldi a cercare fonti alternative e andare a fare una guerra in Irak pur di non tirarle fuori .

we, ti ricordo che einstein ha mandato a puttane anni e anni di teorie fisiche che prima venivano date per scontate... chi ti dice che la termodinamica alla fine non possa avere qualche "bug"? :D
Non mi risulta che Einstein abbia "mandato a puttane anni e anni di teorie fisiche" , la teoria della relatività é una limata alla teoria di Newton .

Invece in una "over-unity" il dispositivo è in grado di "spillare" energia da un campo energetico che ignoriamo, ma nel quale siamo immersi. Chiaro, no?
No , per niente .
Di quale campo energetico parli ?
E' talmente sconosciuto che nessuno ne parla , ma poi si riesce a vederne gli effetti con una stupida pompa meccanica ... possibile che nessuno se ne sia mai accorto ?
Possibile che l' unico effetto di questo fantomatico campo energetico é quello di scadare l' acqua in quella pompa lì ?
La quota di calore in eccesso parrebbe invece prodursi per lo stesso fenomeno che oggi viene indagato dai fisici di tutto il mondo: sto parlando della sonoluminescenza.
Per chi non lo sapesse, la sonoluminescenza è un fenomeno di recente scoperta ma ormai accertato per cui, investendo con ultrasuoni dell'acetone deuterato, in esso si formano microbolle che collassano a ben 20,000,000 di gradi Kelvin, emettendo un flash chiaramente visibile. Nella semplice acqua la stessa reazione si produce a temperature mille volte inferiori.
20 000 000 gradi Kelvin ??
Dentro l' acqua ?
Stavamo giusto cercando un sistema per una centrale a fusione nucleare di nuova concezione :asd:
E poi stavamo parlando di riscaldare l' acqua , e con la sonoluminescenza non ci si riesce , cosa mai potrà servire :confused:

xenom
27-09-2004, 15:16
Annichilazione forse ?
A cosa potrebbero servire ?
si, annichilazione :D

beh, conoscendo gli americani... :sofico:

jesusquintana
27-09-2004, 15:32
se la macchina ha piu' di 10 anni come dite, l'avrei gia' studiata e ristudiata all'universita'

Gyxx
27-09-2004, 15:42
A prima vista mi viene in mente solo una spiegazione abbastanza banale della pompa : ammesso e non concesso che non si tratti di una bufala comela roba della tucker (anche quella era brevettata, e tramite un tubo vuoto con 2 calamite sono state truffate tante persone ;) ) POTREBEB essere che il rendimento oltre il 100% sia riferito alla trasformazione dell' energia meccanica in unscita dal motore elettrico.

Dato che se non ricordo male un OTTIMO motore elettrico ha un efficenza di trasformazione dell'energia elettrica intorno al 30/40%, POTREBBE essere che il dispositivo sfrutti parte dell' energia che il motore dissipa x re-inanalarla nella pompa : ovvero che faccia da drenaggio a qualcosa che va perso nel motore elettrico.

In questo caso, per esempio, applicando un rendimento del 168% ad un rendimento iniziale elettrico meccanico del 30 % avremmo un rendimento complessivo del 50,4%, mentre con una base del 40% arriveremmo ben al 67,2, un valore altrissimo ma ancora teoricamente possibile.

Dalla struttura che riportate qui, io vedo notevoli somiglianze coi motori elettrici ad ultrasuoni usati x la messa a fuoco degli obiettivi delel macchine fotografiche di fascia alta : tali motori sfruttano appunto l'energia degli ultasuoni tasformandola in meccanica .

Quindi, teoricamente potrebbe essere che un motore che emette ultrasuoni (di norma un motore a bassa efficenza, diciamo intorno al 20/25 % ) riesca con questo sitema a recuperare parte dell' efficenza, garantendo una ottima trasformazione da energia elettrica a termica .... mantenendosi cmq complssivamente attorno a valori del 40-50%.

Se fosse vero, senza scomodare alieni e alinenini ;), allora la cosa sarebbe sicuramente stata raccontata (IMHO) a c@pso dal solito giornalista senzazionalista che non sa nememno usare un cacciavite, ma potrebbe aprire la strada ad un nuovo modo di accoppiare le trasformazioni energetiche x renderle + efficenti ;) .

