Una coppia nerd si è sposata sulla blockchain scambiandosi le fedi come NFT

Una coppia nerd si è sposata sulla blockchain scambiandosi le fedi come NFT

Due dipendenti di Coinbase sono diventati marito e moglie scambiandosi gli anelli come NFT (token non fungibili) sulla blockchain.

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Web
EthereumBitcoin
 
40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
R@nda07 Aprile 2021, 15:00 #11
Originariamente inviato da: WarSide
Per divorziare cosa fanno?

Chiedono di forkare la blockchain al blocco precedente lo scambio degli anelli?


Ahah "Ma tu e tuo marito state ancora insieme?"
"No abbiamo forkato"


(E comunque uno scambio anelli potevano pure farselo sti tirchi)
Notturnia07 Aprile 2021, 15:10 #12
contenti loro.. a Sheldon sarebbe piaciuta come idea
Nui_Mg07 Aprile 2021, 15:20 #13
Originariamente inviato da: Notturnia
contenti loro.. a Sheldon sarebbe piaciuta come idea

Il problema di Sheldon è un altro, ovvero cambiare partner (non ce la faccio proprio a guardarla, anche fosse più dotata di Einstein).
386DX4007 Aprile 2021, 15:25 #14
Originariamente inviato da: bubba99
*hanno



non vedo cosa ci sia di discutibile, non è che un cerchietto di metallo prezioso cambi drasticamente il risultato o la qualità del rapporto di coppia negli anni: contenti loro, contenti tutti.
c'è chi ha la fissa per altre cose e si sposa con matrimoni in costume e nella lingua di star trek, ma con gli anelli (sicuramente a tema), dici che sarebbe meglio così?


Immagino che una delle funzioni volute o collaterali dell' anello fosse quella di ricordare a sè stessi [U]e[/U] alle altre persone che l'anello lo vedono, di essere appunto già legati ad un vincolo volontariamente scelto e normato. E quella che magari comprensibilmente ad alcuni potrebbe sembrare, nell' epoca del cambiamo tutto per rifare tutto, un "cerchietto di metallo" immagino imho abbia svolto quella funzione nella sua semplicità.
Non a caso una volta persone di una certa età non amavano nemmeno temporaneamente levarli quando necessario proprio per il simbolo che aveva. Non ha bisogno di batterie, display, firme digitali, e' un patto con sè stessi prima ancora che il materiale con cui è fatto, la forma o il senso che gli si vuole dare, ma il simbolo nella sua fredda composizione e visibile posizione ricorda intelligentemente quel vincolo in ogni momento e gesto della quotidianità.

Imho ovviamente.
bubba9907 Aprile 2021, 15:34 #15
Originariamente inviato da: 386DX40
Immagino che una delle funzioni volute o collaterali dell' anello fosse quella di ricordare a sè stessi [U]e[/U] alle altre persone che l'anello lo vedono, di essere appunto già legati ad un vincolo volontariamente scelto e normato. E quella che magari comprensibilmente ad alcuni potrebbe sembrare, nell' epoca del cambiamo tutto per rifare tutto, un "cerchietto di metallo" immagino imho abbia svolto quella funzione nella sua semplicità.
Non a caso persone di una certa età non amano nemmeno togliersele temporaneamente quando necessario proprio per il simbolo che avrebbe. Non ha bisogno di batterie, display, firme digitali, e' un patto con sè stessi prima ancora che il materiale con cui è fatto, la forma o il senso che gli si vuole dare.

Imho ovviamente.


esattamente e questo rimanda alla solennità con cui si dovrebbe approcciare a tale scelta e all'impegno che ne consegue con se stessi e con l'altra persona, ma non è che l'anello di per sè conferisce tutto ciò (per quanto io lo trovi un simbolo e un rituale caratteristico di una unione), ci sono anche coppie mai sposate con rito civile o ecclesiastico che sono coppie molto più solide e affiatate di tante altre.
386DX4007 Aprile 2021, 15:46 #16
Originariamente inviato da: bubba99
esattamente e questo rimanda alla solennità con cui si dovrebbe approcciare a tale scelta e all'impegno che ne consegue con se stessi e con l'altra persona, ma non è che l'anello di per sè conferisce tutto ciò (per quanto io lo trovi un simbolo e un rituale caratteristico di una unione), ci sono anche coppie mai sposate con rito civile o ecclesiastico che sono coppie molto più solide e affiatate di tante altre.


Vero ma con la stessa logica forse immagino ci siano anche (ipoteticamente) coppie che senza anello magari non se ne ricorderebbero spesso e se poi non vincolate legalmente sempre per ipotesi forse anche meno. Cio' non toglie che magari quel semplice simbolo metallico a livello di massa abbia magari salvato molte situazioni in cui potrebbe essere necessario ricordarSI a prescindere da quale dei due partner, quali fossero i buoni propositi originari.
La sveglia al mattino la si mette anche se c'e' gente che non ne ha bisogno e si risveglia senza o cinque minuti prima casualmente che suoni tanto siamo abituati a "sentire" la presenza della sveglia. Ergo la sveglia e' un simbolo in qualche modo simile ma concordo che non e' la sveglia in sé a vincolarci al lavoro ma il contratto e il motivo per cui si deve svolgere attività. Pero' la sveglia aiuta.
Piedone111307 Aprile 2021, 19:38 #17
Originariamente inviato da: 386DX40
Vero ma con la stessa logica forse immagino ci siano anche (ipoteticamente) coppie che senza anello magari non se ne ricorderebbero spesso e se poi non vincolate legalmente sempre per ipotesi forse anche meno. Cio' non toglie che magari quel semplice simbolo metallico a livello di massa abbia magari salvato molte situazioni in cui potrebbe essere necessario ricordarSI a prescindere da quale dei due partner, quali fossero i buoni propositi originari.
La sveglia al mattino la si mette anche se c'e' gente che non ne ha bisogno e si risveglia senza o cinque minuti prima casualmente che suoni tanto siamo abituati a "sentire" la presenza della sveglia. Ergo la sveglia e' un simbolo in qualche modo simile ma concordo che non e' la sveglia in sé a vincolarci al lavoro ma il contratto e il motivo per cui si deve svolgere attività. Pero' la sveglia aiuta.


