Un drone precipita e sfiora Marcel Hirscher durante una gara della Coppa del Mondo di Sci

Un drone precipita e sfiora Marcel Hirscher durante una gara della Coppa del Mondo di Sci

Nella gara di slalom speciale a Madonna di Campiglio un drone precipita al suolo e sfiora l'atleta austriaco mentre era impegnato a completare la seconda manche della gara

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:11 nel canale Web
 

Un drone è precipitato al suolo nel corso della gara di Coppa del Mondo di Sci che si è tenuta nel corso della serata di ieri sulla pista Canalone Miramonti a Madonna di Campiglio. Il drone ha rischiato di colpire l'atleta austriaco Marcel Hirscher che stava in quel momento disputando la seconda manche della gara di slalom speciale dopo aver terminato la prima frazione con il secondo tempo.

Il drone, dalle immagini un quadrirotore professionale per il quale però non è possibile risalire al produttore, apparteneva ad una troupe televisiva autorizzata che stava operando riprese della competizione. Lo sciatore austriaco non sembra aver notato il drone precipitato proprio alle sue spalle. Hirscher ha poi commentato in un secondo momento su Twitter:

Le dichiarazioni rilasciate ad Associated Press sono state un poco più seriose: "E' orribile, non può accadere un'altra volta. Potrebbe essere un incidente molto grave".

Con una maggior diffusione dei droni sono divenuti più frequenti gli incidenti associati. Lo scorso mese di settembre un drone è caduto sulla folla durante la proiezione all'aperto di un film, nella cittadina statunitense di Pasadena, ferendo una bambina di un anno. Sempre a settembre uno studente è stato accusato di procurato pericolo dopo aver volontariamente fatto schiantare un drone in uno stadio di football durante la partita tra Kentucky Wildcats e Louisiana-Lafayette. Ancora volontarietà nell'incidente accaduto durante gli US Open di Tennis a New York, quando un uomo ha fatto precipitare un drone in una zona deserta delle tribune.

L'incidente più noto resta comunque quello dello scorso gennaio a Washington, quando un impiegato della National Geospatial Intelligence Agency, in preda ai fumi dell'alcol, ha fatto precipitare un drone nei giardini della Casa Bianca, innescando un'indagine dei Servizi Segreti e all'istituzione di una serie di no-fly-zone al di sopra di edifici e aree sensibili che vengono periodicamente inserite nel firmware dei droni in commercio.

Anche il nostro Davide Fasola si è reso suo malgrado protagonista di un piccolo incidente con un drone. Ve lo ricordate? Per gli smemorati, eccolo qui:

[HWUVIDEO="1830"]Rotte autonome via GPS per Parrot Bebop Drone[/HWUVIDEO]

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

51 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7723 Dicembre 2015, 12:14 #1
AZZO..

Purtroppo è inutile negare che questa è una cosa che può capitare.
I droni portano vantaggi e comodità sotto diversi aspetti ma come ogni cosa, hanno rischi legati al loro utilizzo.
Simonex8423 Dicembre 2015, 12:22 #2
gli incidenti capitano, ma non c'è nessuna normativa che regola l'impiego di questi mezzi? fosse per me ne vieterei totalmente la vendita ad a amatori, solo prodotti registrati ad utenti specifici e con le competenze tecniche certificate per usarli
aqua8423 Dicembre 2015, 12:31 #3
Originariamente inviato da: Simonex84
gli incidenti capitano, ma non c'è nessuna normativa che regola l'impiego di questi mezzi? fosse per me ne vieterei totalmente la vendita ad a amatori, solo prodotti registrati ad utenti specifici e con le competenze tecniche certificate per usarli

concordo, in parte, nel senso che purtroppo l'Incidente può capitare sia all'amatore che al professionista di turno con decenni di esperienza, se il drone cade, cade. O sei superman che voli a prenderlo oppure cade.