Ciapps

Gyxx

LittleLux
27-09-2004, 18:19
Originariamente inviato da xenom
:eek:
l'ho scoperto qualche mese fa, non ho mai pensato che fosse possibile.
invece si può: fornire energia ad una macchina e ottenerne di più. Sembra una cazzata invece funziona, ecco l'articolo (fonte: http://www.xmx.it/pompaidrosonica.htm)


mmm...e con il principio di conservazione dell'energia come la mettiamo? Sembra che sto aggieggio lo violi bellamente:D

ChristinaAemiliana
27-09-2004, 21:06
Eccomi qua, scusate il ritardo! :D

Drakend, grazie per avermi invitata in questo thread segnalandomelo...ho provato a rispondere oggi al tuo pvt per dirti che avrei potuto visionare l'articolo solo questa sera poiché la lettura richiedeva un po' di tempo, ma avevi la inbox piena! :p

Cmq vedo che le perplessità sono già state sollevate, e abbondanti...;)

Cosa posso aggiungere? Cosa dice un buon ingegnere energetico quando gli raccontano di un simile fenomeno? Naturalmente la prima reazione è pensare al secondo principio della termodinamica, ma in genere gli inventori di queste macchine "over-unit" si dividono in due categorie:

1) Millantatori completamente ignoranti a riguardo della fisica che non si accorgono di aver costruito una normalissima pompa di calore e non capiscono nemmeno quando uno glielo fa notare, assumendo di conseguenza l'atteggiamento del genio incompreso pronto a rivoluzionare la fisica ma osteggiato dalla scienza ufficiale, i cui esponenti secondo lui farebbero buona concorrenza in quanto a chiusura mentale all'inquisizione spagnola...:asd:

2) Persone più smaliziate, che hanno studiato la fisica e la termodinamica e quindi sanno controbattere almeno alle obiezioni più elementari. Ad esempio, se citi il secondo principio della termodinamica loro ti rispondono che la loro macchina non è che crei energia dal nulla, semplicemente la attinge da una fonte ancora sconosciuta...nemmeno loro ovviamente sanno quale sia questa fonte, ma per caso sono riusciti a farla sfruttare alla loro macchina, che funziona anche se per ora non si capisce come e perché. :boh:

Ecco, stando a ciò che ho letto mi pare che in questo caso abbiamo a che fare con un inventore appartenente alla seconda categoria. :D

In questi casi, in genere, anziché mettersi a fare tonnellate di misurazioni, sarebbe sufficiente una banalissima operazione: dato che la macchina produce più energia di quanta ne venga immessa, colleghiamo l'output della macchina con l'input. Se continua a girare lo stesso vuol dire che effettivamente, senza indagare sul come, sul perché o sulla fonte misteriosa il cui effetto stiamo osservando, il suo rendimento è maggiore del 100%. :p

Ma chissà perché, invece di dare questa banalissima dimostrazione che tapperebbe la bocca a tutti gli scettici, tutte le macchine "over-unit" sono corredate di pacchi di misurazioni fatte dal megadocente universitario, mucchi di ipotesi esotiche sulla natura della misteriosa fonte energetica coinvolta, vagonate di testimonianze di persone che hanno comprato la macchina e ne sono molto soddisfatte...;)

a2000.1
27-09-2004, 21:24
io invece alimenterei uno slurry dei tuoi pellets (micrometrici) alla nostra.

a2000.1
27-09-2004, 21:27
in doppia penetrazione.

a2000.1
27-09-2004, 21:28
nel senso di two-phase flow.

RunAway
27-09-2004, 21:31
ehm la pompa si basa appunto sulla sono luminescenza il cui fenomeno è riproducibile anke in casa e cmq analizzando lo spettro d luce emesso dalla bolla si è visto ke all'interno vengono raggiunte temperature elevatissime tanto ke si sospetta ke all'interno si verifiki la fusione nucleare quindi la pompa potrebbe funzionare. (l'annichilazione è il fenomeno ke si ha quando dell'antimateria si annulla con della materia liberando moltissima energia)

cmq ripeto ci sono fonti e forme di energia che ancora non si conoscono non per questo non possono esistere

LittleLux
27-09-2004, 21:48
Originariamente inviato da RunAway
ehm la pompa si basa appunto sulla sono luminescenza il cui fenomeno è riproducibile anke in casa e cmq analizzando lo spettro d luce emesso dalla bolla si è visto ke all'interno vengono raggiunte temperature elevatissime tanto ke si sospetta ke all'interno si verifiki la fusione nucleare quindi la pompa potrebbe funzionare. (l'annichilazione è il fenomeno ke si ha quando dell'antimateria si annulla con della materia liberando moltissima energia)

cmq ripeto ci sono fonti e forme di energia che ancora non si conoscono non per questo non possono esistere