La fede è lo scambio del contratto intercorso tra i coniugi ( e similmente in parte ce lo abbiamo anche in questo caso)
Quello che manca è la presenza della copia del contratto.
Non ho mai portato oggetti preziosi ( non li sopporto) ma in 10 anni di matrimonio avrò tolto la fede per qualche minuto non più di 5/6 volte perchè il suo significato ( per me ) trascende l'oggetto in se.
Se per loro un blocco di codice impalpabile ( ma al tempo stesso immutabile ed inalienabile da terzi) rappresenta quello che rappresenta per me la fede sono sinceramente contenti per loro.
Nessuno di voi ( o qualche vostro conoscente diretto) si è sfilato la fede per riporla via prima di entrare in un locale o qualcosa di simile?
E quanti ( soprattutto maschi) non la indossano mai?
386DX4007 Aprile 2021, 20:34 #18
Originariamente inviato da: Piedone1113
La fede è lo scambio del contratto intercorso tra i coniugi ( e similmente in parte ce lo abbiamo anche in questo caso)
Quello che manca è la presenza della copia del contratto.
Non ho mai portato oggetti preziosi ( non li sopporto) ma in 10 anni di matrimonio avrò tolto la fede per qualche minuto non più di 5/6 volte perchè il suo significato ( per me ) trascende l'oggetto in se.
Se per loro un blocco di codice impalpabile ( ma al tempo stesso immutabile ed inalienabile da terzi) rappresenta quello che rappresenta per me la fede sono sinceramente contenti per loro.
Nessuno di voi ( o qualche vostro conoscente diretto) si è sfilato la fede per riporla via prima di entrare in un locale o qualcosa di simile?
E quanti ( soprattutto maschi) non la indossano mai?

Concordo sulla importanza simbolica dell' oggetto mi pare di capire e che dovrebbe (appunto) evitare le situazioni infine paventate non auspicabili ovviamente.
Il "contratto" se cosi' si puo' chiamare e' l' atto di Stato Civile firmato dopo la lettura e la comprensione degli articoli connessi agli obblighi e doveri dinanzi al Sindaco o delegato o prima ancora nel caso dinanzi al Parroco che poi verra' trascritto, quindi in realta' esiste quel "contratto".
Imho l' anello e' pero' un giusto ricordo quotidiano di quel contratto per un semplice motivo di coerenza con sè stessi. Poi ovvio si intende come "dovrebbe essere" se diamo valore alle parole da sè stessi pronunciate e firmate.
Piedone111308 Aprile 2021, 09:50 #19
Originariamente inviato da: 386DX40
Concordo sulla importanza simbolica dell' oggetto mi pare di capire e che dovrebbe (appunto) evitare le situazioni infine paventate non auspicabili ovviamente.
Il "contratto" se cosi' si puo' chiamare e' l' atto di Stato Civile firmato dopo la lettura e la comprensione degli articoli connessi agli obblighi e doveri dinanzi al Sindaco o delegato o prima ancora nel caso dinanzi al Parroco che poi verra' trascritto, quindi in realta' esiste quel "contratto".
Imho l' anello e' pero' un giusto ricordo quotidiano di quel contratto per un semplice motivo di coerenza con sè stessi. Poi ovvio si intende come "dovrebbe essere" se diamo valore alle parole da sè stessi pronunciate e firmate.


Il contratto dell'anello è qualcosa di più intimo e esclusivo del contratto civile o religioso.
Purtroppo ( per fortuna, o non ne ha nessuna importanza) l'atto dello scambio delle fedi per la maggiorparte è come azionare l'interruttore della luce, un atto meccanico e privo di qualsiasi spiritualità fatto per convenzione.
Gia il fatto che abbiano pensato ( e poi attuato) di rendere indissolubile ed immutabile quel gesto è sintomo che almeno un poco ci abbiano riflettuto sulla cosa e presa in considerazione ( a torto, ragione o per egocentrismo) molto più della maggiorparte delle persone.
Quando abbiamo preso le fedi abbiamo deciso di prendere le classiche ( che rappresentano i due anelli terminali di una catena invisibile) invece che quelle moderne, elaborate o altro:
in un contratto una stretta di mano non ha bisogno di guanti di velluto o pizzo, anzi.
ferste08 Aprile 2021, 10:03 #20
Originariamente inviato da: Piedone1113
E quanti ( soprattutto maschi) non la indossano mai?


Mai, tolta la sera del matrimonio e mai più rimessa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^