Se mai dovrebbero regolamentare lo spazio in cui farlo volare, possibilmente non a perpendicolo o sulla traiettoria delle persone.
randorama23 Dicembre 2015, 12:36 #4
della necessità di richiedere un patentino e di assicurazione obbliogatoria se ne parla da un bel po', eppure tutti nicchiano.

la cosa che però mi lascia davvero perplesso è la mancanza di sicurezza "passiva".
non c'è drone, anche di dimensioni "notevoli" che non abbia un minimo di reticolato di protezione per le eliche.
e quelle, da sole, possono fare parecchio male...
AleLinuxBSD23 Dicembre 2015, 12:39 #5
Basterebbe usare un po' di criterio per capire che questi sistemi richiedono attenzione per evitare possibili incidenti.
Ci sono già troppe entità che non vedono l'ora di usare l'occasione per ridurre ai minimi termini i potenziali usi di queste soluzioni senza bisogno di fornirla su un piatto d'argento.
roccia123423 Dicembre 2015, 12:40 #6
Originariamente inviato da: Simonex84
gli incidenti capitano, ma non c'è nessuna normativa che regola l'impiego di questi mezzi? fosse per me ne vieterei totalmente la vendita ad a amatori, solo prodotti registrati ad utenti specifici e con le competenze tecniche certificate per usarli


In teoria la normativa c'è...

Secondo me bisogna restringerla ulteriormente quando il drone supera un certo peso massimo al decollo, tipo 1-2 kg, dato che già se ti cadono addosso 2kg da una decina di metri, fanno davvero male, non serve arrivare ai 25kg attuali, che possono tranquillamente uccidere.

E parlo di patenti e assicurazioni "serie", a livello di aeromobili o roba simile. L'alternativa è volare SOLO presso i campi di volo, come fa la stragrande maggioranza di aeromodellisti con un minimo di sale in zucca.
Bivvoz23 Dicembre 2015, 12:43 #7
Ed era pure grosso.

@Simonex84: in questo caso poco importa quello che dici tu, quel coso non era certo un drone da amatore, probabilmente era della regia e montava una telecamera sotto con cui facevano le riprese.

Questo problema c'è sempre stato, prima non c'erano i droni ok ma c'erano i modellini di elicotteri e aerei.
La differenza sta solo nel nome più figo, che possono guidarli anche i nabbi e che questo ha portato ad una diffusione più di massa.

Anche secondo me comunque va imposto il patentino sopra una certo peso, lasciando fuori solo i giocattoli molto piccoli.
gerko23 Dicembre 2015, 12:53 #8
Il motivo per cui è caduto? Mancanza di segnale?
Non basterebbe un aggeggio che in questo caso ti mantiene stabile il drone alla stessa altezza?
Se poi è caduto per batteria esausta...

Io li farei volare solo in campi volo, a solo uso modellistico, altro che vietarli agli amatoriali. O in ogni caso vietati negli eventi con persone.

Sicuro non era amatoriale questo e ci fosse stata la legge sul patentino, lo aveva, ma il drone sempre giù finiva.

Sono pericolosi come sono ora, punto.
Bivvoz23 Dicembre 2015, 13:05 #9
Originariamente inviato da: gerko
Il motivo per cui è caduto? Mancanza di segnale?
Non basterebbe un aggeggio che in questo caso ti mantiene stabile il drone alla stessa altezza?
Se poi è caduto per batteria esausta...

Io li farei volare solo in campi volo, a solo uso modellistico, altro che vietarli agli amatoriali. O in ogni caso vietati negli eventi con persone.

Sicuro non era amatoriale questo e ci fosse stata la legge sul patentino, lo aveva, ma il drone sempre giù finiva.

Sono pericolosi come sono ora, punto.


Non cadono per mancanza di segnale.
Ma hai visto che fanno i droni di oggi?
Non solo restano in volo stazionario da soli, possono anche avere dei percorsi preimpostati da gps, evitare ostacoli che rilevano ci i sensori, ritornare alla base da soli quando la batteria sta per scaricarsi.
Alcuni ti seguono e ti inquadrano sempre grazie a sensori gps.
Giuss23 Dicembre 2015, 13:11 #10
Si trattava di una gara di Coppa del Mondo, sicuramente era un pilota esperto e un drone di livello professionale, ma un guasto può sempre capitare all'improvviso, e qui sono andati vicinissimi a causare un incidente molto grave.

Non dico di non usarli, ma sia quelli hobbistici che quelli professionali andrebbero sempre fatti volare a una distanza di sicurezza e mai sopra le persone. Non so se ci sono normative al riguardo ma probabilmente qualcosa c'è.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^