Si ,ma se tu hai una macchina del genere, significa che l'energia totale dell'universo, invece di rimanere costante, aumenta...quindi, ripeto, come la mettiamo? A meno che non si sia disposti a pensare che la fonte di energia derivi da una sorta di universo parallelo...ma se è così, dovrebbero essere in grado di dimostrare qualcosa a riguardo di questo, avendo a disposizione, di fatto, un varco aperto tra i due mondi, dovrebbero essere in grado di compiere delle misure, o comunque di formulare ipotesi che ben si adattino al fenomeno osservato.

RunAway
27-09-2004, 21:51
no no no
non verrebbe creata ma solo presa da un altra fonte cioè spostata non generata solo che la fonte non si conosce bene e i meccanismi neppure

LittleLux
27-09-2004, 22:02
Originariamente inviato da RunAway
no no no
non verrebbe creata ma solo presa da un altra fonte cioè spostata non generata solo che la fonte non si conosce bene e i meccanismi neppure

Il punto rimane sempre quello. Loro dicono che sta macchina restituisce più energia di quanta ne riceve per il suo funzionamento, giusto? Cioè, supponiamo, entra 100 ed esce 110. Bene, tuttavia, mettila come vuoi, il principio di conservazione dell'energia viene violato. Potrebbero fare un esperimento del genere. Mettere la loro macchina, con un normale generatore in un sistema isolato dal resto dell'ambiete, quindi misurare l'energia totale del sistema prima di mettere in moto la macchina e in un qualsiasi momento successivo al suo azionamento, fare la differenza e vedere se il totale è rimasto uguale a quello iniziale o è aumentato. Lo hanno fatto un esperimento, semplice, come questo?

Ciao

P.S.: scommettiamo che il valore rimarrebbe uguale a quello iniziale?

Spike
27-09-2004, 22:52
Scusate se sto dicendo un'eresia. Ma una bomba atomica forse non genera più energia di quanta ne riceve? All'interno c'è solo del tritolo e un nucleo di plutonio. E' un po' come se fosse una molla compressa e la reazione di fissione non fosse altro che lo sblocco della molla. La molla l'ha compressa qualcun altro e l'energia l'avra spesa lui.

LittleLux
27-09-2004, 23:03
Originariamente inviato da Spike
Scusate se sto dicendo un'eresia. Ma una bomba atomica forse non genera più energia di quanta ne riceve? All'interno c'è solo del tritolo e un nucleo di plutonio. E' un po' come se fosse una molla compressa e la reazione di fissione non fosse altro che lo sblocco della molla. La molla l'ha compressa qualcun altro e l'energia l'avra spesa lui.

No, semplicemente, in una esplosione nucleare, si libera l'energia contenuta all'interno degli atomi, a livello del nucleo. Insomma, l'energia è già presente, ossia la materia stessa. Probabilmente conoscerai già l'equivalenza tra materia ed energia; ecco, non si fa altro che sfruttare questo principio.

Ciao

Spike
27-09-2004, 23:17
Appunto, non potrebbe essere lo stesso in questo caso? E' possibile che la sonoluminescenza, e qui ci può venire in aiuto cristina, generi dei fenomeni di fusione su scala microscopica?
In fondo questo fenomeno, ben noto ai costruttori di pompe col nome di cavitazione, riesce a bucare le pale di metallo.

gpc
27-09-2004, 23:18
Aho Chri, hai sentito? Che cavolo stai a studiare per la fusione? Prendi una lavatrice, attacchi un cicalino a ultrasuoni dentro la centrifuga, e hai fatto il lavoro e puoi pubblicare tutto sul sito web! Altro che ITER!!! :D :D :sofico:

Spike
27-09-2004, 23:24
Originariamente inviato da gpc
Aho Chri, hai sentito? Che cavolo stai a studiare per la fusione? Prendi una lavatrice, attacchi un cicalino a ultrasuoni dentro la centrifuga, e hai fatto il lavoro e puoi pubblicare tutto sul sito web! Altro che ITER!!! :D :D :sofico:


