View Full Version : La vergogna d'Italia. Lavoratori autonomi: Orefici e bar dichiarano meno degli operai


parax
16-10-2006, 10:37
ANSA - Ven 13 Ott

I gioiellieri e i titolari di bar dichiarano al fisco meno dei 21.500 euro dei maestri elementari ad inizio carriera . I proprietari di saloni per la vendita di autovetture di Piemonte Lazio e Campania, denunciano un reddito inferiore 16.000 euro, cioé a quello del loro concittadino che, con la tuta blu, varca da 15 anni il portone di Mirafiori, Cassino e Pomigliano d' Arco. Sotto i metalmeccanici anche la media dichiarata dai tassisti. Ma i paralleli possono proseguire.
Un dentista in Campania dichiara meno dei 25.000 euro di un poliziotto, mentre nel Lazio arriva a malapena a un impiegato di banca (28.000).
I dati sono delle ultime dichiarazioni, presentate nel 2005 dai contribuenti. E mostrano la geografia tributaria del popolo delle partite Iva, che riserva molte sorprese. Gli incroci informatici hanno oggi molte possibilita' e i tecnici dell' amministrazione fiscale hanno elaborato uno spaccato dei redditi di 50 categorie del lavoro autonomo, suddividendolo per regioni. I risultati appaiono chiari e certamente saranno tenuti in conto per l' offensiva che il governo ha gia' preannunciato sul fronte dell' evasione. E' un fenomeno imponente tanto che lo stesso vice-ministro per l' Economia, Vincenzo Visco ha detto ieri in Parlametno che "vi sono province e settori in cui i tassi di irregolarita' superano il 50%, situazioni che chiaramente richiedono un'attenzione particolare e la definizione di un ordine di priorita' per le iniziative di verifica".
Dalle statistiche sulle dichiarazioni presentate nel 2005 emergono subito i forti contrasti di un' Italia che si infiamma nella lettura delle nuove aliquote Irpef e che discute di evasione fiscale. E - dal pasticcere al notaio, dal pescivendolo all' avvocato, passando per sarti, odontecnici e parrucchieri, tassisti, lavandai e farmacisti - le statistiche fiscali aprono uno scenario che talvolta sembra sfuggire anche alla logica dei luoghi comuni.
Un pensionato sociale guadagna 500 euro al mese, ma - tirando le somme - a dichiarare un reddito analogo, o inferiore, sono i tassisti del Molise (in media 6.175 euro l' anno), i sarti in Puglia (4.048 euro annui), i parrucchieri in Campania (6.332 euro), i pescivendoli del Trentino (3.742 euro l' anno), i ceramisti dell' Emilia Romagna (2.744 euro), i titolari di autosaloni di Bolzano (1.073), i rivenditori di ricambi auto in Lombardia (5.556 euro).
In Calabria, sulle 50 categorie censite, sono ben 12 (dai pasticceri ai pastai, dai sarti ai lavandai, dai fotografi agli ambulanti dalle mercerie ai tassisti) quelle che denunciano ai fini Irpef guadagni inferiori ai 6.700 euro l' anno, come o meno di pensionato sociale. Ma la Calabria e' la regione dove la maggior parte delle categorie dichiara, in media, gli importi piu' bassi. I contribuenti autonomi con i redditi piu' alti sono invece a Bolzano e Trento. Un esempio? Nel trentino i notai, che sono gli autonomi che dichiarano di piu' in tutta Italia, denunciano un reddito medio di 922.345 euro. La stessa categoria in Lombardia - dove i prezzi degli immobili sono quel che sono e le operazioni societarie numerose - dichiara sempre un' enormita', ma il valore e' un terzo piu' basso e si ferma a 629.406 euro.
A saltare agli occhi sono i redditi dichiarati dai gioiellieri: la provincia con la media piu' alta e' la Lombardia, dove gli orefici dichiarano 21.533 euro l' anno, come un maestro elementare. In tutte le altre regioni si scende, fino agli 11.990 euro della Calabria e passando per i 14.652 euro (meno di un metalmeccanico) del Lazio. Al confronto appaiono piu' ricchi gli imbianchini che dichiarano 21.241 euro nel veneto e 28.455 euro a Bolzano. I gioiellieri toscani dichiarano 19.716 euro, un valore poco distante dai falegnami della vicina Liguria (19170 euro).
Analizzando i dati delle tabelle si scopre che i pasticceri dichiarano in media 6.561 euro l' anno in Calabria e quattro volte di piu' (23.202 euro) in Valle d' Aosta. La Campania, tra pastiere e zeppole, consente ai pasticceri un reddito medio di 10.825 euro, la meta' di quello dei colleghi liguri (20.274 euro) e il 50% in meno dei siciliani, alle prese con cannoli e cassate.
Tra le categorie al centro delle cronache ci sono stati i tassisti. Il loro reddito varia dai 6.145 euro dichiarati in Molise ai 14.411 del Trentino. Nel Lazio, centro della protesta contro il decreto Bersani, il reddito dichiarato e' di 12.033 euro, in Lombardia a 11.894. Alla fine per il fisco valgono meno di un imbianchino calabro (12.519 euro).
Una lettura trasversale alle categorie di una stessa regione offre altri spunti. In Lombardia i ristoratori (14.818 euro) e i titolari di Bar (14.830 euro) dichiarano circa 13.000 euro in meno di un meccanico (27.000 euro) e meno della meta' di un idraulico (31.224 euro). Il commercianti di auto (16.166 euro) é sotto di 10.000 euro rispetto ad un falegname (26.245 euro).
Il Lazio, tranne che per i tassisti e per i commercianti di ricambi auto perde sempre il confronto con la Lombardia. Gli agenti immobiliari, nonostante i prezzi delle case nella capitale, hanno dichiarato 17.497 euro in media, poco piu' di un operaio e molto sotto ai 27.614 euro dei colleghi lombardi. A battere gli agenti immobiliari sono comunque i ristoratori laziali che con 11.903 euro sono sotto un pescivendolo veneto. Attenendosi freddamente ai dati delle dichiarazioni dei redditi, quale mestiere conviene scegliere? Certamente il notaio (redditi tra 216.000 e 864.700 euro) o il farmacista (tra 97.000 e 165.000 euro).
Da evitare i sarti (tra 2.200 e 20.000 euro, ma genericamente sotto i 10.000), i fotografi (tra 5259-19.000 euro) o i tassisti (6.175-14.411 euro). (ANSA)

