WhatsApp: ecco la nuova bufala delle chiamate con addebito dal Kosovo. Attenzione

WhatsApp: ecco la nuova bufala delle chiamate con addebito dal Kosovo. Attenzione

Sul portale di messaggistica più famoso al mondo giunge una nuova bufala che invita gli utenti a non rispondere alle chiamate provenienti dal Kosovo o anche dalla Moldavia.

di pubblicata il , alle 19:41 nel canale Web
WhatsApp
 

Come ogni giorni su WhatsApp è apparsa una nuova bufala tramite messaggio che permette ad alcune aziende di profilare gli utenti ai quali il messaggio è giunto o viene poi condiviso. In questo caso parliamo di un messaggio divenuto ormai virale nel quale si invita gli utenti a non richiamare alcuni numeri con prefisso straniero come quello della Tunisia, del Kosovo o della Moldavia. Un messaggio che seppure "buonista" risulta una bufala e vi spieghiamo il motivo.

Come accade spesso in questi casi, il messaggio è stato realizzato ad hoc per creare allarmismo tra gli utenti. Oramai un'abitudine la presenza di questa tipologia di messaggi ma invece ancora tante le persone che leggono e condividono immediatamente all’interno dei gruppi WhatsApp senza nemmeno pensare effettivamente se la notizie o il messaggio potrebbe essere vero o "fake". Un po' come avviene per le Catene di Sant’Antonio che oramai invadono giornalmente le conversazioni.

WhatsApp: in cosa consiste la bufala

In questo caso il messaggio che viene condiviso nelle varie chat riguarda delle chiamate da numeri esteri con prefissi del Kosovo, Modalvia o anche Tunisia. Il testo del messaggio è più o meno così:

 “Stanno arrivando chiamate a raffica da +216 (Tunisia) +373 (Kosovo) +383 (Moldavia). Fanno solo uno squillo. Se rispondi o richiami, ti parte automaticamente un abbonamento da 7€ alla settimana a siti di giochi da cui è quasi impossibile disdirlo. Fa’ girare.”

Un messaggio scritto in perfetto italiano che potrebbe facilmente confondere gli utenti ma che invece risulta effettivamente una bufala bella e buona visto che la risposta alle chiamate non fa attivare alcun abbonamento e che non è giunta alcuna segnalazione di questo tipo alle autorità. Di fatto però dietro a questi prefissi spesso si nascondono dei servizi a pagamento che possono attivare appunto delle routine anche a 10€ a settimana. In questo caso però il messaggio, seppure di aiuto, risulta falso e capita sempre più spesso che ad inviarlo siano proprio le stesse agenzie che vendono i servizi in abbonamento che lo fanno per "profilare" gli utenti per campagne future.

In tal caso la disinformazione purtroppo rende fattibile il lavoro di queste agenzie di abbonamento nei confronti di ignari utenti che catturati dall'allarmismo del messaggio e dalla buona struttura dello stesso condividono pensando di fare cosa buona e giusta. Il suggerimento è quello di evitare sempre e comunque di condividere nelle chat messaggio di questo tipo che siano buonisti o meno. La condivisione non fa che alimentare l'allarmismo a favore di false notizie.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tallines20 Dicembre 2018, 19:52 #1
Anche qui, questi inganni.................mahhhh
biometallo20 Dicembre 2018, 20:16 #2
Più che altro qualcuno mi spiega bene questa parte?

però dietro a questi prefissi spesso si nascondono dei servizi a pagamento che possono attivare appunto delle routine anche a 10€ a settimana.


Appurato che rispondere ad una chiamata non comporta alcun addebito, ma come farebbero a farmi abbonare a questi servizi, e come si può evitare?
Univac20 Dicembre 2018, 22:31 #3
Non avendo smartphone qualcuno puo' illuminarmi?:
Ma come fanno a "profilare"? il creatore il messaggio puo' vedere tutti quelli che lo inoltrano? si puo' ricercare il messaggio all'interno della piattaforma e tracciare i numeri di chi lo inoltra?
Mi sfugge il meccanismo, ad un profano questa pare un bufala su una bufala....
demon7720 Dicembre 2018, 22:58 #4
"DA CUI E' QUASI IMPOSSIBILE DISDIRLO"

L'itagliano quello giusto che ti imbarano a squola.
biometallo20 Dicembre 2018, 23:39 #5
Originariamente inviato da: Univac
Mi sfugge il meccanismo, ad un profano questa pare un bufala su una bufala....


Che poi, anche se non l'ho scritto esplicitamente è proprio il dubbio che mi è venuto leggendo la notizia, dubbio che dopo aver letto questi altri due articoli trovati con due click si è ulteriormente rafforzato:

https://www.today.it/attualita/chia...-cosa-fare.html

https://www.butac.it/chiamate-a-raffica-non-rispondete/

In sintesi si parla effettivamente di chiamate mute provenienti dall'estero e del fatto che richiamandone i numeri di telefono vengano addebitati i costi della chiamata internazionale che comunque pare si possano farsi restituire semplicemente chiarendo la situazione al proprio gestore telefonico e poi si parla di come il messaggio su WhatsApp crei falsi allarmi riportando i fatti in modo impreciso... come credo stia facendo anche questo articolo.

Va beh, colpa mia che ci ho dato credito perdendoci sopra tutto questo tempo.
*aLe24 Dicembre 2018, 15:36 #6
Originariamente inviato da: demon77
L'itagliano quello giusto che ti imbarano a squola.
Limportante e ceh l'anno fatto col quore. Non stiamo lì ha giudicare se e vero o no.
demon7725 Dicembre 2018, 23:17 #7
Originariamente inviato da: *aLe
Limportante e ceh l'anno fatto col quore. Non stiamo lì ha giudicare se e vero o no.


Giustoh!!
basta con sti professoroni! Si vede subito che tu sei onestoh!!
Insert coin26 Dicembre 2018, 12:06 #8
Perchè sento definire il Kosovo "narcostato?"

Cioè fatemi capire, ai tempi di Bill Clinton negli Usa e Massimo D'Alema in Italia furono bombardati dei civili in Serbia per la causa di un futuro "narcostato?"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^