Forse potrei assumere più credibilità entrando a far parte del gruppo dei puffi :fuck:

gigggi
27-09-2004, 23:27
veramente il problema della cavitazione nelle pompe non riguarda le pale ma il "vuoto" che crea la pompa se non c'è abbastanza pressione nell'impianto o se il fluido è troppo denso o impossibilitato ad "accelerare" a valle della pompa.....queste bolle rendono inefficace il lavoro della pompa e creano a volte parecchi problemi.....cmq la questione e nota fin dall'antichità....e un problema simile è capitato anche a cicciolina durante una sua mirabolante pompa in carne bollente.....



anche un deficiente che abbia delle pompe come quella descritta nel thread sarebbe in grado in poco tempo di realizzare una centrale elettrica da far invidia a quella nucleare della zona industriale di gravelines (in Francia la più potente d'europa...) e farci una cifra di soldi...... senza contare che in tempo zero sarebbero risolti i problemi energetici del pianeta e gli arabi resterbbero in mutande.....che coi tempi che corrono non sarebbe neanche male!!!

avvelenato
27-09-2004, 23:29
Originariamente inviato da xenom
:eek:

l'ho scoperto qualche mese fa, non ho mai pensato che fosse possibile.
invece si può: fornire energia ad una macchina e ottenerne di più. Sembra una cazzata invece funziona, ecco l'articolo (fonte: http://www.xmx.it/pompaidrosonica.htm)

un link, una garanzia.



Voglio esporre un altra di quelle "strane" invenzioni, ben note all'estero ma sconosciute in Italia, scelta fra quelle sicuramente funzionanti e non fraudolente. Si tratta della "Pompa Idrosonica", uno strano metodo per riscaldare i liquidi, che presenta risvolti molto interessanti. Pronti?

La "Pompa Idrosonica" è stata concepita dal suo inventore, James Griggs sin dal 1987, ed e' stata brevettata nel 1993 dalla Hydro Dynamics Inc. (brevetto US 5,188,090 del 23/2/1993 e altri 3 successivi), ed è commercializzata col nome di "Hydrosonic Pump™".


il fatto che l'attrezzo sia brevettato non lo rende certo esistente, plausibile, intelligente:


http://www.colitz.com/site/3216423/3216423.htm

tavolo centrifugo per facilitare il parto

http://colitz.com/site/3216423/fig1.gif

http://patft.uspto.gov/netacgi/nph-Parser?Sect1=PTO1&Sect2=HITOFF&d=PALL&p=1&u=/netahtml/srchnum.htm&r=1&f=G&l=50&s1=6368227.WKU.&OS=PN/6368227&RS=PN/6368227


metodo per dondolarsi su un'altalena.

Spike
27-09-2004, 23:37
Quella che dici tu è macrocavitazione, ovvero quando la pompa è ormai in crisi e dall'esterno si sento dei rumori tipo maiale che mangia il pastone. La cavitazione, che si verifica quando la velocità del fluido, e la sua depressione, sono tali da far evaporare i gas disciolti nell'acqua nella quale si formano bollicine piccole. Un punto molto favorevole è il dorso delle pale, che infatti si erodono come se ci vessero buttato sopra l'acido

ChristinaAemiliana
27-09-2004, 23:47
Originariamente inviato da avvelenato
un link, una garanzia.


Anche questo...:sofico:

Originariamente inviato da xenom
La quota di calore in eccesso parrebbe invece prodursi per lo stesso fenomeno che oggi viene indagato dai fisici di tutto il mondo: sto parlando della sonoluminescenza.
Per chi non lo sapesse, la sonoluminescenza è un fenomeno di recente scoperta ma ormai accertato per cui, investendo con ultrasuoni dell'acetone deuterato, in esso si formano microbolle che collassano a ben 20,000,000 di gradi Kelvin, emettendo un flash chiaramente visibile. Nella semplice acqua la stessa reazione si produce a temperature mille volte inferiori. Stranezza dei nostri giorni? Macché. Per quanto possa sembrare incredibile, persino una specie di gamberetto riesce a produrre in natura lo stesso fenomeno: schioccando le sue chele genera bolle luminose a 20,000°...
(vedasi Focus nº 49 e nº 115)

LittleLux
27-09-2004, 23:48
Originariamente inviato da Spike
Appunto, non potrebbe essere lo stesso in questo caso? E' possibile che la sonoluminescenza, e qui ci può venire in aiuto cristina, generi dei fenomeni di fusione su scala microscopica?
In fondo questo fenomeno, ben noto ai costruttori di pompe col nome di cavitazione, riesce a bucare le pale di metallo.

