Twitter e Skype bloccati dalle istituzioni in Bangladesh

Twitter e Skype bloccati dalle istituzioni in Bangladesh

L'Authority che regola il settore delle Comunicazioni nel Bangladesh ha bloccato Twitter e Skype a pochi giorni dallo sblocco di Facebook.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:22 nel canale Web
 

La Telecommunication Regulatory Commission del Bangladesh ha bloccato alcuni siti di social networking, come Twitter, Skype e Imo. Sumon Ahmed Sabir, chief strategic officer del Nationwide Telecommunication Transmission Network che gestisce anche Fiber@Home, ha avvertito il Dhaka Tribune domenica sera della decisione della Commissione.

"La Btrc ci ha intimato tramite un'email di bloccare Skype, Imo e Twitter, insieme a Viber e altre app, con effetto immediato e in attesa di ulteriori istruzioni", ha detto il dirigente a Dhaka Tribune. L'organo di regolazione ha anche richiesto il continuo monitoraggio dei servizi, nel caso dovessero esserci cambiamenti di IP o agli indirizzi di rete. Fiber@Home si occupa di fornire servizi di comunicazione a ISP, telco e TV via cavo in Bangladesh.

Il 18 novembre il governo aveva bloccato Facebook e altri servizi di messaggistica online come WhatsApp. Facebook è poi stato riaperto il 10 dicembre. La chiusura di Facebook era stata ordinata subito dopo che la Corte Suprema si era rifiutata di rivedere il suo verdetto di accusa nei confronti di due esponenti dei partiti di opposizione, incolpati di crimini di guerra. Si tratta di Ali Ahsan Mohammad Mujahid, del Jamaat-e-Islami (JeI) e Salauddin Quader Chowdhury, del Bangladesh Nationalist Party (BNP).

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^