Voto elettronico in USA: alcuni sistemi rimasti connessi per mesi, se non per anni

Voto elettronico in USA: alcuni sistemi rimasti connessi per mesi, se non per anni

Recenti indagini hanno dimostrato come 35 macchine per il voto elettronico in USA, che in teoria non dovrebbero mai essere connesse al back-end, in realtà lo sono state per mesi se non per anni, esponendosi ad attacchi e possibili studi da parte di malintenzionati

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Web
 

In 35 macchine per il voto elettronico in USA, alcune in stati chiave come in Florida, Michigan e Wisconsin, è stata trovata una connessione ad internet attiva (fonte: vice), quando invece non dovrebbero esserlo mai, se non per la trasmissione di qualche minuto per anticipare i risultati elettorali rispetto al procedimento standard. L'azienda che le produce, ES&S, non è la prima volta che finisce al centro di indagini e sospetti, e questo è solo l'ultimo dei capitoli che riguardano i propri sistemi di voto elettronico.

Una premessa: queste macchine registrano i voti ufficiali su scheda SD interna, che è quella che poi fa fede. Tutto in locale, quindi. La connessione viene utilizzata per trasmettere i risultati ai server e poi ai media, in modo da avere indicazioni sulle votazioni prima che siano analizzate le schede SD.  A tutti gli effetti quindi il voto vero è quello registrato sulla SD card. Il problema riscontrato in questi giorni, quindi, potrebbe sembrare tutto sommato una dimenticanza lieve. Se molto probabilmente di dimenticanza si tratta, le conseguenze potrebbero essere meno lievi del previsto.

Queste 35 macchine sono risultate connesse al web per mesi e anche per anni, esponendosi così allo studio e ad eventuali attacchi futuri da parte di malintenzionati, che hanno avuto in teoria tutto il tempo per analizzare bene i sistemi. Se la buona fede di ES&S non sembra essere in dubbio, gli analisti specializzati in sicurezza sono in forte apprensione. La questione verte non tanto sulle macchine per il voto elettronico, ma sui server SFTP e il firewall che alcuni seggi elettorali utilizzano per trasmettere rapidamente i voti.

I ricercatori sono consapevoli che i sistemi di back-end critici risiedono dietro a un firewall, ma uno o più malintenzionati qualora riuscissero a superarlo, potrebbero alterare il totale dei voti o infettare le macchine di voto con malware, in grado poi di alterare i dati presenti anche sulle schede SD. Certo, siamo nel campo dell'ipotetico e quasi sicuramente non succederà nulla di tutto questo, ma il voto elettronico, dopo aver goduto di grandi apprezzamenti al suo esordio, col tempo ha mostrato alcuni lati ancora oscuri, alimentati per giunta da un clima di sempre maggiore diffidenza.

Lo sanno ad esempio i rappresentanti del Board of Elections della Carolina del Nord, che utilizza i sistemi ES&S: recentemente è passata la mozione per smettere di utilizzare queste macchine. Il motivo? "Non costituisce una vera opzione rispetto al sistema a mano". Che, leggendo fra le righe, può essere resa con un "non ci fidiamo".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

96 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tasslehoff09 Agosto 2019, 19:03 #1
No cara redazione, non si tratta di un preconcetto o di una banale diffidenza, è un dato di fatto: il voto "elettronico" remoto non garantisce il requisito di segretezza previsto da qualsiasi costituzione democratica, il voto "elettronico" locale (con dispositivi come quello oggetto della notizia) invece potrebbero garantirli, ma se lo facessero verrebbero meno tutti i vantaggi che questi dispositivi potrebbero dare rispetto al voto cartaceo tradizionale.

Non è un mio parere o una posizione preconcetta, è il risultato di innumerevoli studi fatti dalla comunità scientifica e sperimentazioni svolte ai quattro angoli del globo.
plunderstorm09 Agosto 2019, 19:28 #2
tramite voto su sistema in blockchain la vedo fattibile, mi pare che sia già stato fatto da qualche parte.

Googlando un po, vedo che anche società italiane sviluppano software di quel tipo.
BALLOTCHAIN, per esempio.
GTKM09 Agosto 2019, 19:56 #3
Originariamente inviato da: Tasslehoff
No cara redazione, non si tratta di un preconcetto o di una banale diffidenza, è un dato di fatto: il voto "elettronico" remoto non garantisce il requisito di segretezza previsto da qualsiasi costituzione democratica, il voto "elettronico" locale (con dispositivi come quello oggetto della notizia) invece potrebbero garantirli, ma se lo facessero verrebbero meno tutti i vantaggi che questi dispositivi potrebbero dare rispetto al voto cartaceo tradizionale.

Non è un mio parere o una posizione preconcetta, è il risultato di innumerevoli studi fatti dalla comunità scientifica e sperimentazioni svolte ai quattro angoli del globo.


Hai fatto un discorso troppo complesso per la redazione, fidati.
Phoenix Fire09 Agosto 2019, 20:26 #4
Originariamente inviato da: Tasslehoff
No cara redazione, non si tratta di un preconcetto o di una banale diffidenza, è un dato di fatto: il voto "elettronico" remoto non garantisce il requisito di segretezza previsto da qualsiasi costituzione democratica, il voto "elettronico" locale (con dispositivi come quello oggetto della notizia) invece potrebbero garantirli, ma se lo facessero verrebbero meno tutti i vantaggi che questi dispositivi potrebbero dare rispetto al voto cartaceo tradizionale.

Non è un mio parere o una posizione preconcetta, è il risultato di innumerevoli studi fatti dalla comunità scientifica e sperimentazioni svolte ai quattro angoli del globo.


non l'avevo vista da questo punto di vista, molto interessante,
non si potrebbe comunque fare una via di mezzo tipo salvataggio in ssd e poi passata continua in lettore apposito a fine votazioni che legge le sd, calcola i voti e trasmette i risultati?
aqua8409 Agosto 2019, 21:27 #5
Io ancora non ho capito perché dovrebbe essere segreto il voto.
É anzi giusto che ognuno si prenda la responsabilitá di quello che fa.

Troppo comodo votare Berlusconi e poi lamentarsi al bar il giorno dopo.

Lasciando stare il fatto che poi non si sa MAI come va il dopo, si eviterebbero voti inventati e conteggi e riconteggi inutili.

Altra cosa che abolirei é il voto dei residenti all estero, utile quanto le tutine per cani...
SpyroTSK09 Agosto 2019, 21:30 #6
Originariamente inviato da: aqua84
Io ancora non ho capito perché dovrebbe essere segreto il voto.
É anzi giusto che ognuno si prenda la responsabilitá di quello che fa.

Troppo comodo votare Berlusconi e poi lamentarsi al bar il giorno dopo.

Lasciando stare il fatto che poi non si sa MAI come va il dopo, si eviterebbero voti inventati e conteggi e riconteggi inutili.

Altra cosa che abolirei é il voto dei residenti all estero, utile quanto le tutine per cani...

Anche per me DEVE essere pubblico, anche quello dei singoli politici per ogni cosa che votano. Ma non succederà mai perché invocheranno il diritto alla privacy, però noi possiamo essere spiati per proteggere la patria. Ah ma aspetta, e dai politici chi ci protegge?
Phoenix Fire09 Agosto 2019, 23:13 #7
Originariamente inviato da: aqua84
Io ancora non ho capito perché dovrebbe essere segreto il voto.
É anzi giusto che ognuno si prenda la responsabilitá di quello che fa.

Troppo comodo votare Berlusconi e poi lamentarsi al bar il giorno dopo.

Lasciando stare il fatto che poi non si sa MAI come va il dopo, si eviterebbero voti inventati e conteggi e riconteggi inutili.

Altra cosa che abolirei é il voto dei residenti all estero, utile quanto le tutine per cani...


il voto deve essere segreto per evitare influenze o ricatti, più che altro andrebbe tolto agli analfabeti funzionali previo test
kamon10 Agosto 2019, 01:15 #8
Originariamente inviato da: aqua84
Io ancora non ho capito perché dovrebbe essere segreto il voto.
É anzi giusto che ognuno si prenda la responsabilitá di quello che fa..

Originariamente inviato da: SpyroTSK
Anche per me DEVE essere pubblico, anche quello dei singoli politici per ogni cosa che votano. Ma non succederà mai perché invocheranno il diritto alla privacy, però noi possiamo essere spiati per proteggere la patria. Ah ma aspetta, e dai politici chi ci protegge?


Ragionamento populista e molto pericoloso il vostro... La segretezza ovviamente garantisce che ognuno possa votare secondo coscienza senza temere condizionamenti, ripercussioni o ricatti, direi che stiamo parlando della base della democrazia, tolto questo restano le votazioni farsa care ad ogni dittatura che vuole fingere di essere stata scelta dal popolo.

Originariamente inviato da: Phoenix Fire
più che altro andrebbe tolto agli analfabeti funzionali previo test

Il problema è che la qualifica di "analfabeta funzionale" come qualsiasi altra ragione che non sia una palese incapacità intellettiva, può essere affibbiata troppo arbitrariamente, con tutte le conseguenze del caso, la prima che mi viene in mente è che si potrebbero facilmente scegliere i parametri per escludere fasce sociali che tendono a votare in una certa maniera che non piace a chi ha scritto detti parametri...
Un passo verso la giusta direzione [U]secondo me[/U] sarebbe inserire nei programmi scolastici una sorta di "educazione all'informazione", dove si insegni a verificare le fonti, a come non farsi prendere per i fondelli dagli opinion leader, dai i titoli fuorvianti, dai i social network e tutto il resto.
maxsy10 Agosto 2019, 01:25 #9
Originariamente inviato da: kamon
Ragionamento populista e molto pericoloso il vostro... La segretezza ovviamente garantisce che ognuno possa votare secondo coscienza senza temere condizionamenti, ripercussioni o ricatti, direi che stiamo parlando della base della democrazia, tolto questo restano le votazioni farsa care ad ogni dittatura che vuole fingere di essere stata scelta dal popolo.


concordo
ma come vi è venuto in mente di dire voto pubblico?
SpyroTSK10 Agosto 2019, 02:41 #10
Scusami, allora per lo stesso motivo "secondo coscienza senza temere condizionamenti, ripercussioni o ricatti" la gente non dovrebbe usare i social, eppure lo fanno postando delle cose ben peggiori del "io ho votato tizio" oppure "io ho votato contro la legge taldeitali".

Ipocrisia.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^