Zoom Escaper, ecco il tool per scappare con stile dalle videoconferenze inutili

Zoom Escaper, ecco il tool per scappare con stile dalle videoconferenze inutili

Uno strumento essenziale, ma al tempo stesso geniale, che consente di trovare un escamotage velocissimo per uscire dalle più noiose video conferenze

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Web
Zoom
 

Il 2020 ci ha insegnato a convivere con una pandemia, e da lì sono nate diverse necessità sia in termini professionali, sia in termini di svago. Smart working e video conferenze, con colleghi o amici, sono stati due elementi fondamentali del 2020 e ci stiamo confrontando con questi strumenti anche nel 2021. Non tutte le videocall sono però piacevoli, ma spesso sfuggire da esse provoca più di qualche imbarazzo. A venirci in soccorso, però, adesso c'è Zoom Escaper.

Zoom Escaper è uno strumento geniale nella sua essenzialità. E' gratuito, e consente di trovare diverse scuse per scappare velocemente dalla conversazione senza imbarazzi. Si tratta di un widget che consente di aggiungere al nostro flusso audio elementi che possono dare fastidio ai nostri interlocutori, o che richiedono un intervento attivo nell'immediato: cani che abbaiano, rumori di lavori in corso, pianto di bambini, o ancora artefatti nell'audio per simulare incertezze nella connessione online, eco.

Zoom Escaper, lo strumento per scappare dalle videocall senza imbarazzo

Sviluppato da Sam Lavigne, lo strumento è semplicissimo da utilizzare: necessita dell'installazione del software VB-Audio, che indirizza l'audio attraverso il sito web. Poi su Zoom è necessario selezionare VB-Audio come input audio, al posto del microfono. Lo sviluppatore ha anche pubblicato un video tutorial che spiega come abilitare le funzionalità, mostrandole in funzione.

Zoom Escaper non è il primo progetto di Lavigne, né il più strambo. Lo sviluppatore ha spiegato che le sue opere intendono portare "un deliberato rallentamento, una riduzione della produttività e della produzione, puntando all'auto-sabotaggio". Fra le altre sue "opere" troviamo "The Good Life", che consente agli utenti di ricevere al proprio indirizzo le 225 mila e-mail confiscate alla Enron Corporation dopo il fallimento nel 2001; e "Slow Hot Computer", un sito web che rallenta il computer eseguendo dei task pesanti sul piano computazionale. Da usare, secondo Lavigne, per "ridurre la produttività al lavoro". Abbiamo poi Zoom Deleter, un tool costantemente alla ricerca di un'installazione di Zoom sul sistema in uso e, se ne trova tracce, le cancella.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8820 Marzo 2021, 16:38 #1
Pur di non lavorare ....
Cfranco20 Marzo 2021, 17:49 #2
Mi viene giusto giusto per lunedì sera che ho la riunione condominiale su Zoom
Unax20 Marzo 2021, 18:15 #3
reinventare la ruota quando basta staccare un cavetto e dire che la connessione non va
ciriccio21 Marzo 2021, 16:10 #4
ahahahahhahahahah fantastico
alexfri21 Marzo 2021, 22:02 #5
Ma non era bello lo Smart uorching?
radeon_snorky22 Marzo 2021, 08:35 #6
ma qualcosa che metta insieme un video loop con face swap con sync con il parlato reale da sostituire al flusso video originale per permettere allo STUDENTE di leggersi con calma i bignami mentre ha una verifica in diretta?

ronthalas22 Marzo 2021, 09:54 #7
quello più indecente è "urination" che... con le cuffie wireless è molto più facile e realistico combinarlo per davvero, e realmente accidentalmente.
per fortuna non era una sessione di lavoro, ma una di gaming su TS
Darkon22 Marzo 2021, 10:00 #8
Originariamente inviato da: nickname88
Pur di non lavorare ....


A dirla tutta la stragrande maggioranza delle riunioni su zoom sono una perdita di tempo quindi paradossalmente lavoro di più e produco di più se posso saltare la riunione che non stando ad ascoltarla.

In Italia purtroppo il concetto di riunione va a braccetto con "chiacchierata a braccio senza una scaletta e tempi certi in cui gente che è dirigente ma sa pochissimo del lavoro reale dice 20 volte le stesse cose ripetute all'infinito".

Insomma mediamente in Italia sono riunioni inutili che non danno nessun contributo sostanziale all'attività lavorativa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^