Scusa, ma a sto punto mi sono perso, davvero:eek:

P.S. X gp: la lavtrice che hai detto l'ho già brevettata io, in questo modo rifornisco tutta la casa di energia, e sto già stipulando contratti abusivi con i vicini per forniture di energia a basso costo :D :asd:

gpc
27-09-2004, 23:52
Originariamente inviato da LittleLux
Scusa, ma a sto punto mi sono perso, davvero:eek:

P.S. X gp: la lavtrice che hai detto l'ho già brevettata io, in questo modo rifornisco tutta la casa di energia, e sto già stipulando contratti abusivi con i vicini per forniture di energia a basso costo :D :asd:

Cavolo, e io che volevo mandare un articolo a Focus per segnalare l'invezione :doh: :D
Comunque ricorda, se non parte la reazione, vai di Calfort! Consigliato da tutti i produttori di lavatrici a fusione nucleare! :D

ChristinaAemiliana
27-09-2004, 23:57
Originariamente inviato da Spike
Appunto, non potrebbe essere lo stesso in questo caso? E' possibile che la sonoluminescenza, e qui ci può venire in aiuto cristina, generi dei fenomeni di fusione su scala microscopica?
In fondo questo fenomeno, ben noto ai costruttori di pompe col nome di cavitazione, riesce a bucare le pale di metallo.

Naturalmente c'è già chi ci ha pensato...ma prima bisogna capire a fondo il fenomeno della sonoluminescenza. Da quello che si sa ora (cioè molto poco) a pensare di poterlo sfruttare e pilotare, ce ne passa...;)

Cmq per farla funzionare come fusione termonucleare (calda) le temperature sarebbero troppo basse e la quantità di gas troppo irrisoria...quindi come minimo bisognerebbe riuscire ad avere bolle più grandi e temperature più alte (molto più alte perché la fusione sarebbe tra deuterio e deuterio e la sezione d'urto è più bassa rispetto alla deuterio-trizio).

Spike
28-09-2004, 00:02
Originariamente inviato da gpc
Cavolo, e io che volevo mandare un articolo a Focus per segnalare l'invezione :doh: :D
Comunque ricorda, se non parte la reazione, vai di Calfort! Consigliato da tutti i produttori di lavatrici a fusione nucleare! :D


L:D L

per little lux, cosa non hai ben chiaro? Ho semplicemente detto che se la cavitazione, che è la semplice formazione di bolle di gas in acqua, riesce a bucare il metallo, allora potrebbe essere che la sonoluminescenza sia un fenomeno talmente energetico da provocare reazioni fantastiche nonchè nucleari :D

Spike
28-09-2004, 00:04
Cazzo ragazzi adesso mi viene paura a fare il bucato... :sofico:

ChristinaAemiliana
28-09-2004, 00:09
Dimenticavo di dire che se fosse possibile causare rilasci di energia del genere con una macchina tipo quella lì, tutto sommato assai semplice, l'avrebbero già scoperto per caso decine di anni fa...:p

gpc
28-09-2004, 00:11
Originariamente inviato da ChristinaAemiliana
Dimenticavo di dire che se fosse possibile causare rilasci di energia del genere con una macchina tipo quella lì, tutto sommato assai semplice, l'avrebbero già scoperto per caso decine di anni fa...:p

Che, scherzi? E' proprio lì il segreto, quale scienziato andrebbe a misurare l'energia prodotta dalla sua lavatrice e fare il confronto con quella consumata sulla bolletta? :D

Spike
28-09-2004, 00:13
Originariamente inviato da ChristinaAemiliana
Dimenticavo di dire che se fosse possibile causare rilasci di energia del genere con una macchina tipo quella lì, tutto sommato assai semplice, l'avrebbero già scoperto per caso decine di anni fa...:p
:nonsifa:

non esisteva il calfort!

ChristinaAemiliana
28-09-2004, 00:14
Originariamente inviato da gpc
Che, scherzi? E' proprio lì il segreto, quale scienziato andrebbe a misurare l'energia prodotta dalla sua lavatrice e fare il confronto con quella consumata sulla bolletta? :D

Mmmmhhh:mbe:

Domani provo a far andare la lavatrice attaccandole tutti gli altri elettrodomestici di casa...così vediamo...:D :D :D

LittleLux
28-09-2004, 00:20
Originariamente inviato da gpc
Cavolo, e io che volevo mandare un articolo a Focus per segnalare l'invezione :doh: :D
Comunque ricorda, se non parte la reazione, vai di Calfort! Consigliato da tutti i produttori di lavatrici a fusione nucleare! :D

Cazzarola, per quello avevo delle perdite di acqua deuterata da tutte le parti...porca trota, ho dimenticato il calfort:asd:...vabè, per la dritta che mi hai dato ti fornirò a gratis di energia per 6 mesi, ok? O se no ti vendo una fiammante lavatrice a fusione (nel senso che dopo 6 mesi si fonde:D) a comode rate mensili, pagabili presso il mio strozzino di fiducia, che, pensa te, per innaffiare il giardino di casa utilizza la pompa idrosonica...in un colpo innaffia e ascolta la musica:asd::D...

FENZ
28-09-2004, 00:57
è impossibile realizzare macchine con rendimento al 100% figuriamoci tutto ciò...
l'unica cosa che è possibile fare è trasformare la materia in energia (come diceva il buon vecchio Einstein) leggi Fissione e Fusione nucleare ma anche in questi casi non è possibile sfruttare l'energia al 100%
ve lo dice uno che il nome Einstein lo ha dato al suo gatto...
(e che soprattutto ama la fisica perchè è la scenza della logica :) )

ChristinaAemiliana
28-09-2004, 01:05
Originariamente inviato da FENZ
(e che soprattutto ama la fisica perchè è la scenza della logica :) )

"I fisici hanno capito che il punto essenziale non è se una teoria piaccia o non piaccia, ma se fornisca previsioni in accordo con gli esperimenti. La ricchezza filosofica, la facilità, la ragionevolezza di una teoria sono cose che non interessano. Mi auguro quindi che riusciate ad accettare la natura per quello che è: assurda"

Richard Feynman


...Approccio da fisica dei plasmi...:sofico:

Quetzal
28-09-2004, 01:25
Un paio di osservazioni:

un dispositivo riscaldante totalmente immune da depositi e concrezioni, e questo per qualsiasi liquido e processo

Quale è l' utilità di avere una "caldaia" che non necessita di manutenzione riguardo ai depositi, quando poi dovrei cambiare la macchina stessa perche' distrutta dalla cavitazione ?

Il Prof. Keizios, decano presso il "Department of Mechanical Engineering at Georgia Institute of Technology", e ex presidente della "American Society of Mechanical Engineers" ha condotto una supervisione dei metodi

Noltre, il Prof Keizios sembra sia arrivato a dirigere degli istituti di ricerca senza fare molte altre ricerche in prima persona... ho provato a cercare con Google:

http://www.google.it/search?hl=it&ie=UTF-8&q=keizios+georgia+technology&meta=

e

http://www.google.it/search?hl=it&ie=UTF-8&q=keizios+mechanical&meta=

ed entrambe le ricerche portano SOLO a pagine dove si parla di questa misteriosa macchina... non e' un pò strano ? :D

ChristinaAemiliana
28-09-2004, 01:31
ROTFL :D

Lucio Virzì
28-09-2004, 08:07
Anche a me sembra una follia.
Anche se ce l'avessi davanti, l'avessi costruita io e funzionasse avrei qualche dubbio.
Ho persino qualche dubbio che sia in grado di produrre vapore!

LuVi

Lucio Virzì
28-09-2004, 08:10
Originariamente inviato da Gyxx
A prima vista mi viene in mente solo una spiegazione abbastanza banale della pompa : ammesso e non concesso che non si tratti di una bufala comela roba della tucker (anche quella era brevettata, e tramite un tubo vuoto con 2 calamite sono state truffate tante persone ;) )

[OT] Vi rammento solo che nella sezione politica c'è una discussione in cui vi racconto dei soldi buttati da minambiente nella sperimentazione di un dispositivo similtucker prodotto da una azienda di amici del presidente, per i mezzi pubblici.... :rolleyes:

LuVi

Lucio Virzì
28-09-2004, 08:11
Originariamente inviato da a2000.1
nel senso di two-phase flow.

Dici come fosse antani?

Lucio Virzì
28-09-2004, 08:13
Originariamente inviato da avvelenato

http://colitz.com/site/3216423/fig1.gif


Bello! Lo stampo e lo porto a mia moglie! :D

LuVi

Lucio Virzì
28-09-2004, 08:15
Comunque io ho deciso di puffarla, questa macchina.
Se domani doveste vedere Roma tutta puffata, sapreste perchè :O

LuVi

Zerk
17-02-2008, 14:06
Dopo 4 anni ci sono novità?

Almeno il vapore lo produce:
http://it.youtube.com/watch?v=yh_-DUKQ4Uw