Brand
16-10-2006, 10:41
Guardiamoli un po' gli altri 3d prima di aprirne altri identici ;)

Aku
16-10-2006, 10:43
Beh un paio di sere fa alle iene c'era un servizio sul salone della nautica e hanno intervistato un tot di persone che erano andate li in cerca di "barchettine" beh un "povero" commerciante in oro guadagna 15000 euro lordi all anno :cry: eppure era andato li con i sudati spiccioli per comprare qualcosa come barche da x00k :O cio allora io con i miei 28.000€ lordi all anno posso comprare le barche da 2.000.000 di euro :eek: caz ma perchè al posto di fare il muto a 30anni con tutti i soldi che ho in più del tipo non ci ho pensato prima? che pirla che sono :mad:

parax
16-10-2006, 10:45
Credo che sia ora e tempo di usare il pungo di ferro contro questa gente che sta mettendo in ginocchio l'Italia facendo la bella vita alle nostre spalle, come dei parassiti, d'ora in po non ci deve essere nessuna clemenza e nessuna attenuante, è impensabile che in un paese moderno si evada il fisco per 100 miliardi di Euro l'anno, sono 3 maxi finanziarie, in mancanza di una ricevuta devono chiudergli l'attività per mesi e nel caso di reiterate evasioni si deve avere la possibilità di ritirargli le licenze, cancellarli dagli albi e sequestrargli i beni, solo così i nostri poveri autonomi e professionisti che guadagnano meno di un maestro elementare capiranno che se vogliono lavorare nel nostro paese le tasse le DEVONO pagare e fino all'ultimo centesimo esattamente come fanno i lavoratori dipendenti da oltre 60 anni.

E non venitemi a parlare del non fare di tutta erba un fascio come dice la confcommercio e le varie associazioni, viviamo tutti nello stesso paese e conosciamo bene come si comportano i nostri bravi evasori autonomi.
E' ora di dire basta.

Radagast82
16-10-2006, 10:45
che vergogna... e io devo pagare più tasse (dall'alto dei miei 24 anni e anzianità lavorativa di 6 mesi) per questa gente di cacca.
Quando ho visto il servizio al tg non sapevo se ridere o piangere... il record era un calzolaio di bolzano che dichiarava 60 euro l'anno ...

the_joe
16-10-2006, 10:45
Un vero e proprio SCANDALO, non il fatto in sè, ma il fatto che sia così da SEMPRE e MAI nè guardia di finanza, nè governo nè nessun altro abbia mai fatto niente perchè tutto questo cessasse, anzi siamo al paradosso che ci sia stato un patto sottinteso fra stato-evasori nel senso che uno non rompeva troppo le scatole all'altro in modo da in qualche modo attenuare i disagi dovuti ad un apparato burocratico farraginoso, inefficiente e antiquato, da una parte c'è l'enorme mole di lavoro contabile/amministrativo necessario per far funzionare una azienda in Italia e dall'altro lato c'è(ra) il miraggio del poter evadere arrivando ad un pareggio (cosa laconica perchè in questo modo sono in 2 a perdere).

dantes76
16-10-2006, 10:45
lo fanno per necessita', pero' dopo voglio i Cc sotto casa a gurdagli il culo e magari vogliono pure un ospedale sotto casa che funzioni, sempre per necessita'
cosi come per necessita' sono scappati dal nord-est verso la Romania, e ora sempre per necessita' stanno scappando dalla Romania, verso la Cina, sempre per necessita', non per altro

http://www.etimo.it/gifpic/09/11b9a9.pnghttp://www.etimo.it/gifpic/08/17939b.png

parax
16-10-2006, 10:45
Guardiamoli un po' gli altri 3d prima di aprirne altri identici ;)


Ho guardato ma non ho trovato nulla ;) .

Brand
16-10-2006, 10:47
Ho guardato ma non ho trovato nulla ;) .


Nessun 3d sull'evasione? :D C'è persino quello su briatore che ne parla.

guglielmit
16-10-2006, 11:00
Strano che non sia ancora stato spostato nel 3d apposito :rolleyes:
Mod? toc toc :D

Brand
16-10-2006, 11:01
Strano che non sia ancora stato spostato nel 3d apposito :rolleyes:
Mod? toc toc :D


seeeee, dai del coglione a uno e arrivano in meno di 3 millesimi di secondo....ma per l'ordine e la razionalizzazione della sezione hai voglia :D :D :D :sofico:

misterx
16-10-2006, 11:08
chissà perchè quelli che dichiarano 400 euro al mese non vanno a fare gli operai; guadagnerebbero anche di più e con meno fastidi :D

bluelake
16-10-2006, 11:18
Strano che non sia ancora stato spostato nel 3d apposito :rolleyes:
Mod? toc toc :D
anche noi abbiamo del lavoro da fare ogni tanto eh :D

appunto, essendoci un thread apposito, questo lo si chiude no? :stordita: